RiccalabLaboratorio di analisi enologiche         ACCREDITAMENTO                E      LABORATORI ACCREDITATI
Accreditamento• Atto ed effetto dell’accreditare, di dare cioè credito o  di conferire autorità: a. di un’opinione, di una...
Accreditamento«Attestazione da parte di un organismo nazionale diaccreditamento che certifica che un determinatoorganismo ...
ACCREDIA• ACCREDIA è lEnte unico nazionale di accreditamento, riconosciuto dallo  Stato il 22 dicembre 2009, nato come Ass...
Accreditamento Laccreditamento garantisce che i rapporti di prova e di ispezione e le certificazioni (di sistema, prodotto...
Perché accreditarsi?Laccreditamento è un processo trasparente ed efficiente, i cui effetti positivi ricadono su tutti gli ...
Perché accreditarsi?Perché l’accreditamento è un obbligo cogenteimposto dallo Stato italiano a quei laboratori chechiedono...
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestaliDIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE DELLA QUALITA’ AGROALIME...
• Regione Lombardia•     INDAM Laboratori chimici Srl                                                                  Cod...
Norma di riferimento    NORMA UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005"Requisiti generali per la competenza dei laboratori           ...
Documenti prescrittivi di ACCREDIA   ACCREDIA ha elaborato una serie di documenti che elaborano    le prescrizioni espress...
Cosa richiede ACCREDIA?ACCREDIA richiede essenzialmente che il laboratorio abbia   elaborato un proprio sistema di gestion...
5.2 -PersonaleRiccalab garantisce e mantiene la competenza di tutti coloro che utilizzano apparecchiature specifiche, eseg...
5.2 – Personale:                       struttura del laboratorioOrganigramma :                   Direttore                ...
5.3 - Locali•   Il laboratorio dispone di attrezzature e di sistemi di supporto (centrale elettrica,    termica, ecc) cent...
5.5- Apparecchiature    Riccalab possiede tutta la strumentazione necessaria per eseguirecorrettamente le misurazioni e tu...
5.4 – metodi di prova e di taratura,            validazione dei metodiRiccalab individua ed adotta metodi appropriati all’...
I numeri dell’accreditamentoACCREDIA                        1000                         laboratori accreditati           ...
Grazie e buona continuazione!
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Riccalab

158 views

Published on

ACCREDIT AMENTO
E LABORATORI ACCREDITATI

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
158
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
39
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Riccalab

  1. 1. RiccalabLaboratorio di analisi enologiche ACCREDITAMENTO E LABORATORI ACCREDITATI
  2. 2. Accreditamento• Atto ed effetto dell’accreditare, di dare cioè credito o di conferire autorità: a. di un’opinione, di una notizia; a. di un agente diplomatico.• Nel linguaggio bancario, possibilità data da un soggetto (accreditante) ad altro soggetto (accreditato) di attingere al patrimonio del primo, fino a concorrenza di una determinata somma; anche l’operazione contabile mediante la quale si pone una determinata partita a credito. Assegno bancario per a...
  3. 3. Accreditamento«Attestazione da parte di un organismo nazionale diaccreditamento che certifica che un determinatoorganismo di valutazione della conformità soddisfa icriteri stabiliti da norme armonizzate e, oveappropriato, ogni altro requisito supplementare,compresi quelli definiti nei rilevanti programmisettoriali, per svolgere una specifica attività divalutazione della conformità»REG (CE) N. 765/2008www.accredia.it
  4. 4. ACCREDIA• ACCREDIA è lEnte unico nazionale di accreditamento, riconosciuto dallo Stato il 22 dicembre 2009, nato come Associazione senza scopo di lucro, dalla fusione di SINAL e SINCERT e con il contributo di SIT - INRIM, ENEA e ISS.• Con ACCREDIA lItalia si è adeguata al Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio n. 765, del 9 luglio 2008, che dal 1° gennaio 2010 è applicato per laccreditamento e la vigilanza del mercato in tutti i Paesi UE.• Ogni Paese europeo ha il suo Ente di accreditamento. LEnte Nazionale è responsabile per laccreditamento in conformità agli standard internazionali della serie ISO 17000 e alle guide e alla serie armonizzata delle norme europee EN 45000. Tutti gli Enti operano senza fini di lucro.• ACCREDIA valuta la competenza tecnica e lidoneità professionale degli operatori di valutazione della conformità (Laboratori e Organismi), accertandone la conformità a regole obbligatorie e norme volontarie, per assicurare il valore e la credibilità delle certificazioni.www.accredia.it
