Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Smart City - Città meno energivore e più sostenibili

722 views

Published on

Published in: Technology
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Smart City - Città meno energivore e più sostenibili

  1. 1. “ L’Italia delle Città Intelligenti” 4 novembre 2011, Torino Gilberto Callera Presidente WEC Italia Smart City Città meno energivore e più sostenibili
  2. 2. WORLD ENERGY COUNCIL (WEC) Fondato nel 1923, il WEC è una delle più grandi Organizzazioni Internazionali multi-energy a livello mondiale; Il WEC è una Associazione non Governativa accreditata all’ONU, senza scopo di lucro; Promuove studi e ricerche nel campo energetico a carattere regionale, inter-regionale e mondiale; Organizza ogni tre anni il World Energy Congress, il più importante Congresso multi-energy a livello mondiale. La Mission del WEC: “ Promuovere la produzione e l’utilizzo pacifico e sostenibile di tutte le forme di energia per il beneficio di tutti i popoli ”
  3. 3. LA PRESENZA DEL WEC NEL MONDO Comitati Nazionali in 95 Nazioni
  4. 4. COMITATO NAZIONALE ITALIANO DEL WEC (WEC ITALIA) Il Comitato Nazionale Italiano - membro aderente e fondatore del WEC - con i suoi associati costituisce un vasto network rappresentativo del settore energetico nazionale, tra cui figurano Istituzioni, Ministeri, Associazioni, Università e Aziende del Settore dell’Energia e dei relativi Servizi; Promuove la partecipazione dei suoi membri agli studi e agli incontri internazionali del WEC, collaborando alla loro realizzazione e alla diffusione dei loro risultati; WEC Italia partecipa in maniera attiva allo sviluppo del dibattito energetico nazionale, organizzando incontri, seminari e convegni sulle tematiche di maggiore interesse e fornendo una informazione qualificata e aggiornata in campo energetico.
  5. 5. INDICE <ul><li>Crescita della popolazione mondiale e ricchezza; </li></ul><ul><li>Domanda mondiale di energia al 2035; </li></ul><ul><li>Il crescente ruolo dell’energia elettrica; </li></ul><ul><li>Accelerazione del fenomeno dell’urbanizzazione; </li></ul><ul><li>Differenti priorità per differenti contesti urbani; </li></ul><ul><li>Necessità di nuovi modelli di sviluppo per le città; </li></ul><ul><li>Smart City, soluzioni per città meno energivore e più sostenibili : </li></ul><ul><ul><li>Reti Intelligenti; </li></ul></ul><ul><ul><li>Nuova Generazione di Edifici; </li></ul></ul><ul><ul><li>Soluzioni di Trasporto a basse Emissioni. </li></ul></ul><ul><li>Conclusioni… </li></ul>
  6. 6. Crescita della popolazione mondiale 1950 – 2050 Negli ultimi quaranta anni dello scorso secolo la popolazione mondiale è raddoppiata: da 3 miliardi del 1959 ai 6 miliardi del 2000. Nell’ultimo decennio si è aggiunto 1 miliardo di persone; La crescita è prevista continuare, sebbene ad un ritmo inferiore. Al 2050, la popolazione avrà sorpassato i 9 miliardi .
  7. 7. ricchezza mondiale 1980 – 2010 Source: WEC Italy elaboration on World Bank data; ( USA $2000) GDP 2008 ($ 2000) $ 40,200 billion
  8. 8. Domanda mondiale di energia al 2035
  9. 9. Le produzioni si spostano verso risorse energetiche più costose
  10. 11. Fonte: UN-Habitat
