Copia
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE
Numero: 51 Data: 27/06/2013
OGGETTO: INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE ATTRAVERSO...
Dato atto che il numero dei presenti è legale per la validità della deliberazione, il Presidente dichiara
Aperta la discus...
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
PREMESSO CHE:
- la SOC. AGR. LIBERELLE s.r.l. con sede in Lugo, loc. Santa Maria in Fabbriago...
RILEVATO un profilo di interesse pubblico nel programma di riqualificazione aziendale
summenzionato, alla luce dei prefigu...
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la proposta sopra riportata;
Acquisito il parere favorevole espresso dal Responsabile del Settore...
Allegato alla delibera G.C. n. 51 del 27/06/2013
Il Segretario comunale
F.to Dott. Marcello Pupillo
PROTOCOLLO D’INTESA PE...
intercomunale redatto dall'Azienda Agricola Liberelle, con l’obiettivo di riqualificazione
del centro avicolo esistente in...
5. nell’aumento del 20% del numero dei capi ad oggi autorizzati nel Comune di Bagno
di Romagna, per addivenire ad un total...
- la Legge 7 Agosto 1990, n. 241, art. 15;
Tutto ciò premesso, convengono e sottoscrivono quanto segue:
ART. 1
PREMESSE
1....
2. La convenzione deve contenere i seguenti elementi:
- l'impegno da parte del richiedente a mantenere l'attività agricola...
fabbricati e terreni per dieci (10) anni successivi all’ultimazione dei lavori, dando atto
che qualsiasi cambio d’uso dovr...
Il presente verbale viene letto, approvato e sottoscritto:
IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to FOIETTA FLAVIO F.to P...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Protocollo d'intesa per ex Azienda Arrigoni

564 views

Published on

protocollo d'intesa deliberato dalla Giunta di Santa Sofia in merito all'intervento di riqualificazione dell'ex Azienda Arrigoni.

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
564
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
278
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Protocollo d'intesa per ex Azienda Arrigoni

  1. 1. Copia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE Numero: 51 Data: 27/06/2013 OGGETTO: INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE ATTRAVERSO UN PIANO DI INVESTIMENTO IN AZIENDA AGRICOLA DEL CENTRO AZIENDALE DELLA SOC. AGR. LIBERELLE SRL, LOC. VETRETA DI MEZZO - S.SOFIA E LOC. LA CASETTA - VETRETA, MONTEGUIDI, BAGNO DI ROMAGNA. APPROVAZIONE PROTOCOLLO D’INTESA. Nell’anno Duemilatredici nel mese di Giugno il giorno Ventisette, alle ore 23:10, presso la Residenza Comunale, si è riunita la Giunta Municipale, con l'intervento dei Signori: Presente FOIETTA FLAVIO Sindaco S LUNGHERINI PIERO Assessore N NERI LUCIANO Assessore S LOMBARDI FLEANA Assessore S GUIDI ISABEL Assessore N MICHELACCI FABIO Assessore S BRAVACCINI MAURIZIO Assessore S Assume la presidenza il Sig. FOIETTA FLAVIO Partecipa il Segretario Comunale Dott. PUPILLO MARCELLO COMUNE DI SANTA SOFIA Provincia di Forlì - Cesena
  2. 2. Dato atto che il numero dei presenti è legale per la validità della deliberazione, il Presidente dichiara Aperta la discussione. La Giunta Comunale prende in esame l'OGGETTO sopraindicato.