  5. 5. Accreditamento Laccreditamento garantisce che i rapporti di prova e di ispezione e le certificazioni (di sistema, prodotto e personale) che riportano il marchio ACCREDIA siano rilasciate nel rispetto dei più stringenti requisiti internazionali in materia di valutazione della conformità, e dietro una costante e rigorosa azione di sorveglianza sul comportamento degli operatori responsabili (Laboratori e Organismi).www.accredia.it
  6. 6. Perché accreditarsi?Laccreditamento è un processo trasparente ed efficiente, i cui effetti positivi ricadono su tutti gli attori del sistema socio-economico.Per le Istituzioni e la Pubblica Amministrazione, dai Ministeri alle Autorità di controllo, dagli Enti locali agli Enti pubblici,laccreditamento è uno strumento di regolazione che supporta le attività degli Enti competenti nel controllo degli operatori delmercato, verificandone la conformità alle norme nazionali ed europee in maniera sinergica o sostitutiva rispetto alle Autoritàpubbliche. Lattività è svolta senza scopo di lucro, al di fuori dei meccanismi della concorrenza, così da garantire indipendenza eimparzialità, sempre sotto la vigilanza dello Stato con cui si pone in piena collaborazione. Consente di ridurre la burocrazia in queisettori in cui verifica lapplicazione degli standard internazionalmente riconosciuti così da ridurre o eliminare lesigenza di legislazionenazionale.Per le imprese laccreditamento consente di porsi con maggiore incisività sul mercato, perché il possesso di una valutazione diconformità accreditata funziona come un plus competitivo, dalla presunzione di conformità alla legislazione in certi settori, alrafforzamento della credibilità della propria offerta nei confronti del mercato business e consumer, allaccesso ai mercati esteri senzadover superare controlli aggiuntivi. Il conseguimento di una certificazione sotto accreditamento è inoltre lesito di un processo checoinvolge tutte le funzioni di unorganizzazione, anche in termini di impegno e consapevolezza, cosicché lintera struttura ne esceeffettivamente rafforzata, in termini di impulso alla produttività e di gestione dei rischi interni ed esterni.Per il consumatore laccreditamento è uno strumento invisibile che però comporta dei vantaggi e dei benefici reali e percepibili,essendo alla base del sistema di valutazione della conformità di parte terza indipendente. Scegliere un prodotto o servizio certificatosignifica assicurarsi che il fornitore ha assolto a tutta una serie di obblighi e ha messo in campo tutte le risorse per poter immetteresul mercato un bene che offre effettivamente quello che dichiara. Ciò è particolarmente significativo quando si cerca la qualità deibeni dei beni e dei servizi, ma soprattutto quando questi impattano direttamente sulla salute e sulla sicurezza. Lutente finalesceglierà con fiducia il fornitore che ha soddisfatto stringenti requisiti in materia di protezione ambientale o di tutela della salute suiluoghi di lavoro o di sicurezza alimentare.
  7. 7. Perché accreditarsi?Perché l’accreditamento è un obbligo cogenteimposto dallo Stato italiano a quei laboratori chechiedono di svolgere attività di servizio neiriguardi di particolari settori operativi ( nelnostro caso, il comparto vitivinicolo) e sonoquindi incaricati di emettere certificazioneufficiale nel settore di competenza
  8. 8. Ministero delle politiche agricole alimentari e forestaliDIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE DELLA QUALITA’ AGROALIMENTARE E DELLA PESCA DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DELLA QUALITÀ AGROALIMENTARE PQA III Telefono: 06-46 65 52 07 Telefax: 06-4665 5306 e-mail: pqa3@mpaaf.gov.it ELENCO DEI LABORATORI ITALIANI, SUDDIVISO PER REGIONI, AUTORIZZATI AL RILASCIO DEI CERTIFICATI DI ANALISI UFFICIALI NEL SETTORE VITIVINICOLO, AVENTI VALORE UFFICIALE, ANCHE AI FINI DELLA ESPORTAZIONE AGGIORNATO AL 27 MARZO 2013
