Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Strumenti a supporto del marketing e comunicazione dell’agroalimentare nella Regione Autonoma Sardegna  <br />
Mappa enti coinvolti e aree di intervento<br />RAS<br />Presidenza<br />Assessorato Programmazione<br />Indirizzi strategi...
Tipologie di intervento e focus della presentazione<br />Le tipologie di intervento<br />Due modalità di intervento:<br />...
Interventi indiretti (aiuti alle imprese) </li></ul>Politiche e gli strumenti attivabili, siano essi diretti o indiretti, ...
Assessorato agricoltura</li></li></ul><li> Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Assesso...
 Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />I piani di servizi<br />Le attività che si devono...
l’organizzazione della partecipazione a manifestazioni fieristiche e le iniziative di “follow-up”
l’adeguamento dei prodotti, degli strumenti di comunicazione e del relativo packaging ai mercati
la progettazione di reti di vendita e di assistenza per i clienti, di rappresentanze permanenti, uffici o filiali di vendi...
la progettazione di interventi di promozione e pubblicità di supporto al posizionamento nei mercati obiettivo.</li></ul>At...
 Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Il catalogo dei servizi per i piani export (vedi ...
 Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Il catalogo dei servizi per i piani export<br />C...
 Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Contenuto minimo servizio<br />Obiettivi<br />Cre...
 Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Contenuto minimo servizio<br />Adeguamento materi...
Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Le tipologie di intervento<br />Due modalità di intervento:<br />...
Interventi indiretti (aiuti alle imprese) </li></ul>Gli aiuti alle imprese sono cofinanziati, prevalentemente,  con i fond...
promuovere nuovi sbocchi di mercato per i prodotti tutelati dai sistemi di qualità alimentare.</li></ul>Tali prodotti sono...
Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Regime d...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Strumenti a supporto del marketing e comunicazione dell’agroalimentare nella Regione Autonoma Sardegna

531 views

Published on

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Strumenti a supporto del marketing e comunicazione dell’agroalimentare nella Regione Autonoma Sardegna

