Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Atteggiamenti e consapevolezza rispetto a salute e lavoro

1,603 views

Published on

Confronto cittadini italiani e cittadini stranieri provenienti da paesi a forte pressione migratoria (PFPM) - Fonte Ispo - Giorgio Sanzone

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Atteggiamenti e consapevolezza rispetto a salute e lavoro

  1. 1. Confronto cittadini italiani e cittadini stranieri provenienti da paesi a forte pressione migratoria (PFPM) (Rif.1546v312) ATTEGGIAMENTI E CONSAPEVOLEZZA RISPETTO A SALUTE E LAVORO Fonte: 1
  2. 2. La ricerca Popolazione italiana Popolazione straniera E’ stata realizzata una ricerca quantitativa rappresentativa per area geografica di residenza e di provenienza della popolazione straniera maggiorenne (con oltre 17 anni di età) proveniente dai paesi a forte pressione migratoria e residente in Italia, d’ora in poi PFPM**. E’ stata realizzata una ricerca quantitativa rappresentativa della popolazione residente in Italia e con cittadinanza italiana maggiorenne (con oltre 17 anni di età, fino a 64 anni) per genere, età, professione, titolo di studio, area geografica di residenza, ampiezza dei centri urbani di residenza*. * Tasso di risposta: 30,4%. Numero di intervistatori coinvolti nell’indagine: 120. Metodo di controllo degli intervistatori: presenza di un supervisor in sala ogni 15 intervistatori. Controllo minimo garantito: monitoraggio 5% delle interviste con ascolto di almeno il 50% dell’intervista. **Tasso di risposta: 22,4%. Numero di intervistatori coinvolti nell’indagine: 130. Metodo di controllo degli intervistatori: presenza di un supervisor in sala ogni 15 intervistatori. Controllo minimo garantito: monitoraggio 5% delle interviste con ascolto di almeno il 50% dell’intervista. 2
  3. 3. Cap. 1 - PERCEZIONE GENERALE 3
  4. 4. TESTO DELLA DOMANDA: Lei saprebbe dirmi cos’è una malattia professionale?”. Valori percentuali Una malattia professionale è ... Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera 72 5 2 21 40 1 1 58 Una malattia contratta nell'esercizio del proprio lavoro Citano una malattia specifica (es. tumori, silicosi, asbestosi, intossicazioni, cecità, sordità, stress, artrosi, ecc..)" Infortuni sul lavoro Non sa ITALIANI STRANIERI PFPM 4
  5. 5. TESTO DELLA DOMANDA: “Secondo lei quali sono le malattie professionali più diffuse?” (fino a tre risposte). Valori percentuali Percezione delle malattie professionali più diffuse … Le prime 5 (sul totale delle citazioni) 3. Malattie del sistema osteomuscolare e del tessuto connettivo  23% 4. Malattie del sistema nervoso  22% 1. Malattie del sistema respiratorio  43% 1. Malattie del sistema osteomuscolare e del tessuto connettivo  37% Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera 2. Tumori  38% 5. Disturbi psichici e comportamentali 16% 2. Malattie del sistema respiratorio 33% 3. Tumori 26% 4. Malattie cute, tessuto sottocutaneo  12% 5. Disturbi psichici e comportamentali e Malattie del sistema nervoso  11% NON SA DIRE 8% NON SA DIRE 23% 5
  6. 6. TESTO DELLA DOMANDA: “E quali sono invece le professioni, i lavori in cui c’è più probabilità di contrarre una malattia professionale?”. Valori percentuali Malattie professionali: i settori in cui c’è più probabilità di contrarle sono... Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera I primi 4 (sul totale delle citazioni) 1. Industria pesante  67% 2. Costruzioni, edilizia  39% 3. Industria manifatturiera  36% 4. Agricoltura  23% 1. Industria pesante  51% 2. Costruzioni, edilizia  37% 3. Industria manifatturiera  31% 4. Agricoltura  19% NON SA DIRE 2% NON SA DIRE 18% 6
  7. 7. Cap. 2 – CONSAPEVOLEZZA SULL’ITER E FIDUCIA NEI SOGGETTI CHE SI OCCUPANO DI SALUTE E LAVORO 7
  8. 8. TESTO DELLA DOMANDA: “E in generale, per quelle che sono le sue conoscenze a cosa può avere diritto una persona che ha una malattia professionale?”. Valori percentuali Malattie professionali: quali diritti per chi le contrae? Possibili più risposte Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera 30 25 23 11 3 32 Prestazioni di carattere sanitario Prestazioni di carattere economico Periodo di malattia Riconoscimento invalidità civile Prestazioni di carattere riabilitativo Non sa 41 37 26 25 14 8 12 Prestazioni di carattere sanitario Prestazioni di carattere economico Periodo di malattia Riconoscimento invalidità civile Prestazioni di carattere riabilitativo Altro Non sa/niente 8
