Suggerimenti per il lavoro di gruppo/perla-scuola

21,190 views

Published on

Slides suggerimenti per il lavoro di gruppo nell'ambito del Project Work- PON perla-scuola

Published in: Technology

Suggerimenti per il lavoro di gruppo/perla-scuola

  1. 1. Per la Scuola: progettare e operare nella scuola dell'autonomia www.perla-scuola.it Gruppi di lavoro e lavoro di gruppo
  2. 2. <ul><li>Un gruppo di lavoro funziona se le persone hanno la possibilità di lavorare bene insieme </li></ul><ul><li>Per far ciò è necessario qualcosa di più di doti tecniche o grandi intelligenze </li></ul><ul><li>È necessario un sistema di gestione di team che possa operare su regole organizzative che vanno definite , comunicate ed elaborate da tutti i membri </li></ul><ul><li>I membri del team dovranno sviluppare capacità di gestione del team e metterle in pratica , fino a riuscire a lavorare facilmente e bene insieme </li></ul>Dal gruppo al gruppo di lavoro
  3. 3. Il lavoro di gruppo (I) <ul><li>il lavoro di gruppo offre ai partecipanti l’opportunità di utilizzare apprendimenti e modalità formative intersoggettivi </li></ul><ul><li>IN CHE MODO? </li></ul><ul><li>attraverso il confronto e la disponibilità ad accettare che uno stesso problema possa essere risolto in maniera differente </li></ul>
  4. 4. <ul><li>Il gruppo ha in se una ricchezza fatta di sensibilità, competenze, conoscenze, rappresentazioni, valori, ruoli differenti </li></ul><ul><li>Questa ricchezza è reale se queste opportunità sono finalizzate a costruire qualcosa che superi le prospettive individuali, pur avendo origini dalle stesse </li></ul><ul><li>L’obiettivo è sperimentare la molteplicità delle idee di contro alla univocità dell’idea </li></ul>Il lavoro di gruppo (II)
  5. 5. La dimensione intersoggettiva <ul><li>Perché un gruppo si configuri come un gruppo di lavoro è fondamentale che ci sia una individuazione e valorizzazione delle DIFFERENZE tra i singoli membri, così da permettere un consapevole rapporto di interdipendenza </li></ul>
  6. 6. Perdita–negoziazione–collaborazione <ul><li>Il passaggio da una dimensione individuale ad una dimensione intersoggettiva comporta la perdita di qualcosa di personale a favore di qualcosa di condiviso </li></ul><ul><li>Considerare gli elementi apparentemente persi, come fondanti e costitutivi della nuova idea condivisa e costruita intersoggettivamente permette di sviluppare una capacità di negoziazione, che costituisce il processo centrale per la collaborazione </li></ul>
  7. 7. Il riconoscimento dell’altro nel gruppo di lavoro <ul><li>È necessario un riconoscimento ed una consapevolezza del fatto che l’altro ha capacità diverse dalle proprie </li></ul><ul><li>Capacità che sono necessarie per raggiungere l’obiettivo comune tanto quanto lo sono le proprie per l’altro </li></ul><ul><li>La capacità/disponibilità da parte dell’individuo di fare insieme , la capacità di dare aiuto , così come di accettarlo e richiederlo </li></ul>
  8. 8. Consapevolezza dell’interdipendenza <ul><li>L’elemento che rende possibile la trasformazione di un gruppo in un gruppo di lavoro e’ costituito dalla consapevolezza dell’interdipendenza da parte dei suoi membri. </li></ul><ul><li>Capire di aver bisogno gli uni degli altri per poter raggiungere l’obbiettivo, individuare le peculiarità di tutti i componenti, le differenze di competenza e di ruoli, porta alla consapevolezza dell’interdipendenza </li></ul>
  9. 9. Discussione e confronto delle idee <ul><li>Discutere, spinge a considerare un problema da diverse angolature , favorisce il confronto delle idee, permette la manifestazione di divergenze e differenze </li></ul><ul><li>L’ obiettivo della discussione non è far si che i punti di vista coincidano, ma trovare una soluzione che tenga conto della specificità di tutti i pensieri espressi </li></ul>
  10. 10. Il valore positivo del conflitto <ul><li>Nelle relazioni personali e/o sociali una delle situazioni più temute è quella di affrontare il conflitto con il partner, il figlio, il collega o il gruppo a cui si appartiene: il conflitto e’ visto come una rottura non ricomponibile </li></ul><ul><li>Nei rapporti sociali, soprattutto in quelli tra componenti dello stesso gruppo di appartenenza, esiste un equilibrio e una ricerca di assenza di tensione </li></ul><ul><li>Il comune impegno a conservare una coesione interna fa si che i membri del gruppo abbiano conferma della loro identità sociale </li></ul>
  11. 11. Il ruolo della negoziazione <ul><li>C’è un momento in cui in una situazione di conflitto si deve decidere; etimologicamente de-cadere significa tagliar via , quindi presuppone che alcuni punti di vista, proposte, opzioni siano eliminate </li></ul><ul><li>la decisione, tuttavia, non necessariamente avviene tagliando via qualcosa, ma attraverso la negoziazione </li></ul><ul><li>la negoziazione permette alle differenze di coesistere, non come parti a se stanti, ma in interazione dinamica </li></ul>
  12. 12. Una definizione ……… <ul><li>La negoziazione è il processo centrale per la collaborazione e si traduce: </li></ul><ul><ul><ul><li>NELL’IDENTIFICARE IL PROPRIO PUNTO DI VISTA, </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>NEL CONFRONTARLO CON L’ALTRO, </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>NEL CONIUGARE IL PUNTO DI VISTA DEGLI ALTRI CON IL PROPRIO, SECONDO LA LOGICA DELL’ e , NON LA LOGICA DELL’ o </li></ul></ul></ul>