  1. 1. Strumenti a supporto del marketing e comunicazione dell’agroalimentare nella Regione Autonoma Sardegna <br />
  2. 2. Mappa enti coinvolti e aree di intervento<br />RAS<br />Presidenza<br />Assessorato Programmazione<br />Indirizzi strategici, campagne istituzionali, missioni diplomatiche<br />Assessorato agricoltura<br />Laore <br />Attività promozionali e fiere, programmi di divulgazione ed educazione alimentare, sostegno locale (GAL), aiuti ai consorzi di tutela e alle OP<br />Assessorato Industria<br />Assessorato Turismo<br />Supporto ai distretti industriali, programmi di servizi per l’export, progetti speciali<br />Sardegna Promozione<br />Attività promozionali: fiere, workshop, Sardinia store, campagne media<br />SARDEGNA RICERCHE <br />Gestione operativa di aiuti per sviluppo reti , servizi reali e internazionalizzazione delle PMI, servizi di formazione<br />
  3. 3. Tipologie di intervento e focus della presentazione<br />Le tipologie di intervento<br />Due modalità di intervento:<br /><ul><li>Interventi diretti (azioni “istituzionali”)
  4. 4. Interventi indiretti (aiuti alle imprese) </li></ul>Politiche e gli strumenti attivabili, siano essi diretti o indiretti, sono disciplinati da specifici regolamenti comunitari che regolano: modalità di intervento, tipologie di beneficiari, tipologie e caratteristiche degli aiuti, ecc.<br />Focus su opportunità offerte da:<br /><ul><li>Assessorato industria
  5. 5. Assessorato agricoltura</li></li></ul><li> Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Assessorato industria<br />Piani di servizi reali e servizi per l’export (strumenti che verranno finanziati con fondi comunitari; i bandi sono di prossima pubblicazione; vedi come esempio il bando 2006 dei servizi reali)<br />Finalità <br />La finalità degli interventi è quella di favorire l’innovazione nei processi gestionali e di marketing attraverso un aiuto (incentivo) per l’acquisto di servizi consulenziali previsti in un piano integrato<br />Possono accedere ai bandi le piccole e medie imprese che appartengono al settore manifatturiero (compreso agroalimentare)<br />Beneficiari<br />Le tipologie di servizi che possono essere utilizzati per la costruzione del piano sono proposte in un “Catalogo dei Servizi”<br />Per ciascuno dei servizi che costituiscono il piano, l’impresa richiedente deve presentare un piano di lavoro<br />Catalogo dei Servizi<br />
  6. 6. Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />I piani di servizi<br />Le attività che si devono individuare nel piano devono riguardare:<br /><ul><li>la definizione di strategie di marketing e l’individuazione di nuovi mercati
  7. 7. l’organizzazione della partecipazione a manifestazioni fieristiche e le iniziative di “follow-up”
  8. 8. l’adeguamento dei prodotti, degli strumenti di comunicazione e del relativo packaging ai mercati
  9. 9. la progettazione di reti di vendita e di assistenza per i clienti, di rappresentanze permanenti, uffici o filiali di vendita, depositi, sale espositive ecc.
  10. 10. la progettazione di interventi di promozione e pubblicità di supporto al posizionamento nei mercati obiettivo.</li></ul>Attività ammissibili<br />
  11. 11. Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Il catalogo dei servizi per i piani export (vedi come esempio bando servizi export del 2009; anche questo di prossima pubblicazione)<br />Strategia<br />Piano di marketing strategico<br />Ricerca di mercato<br />Export temporanery manager<br />Rete vendita<br />Organizzazione funzione commerciale/ufficio export<br />Progettazione di reti di vendita e assistenza<br />Assistenza all'avvio dei contatti e alla gestione dei rapporti con partner esteri<br />Servizi per la progettazione di rappresentanze permanenti all'estero <br />
  12. 12. Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Il catalogo dei servizi per i piani export<br />Comunicazione<br />Organizzazione e partecipazione a manifestazioni fieristiche<br />Progettazione e adeguamento del materiale promozionale e packaging<br />Progettazione e realizzazione di azioni promozionali presso i punti vendita<br />Azioni di sensibilizzazione verso la stampa locale<br />Azioni di direct marketing<br />Progettazione e realizzazione di azioni promozionali e pubblicitarie<br />Organizzazione e realizzazione di educational tour<br />Definizione e implementazione di un sistema di CRM<br />
  13. 13. Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Contenuto minimo servizio<br />Obiettivi<br />Creazione nuovi contatti e consolidamento rapporti con clienti serviti<br />Attività prevista <br />Scelta delle manifestazioni fieristiche<br />Prenotazione spazi espositivi e servizi fieristici<br />Promozione presso clienti, anche potenziali (diffusione inviti)<br />Predisposizione stand e materiale fieristico, organizzazione spedizioni<br />Assistenza durante lo svolgimento della fiera<br />Follow-up dei contatti attivati<br />Indicatori per verifica<br />report attività, elenco contatti attivati, copia foto stand<br />Organizzazione partecipazione a fiere<br />
  14. 14. Interventi indiretti: aiuti per piani servizi reali e piani export<br />Contenuto minimo servizio<br />Adeguamento materiali di comunicazione<br />Obiettivi<br />Dotare l’azienda di strumenti di comunicazione adeguati <br />Attività prevista<br />Analisi dei prodotti e del settore di appartenenza dell’azienda per la definizione del posizionamento ricercato<br />Individuazione delle linee guida da sviluppare nella comunicazione<br />Progettazione degli strumenti comunicazione: marchio e immagine coordinata, catalogo, depliant, nome prodotto, etichette, manualistica, packaging, sito Web, ecc..<br />Massimale di costo per classe di fatturato aziendale<br />Indicatori per verifica<br />Copia dei materiali realizzati (nota bene: non sono sufficienti gli elaborati progettuali degli strumenti).<br />
  15. 15. Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Le tipologie di intervento<br />Due modalità di intervento:<br /><ul><li>Interventi diretti (azioni “istituzionali”)
  16. 16. Interventi indiretti (aiuti alle imprese) </li></ul>Gli aiuti alle imprese sono cofinanziati, prevalentemente, con i fondi FEAGA della PAC .<br /> A livello regionale gli interventi sono programmati attraverso il PSR<br />Nell’asse 1 del PSR troveremo la Misura 133 contribuisce direttamente all’obiettivo specifico di “Accrescere la produzione agricola tutelata da sistemi di qualità alimentare” attraverso il perseguimento dei seguenti obiettivi operativi:<br /><ul><li> informare i consumatori circa i prodotti tutelati dai sistemi di qualità alimentare;
