Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Dalla Monarchia alla Repubblica
La popolazione di Roma era divisa in 3 classi
sociali:
• I patrizi erano i patres, i “padri”
fondatori della città. Essi
erano i discendenti delle
famiglie più antiche che per
p...
• I plebei facevano parte
della plebs o plebe, un
termine che significava
“moltitudine”. Erano
immigrati laziali arrivati
...
In genere prigionieri di guerra
oppure plebei che non erano
riusciti a pagare i debiti, venivano
utilizzati nei lavori più...
Tarquinio il Superbo fu così violento e avido che
venne cacciato dalla città.
Fu l’ultimo re: era il 509 a.C.
In quella da...
RES PUBBLICA cioè uno stato governato
con la partecipazione dei cittadini.
I poteri che prima erano del re furono affidati...
Il Senato era composto
da patrizi che
appartenevano alle
famiglie più potenti.
Eleggeva e controllava i MAGISTRATI.
Gli in...
MAGISTRATI
Venivano eletti inoltre due CONSOLI che
erano i capi dello Stato e si controllavano a
vicenda
In caso di grave pericolo pe...
LE LOTTE DEI PLEBEI
Con le prime guerre della Repubblica, i patrizi
diventavano sempre più ricchi e i plebei sempre più
po...
A Roma le leggi non erano scritte e i patrizi le
interpretavano a loro favore.
I plebei non
potevano
diventare
magistrati....
Cosa ottennero con la loro ribellione?
 Venne abolita la schiavitù per debiti
Venne consentito il matrimonio tra patrizi...
Dalla monarchia alla repubblica
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Dalla monarchia alla repubblica

3,727 views

Published on

Semplice presentazione sulla fine della monarchia e la nascita della repubblica a Roma

Published in: Education
  • Be the first to comment

Dalla monarchia alla repubblica

  1. 1. Dalla Monarchia alla Repubblica
  2. 2. La popolazione di Roma era divisa in 3 classi sociali:
  3. 3. • I patrizi erano i patres, i “padri” fondatori della città. Essi erano i discendenti delle famiglie più antiche che per prime avevano occupato i sette colli, si erano appropriate dei terreni migliori, avevano creato le leggende della loro discendenza da Enea e formavano un gruppo ristretto
  4. 4. • I plebei facevano parte della plebs o plebe, un termine che significava “moltitudine”. Erano immigrati laziali arrivati dopo la fondazione di Roma e avevano dovuto accontentarsi dei campi meno redditizi.
  5. 5. In genere prigionieri di guerra oppure plebei che non erano riusciti a pagare i debiti, venivano utilizzati nei lavori più pesanti. Il padrone poteva disporne a proprio piacimento: non soltanto aveva facoltà di venderli o ucciderli, ma poteva anche donare loro la libertà. In questo caso diventavano Liberti.
  6. 6. Tarquinio il Superbo fu così violento e avido che venne cacciato dalla città. Fu l’ultimo re: era il 509 a.C. In quella data fu abolita la MONARCHIA e istituita la REPUBBLICA
  7. 7. RES PUBBLICA cioè uno stato governato con la partecipazione dei cittadini. I poteri che prima erano del re furono affidati al Senato.
  8. 8. Il Senato era composto da patrizi che appartenevano alle famiglie più potenti. Eleggeva e controllava i MAGISTRATI. Gli incarichi duravano un anno. Le guardie che scortavano i magistrati erano chiamati LITTORI.
  9. 9. MAGISTRATI
  10. 10. Venivano eletti inoltre due CONSOLI che erano i capi dello Stato e si controllavano a vicenda In caso di grave pericolo per la città veniva eletto un DITTATORE che per 6 mesi assumeva tutte le cariche dei due consoli e aveva potere assoluto.
  11. 11. LE LOTTE DEI PLEBEI Con le prime guerre della Repubblica, i patrizi diventavano sempre più ricchi e i plebei sempre più poveri. Infatti partivano come soldati, dovevano comprare le armi e lasciare il lavoro.
  12. 12. A Roma le leggi non erano scritte e i patrizi le interpretavano a loro favore. I plebei non potevano diventare magistrati. In seguito a queste ingiustizie i PLEBEI si ribellarono nel 494 a.C. Si rifiutarono di andare a combattere e si riunirono sul colle Aventino (comportamento simile ad uno sciopero)Il console MENENIO AGRIPPA convinse i plebei a tornare in cambio di alcuni diritti
  13. 13. Cosa ottennero con la loro ribellione?  Venne abolita la schiavitù per debiti Venne consentito il matrimonio tra patrizi e plebei Riuscirono ad ottenere leggi scritte dette XII tavole in bronzo, esposte al foro. Tutti i cittadini le potevano vedere Poterono eleggere 2 nuovi magistrati, i TRIBUNI DELLA PLEBE, che difendevano i loro diritti e potevano opporsi alle leggi svantaggiose per i plebei pronunciando la

×