  3. 3. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREMESSO CHE: - la SOC. AGR. LIBERELLE s.r.l. con sede in Lugo, loc. Santa Maria in Fabbriago, Via Mensa n. 3 è proprietaria di un'azienda Agricola posta a confine tra i Comuni di Bagno di Romagna e Santa Sofia; - in data 19.07.2012, prot. 58211 il Sig. Lionello Federico, nato a Lugo il 20.10.1983, in qualità di legale rappresentante della Soc. Agricola Liberelle s.r.l., ha presentato a questo Comune il Piano di Investimento in Azienda Agricola a valenza intercomunale, riguardante aree site rispettivamente in Comune di Santa Sofia, loc. Vetreta di Mezzo e in Comune di Bagno di Romagna, loc. Monteguidi, anche a seguito delle sollecitazioni delle Amministrazioni Comunali, scaturite dal ripetersi nel tempo di situazioni di criticità sotto il profilo igienico-sanitario ed ambientale, che hanno reso evidente ed urgente la necessità di una complessiva riqualificazione del comparto; - con Deliberazione di Consiglio Comunale di Santa Sofia n. 44 del 27/09/2012 ad oggetto “Riqualificazione del centro avicolo esistente in Comune di Santa Sofia, loc. Vetrata di Mezzo e in Comune di Bagno di Romagna, loc. Monteguidi – Parere Preventivo” il Comune di Santa Sofia aveva espresso parere favorevole all'attivazione delle procedure di valutazione del Piano di Investimento in Azienda Agricola intercomunale dell'Azienda Agricola Liberelle, con l’obiettivo di riqualificazione del centro avicolo esistente in Comune di Santa Sofia, loc. Vetreta di Mezzo e in Comune di Bagno di Romagna fraz. Monteguidi, considerando il numero di capi di partenza pari a 525.324, così come stabilito nell’Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) Delibera di Giunta Provinciale n. 150 del 31/03/2008, capi ripartiti in base alla superficie dei capannoni esistenti nei due comuni, n. 129.504 capi in Comune di Santa Sofia e n. 395.820 capi in Comune di Bagno di Romagna; - con Deliberazione di Consiglio Comunale di Bagno di Romagna n. 56 del 27/09/2012 ad oggetto “Valutazioni preliminari in merito all’opportunità della proposta di piano a valenza intercomunale di riassetto e riqualificazione del centro zootecnico avicolo sito in località Vetrata di Mezzo e Monteguidi, rispettivamente nei comuni di Santa Sofia e Bagno di Romagna” il Comune di Bagno di Romagna aveva espresso parere favorevole all'attivazione delle procedure di valutazione del piano intercomunale dell'Azienda Agricola Liberelle con il medesimo obiettivo e conteggio dei capi riportato nella deliberazione del Comune di Santa Sofia; - con medesime Deliberazioni di Consiglio Comunale si era stabilito che il numero massimo di capi, comprensivo dell’aumento del 20% consentito dal RUE del Comune di Bagno di Romagna, poteva raggiungere il numero di 604.488, così articolato: 129.504 nel comune di Santa Sofia e 474.984 nel Comune di Bagno di Romagna già incrementati del 20% consentito dal RUE; - con medesime Deliberazioni di Consiglio Comunale a seguito del trasferimento nel Comune di Santa Sofia di n. 322.927 galline ovaiole, il numero di capi previsti nel Comune di S. Sofia poteva raggiungere la cifra pari a 452.431 (129.504 + 322.927) mentre il numero di capi che rimanevano autorizzati, conseguentemente, nel Comune di Bagno di Romagna era di 152.057; - il Comune di Santa Sofia con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 18/02/2013 ha approvato la 1° Variante al RUE, Variante che prevede all’art. 3.45 la possibilità di superare la capacità produttiva massima complessiva dell’allevamento esistente espressa in capi equivalenti fino al limite del 20% di incremento; - a seguito della 1° Variante al RUE del Comune di Santa Sofia, nel Comune medesimo si possono raggiungere un numero massimo di capi pari a 478.331 (n. 129.504 già autorizzato sommato all’incremento del 20% pari a 25.900 capi e a capi n. 322.927 trasferiti dal Comune di Bagno di Romagna); - a seguito della possibilità di incremento della capacità produttiva sul territorio del Comune di Santa Sofia, in data 14 Maggio 2013 prot. 4507 il Sig. Lionello Federico, nato a Lugo il 20.10.1983, in qualità di legale rappresentante della Soc. Agricola Liberelle s.r.l., ha presentato a questo Comune il Piano di Investimento in Azienda Agricola a valenza intercomunale, riguardante aree site rispettivamente in Comune di Santa Sofia, loc. Vetreta di Mezzo e in Comune di Bagno di Romagna, loc. Monteguidi, richiedendo l’archiviazione del Piano di Investimento in Azienda Agricola presentato il 19.07.2012, prot. 58211; - le competenze di approvazione dei Piani di Investimento In Azienda Agricola competono esclusivamente ai Comuni; PRESO ATTO dei pareri favorevoli, espressi dai Comuni di Santa Sofia e Bagno di Romagna nei rispettivi Consigli Comunali, in merito all'attivazione delle procedure di valutazione del Piano di Investimento in Azienda Agricola intercomunale dell'Azienda Agricola Liberelle, con l’obiettivo di riqualificazione del centro avicolo esistente in Comune di Santa Sofia, loc. Vetreta di Mezzo e in Comune di Bagno di Romagna fraz. Monteguidi,