  9. 9. TESTO DELLA DOMANDA: “Ma in pratica, cosa deve fare un lavoratore se sospetta di avere una malattia professionale? Qual è l’iter, il percorso da seguire? Provi a dire in ordine di tempo quale azione viene prima, quale per seconda e quale per terza”. Valori percentuali 54 27 19 52 28 20 Certificare la malattia professionale (a cura del medico di base o di patronato) Comunicazione formale al datore di lavoro Visita all’Inail, l’istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro Risposta iter corretto 25% Risposta iter non corretto 75% Risposta iter corretto 31% Risposta iter non corretto 69% Quale iter seguire in caso di malattia professionale? 9
  10. 10. 80 62 55 54 52 44 38 86 69 56 46 57 64 52 Medico di base Patronati Inail Consulenti / professionisti Caf Sindacati Servizi Sociali – Segretariato – Comune ITALIANI STRANIERI PFPM TESTO DELLA DOMANDA: “Ora le leggo alcuni soggetti che si occupano di salute e lavoro. Mi può dire quanta fiducia ripone in ognuno di loro”. Valori percentuali Quanta fiducia nei soggetti che si occupano di salute?... Confronto italiani VS stranieri per "Molta/Abbastanza Fiducia" - Ordinamento decrescente per "Italiani" 10
  11. 11. Cap. 3 – Opinioni circa il rapporto tra datore di lavoro e dipendente che ha contratto una malattia professionale 11
  12. 12. TESTO DELLA DOMANDA: “Rispetto al rapporto tra il datore di lavoro e il dipendente che ha contratto una malattia professionale quanto è d’accordo con le seguenti affermazioni?”. Valori percentuali Opinioni sul rapporto tra datore di lavoro e dipendente che ha contratto una malattia professionale 15 11 17 14 9 7 20 14 49 49 51 41 44 52 57 28 29 24 24 35 33 20 18 5 5 8 6 8 9 4 3 3 6 2 5 7 7 4 8 49 Molto d'accordo Abbastanza d'accordo Poco d'accordo Per nulla d'accordo Non sa È forte il rischio di subire intimidazioni/ripercussioni sul piano personale e lavorativo C’è pericolo che rinunci in partenza a chiederne il riconoscimento per timore di perdere il lavoro In linea di massima, il suo datore di lavoro lo aiuterà senza crearli problemi E’ fondamentale che si rivolga ad apposite agenzie per gestire il rapporto con il datore di lavoro Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera 64% 60% 66% 65% 50% 51% 72% 71% 12
  13. 13. Cap. 4 - ESPERIENZE 13
  14. 14. 89 11 TESTO DELLA DOMANDA: "Mi può dire se a lei o un suo famigliare è capitato di contrarre una malattia professionale". Valori percentuali Le è capitato di contrarre una malattia professionale? 94 6 Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera Si SiNo No 14
  15. 15. TESTO DELLA DOMANDA: "Ed è stata riconosciuta la malattia professionale". Valori percentuali Dopo aver chiesto "aiuto", è stata riconosciuta la malattia professionale? Solo chi ha contratto una malattia professionale e si è rivolto a uno tra Patronati, Sindacati, Inail o altri 38 62 51 49 Si Si Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera No No 15
  16. 16. TESTO DELLA DOMANDA: "E cosa avete fatto/a chi vi siete rivolti?". Valori percentuali Cosa avete fatto/a chi vi siete rivolti dopo aver contratto la malattia professionale? Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera Solo chi ha contratto una malattia professionale Patronati + Sindacati 37% Ci siamo rivolti al medico 10% Ci siamo rivolti ad altri 11% Non sapevamo cosa fare e alla fine non abbiamo fatto niente 16% Ci siamo rivolti all’Inail 26% Ci siamo rivolti ai Patronati 22% Ci siamo rivolti ai Sindacati 15% Ci siamo rivolti ai Patronati 2% Ci siamo rivolti all’Inail 19% Non sapevamo cosa fare e alla fine non abbiamo fatto niente 21% Ci siamo rivolti all’Inps 2% Ci siamo rivolti al datore di lavoro 4% Ci siamo rivolti al medico 41% Ci siamo rivolti ai Sindacati 11% Patronati + Sindacati 13% 16