  9. 9. • Regione Lombardia• INDAM Laboratori chimici Srl Codice ACCREDIA 0059Via Redipuglia, 33/39 - 25030 Castelmella (BS)(Telefono: 030–25 85 203; Fax: 030–27 86 584, e-mail: info@indam.it)(Decreto di rinnovo dell’autorizzazione del 13 novembre 2009, pubblicato nella G.U. n. 277 del 27 novembre 2009 S.O.)• Enoconsulting Srl Codice ACCREDIA 0643Via Iseo, 6/A - 25030 Erbusco (BS)(Telefono: 030– 77 04 685; Fax: 030–77 04 685; e-mail: eno@enoconsulting.it)(Decreto di rinnovo dell’autorizzazione del 18 dicembre 2009, pubblicato nella G.U. n. 303 del 31 dicembre 2009)• Laboratorio analisi e tecnologie ambientali Srl Codice ACCREDIA 0455Via Pitagora, 21 - 20128 Milano(Telefono: 02– 25 70 189; Fax: 02–25 51 756; e-mail: info@lata.it)(Decreto di rinnovo dell’autorizzazione dell’8 luglio 2011, pubblicato nella G.U. n. 171 del 25 luglio 2011)• CSI Spa Codice ACCREDIA 0006Viale Lombardia, 20 - 20021 Bollate (MI)(Telefono: 02–38 33 01; Fax: 02–35 03 940; e-mail: info@lcsi-spa.com)(Decreto di rinnovo dell’autorizzazione del 2 aprile 2012, pubblicato nella G.U. n. 91 del 18 aprile 2012)• Laboratorio di prova RICCALAB – Riccagioia S.C.p.A. Codice ACCREDIA 1203Via Riccagioia, 48 - 27050 Torrazza Coste (PV)(Telefono: 02-67 40 45 27; Fax: 02–67 40 45 32; e-mail: alessandra.leoni@ersaf.lombardia.it)(Decreto di autorizzazione del 3 agosto 2011, pubblicato nella G.U. n. 204 del 2 settembre 2011)
  10. 10. Norma di riferimento NORMA UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005"Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura".Nasce dalla norma ISO 9001 ed è strutturata nelle seguenti sezioni:• Introduzione• Scopo• Riferimenti normativi• Termini e definizioni• Requisiti gestionali• Requisiti tecnici
  11. 11. Documenti prescrittivi di ACCREDIA ACCREDIA ha elaborato una serie di documenti che elaborano le prescrizioni espresse da norme cogenti ed entrano nel dettaglio su alcuni dei punti di queste norme.È il caso del Regolamento tecnico TR-08, che supera nel dettaglio la NORMA UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 e che, in ultima analisi, esprime i requisiti tecnici che un laboratorio deve possedere per ottenere l’accreditamento.Il regolamento tecnico RT-08 di ACCREDIA è strutturato in maniera analoga alla NORMA UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 ma, a differenza di questa viene modificato e revisionato con una certa frequenza.
  12. 12. Cosa richiede ACCREDIA?ACCREDIA richiede essenzialmente che il laboratorio abbia elaborato un proprio sistema di gestione della qualità, nel rispetto di quanto espresso dalla NORMA 17025:2005 e del RT-08, ma calato nella realtà del laboratorio.Il sistema qualità prende in considerazione le attività del laboratorio nella loro complessità, con particolare attenzione per i seguenti aspetti:• Personale• Locali• Strumentazione• Metodi di prova
  13. 13. 5.2 -PersonaleRiccalab garantisce e mantiene la competenza di tutti coloro che utilizzano apparecchiature specifiche, eseguono prove, valutano irisultati e firmano i rapporti di prova. La competenza del personale tecnico viene garantita una serie di valutazioni checomprendono la scolarità e il percorso formativo all’interno del laboratorio e che sono così dettagliate:1. Titolo di studio: il personale addetto alle prove deve possedere un titolo di studio tecnico ( laurea in chimica, laurea equivalente, diploma di perito chimico, agrario, o equivalente);2. Esperienza maturata in laboratorio, dettagliata nel curriculum del personale;3. Competenze maturate durante il periodo di attività in laboratorio e documentate da incarichi dettagliati in mansionari, partecipazione a circuiti interlaboratorio e formazione tecnica specifica su strumentazioni analitiche;4. Ruoli rivestiti all’interno del sistema qualità, dettagliati in organigramma di Riccalab e specificati nei mansionari.I tecnici responsabili di effettuare le prove sono adeguatamente formati, con particolate attenzione per la formazione di tipotecnico, documentata dagli attestati di partecipazione rilasciati dal responsabile della formazione e dai moduli di formazioneinterna All. 4 PG 5.2 “ Foglio di registrazione di formazione” nei casi in cui la formazione è stata effettuata internamenteRiccagioia SCpA o a Riccalab.Il personale neoassunto viene formato all’ingresso in laboratorio …….. estendendo poi la formazione agli ambiti specifici infunzione della futura assegnazione di compiti nel settore analitico o nel settore di gestione della qualità. La formazione si ritienecompletata quando è possibile:1. Avere evidenza che la formazione ha interessato tutto il campo di operatività del neoassunto ed ha avuto esito positivo;2. Il neoassunto ha effettuato un periodo di affiancamento con RGQ o RSEZ a secondo che il neoassunto svolga mansioni con attinenza alla gestione del sistema qualità o operi come analista, ed anche in questo caso la formazione deve aver avuto esito positivo;3. Se il neoassunto opera come analista, il percorso deve prevedere la validazione mediante partecipazione a circuiti interlaboratorio, per almeno due ring test successivi con valutazione positiva sulle prove per cui il neoassunto deve essere validato, ottenendo una Z-score minore o uguale a 2, come previsto per tutti gli analisti di Riccalab.