  4. 4. RILEVATO un profilo di interesse pubblico nel programma di riqualificazione aziendale summenzionato, alla luce dei prefigurati effetti di miglioramento ambientale ed igienico sanitario; OSSERVATO che l'intervento per il Comune di Bagno di Romagna comporta: la demolizione di alcuni capannoni, la cessione della capacità produttiva aziendale al Comune di Santa Sofia per n. 322.927 capi (salvo possibili modifiche al numero che si rendessero necessarie durante l’iter di approvazione del Piano di Investimento in Azienda Agricola); OSSERVATO inoltre che l'intervento in oggetto comporta per il Comune di Santa Sofia: il trasferimento della capacità produttiva pari a circa n. 322.927 (salvo possibili modifiche al numero di capi che si rendessero necessarie durante l’iter di approvazione del Piano di Investimento in Azienda Agricola) di capi dal Comune di Bagno di Romagna, la demolizione di alcuni capannoni, la realizzazione di nuovi capannoni; RITENUTO pertanto necessario concordare e stabilire fra il Comune di Santa Sofia e il Comune di Bagno di Romagna un iter procedurale condiviso allo scopo di favorire la collaborazione tra gli enti interessati dall’intervento di che trattasi e perseguire l’obiettivo di semplificazione amministrativa, attraverso la stipula di un protocollo d’intesa; CONSIDERATO che il protocollo d’intesa è finalizzato a disciplinare i rapporti fra le parti al fine di dare attuazione al Piano di Investimento in Azienda Agricola relativo all'intervento di riqualificazione in oggetto; RITENUTO necessario individuare un ente capofila ed individuandolo nel Comune di Santa Sofia e che conseguentemente la titolarità del Procedimento del Piano di Investimento in Azienda Agricola intercomunale è attribuita al Responsabile pro tempore del Settore Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Santa Sofia, permanendo comunque in capo al Settore Sviluppo e Assetto del Territorio del Comune di Bagno di Romagna la responsabilità dei sub-procedimenti e la verifica degli adempimenti connessi, inerenti il territorio di competenza; CONSIDERATO inoltre opportuno individuare nel protocollo d’intesa le modalità di svolgimento dell’iter procedurale e i contenuti della convenzione del Piano di Investimento in Azienda Agricola; RITENUTO opportuno che il protocollo d’intesa abbia validità dalla data di sottoscrizione dello stesso fino alla conclusione dell’intervento oggetto dell’accordo e più precisamente fino all'avvenuto deposito di fine lavori inerenti al Permesso di Costruire che sarà presentato nel Comune di Santa Sofia; PRESO ATTO che dalla sottoscrizione del presente Protocollo non conseguirà alle parti alcun onere finanziario, se non quello derivante a ciascuna parte per l’impiego del proprio personale; VISTO il Protocollo di intesa tra il Comune di Santa Sofia ed il Comune di Bagno di Romagna allegato alla presente proposta per farne parte integrante e sostanziale; VISTO il D.Lgs. 267/2000 e s.m.i.; VISTA la Legge 7 Agosto 1990, n. 241, art. 15; PROPONE DI DELIBERARE 1. Di approvare le suesposte premesse quali parte integrante della presente deliberazione; 2. Di approvare l’allegato Protocollo di intesa tra il Comune di Santa Sofia ed il Comune di Bagno di Romagna ad oggetto l’intervento di riqualificazione attraverso un Piano di Investimento in Azienda Agricola del centro aziendale della soc. agr. Liberelle s.r.l., loc. Vetreta di Mezzo – Santa Sofia – e loc. la Casetta – Vetreta - Monteguidi – Bagno di Romagna; 3. Di individuare, in seno al citato protocollo, il Comune di Santa Sofia quale ente capofila, dando mandato al Sindaco pro tempore del Comune di Santa Sofia di sottoscrivere in nome e per conto del Comune di Santa Sofia il Protocollo d’Intesa medesimo; 4. Di inviare la presente deliberazione e l’allegato Protocollo al Comune di Bagno di Romagna.