  11. 12. Differenti priorità per differenti contesti urbani <ul><li>Paesi in Via di Sviluppo: controllo della crescita delle città : </li></ul><ul><li>- limitare una crescita dispersiva dei quartieri; </li></ul><ul><li>- sfavorire un ampio uso dei veicoli privati; </li></ul><ul><li>- sviluppare sistemi di trasporto pubblico efficienti; </li></ul><ul><li>- formulare norme e standard stringenti per i nuovi edifici. </li></ul><ul><li>Paesi Industrializzati: politiche per rimodellare le città : </li></ul><ul><li>- fermare la dispersione delle abitazioni e razionalizzare </li></ul><ul><li>l’utilizzo del territorio; </li></ul><ul><li>- ridurre la dipendenza dalla mobilità privata; </li></ul><ul><li>- ristrutturare gli edifici esistenti (standard edilizi); </li></ul><ul><li>- riorganizzazione sistemica delle reti di distribuzione. </li></ul>“ The challenge is dynamic: shaping the rapid growth of cities in emerging countries and reshaping existing rich cities”. World Energy Council - Report on Energy and Urban Innovation
  12. 13. Necessità di nuovi modelli di sviluppo per le città <ul><li>Crescente attenzione alla tutela dell’ambiente e della salute. </li></ul><ul><li>La lotta al micro-inquinamento locale (polveri sottili-Pm, ossidi di azoto-NOx) </li></ul><ul><li>prioritaria in ambiente urbano, accompagnata dall’attenzione verso </li></ul><ul><li>la riduzione delle emissioni di CO2 </li></ul>Si richiedono nuovi modelli per la pianificazione e lo sviluppo delle città “ Smart City”
  13. 14. La Smart City secondo la Commissione Europea <ul><ul><ul><li>in grado di cambiare il nostro futuro energetico </li></ul></ul></ul>
  14. 15. Reti di Distribuzione Intelligenti Le Smart Distribution Grids al centro del modello di sviluppo delle Smart Cities <ul><li>Energia bidirezionale e partecipazione attiva del consumatore </li></ul><ul><li>Monitoraggio e controllo dei flussi di energia (contatore elettronico) </li></ul><ul><li>Integrazione generazione da fonti rinnovabili </li></ul><ul><li>Gestione diffusione veicoli elettrici </li></ul>
  15. 16. Nuova Generazione di Edifici Potenziali risparmi complessivi 2010-2020 nei settori residenziale e commerciale circa 33 Mtep Fonte: dati sui risparmi Confindustria (2010) Efficienza Energetica al centro dello sviluppo sostenibile delle città: caso Italia
  16. 17. Soluzioni di trasporto a basse emissioni - 1/2 <ul><li>DUE MACRO-AREE </li></ul><ul><li>Miglioramento dell’efficienza dei motori e introduzione di veicoli a basse emissioni; </li></ul><ul><li>Razionalizzazione e ottimizzazione delle infrastrutture di trasporto. </li></ul>ITALIA 2010-2020 i risparmi ottenibili con efficienza nel settore trasporti assommano a 12 Mtep Le politiche di mobilità delle città debbono favorire la maggiore efficienza L’efficienza deli veicoli deve essere affiancata dall’ottimizzazione delle infrastrutture di trasporto. Fonte: dati sui risparmi Confindustria (2010 )
  17. 18. Soluzioni di trasporto a basse emissioni - 2/2 Miglioramento previsto per l’efficienza media del parco autovetture Scenario Nuove Politiche
  18. 19. In conclusione <ul><li>Smart City </li></ul><ul><li>è un tema molto complesso che mira a coniugare benessere, risparmio energetico e rispetto dell’ambiente, </li></ul><ul><li>e richiede… </li></ul>
  19. 20. di non adottare comportamenti… «non-smart»
  20. 21. E’ una costruzione fatta di tanti piccoli passi <ul><ul><li>Riprogettazione di infrastrutture energetiche, abitative e di trasporto </li></ul></ul><ul><ul><li>In un quadro di: </li></ul></ul><ul><ul><li>Scarsità dei mezzi finanziari; </li></ul></ul><ul><ul><li>Popolazione più anziana, che richiede servizi; </li></ul></ul><ul><ul><li>Frammentazione sociale. </li></ul></ul>

×