  13. 13. <ul><li>Negoziare vuol dire allargare il campo delle possibilità, delle alternative. </li></ul><ul><li>Si può arrivare ad una definizione condivisa dei problemi solo articolando le differenze (questo e quello sono veri) e non eliminandole (e’ vero questo o quello). </li></ul><ul><li>La condivisione è l’esito della negoziazione ed è la condizione che vede l’intero gruppo impegnato per rendere operative le decisioni prese e per raggiungere gli obbiettivi. </li></ul><ul><li>(G. P. Quaglino, S. Casagrande, A. Castellani) </li></ul>Una definizione ………
  14. 14. Condizioni necessarie <ul><li>La possibilità che si arrivi ad una negoziazione è strettamente connessa alla reale partecipazione dei membri del gruppo alla discussione e quindi al confronto dei punti di vista. </li></ul><ul><li>Minore è la partecipazione, minore sarà la capacità del gruppo di arrivare ad una decisione negoziata. </li></ul>
  15. 15. Gestire i gruppi di lavoro <ul><li>Project Management significa gestire personale </li></ul><ul><li>Attenzione ai processi di comunicazione e alle situazioni in cui è carente individuando le cause e alle possibili soluzioni. Le informazioni sono al servizio di chi lavora nel progetto. </li></ul><ul><li>Creare le regole di funzionamento del gruppo (quando, come dove lavorare, come prendere le decisioni, quali il grado di impegno dei componenti, ritmi di lavoro, ecc.). </li></ul><ul><li>Creare una cultura di gruppo (clima di gruppo, spirito collaborativo, condivisione degli obiettivi). </li></ul>
  16. 16. La dimensione dei gruppi di lavoro
  17. 17. <ul><li>Il responsabile di progetto: preferibilmente, un generalista, non ha quasi mai autorità formale, ma ha un ruolo di influenza senza autorità, deve: </li></ul><ul><ul><li>assicurare le relazioni interne ed esterne al gruppo </li></ul></ul><ul><ul><li>motivare gli altri membri del gruppo </li></ul></ul><ul><ul><li>garantire il corretto flusso delle informazioni </li></ul></ul><ul><ul><li>gestire le difficoltà e i conflitti </li></ul></ul><ul><ul><li>negoziare con i componenti del gruppo e con gli interlocutori esterni </li></ul></ul><ul><ul><li>mantenere il controllo complessivo dell’intervento </li></ul></ul>Chiara definizione di ruoli e compiti (I)
  18. 18. <ul><li>All’interno del gruppo debbono essere assicurate: </li></ul><ul><ul><li>le conoscenze e competenze tecniche in relazione al previsto ruolo specialistico </li></ul></ul><ul><ul><li>le competenze gestionali necessarie a supportare i processi di controllo anche amministrativi </li></ul></ul><ul><ul><li>la presenza di almeno una figura di potenziale facilitatore </li></ul></ul>Chiara definizione di ruoli e compiti (II)
  19. 19. <ul><li>E’ essenziale: </li></ul><ul><li>condividere le informazioni per favorire il coinvolgimento di tutti i membri del gruppo </li></ul><ul><li>definire le modalità di negoziazione interna anche attraverso la condivisione degli obiettivi </li></ul><ul><li>diffondere all’esterno i risultati raggiunti </li></ul>Attenzione agli aspetti di comunicazione
  20. 20. <ul><li>All’interno del gruppo debbono essere assicurate: </li></ul><ul><ul><li>Fase della formazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Fase dei conflitti </li></ul></ul><ul><ul><li>Fase della normazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Fase dell’azione </li></ul></ul>Ciclo vitale del gruppo di lavoro
  21. 21. <ul><ul><li>Perdenti e vincenti </li></ul></ul><ul><ul><li>Massacro delle idee </li></ul></ul><ul><ul><li>Uomo nero </li></ul></ul><ul><ul><li>Complesso della diva </li></ul></ul><ul><ul><li>Gioco delle competenze </li></ul></ul><ul><ul><li>Mosca cieca </li></ul></ul><ul><ul><li>Autoaffermazione </li></ul></ul>I rischi del gruppo di lavoro
  22. 22. Fattori di successo del gruppo (I) <ul><li>Interdipendenza : ciascun membro è portatore di una identità, ma è importante che nel gruppo si crei il senso di appartenenza, derivante dall’essere interdipendenti. Il vostro gruppo ha sviluppato un senso di appartenenza? </li></ul><ul><li>Coesione : i membri del vostro gruppo di lavoro si sentono parte del gruppo? </li></ul><ul><li>Crederci : richiede la congruenza tra le parole e le azioni. Senza di queste, il gruppo non può essere capace di discutere e risolvere problemi. E voi? </li></ul>
  23. 23. Fattori di successo del gruppo (II) <ul><ul><li>Risoluzione dei conflitti : tutti i gruppi sperimentano situazioni conflittuali. Il vostro gruppo ha individuato un sistema, una procedura per affrontare le situazioni di tensione? </li></ul></ul><ul><ul><li>Contaminazione : c’è scambio reciproco tra i membri? Sono in grado di motivarsi l’un l’altro? </li></ul></ul><ul><ul><li>Competenze : nel gruppo devono essere presenti conoscenze, informazioni, capacità tese a raggiungere determinati obiettivi. Se non sono presenti, occorre organizzarsi per averle. Come vi siete organizzati? </li></ul></ul><ul><ul><li>Crescita : per ciascun membro del gruppo deve esserci l’opportunità di imparare e crescere. Siete cresciuti? </li></ul></ul>

×