  5. 5. LA GIUNTA COMUNALE Vista la proposta sopra riportata; Acquisito il parere favorevole espresso dal Responsabile del Settore Urbanistica in ordine alla regolarità tecnica ed amministrativa, ,ai sensi dell'art.49 TUEL (come modificato da art. 3 D.L. 174/12), (allegato solo all’originale del presente atto e in modo virtuale alle copie dello stesso); Ritenuto di approvare la sopra riportata proposta di deliberazione CON VOTI unanimi espressi in forma palese. DELIBERA Di approvare la sopra riportata proposta – che viene qui integralmente richiamata unitamente ai suoi allegati. Altresì, per la necessità di dare seguito al procedimento con la massima tempestività CON VOTI unanimi espressi in forma palese DELIBERA Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi e per gli effetti dell’art. 134 comma 4 del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267.
  6. 6. Allegato alla delibera G.C. n. 51 del 27/06/2013 Il Segretario comunale F.to Dott. Marcello Pupillo PROTOCOLLO D’INTESA PER L’ATTUAZIONE DELL’INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE ATTRAVERSO UN PIANO DI INVESTIMENTO IN AZIENDA AGRICOLA DEL CENTRO AZIENDALE DELLA SOC. AGR. LIBERELLE s.r.l., LOC. VETRETA DI MEZZO – SANTA SOFIA – E LOC. LA CASETTA – VETRETA - MONTEGUIDI – BAGNO DI ROMAGNA TRA COMUNE DI SANTA SOFIA, con sede in Piazza Matteotti n. 1 – Santa Sofia, C.F. 80008900401 - P.I. 00672390408, nella persona del Sindaco pro tempore Ing. Flavio Foietta; E COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA, con sede in Piazza Martiri 25 Luglio 1944 n. 1 - San Piero in Bagno, C.F. 81000330407 - P.I. 00658970405 nella persona del Sindaco pro- tempore Lorenzo Spignoli; congiuntamente di seguito denominate anche le “Parti”; PREMESSO CHE - i Comuni di Santa Sofia e di Bagno di Romagna sono confinanti ed appartenenti alla medesima provincia; - la SOC. AGR. LIBERELLE s.r.l. con sede in Lugo, loc. Santa Maria in Fabbriago, Via Mensa n. 3 è proprietaria di un'azienda Agricola posta a confine tra i Comuni di Bagno di Romagna e Santa Sofia, i cui terreni sono di seguito specificati, salvo ulteriori verifiche ed eventuali integrazioni in sede di istruttoria dell’intervento in oggetto: • Comune di Santa Sofia, distinti al vigente Catasto Terreni al Foglio 28 Mapp. 9- 17-18-20-21-22-33-38AA-144-38AB-39-43-44-57-58-59-60-61-62-63-64-65-66- 67-68-69-70-71-72-75-76-95-96-99-100-101-102-103-104-107-108-109AA- 109AB-135-136-143-195-198-200; Foglio 50 Mapp. 14-17-18-19-20-21-23-37-41- 42-43-44AA-44BB-47; • Comune di Bagno di Romagna, distinti al vigente Catasto Terreni al Foglio 3 Mapp. 200-199-180-203-185-5-6-7-10-11-12-14-17-26-32-40-45-46-50-55-98AA- 98AB-98AC-99-111-115-116-132-134-135-136-140-150-151-152-153-154-156- 162-163-174-175-179-182-189-190-197-198-201-202-206-207-209-210-215-222- 223-224-9-18-19-41-48-112-114-133-148-149-168-159-171-176-178-183-184- 186-188,63,65,77,78,79,102; Foglio 4 Mapp. 14-15-97AA-97AB-98-100AA- 100AB - La Ditta in oggetto risulta in possesso di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) come da Delibera di Giunta Provinciale n. 150 del 31/03/20008 in fase di rinnovo e che prevede una capacità produttiva massima complessiva dell'allevamento espressa in capi pari a 525.324; - con Deliberazione di Consiglio Comunale di Santa Sofia n. 44 del 27/09/2012 ad oggetto “Riqualificazione del centro avicolo esistente in Comune di Santa Sofia, loc. Vetrata di Mezzo e in Comune di Bagno di Romagna, loc. Monteguidi – Parere Preventivo” il Comune di Santa Sofia aveva espresso parere favorevole all'attivazione delle procedure di valutazione del Piano di Investimento in Azienda Agricola
