Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Usabilità e accessibilità

483 views

Published on

Usabilita' e accessibilità caratteristiche definizioni e differenze.

Progetto creato all'interno del corso Tecnologie dei media digitali 12/13 del corso di laurea Teorie e metodologie dell'e-learning e della media education
Università di Padova

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Usabilità e accessibilità

  1. 1. Di Cinzia Savonitti Per il corso:Tecnologie dei media digitali 2012/13 Cinzia Savonitti
  2. 2. L’uso di tecnologie informatiche a supportodell’insegnamento costituisce un’area di sempremaggior interesse sia per esperti dell’educazione,che per figure professionali interessate a realizzarepiattaforme software, in cui insegnanti, tutor estudenti svolgeranno le loro attività.L’e-learning però per essere veramente efficacenecessità di poter usufruire di strumenti che sianonon solo stimolanti ed innovativi ma con un altapercentuale di usabilità e accessibilità per lediverse categorie di utenti che ne usufruiranno.Pur potendo sembrare concetti simili essi sonoconcettualmente differenti all’interno di uncontesto tecnologico. Cinzia Savonitti
  3. 3. Secondo la definizione data dalla norma ISO9241*, lusabilità è il "grado in cui un prodottopuò essere usato da particolari utenti perraggiungere certi obiettivi con efficacia,efficienza e soddisfazione in uno specificocontesto duso." *ISO (International Organization for Standardization) 9241: Norme che regolano l’usabilità di un software. Cinzia Savonitti
  4. 4. “Content is accessible when it may be used by someone witha disability.” “Un contenuto è accessibile quando può essere usato da qualcuno con una disabilità” Definizione di accessibilità secondo il W3C Cinzia Savonitti
  5. 5. Accessibilità ≠ Usabilità Codice Contenuti Programmatori Insegnanti Cinzia Savonitti
  6. 6. Accessibilità UsabilitàFruibilità “fisica” Fruibilità concettuale Cinzia Savonitti
  7. 7. EvoluzioneCaratteristiche Strumenti Cinzia Savonitti
  8. 8. Il concetto di usabilità, sviluppato sin dal suo inizioallinterno dellergonomia* tradizionale, ha avutoforti rapporti con gli studi volti a migliorarelusabilità dei prodotti informatici, in particolaredel software.Possiamo distinguere alcuni periodi storici neiquali il concetto di usabilità si è evoluto: *Ergonomia: scienza che si occupa dello studio dellinterazione tra individui e tecnologie. Cinzia Savonitti
  9. 9.  Anni 60-70: Lusabilità era ancora sconosciuta in quanto progettista e utilizzatore erano, spesso, la stessa persona. Anni 80-90: diffusione delle tecnologie informatiche a livello di ufficio e di famiglia, definitivamente consolidata negli anni 90, con la diffusione del personal computer. Improvvisamente gli utenti finali del software (ma naturalmente anche dellhardware) non erano più i progettisti. Ora il mercato imponeva di vendere macchine e programmi a chiunque. E "chiunque" NON era un esperto di informatica. L’avvento del Macintosh, primo computer con un sistema operativo completamente visuale, basato sulla metafora della scrivania e dello spostamento intuitivo degli oggetti fu il primo esempio di usabilità voluta, i progettisti iniziarono finalmente a spostare lattenzione sullutente finale. Internet : con lavvento di Internet e la proliferazione dei siti web, si è dovuto tener conto di differenti fattori nellinterazione utente-ambiente web, a causa della maggiore scelta disponibile e non solo. Cinzia Savonitti
  10. 10. Acquisto Software Visualizzazione sitoGuadagno produttore Valutazione dell’ utente Utilizzo utente Utilizzo proficuo (usabilità alta) Abbandono Feedback guadagno produttoreQuindi l’usabilità di un sito web diventa fattore fondamentale del suo successo." Un sito web è usabile quando soddisfa i bisogni informativi dellutente finale che losta visitando e interrogando, fornendogli facilità di accesso e di navigabilità econsentendo un adeguato livello di comprensione dei contenuti. Nel caso non siadisponibile tutta linformazione, un buon sito demanda ad altre fonti informative."(Visciola, 1999) Cinzia Savonitti