  14. 14. 5.2 – Personale: struttura del laboratorioOrganigramma : Direttore del laboratorio Responsabile Responsabile Responsabile del della della qualità laboratorio segreteria Responsabile Responsabile Responsabile del incertezza di di sezione magazzino misura
  15. 15. 5.3 - Locali• Il laboratorio dispone di attrezzature e di sistemi di supporto (centrale elettrica, termica, ecc) centralizzate e adeguate a garantire la corretta esecuzione delle prove. Le condizioni operative di Riccalab vengono mantenute costanti entro range reimpostati , per tutto l’arco dell’anno, in modo da evitare che condizioni ambientali anomale possano influenzare in modo negativo la qualità richiesta nelle misurazioni. Riccalab dispone di tutte le informazioni relative agli impianti installati ed ai certificati di conformità degli stessi. La procedura PG 5.3 “Luoghi di lavoro e condizioni ambientali” descrive le attività e le operazioni atte a garantire le condizioni ambientali. ………• Ciascuna attività analitica trova spazio in spazi dedicati esclusivamente a tale attività, per evitare che la qualità delle prove venga compromessa da interazioni tra processi analitici eventualmente incompatibili. I campioni seguono, all’interno del laboratorio, un flusso regolamentato e costante per evitare la contaminazione incrociata.• L’accesso e l’utilizzo delle aree in cui vengono svolte prove accreditate, è controllato: hanno accesso all’area del laboratorio analisi solo i tecnici abilitati , DIRLAB e i tecnici delle ditte incaricati della manutenzione degli ambienti e della strumentazione. È ammesso l’accesso all’area laboratorio di eventuali visitatori, solo se accompagnati da DIRLAB o da una delle funzioni di Riccalab.
  16. 16. 5.5- Apparecchiature Riccalab possiede tutta la strumentazione necessaria per eseguirecorrettamente le misurazioni e tutte le fasi delle prove (compreseregistrazione e l’anonimizzazione degli oggetti da sottoporre a prova el’elaborazione dei dati). Riccalab non utilizza per le prove accreditate,strumentazione che appartiene ad altre strutture di Riccagioia SCpA.Sarà compito di RLAB garantire che anche per la strumentazioneappartenente a settori di Riccagioia SCpA esterni al laboratorio, sianorispettati i requisiti della norma, nel caso in cui tali apparecchiature venisseroutilizzate per le prove accreditate, documentando, con un contrattosottoscritto dal responsabile dello strumento, che il laboratorio ne possiedela piena disponibilità ed acquisisce tutta la documentazione esistente ; spettaa Riccalab effettuare tarature interne o esterne dello strumento prima diutilizzarlo per le prove accreditate. Per tutto il periodo necessario econcordato con il responsabile dello strumento in esame, Riccalab risultaproprietario dell’apparecchiatura e ne organizza manutenzione e taraturasecondo le modalità previste in PG 5.5, registrandola sullo scadenziario All.1PG 5.5.
  17. 17. 5.4 – metodi di prova e di taratura, validazione dei metodiRiccalab individua ed adotta metodi appropriati all’esecuzione delle prove che rientrano nel suo campo di attività. Il laboratorio privilegia metodi di prova ufficiali, nell’ultima edizione valida e li utilizza senza apportare modifiche; le integrazioni al metodo sono gestite un procedura di prova.Tutte le fasi delle prove dettagliate all’interno del metodo di prova, compreso il calcolo della ripetibilità e della riproducibilità, vengono utilizzate senza modifiche all’interno del laboratorio.Le norme, le istruzioni, i manuali e i dati di riferimento sono disponibili per il personale del laboratorio e sono conservati in un apposito armadio, all’interno dell’area destinata alle prove accreditate.
  18. 18. I numeri dell’accreditamentoACCREDIA 1000 laboratori accreditati in Italia 170 2000 visite ispettivelaboratori di taratura ? 10000 giornate di verifica ispettiva Non conformità, osservazioni e commenti
  19. 19. Grazie e buona continuazione!

×