  7. 7. intercomunale redatto dall'Azienda Agricola Liberelle, con l’obiettivo di riqualificazione del centro avicolo esistente in Comune di Santa Sofia, loc. Vetreta di Mezzo e in Comune di Bagno di Romagna fraz. Monteguidi, considerando il numero di capi di partenza pari a 525.324, così come stabilito nell’Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) Delibera di Giunta Provinciale n. 150 del 31/03/2008, capi ripartiti in base alla superficie dei capannoni esistenti nei due comuni, n. 129.504 capi in Comune di Santa Sofia e n. 395.820 capi in Comune di Bagno di Romagna; - Con Deliberazione di Consiglio Comunale di Bagno di Romagna n. 56 del 27/09/2012 ad oggetto “Valutazioni preliminari in merito all’opportunità della proposta di piano a valenza intercomunale di riassetto e riqualificazione del centro zootecnico avicolo sito in località Vetrata di Mezzo e Monteguidi, rispettivamente nei comuni di Santa Sofia e Bagno di Romagna” il Comune di Bagno di Romagna aveva espresso parere favorevole all'attivazione delle procedure di valutazione del piano intercomunale redatto dall'Azienda Agricola Liberelle con il medesimo obiettivo e conteggio dei capi riportato nella deliberazione del Comune di Santa Sofia; - Insiste un interesse pubblico nel programma di riqualificazione aziendale summenzionato, alla luce degli interventi e miglioramenti che dovranno essere realizzati sia in ambito ambientale sia in ambito igienico sanitario; - il Comune di Santa Sofia è dotato di PSC, approvato con Deliberazione di Consiglio Provinciale n. 68886/146 del 14/09/2006, e di RUE, la cui variante è stata approvata con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 18/02/2013 ; - l'area in questione è classificata dai vigenti PSC e Rue di Santa Sofia come Ambito ad alta vocazione produttiva agricola con specializzazione zootecnica intensiva A19 –D. - il Comune di Bagno di Romagna è dotato di PSC, approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 70 del 08/11/2006, e di RUE, approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 21/04/2009; - l'area in questione è classificata dai vigenti PSC e RUE di Bagno di Romagna come Ambito agricolo di rilievo paesaggistico; - L’ area in oggetto, ricompresa nel territorio del Comune di Santa Sofia, ricade nel sistema collinare ed inoltre è sottoposta parzialmente ai seguenti vincoli: sistema forestale e boschivo, zone di frane attive, fascia di rispetto da infrastrutture tecnologiche – rete elettrica media tensione esistente. Inoltre l’area ricade in parte entro il limite all’insediamento di allevamenti intensivi rispetto al territorio urbano. I vincoli sopra elencati limitano parzialmente l’edificabilità; - L’area in oggetto, ricompresa nel territorio del Comune di Bagno di Romagna, ricade in zona sottoposta parzialmente ai seguenti vincoli: fasce di rispetto stradali, di elettrodotti, zona di dissesto (frane attive, frane quiescenti e zone caratterizzate da potenziale instabilità) che ne impediscono l'edificabilità; - l’intervento in oggetto consiste: 1. nella riqualificazione e potenziamento del numero dei capi dell’azienda esistente in base all’Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata dalla Provincia di Forlì - Cesena con deliberazione n. 150 del 31.03.2008 di n. 525.324 capi di galline ovaiole, ripartite in base alla superficie dei capannoni esistenti nei due comuni nel seguente modo: n. 129.504 capi in Comune di Santa Sofia e n. 395.820 capi in Comune di Bagno di Romagna; 2. nella demolizione di n. 4 capannoni esistenti ad uso allevamento e n. 2 capannoni ad uso servizi nel Comune di Bagno di Romagna; 3. nella demolizione di n. 2 capannoni esistenti ad uso allevamento ubicati in parte nel Comune di Santa Sofia e in parte nel Comune di Bagno di Romagna; 4. nella costruzione nel Comune di Santa Sofia di capannoni ad uso allevamento nel rispetto degli attuali standard richiesti per il benessere animale;