  17. 17. TESTO DELLA DOMANDA:"E se dovesse capitare cosa fareste/a chi vi rivolgereste?" Valori percentuali Solo chi NON ha avuto personalmente o in famiglia un caso di malattia professionale Confronto italiani (89% totale campione) VS campione popolazione straniera (94% totale campione) Non sapremmo bene cosa fare/a chi rivolgerci 29% Ci rivolgeremmo al datore di lavoro 2% Ci rivolgeremmo a parenti/amici 1% Ci rivolgeremmo ai Patronati 18% Ci rivolgeremmo ai Sindacati 14% Ci rivolgeremmo al medico 28% Ci rivolgeremmo all'Inail 7% Ci rivolgeremmo a dei professionisti (legali/specialisti del settore) 1% Ci rivolgeremmo ad altri 2% Non sapremmo bene cosa fare/a chi rivolgerci 23% Ci rivolgeremmo ai Patronati 14% Ci rivolgeremmo ai Sindacati 15% Ci rivolgeremmo al medico 19% Ci rivolgeremmo all'Inail 23% Ci rivolgeremmo a dei professionisti (legali/specialisti del settore) 4% Patronati + Sindacati 32% Patronati + Sindacati 29% A chi vi rivolgereste in caso di malattia professionale? 17
  18. 18. Cap. 5 - ATTENZIONE ALLA PREVENZIONE SUL LAVORO 18
  19. 19. TESTO DELLA DOMANDA: “Parliamo ora di prevenzione sul lavoro cioè di quelle azioni fatte per cercare di salvaguardare i lavoratori. Secondo lei qual è il grado di attenzione alla salute…”. Valori percentuali Il grado di attenzione alla salute sul lavoro in Italia in generale è … 7 3 51 48 37 13 9 32 it str Per nulla alto Poco alto Abbastanza alto Molto alto Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera 39% alto 54% alto 61% basso 46% basso 19
  20. 20. 17 9 53 29 30 5 8 49 Per nulla alto Poco alto Abbastanza alto Molto alto TESTO DELLA DOMANDA: “Parliamo ora di prevenzione sul lavoro cioè di quelle azioni fatte per cercare di salvaguardare i lavoratori. Secondo lei qual è il grado di attenzione alla salute…”. Valori percentuali Il grado di attenzione alla salute sul tuo posto di lavoro è … Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera 66% alto 62% alto 34% basso 38% basso 20
  21. 21. TESTO DELLA DOMANDA: “Parliamo ora di prevenzione sul lavoro cioè di quelle azioni fatte per cercare di salvaguardare i lavoratori. Secondo lei qual è il grado di attenzione alla salute…”. Valori percentuali Il grado di attenzione alla salute sul lavoro è … SOLO OCCUPATI ALTO BASSO ALTO 41% italiani 53% stranieri 25% italiani 9% stranieri BASSO 2% italiani 2% stranieri 32% italiani 36% stranieri In Italia Sulloropostodilavoro Il grado di attenzione alla salute sul lavoro è … 21
  22. 22. TESTO DELLA DOMANDA: "Conosci il Responsabile della Sicurezza per i lavoratori nella tua azienda?". Valori percentuali Conosci il Responsabile Sicurezza per i lavoratori nella tua azienda? Confronto campione popolazione italiana VS campione popolazione straniera - Solo occupati ITALIANI STRANIERI Impiegati (a) 76% 82% Altro lavoro dipendente (b) 66% 53% Totale (a+b) 70% 59% % di chi dice di conoscere il responsabile 22
  23. 23. CONCLUDENDO … 23
  24. 24. NOTA METODOLOGIA E INFORMATIVA (in ottemperanza al regolamento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 256/10/CSP, allegato A, art. 5 del 9 dicembre 2010, pubblicato su G.U. 301 del 27/12/2010) NOTA METODOLOGICA PER I MEDIA Sondaggio ISPO/C.C. Management S.r.l. per Patronati CEPA - Campione rappresentativo popolazione italiana maggiorenne - Estensione territoriale: nazionale - Casi: 1000 - Metodo: CATI - Rifiuti/sostituzioni: 2.285 - Data di rilevazione: 10-16 ottobre 2013. NOTA METODOLOGICA PER I MEDIA Sondaggio ISPO/C.C. Management S.r.l. per Patronati CEPA - Campione rappresentativo popolazione straniera maggiorenne proveniente dai PFPM - Estensione territoriale: nazionale - Casi: 801 - Metodo: CATI - Rifiuti/sostituzioni: 2.780 - Data di rilevazione: 11-26 ottobre 2013. Indirizzo del sito dove sarà disponibile la documentazione completa in caso di diffusione: www.agcom.it. In caso di pubblicazione è obbligatorio riportare le informazioni della scheda indicata, a pena di gravi sanzioni. ISPO non si assume alcuna responsabilità in caso di inosservanza. As an ESOMAR Member, Renato Mannheimer complies with the ICC/ESOMAR International Code on Market and Social Research and ESOMAR World Research Guidelines. 24
  25. 25. 25

×