Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Gli eventi sostenibili: logiche, approcci e pratiche attraverso la certificazione ISO 20121

428 views

Published on

TESI DI LAUREA DI MARTA GIAMPIETRO con il supporto di PUNTO 3

Interfacoltà di Lettere e Filosofia, Economia, Scienze Politiche e Sociali Corso di Laurea in Comunicazione per l’impresa, i Media e le Organizzazioni Complesse - UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO

ABSTRACT: "Secondo quali criteri un evento può essere definito sostenibile?
Dopo la prima applicazione in occasione delle Olimpiadi di Londra 2012 della certificazione internazionale ISO 20121, tutti i soggetti interessanti alla realizzazione di un evento sostenibile, sia pubblici che privati, possono far riferimento a delle specifiche linee guida. L’ISO 20121 permette infatti di implementare il proprio sistema di gestione durante l’intero ciclo di vita dell’evento, rivoluzionando il settore degli eventi e il modus operandi inerente la progettazione.
Ma quali sono le motivazioni che dovrebbero persuadere i singoli stakeholders a certificarsi? L' ottenimento della certificazione ISO 20121 quali vantaggi permette di ottenere?
Per la prima volta in Italia, in collaborazione con lo staff di Punto 3, è stata elaborata un’analisi oggettiva e critica riguardo lo standard ISO 20121. Dopo aver stabilito i criteri che definiscono la progettazione sostenibile, la scelta metodologica è stata quella di sottoporre interviste telefoniche a soggetti che o hanno terminato o sono in procinto di concludere il percorso di certificazione, suddividendo il campione di quattro cluster di analisi, considerando i differenti micro e macro contesti di riferimento.
I dati ottenuti hanno quindi permesso di mettere in evidenza non solo i punti di forza e i numerosi vantaggi derivanti conseguentemente l'ottenimento della certificazione ISO 20121, ma anche i punti di debolezza, utili per avviare un miglioramento continuo della certificazione e promuoverne lo sviluppo nel contesto italiano."

Published in: Environment
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Gli eventi sostenibili: logiche, approcci e pratiche attraverso la certificazione ISO 20121

  1. 1. GLI EVENTI SOSTENIBILI: LOGICHE, APPROCCI E PRATICHE ATTRAVERSO LA CERTIFICAZIONE ISO 20121 UNIVERSITA’ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO Interfacoltà di Lettere e Filosofia, Economia, Scienze Politiche e Sociali Corso di Laurea in Comunicazione per l’impresa, i Media e le Organizzazioni Complesse Anno Accademico 2016/2017 Tesi di Laurea di: Marta Giampietro Relatore: Chiar.mo Prof. Luciano Argano
  2. 2. • LA DOMANDA DI RICERCA • PROGETTARE UN EVENTO SOSTENIBILE: LO STANDARD UNI ISO 20121 • ARGINARE GLI IMPREVISTI: L’INIZIATIVA DI PUNTO 3 • IL DISEGNO DI RICERCA • INTERPRETAZIONE DEI DATI OTTENUTI • CONCLUSIONI INDICE:
  3. 3. LA DOMANDA DI RICERCA Secondo quali criteri un evento può essere dichiarato green? A partire dal 2012 organizzatori pubblici e privati possono far riferimento allo standard ISO 20121 per progettare eventi sostenibili. Sebbene la certificazione sia già ben consolidata in Europa, nel contesto italiano vi sono ancora resistenze. Quali sono le motivazioni di tale retaggio? Lo scopo della seguente trattazione ha come obiettivo quello di realizzare la prima fotografia in Italia del grado di diffusione della ISO 20121.
  4. 4. L’UNI ISO 20121 prende in esame le tre principali fasi organizzative: • Progettazione • Realizzazione • Rendicontazione L'UNI ISO 20121 è applicabile ad un organizzatore per la finestra organizzativa di un evento oppure per tutti gli eventi organizzati, previa una verifica che avviene con: • Auditing interno • Controllo • Coinvolgimento degli enti di certificazione Si rivolge a: • Organizzatori di eventi • Fornitori • Imprese • Pubblica Amministrazione PROGETTARE UN EVENTO SOSTENIBILE: LO STANDARD UNI ISO 20121
  5. 5. Punto 3 è la società di consulenza di Ferrara che realizza progetti per lo sviluppo sostenibile dal 2003, specializzata in green procurement, responsabilità sociale d'impresa, analisi di sostenibilità, marketing territoriale, turismo sostenibile, comunicazione ambientale, progettazione partecipata, eventi sostenibili. Dal 2008 si occupa di supportare nell’organizzazione di eventi sostenibili i propri clienti, e guidarli all’ottenimento della certificazione ISO 20121 e ICEA. ARGINARE GLI IMPREVISTI: L’INIZIATIVA DI PUNTO 3
  6. 6. IL DISEGNO DI RICERCA OBIETTIVO : Realizzare la prima fotografia in Italia del grado di diffusione della ISO 20121 e la sua percezione in chi l'ha implementata. METODOLOGIA DI RICERCA: Coinvolgimento dei principali attori del settore eventi attraverso confronto diretto. STRUMENTO DI RICERCA: interviste telefoniche CAMPIONE DI RIFERIMENTO: • Organizzatori di eventi • Fornitori di beni/servizi • Enti pubblici • Enti di certificazione
  7. 7. INTERPRETAZIONE DEI DATI OTTENUTI Enti Pubblici Organizzatori di Eventi Il 100% degli intervistati ritiene «assolutamente positivo» il ritorno in termini di immagine . Il 50% degli intervistati ha registrato un aumento del turismo dopo aver ottenuto la certificazione ISO 20121 Il 100% degli intervistati ritiene unico elemento di criticità: complessità della norma
  8. 8. INTERPRETAZIONE DEI DATI OTTENUTI Fornitori di beni/servizi Enti di certificazione
  9. 9. PRO:  Definisce in modo puntuale ogni step per la progettazione di un evento sostenibile  Legittima i soggetti accreditati ed il pubblico contro il greenwashing  Migliora l’immagine ed incrementa la notorietà  Monitoraggio costante delle attività e una riduzione dei rischi  Riduzione dei costi di progettazione nel lungo periodo CONTRO:  Approccio complesso al percorso di certificazione  Investimenti economici elevati  Scarsa cultura in Italia della certificazione  Ritardo burocratico CONCLUSIONI
  10. 10. GRAZIE PER L’ATTENZIONE! “È delle città come dei sogni: tutto l'immaginabile può essere sognato ma anche il sogno più inatteso è un rebus che nasconde un desiderio oppure il suo rovescio, una paura. Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure.” Italo Calvino, “Le Città Invisibili”

×