  8. 8. 5. nell’aumento del 20% del numero dei capi ad oggi autorizzati nel Comune di Bagno di Romagna, per addivenire ad un totale di 474.984 capi (395.820 + 79.164); 6. nell’aumento del 20% del numero dei capi ad oggi autorizzati nel Comune di Santa Sofia, per addivenire ad un totale di 155.404 capi (129.504 + 25.900); 7. nel trasferimento dal Comune di Bagno di Romagna al Comune di Santa Sofia di circa n. 322.927 di capi (salvo possibili modifiche al numero di capi che si rendessero necessarie durante l’iter di approvazione del P.I.A.A.) che, sommato al n. 129.504 già autorizzato e all’incremento del 20% pari a 25.900 capi, porta ad un totale complessivo di 478.331 nel Comune di Santa Sofia, restando conseguentemente autorizzati nel Comune di Bagno di Bagno di Romagna 152.057 capi. - l’intervento in oggetto prevede complessivamente, salvo ulteriori verifiche ed eventuali integrazioni in sede di istruttoria dell’intervento in oggetto: - una superficie catastale (escluso i fabbricati) pari a circa ha 48.20.50 nel territorio del Comune di Bagno di Romagna e pari circa a ha 61.99.00 nel territorio del Comune di Santa Sofia; - una Capacità produttiva totale pari a n. capi 630.388; - Superficie complessiva esistente da demolire di circa 14.500 mq. - In sintesi l'intervento in oggetto per il Comune di Bagno di Romagna non è da assoggettare a PIAA in quanto comporta: a) la demolizione di alcuni capannoni; b)l'asservimento dell'intera area di proprietà della ditta Liberelle insistente nel Comune di Bagno di Romagna in relazione alle possibilità edificatorie derivanti dalla capacità produttiva; c) la cessione della capacità produttiva aziendale al Comune di Santa Sofia per n. 322.927 capi (salvo possibili modifiche al numero che si rendessero necessarie durante l’iter di approvazione del PIAA); - In sintesi l'intervento in oggetto comporta quindi per il Comune di Santa Sofia: a) il trasferimento della capacità produttiva pari a circa n. 322.927 di capi dal Comune di Bagno di Romagna (salvo possibili modifiche al numero di capi che si rendessero necessarie durante l’iter di approvazione del PIAA); b) la demolizione di alcuni capannoni; c) la realizzazione di nuovi capannoni; d) l'asservimento dell'intera area di proprietà della ditta Liberelle insistente nel Comune di Santa Sofia in relazione alle possibilità edificatorie derivanti dalla capacità produttiva; - la riqualificazione dell’azienda esistente comporta un adeguamento alle disposizioni igienico-sanitarie ed un miglioramento del benessere animale; - che in data 14 Maggio 2013 prot. gen. n. 4507 il Sig. Lionello Federico, in qualità di legale rappresentante delle Società Agricola Liberelle s.r.l., ha presentato al Comune di Santa Sofia domanda per ottenere l'approvazione di un Piano di Investimento In Azienda Agricola (P.I.A.A.) della Società Agricola Liberelle s.r.l.; - le competenze di approvazione dei Piani di Investimento In Azienda Agricola competono esclusivamente ai Comuni; - è pertanto necessario concordare e stabilire fra il Comune di Santa Sofia e il Comune di Bagno di Romagna un iter procedurale condiviso allo scopo di favorire la collaborazione tra gli enti interessati dall’intervento di che trattasi e perseguire l’obiettivo di semplificazione amministrativa, attraverso la stipula del presente protocollo d’intesa; VISTA