  11. 11.  Navigabilità: esistenza di un sistema di navigazione e di orientamento nel sito. Essendo un ipertesto deve evitare il senso di smarrimento, l’utente deve sapere dove si trova e come può ritornare facilmente ad un punto precedente. Anche i link devono dare anticipazioni corrette su dove porteranno. Utilità attesa: disponibilità di informazioni e/o servizi che corrispondono alle aspettative degli utenti. L’utente web ha delle aspettative di ritorno per il tempo che dedica alla visita del sito. Bisogna evitare che le promesse del sito siano disattese o addirittura false. Completezza dei contenuti: presenza di contenuti informativi al livello di dettaglio desiderato dagli utenti: per un sito specialistico ad esempio è importante che sia subito definita l’audience a cui si rivolge. Comprensibilità delle informazioni: E’ importante scegliere correttamente il linguaggio da usare, soprattutto per operazioni interattive. Deve esistere un sistema di classificazione delle informazioni comprensibile a tutti, anche se il contenuto finale può essere specialistico. Efficacia comunicativa: la strategia comunicativa del sito. L’efficacia comunicativa è fondamentale per la buona riuscita del sito, linguaggio specifico ma comprensibile e accattivante. Attrattività grafica: la qualità della grafica e la piacevolezza visiva del sito. La grafica deve portare ad un giusto equilibrio tra emozioni e comfort che induce sull’utente e utilizzo consapevole dei contenuti. Non deve nascondere il vero scopo del sito. Cinzia Savonitti
  12. 12.  Euristica: verifica del rispetto dei requisiti di usabilità da parte di esperti. Walk through: metodo ispettivo. Un gruppo di esperti, progettisti, tecnici, utenti esprimono una valutazione sugli effetti dell’interfaccia sull’utente finale. E importante che il prodotto risulti facile da apprendere. Cooperativa: consiste nell’osservare il “pensiero ad alta voce” dell’utente nello svolgimento del compito mediante l’uso dell’interfaccia. Può essere condotto in laboratorio. Esiste interazione tra utente e valutatore. Test di usabilità: osservazione in ambiente controllato dell’interazione tra utente e interfaccia nell’esecuzione di un compito prefissato e successiva analisi del comportamento. Sono possibili misure quantitative. Questionari: strumenti di valutazione somministrabili a molti utenti, con tutte le cautele del caso. Implica la conoscenza sommaria dell’interfaccia ed è realizzabile attraverso l’esecuzione, da parte di un campione di utenti, di una serie di compiti, uguali per tutti, e successiva compilazione del questionario. Cinzia Savonitti
  13. 13. Elementi fondamentaliCaratteristiche specifiche Il W3C e la legge Stanca Cinzia Savonitti
  14. 14. AccessibilitàDisabilità specifica Disabilità temporanea Limitazioni tecniche Cinzia Savonitti
  15. 15.  lattenzione ai problemi di accesso al Web dei disabili garantire luniversalità dellaccesso, ovvero a non escludere nessuno: non solo i disabili in senso stretto, ma anche chi soffre di disabilità temporanee, chi ha attrezzature obsolete, chi usa sistemi poco comuni, chi dispone di connessioni particolarmente lente. Implementazione dei suoi principi fin dalla progettazione del sito Cinzia Savonitti
  16. 16. Disabilità permanenti: la cecità (richiede descrizioni alternative per tutti i contenuti visuali) lipovisione (richiede caratteri grandi, margini ampi, luso di colori non abbaglianti, forte contrasto tra primo piano e sfondo, impaginazioni semplificate) la cecità ai colori (richiede accoppiamenti di colore in cui il contrasto tra primo piano e sfondo sia basato sulla differenza di luminosità piuttosto che sulla differenza di tonalità) la sordità (richiede alternative equivalenti per tutti i contenuti auditivi. Soprattutto i sordi dalla nascita possono avere seri problemi nellafferrare i concetti esposti tramite testi che presentano strutture grammaticali e sintattiche complesse) la mancanza o la paralisi degli arti superiori (richiede pagine web navigabili anche senza luso del mouse, per esempio per mezzo di comandi vocali) la dislessia (luso di termini difficili o il ricorso continuo a parole straniere può rendere estremamente difficile la lettura di una pagina web per un dislessico) lepilessia (la presenza di immagini in movimento sullo schermo, particolarmente se lo sfarfallamento delle immagini avviene con una frequenza intorno ai 20 Hz, può scatenare crisi epilettiche in soggetti predisposti) il ritardo mentale (vi sono persone affette da lievi forme di ritardo mentale, che sono in grado di usare proficuamente pagine e siti web, purché questi siano realizzati rispettando adeguati criteri di semplicità e di chiarezza espositiva) Cinzia Savonitti