  17. 17. promuovere nuovi sbocchi di mercato per i prodotti tutelati dai sistemi di qualità alimentare.</li></ul>Tali prodotti sono tutelati nell’ambito dei sistemi di qualità sostenuti dalla Misura 132<br />“Partecipazione degli agricoltori ai sistemi di qualità alimentare”.<br />
  18. 18. Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Regime di aiuto attività istituzionale<br />Nel 2008, la Regione ha notificato all’UE un regime di aiuti per le attività di promozione e comunicazione istituzionale, nel rispetto degli orientamenti comunitari per gli aiuti di stato nel settore agricolo.<br />Tale regime prevede:<br /><ul><li>azioni promozionali in senso lato;
  19. 19. azioni pubblicitarie.</li></ul>La distinzione tra i due tipi di azione è stabilita dalla normativa che definisce come pubblicità qualsiasi operazione intesa ad indurre gli operatori economici o i consumatori all’acquisto di un determinato prodotto.<br />
  20. 20. Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />a) Azioni di divulgazione delle conoscenze tecnico-scientifiche (comunicazione tecnica su caratteristiche prodotti mediante pubblicazioni, seminari informativi e incontri tecnici relazioni pubbliche, premi e concorsi, sondaggi di opinione, servizi tecnico-informativi in materia di scambi commerciali, ricerche di mercato riguardanti, ecc.)<br />b) Azioni finalizzate all’organizzazione e/o alla partecipazione istituzionale ad eventi promozionali, come: partecipazione, mediante una collettiva di aziende, a manifestazioni fieristiche specializzate di livello nazionale ed internazionale; organizzazione di eventi regionali, quali mostre e fiere locali. <br />c) Attività di promozione e divulgazione anche attraverso pubblicazioni cartacee ed informatiche nell’ambito dell’attività regionale rivolta all’educazione alimentare; azioni di studio e ricerca con riferimento allo sviluppo di pratiche sostenibili nell’ambito dei consumi alimentari. <br />Le informazioni diffuse saranno generiche e non conterranno alcun riferimento a marchi commerciali o a imprese e le informazioni riportate nelle pubblicazioni saranno neutre. <br />Azioni promozionali in senso lato<br />
  21. 21. Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Azioni pubblicitarie<br />Sono previste come azioni pubblicitarie le seguenti attività: <br />a) Azioni finalizzate all’organizzazione di degustazioni dei prodotti agricoli ed agro alimentari di qualità e dimostrazioni in punti vendita o mercati; <br />b) Azioni finalizzate a favorire la conoscenza dei mercati e l’incontro tra operatori, opinion leader, giornalisti, buyer. A questo proposito sono previste visite e soggiorni di operatori comunitari e provenienti dai paesi terzi per la conoscenza dei luoghi di produzione di qualità. <br />Le azioni svolte nei Paese dell’UE rispetteranno i criteri previsti dagli Orientamenti comunitari per gli aiuti di Stato nel settore agricolo e forestale e l’origine dei prodotti sarà menzionata in un messaggio secondario. <br />
  22. 22. Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Modalità di attuazione<br />regime di aiuti <br />Le modalità di attuazione delle azioni contenute nel regine di aiuto prevedonoanche, risorse finanziarie disponibili permettendo :<br /><ul><li>la pubblicazione di un bando per la presentazione di proposte relative all’organizzazione di eventi regionali, quali mostre sagre e fiere locali per la promozione dei prodotti di qualità e tradizionali (D.M. 350/99).</li></ul>L’ente locale potrà accedere agli aiuti fino ad un massimo di intensità pari al 50% dei costi finanziabili. I massimali di progetto, i criteri di selezione, le priorità riferite alle produzioni, saranno inserite negli atti di programmazione. <br /><ul><li>la selezione di un soggetto qualificato al fine di individuare le catene della grande distribuzione regionale e nazionale per l’organizzazione e realizzazione dell’evento dimostrativo. I costi dell’iniziativa saranno coperti al 50% dai produttori delle produzioni interessate, in forma singola o associata, o per il tramite dei Consorzi di tutela delle produzioni a marchio DOP/IGP.
  23. 23. azioni finalizzate a favorire la conoscenza dei mercati e l’incontro tra operatori, opinion leader, giornalisti, buyer. A questo proposito sono previste visite e soggiorni di operatori comunitari e provenienti dai paesi terzi per la conoscenza dei luoghi di produzione di qualità</li></li></ul><li>Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Le linee strategiche <br />Attività di comunicazione istituzionale dei prodotti a marchio di qualità e tradizionali della Sardegna nei mercati nazionali ed esteri ricercando un posizionamento sui segmenti di fascia alta<br />Aumento dei consumi interni di prodotti locali attraverso la legge per l’orientamento ai consumi e l’educazione alimentare (progetto scuole)<br />Favorire i consumi di prodotti tipici dei turisti attraverso la multifunzionalità delle aziende agricole (orientamento ai consumi sugli agriturismo)<br />Contribuire alle iniziative di promozione e commercializzazione dei consorzi di tutela, delle Organizzazioni di produttori e delle imprese regionali nei mercati regionali ed esteri<br />
  24. 24. Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Le fiere e altre iniziative<br />Il Servizio politiche di mercato e qualità (vedi link) provvede alla valorizzazione delle produzioni, alla promozione dei prodotti agricoli, all'internazionalizzazione e all'orientamento dei consumi ed educazione alimentare.<br />Tra i suoi “procedimenti “ vi è quello la gestione delle attività legate alla partecipazione a fiere, all’organizzazione di workshop <br />Il programma fiere è disponibile in questa pagina: programma 2011/2012<br />Le fiere della tabella della pagina successiva sono da confermare<br />
  25. 25. Assessorato agricoltura e promozione agroalimentare<br />Il piano fiere 2012 (da confermare in relazione alle dotazioni finanziarie)<br />
  26. 26. Alcune delle opportunità di cui non ho parlato ……<br />I “Sardegna store”<br />Le attività di promozione e valorizzazione dei GAL<br />Camera di commercio e loro aziende speciali<br />Gli enti nazionali come l’ICE (recentemente soppresso)<br />Camere di commercio italiane all’estero<br />

×