  9. 9. - la Legge 7 Agosto 1990, n. 241, art. 15; Tutto ciò premesso, convengono e sottoscrivono quanto segue: ART. 1 PREMESSE 1. Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente protocollo di intesa. ART. 2 OGGETTO DEL PROTOCOLLO D’INTESA E FINALITA' 1. Il protocollo d’intesa in oggetto è finalizzato a disciplinare i rapporti fra le parti al fine di dare attuazione al P.I.A.A. relativo all'intervento di riqualificazione del centro aziendale della Soc. Agr. Liberelle s.r.l., come identificata in premessa, in località Vetrata di Mezzo in Santa Sofia e loc. La Casetta - Vetreta - Monteguidi in Bagno di Romagna. 2. Le parti di comune accordo stabiliscono di individuare il Comune di Santa Sofia quale ente capofila relativamente al procedimento in oggetto. 3. La titolarità del Procedimento del PIAA intercomunale è attribuita al Responsabile pro tempore del Settore Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Santa Sofia, permanendo comunque in capo al Settore Sviluppo e Assetto del Territorio del Comune di Bagno di Romagna la responsabilità dei sub-procedimenti e la verifica degli adempimenti connessi, inerenti il territorio di competenza. ART. 3 MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELL'ITER PROCEDURALE 1. Le parti stabiliscono il seguente iter procedurale a seguito della stipula del presente protocollo d'intesa: a) il Comune di Santa Sofia inoltra al Comune di Bagno di Romagna copia del P.I.A.A. dell’Azienda Agricola Liberelle s.r.l. in località Vetrata di Mezzo in Santa Sofia e Monteguidi in Bagno di Romagna; b) il Comune di Bagno di Romagna entro 15 giorni verifica la conformità urbanistica ed edilizia ed inoltra apposito parere per quanto di competenza; c) il Comune di Santa Sofia istruisce il P.I.A.A. dell’Azienda Agricola Liberelle s.r.l., secondo quanto stabilito all'art. 5.4 delle Norme di RUE del Comune di Santa Sofia; d) il Comune di Santa Sofia comunica al Comune di Bagno di Romagna la conclusione della fase istruttoria ed inoltra la bozza di convenzione definitiva allegata al P.I.A.A.; e) il Comune di Bagno di Romagna entro 15 giorni approva la bozza di convenzione e ne dà immediata comunicazione al Comune di Santa Sofia; f) Il Comune di Santa Sofia approva il P.I.A.A. dell’Azienda Agricola Liberelle s.r.l. e ne dà comunicazione al Comune di Bagno di Romagna; g) Successivamente alla positiva conclusione della procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale (V.I.A.) e all'ottenimento dell'Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) le parti siglano la convenzione. ART. 4 CONTENUTI DELLA CONVENZIONE DEL P.I.A.A. 1. La convenzione di cui al P.I.A.A. è sottoscritta dalla Azienda Agricola Liberelle s.r.l., dal Comune di Santa Sofia e dal Comune di Bagno di Romagna;
  10. 10. 2. La convenzione deve contenere i seguenti elementi: - l'impegno da parte del richiedente a mantenere l'attività agricola sul fondo per tutto il tempo di validità del P.I.A.A.; - l'impegno a subordinare i cambiamenti di conduzione ed eventuali passaggi di proprietà al subingresso del nuovo conduttore nella medesima convenzione ai medesimi patti e condizioni; - le caratteristiche costruttive e tipologiche degli edifici da realizzare e le relative destinazioni d'uso; - l'obbligo a rispettare le destinazioni d'uso previste nella convenzione; − le sanzioni convenzionali a carico del concessionario per l'inosservanza degli obblighi stabiliti nella convenzione nonché per inosservanza delle destinazioni d'uso fissate. − La demolizione di capannoni ubicati nel territorio di Bagno di Romagna e nel territorio di Santa Sofia, come meglio specificato in premessa, e il conseguente ripristino dello stato dei luoghi; 3. La suddetta convenzione, da trascriversi presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari di Forlì a cura e spese dell’Azienda Agricola Liberelle s.r.l., deve contenere tra l’altro, l'asservimento permanente dell’intera area di proprietà della ditta Liberelle insistente nel Comune di Bagno di Romagna e nel Comune di Santa Sofia, con la conseguenza che detta area non potrà essere computata ai fini della capacità produttiva massima complessiva dell'allevamento esistente espressa in capi equivalenti per la stessa destinazione che ha dato origine al vincolo, salva la variazione della vigente normativa urbanistica. 