  17. 17. Altre categorie di utenti: Persone con normali problemi della vista quali miopia, presbiopia, astigmatismo, ipermetropia, cataratta, ecc.(accertarsi che il testo sia ridimensionabile per mezzo dei normali comandi presenti nei più diffusi browser,evitare pulsanti grafici) Persone anziane e/o dotate di scarsa o nulla preparazione informatica (non utilizzare interfacce complesse) Persone di livello culturale basso o che parlano unaltra lingua (Contenuti semplici e lineari) Cinzia Savonitti
  18. 18. Utenti con hardware obsoleto: Persone che usano software obsoleti Connessioni lenteUtilizzo di un codice standard e contenuti di tipo prevalentemente testuale Cinzia Savonitti
  19. 19. W3C World Wide Web Consortium Organismo internazionale senza fini di lucro, che dal 1994 ha il compito di definire i linguaggi e le procedure standard per rendere il Web uno strumento realmente democratico ed universale.Obbiettivi: Creare protocolli che diano accesso illimitato alla rete da qualsiasi tipo di dispositivo (cellulare pd e-reader) e mantenerli aggiornati nel tempo Rendere il Web agevole anche a diversi tipi di utenti Vigilare affinchè il Web rimanga libero e di tuttiWA Cinzia Savonitti
  20. 20. WAI Web Accessibility Initiative Sezione del W3C che si occupa specificatamente dell’accessibilità e ha prodotto una serie di raccomandazioni tecniche, mirate a dare agli sviluppatori gli strumenti per rendere accessibili non solo i contenuti del Web, ma anche i programmi per navigare in Rete nonché quelli utilizzati per produrre e pubblicare contenuti. Legge Stanca Cinzia Savonitti
  21. 21.  Requisito 1: scrivere codice pulito, senza errori sintattici e semanticamente corretto Requisito 2: non utilizzare i frame. Requisito 3: alternative testuali per oggetti non di testo. Requisito 4: non fare affidamento solo sul colore(ad es per segnalare i link) Requisito 5: evitare oggetti e scritte lampeggianti oin movimento Cinzia Savonitti
  22. 22.  Requisito 6: garantire un adeguato contrasto tra il testo e lo sfondo. Requisito 7-8: In caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi. Requisito 9-10: le tabelle devono sempre avere alcuni speciali elementi e attributi (summary, scope ecc.). Cinzia Savonitti
  23. 23.  Requisito 11: le informazioni relative alla presentazione vanno in fogli di stile a parte. Requisito 12: carattere, testo,… devono poter essere adattati alla dimensione della finestra del browser. Requisito 13: se si usano tabelle per impaginare, non usare mai elementi e attributi propri delle tabelle dati. Requisito 14: associare a tutti i campi di tutti i moduli (form) ad un’etichetta. Requisito 15: garantire che le pagine siano utilizzabili anche da chi ha disabilitato gli script, gli applet Requisito 16: non legare azioni od eventi all’uso esclusivo del mouse. Cinzia Savonitti
  24. 24.  Requisito 17: garantire che oggetti flash e applet sianoaccessibili. Requisito 18: proporre un’alternativa testualeequivalente (riassunti, sottotitoli …) a filmati. Requisito 19: rendere chiara la destinazione di ciascuncollegamento ipertestuale. Requisito 20: Segnalare la messa off-line di parti o del sito intero Requisito 21: distanziare sufficientemente le voci di menù e altri collegamenti. Requisito 22: aggiornare i siti non accessibili il prima possibile Cinzia Savonitti
  25. 25. Per un sito accessibile Cinzia Savonitti
  26. 26. Massimo contrasto possibile non solo di colori ma anche di tonalità/luminosità:ass Non corretto Corretto : fornisce un adeguato contrasto Cinzia Savonitti
  27. 27.  Evitare assolutamente di inserire sfondi grafici compositi sotto i testi. Rende il testo illeggibile Cinzia Savonitti
  28. 28.  Creare un modo alternativo per la fruizione di contenuti che richiedono un particolare senso. Inserire l’attributo “Alt” per ogni oggetto Cinzia Savonitti
  29. 29.  Cercare di seguire una struttura logica nella disposizione dei contenuti in modo che si notino le relazioni fra di essi non sia solo visuale ma che sia leggibile nel codice (uso degli attributi H1 H2 Title div p) Cinzia Savonitti
  30. 30.  Controllo automatico tramite i servizi del W3C della correttezza formale del codice HTML e CSShttp://validator.w3.org/ Controllo fruibilità del sito da diversi Browser Cinzia Savonitti

×