4. Dell’avvenuta trascrizione alla Conservatoria dei Registri Immobiliari di Forlì sarà data tempestiva comunicazione al Comune di Santa Sofia e al Comune di Bagno di Romagna a cura dell’Azienda Agricola Liberelle s.r.l. ART. 5 ESECUZIONE DELL'INTERVENTO 1. Gli interventi previsti nel P.I.A.A. sono realizzati previo: a) ottenimento di Valutazione Integrata Ambientale se necessaria (V.I.A.); b) rilascio Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.); c) presentazione di DIA per le demolizioni dei capannoni nel Comune di Bagno di Romagna; d) rilascio di Permesso di Costruire nel Comune di Santa Sofia. 2. Il Comune di Bagno di Romagna comunica tempestivamente al Comune di Santa Sofia l'avvenuto deposito di fine lavori inerenti la DIA di cui alla precedente lett. C). 3. Ai fini dell'esecuzione degli interventi, si specifica che solo successivamente alla dichiarazione di fine lavori relativi alla DIA inerenti alle demolizioni previste nel territorio del Comune di Bagno di Romagna, l'Azienda Agricola Liberelle s.r.l. potrà presentare inizio lavori relativamente al Permesso di Costruire di cui alla precedente lett. D) nel Comune di Santa Sofia. 4. Il Comune di Santa Sofia comunica tempestivamente al Comune di Bagno di Romagna l'avvenuto deposito di fine lavori inerenti al Permesso di Costruire sopra menzionato. ART. 6 VALIDITA’DEL P.I.A.A. 1. Il presente protocollo d’intesa stabilisce che: a) Il P.I.A.A. in oggetto avrà una validità di anni 5 (cinque) decorrenti dalla stipula della convenzione sopra citata. b) Vi è l’obbligo di mantenere le destinazioni d'uso previste nella convenzione su tutti i
  11. 11. fabbricati e terreni per dieci (10) anni successivi all’ultimazione dei lavori, dando atto che qualsiasi cambio d’uso dovrà essere, comunque, soggetto ai provvedimenti autorizzativi di legge e che, in caso di inottemperanza, troverà applicazione la normativa vigente in materia di abusivismo edilizio. c) La capacità produttiva che graverà sul territorio del Comune sul quale sarà trasferita la capacità produttiva dal territorio dell’altro Comune potrà, dopo l’intervento, essere superiore a quella stabilita secondo le normative vigenti nel presupposto che detti limiti non devono essere superati in riferimento alla capacità produttiva dell’intera unità fondiaria agricola. ART. 8 DURATA DELL’INTESA 1. Il presente protocollo d’intesa ha validità dalla data di sottoscrizione dello stesso fino alla conclusione dell’intervento oggetto dell’accordo e più precisamente fino all'avvenuto deposito di fine lavori inerenti al Permesso di Costruire presentato di cui alla precedente art. 5 comma 1 lett. D) nel Comune di Santa Sofia. ART. 9 ONERI FINANZIARI 1. Dalla sottoscrizione del presente Protocollo non conseguirà alle parti alcun onere finanziario, se non quello derivante a ciascuna parte per l’impiego del proprio personale. …………….., addì________________ Per il Comune di Santa Sofia ________________________ Per il Comune di Bagno di Romagna ________________________
  12. 12. Il presente verbale viene letto, approvato e sottoscritto: IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO COMUNALE F.to FOIETTA FLAVIO F.to PUPILLO MARCELLO La presente è copia conforme all'originale ad uso amministrativo. Lì 04/07/2013 Il Segretario Comunale PUPILLO MARCELLO CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione viene pubblicata all'Albo Pretorio Online del Comune (www.comune.santa-sofia.fc.it) per gg.15 consecutivi a far data dal 04/07/2013 Lì 04/07/2013 Il Segretario Comunale F.to PUPILLO MARCELLO La presente deliberazione: è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D.Lgs. 18.08.2000, n. 267. È divenuta esecutiva a far data dal giorno _______________________ , ai sensi dell'art. 134 comma 3 del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267. F.to Il Segretario Comunale PUPILLO MARCELLO

×