Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Pagine da Insegnare la pallacanestro a scuola

302 views

Published on


Insegnare la pallacanestro a scuola
M. Cremonini, R. Regis, L. Bortolussi
ANNO EDIZIONE: 2019
GENERE: Libro con eserciziario online
CATEGORIE: Tecnica e tattica
ISBN: 9788860286062
PAGINE: 152 (formato A4)
.
Insegnare la pallacanestro a scuola viene proposto ai docenti come strumento didattico che, dal gioco, possa accompagnare gli studenti alla conoscenza dei primi, semplici riferimenti tecnici di una disciplina sportiva.

Il manuale prevede una parte teorica introduttiva nella quale vengono sistematicamente descritti i riferimenti culturali e scientifici che sostengono la metodologia esposta, e una parte pratica che offre agli insegnanti esempi di attività per le diverse classi. Gli esercizi e i giochi proposti sono corredati da illustrazioni che ne rendono agevole la comprensione; per alcuni di essi è previsto il collegamento a video esplicativi tramite il sistema QR Code.

Questo testo è dedicato ai docenti di educazione fisica, motoria e sportiva della scuola secondaria di primo e secondo grado, alla passione ancora viva per l'insegnamento e all'amore per lo sport, che può essere, grazie a loro, trasmesso agli allievi.
Scopri di più https://www.calzetti-mariucci.it/shop/prodotti/insegnare-la-pallacanestro-a-scuola-cremonini-regis-bertolussi

Published in: Sports
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Pagine da Insegnare la pallacanestro a scuola

  1. 1. INSEGNARE LA PALLACANESTRO A SCUOLA Maurizio Cremonini - Roberta Regis - Lucio Bortolussi Con il contributo del dott. Guido Marcangeli Un metodo facile per apprendere il gioco
  2. 2. CAPITOLO 01IL MODELLO DI PALLACANESTRO DELLA FIP PER LA SCUOLA SECONDARIA I principi teorici che sostengono la pratica
  3. 3. 14 PARTE1-TEORIA INSEGNARE LA PALLACANESTRO A SCUOLA Le proposte della FIP per la scuola La Federazione Italiana Pallacanestro – Settore Giovanile Mini- basket Scuola – dedica molta attenzione alla scuola e per questo ha elaborato proposte coerenti sul piano culturale e metodologico, nell’intento di collaborare con le istituzioni scolastiche nella forma- zione in progress della personalità degli allievi, ritenendo che la Pal- lacanestro possa essere un’esperienza sportiva significativa anche all’interno della scuola. Le diverse proposte presentano un denominatore comune: la forma- zione integrale della persona e di un giocatore autonomo e responsa- bile, consapevole delle sue scelte. Le proposte della FIP per la scuola La proposta per la scuola primaria è centrata su Easybasket, il giocosport Minibasket adattato per la Scuola con regole facili da applicare e da insegnare. È la proposta della FIP per tutte le classi. È la proposta della FIP per tutte le classi facile da giocare e da insegnare, che permette a tutte le ragazze e ragazzi della classe di giocare una partita con regole adattate. È la proposta della FIP per la Scuola sec. di 1° grado a livello di Istituto, promozionale della Pallacanestro. È la proposta della FIP per i Campionati studenteschi. Corso di Pallacanestro Corso di Miniarbitro Corso di Ufficiale di campo Corso di Istruttore MB MINIBASKET E SCUOLA Rilascio qualificazione Minibasket CNA - Rilascio qualifica Allievo Allenatore CIA - Secondo gli accordi di AF con il CIA JOB PLACEMENT E TIROCINI La FIP può porre a disposizione le proprie strutture per i tirocini degli studenti della Facoltà ATTIVITÀ CULTURALI E DI RICERCA
  4. 4. CAPITOLO 02 GIOCARE A PALLACANESTRO A SCUOLA. UNA PROGRESSIONE INTELLIGENTE Dalla classe ai Giochi sportivi studenteschi
  5. 5. 26 PARTE1-TEORIA INSEGNARE LA PALLACANESTRO A SCUOLA PROPOSTE PER LA CLASSE Easybasket I contenuti espressi nel capitolo precedente trovano una ricaduta adeguata nella organizzazione delle proposte (e a loro volta nella metodologia e nella didattica) che seguono una linea in progress, per aiutare i docenti a formulare una didattica coinvolgente, che includa tutti gli allievi. Partire dai bisogni degli allievi e scardinare l’idea che la Pallacanestro sia uno sport troppo difficile è un buon inizio. L’Easybasket è l’approccio suggerito al docente per tutta la classe che inizia un primo approccio alla Pallacanestro, facile da insegnare e da imparare, che permette a tutti i ragazzi e le ragazze della scuola secondaria di 1° e di 2° grado di giocare una partita con regole progressivamente adattate. 3 c 3 a tutto campo con regole semplificate
  6. 6. CAPITOLO 03 LA METODOLOGIA
  7. 7. 38 PARTE1-TEORIA INSEGNARE LA PALLACANESTRO A SCUOLA Insegnare per competenze anche in palestra La scuola di oggi è chiamata a: • impostare curricoli per competenze; • porre al centro l’allievo e il suo apprendimento, utilizzando un insegnamento che integri conoscenze ed abilità cognitive con capacità personali, sociali, relazionali; • perseguire le otto competenze di base di Lisbona (box n° 1); • incrementare il successo scolastico. La raccomandazione del Parlamen- to Europeo e del Consiglio d’Europa (box n° 1), nell’indicare le 8 compe- tenze chiave da acquisire nei diversi percorsi di istruzione, afferma che esse sono la base per quello che è stato definito l’apprendimento lun- go tutto l’arco della vita (lifelong le- arning). Esse esprimono il senso ed il fine dell’istruzione. La ricaduta di queste indicazioni eu- ropee trova adeguata risposta in Italia nell’agosto del 2007, quando viene emanato il D.M. 139 (Regola- mento recante norme in materia di adempimento dell’obbligo di istruzio- ne) che, all’art. 1, declina i saperi e le competenze di base per l’assolvimen- to dell’obbligo di istruzione relativa- mente a quattro assi culturali (asse dei linguaggi, incluso quello motorio; asse matematico; asse scientifico/ tecnologico; asse storico/sociale). Le competenze che gli studenti ita- liani devono raggiungere con l’assol- vimento dell’obbligo scolastico sono indicate nella mappa alla pagina suc- cessiva (box n° 2). Le 8 competenze di base - Lisbona 1. Comunicazione nella madrelingua. 2. Comunicazione nelle lingue straniere. 3. Competenze in matematica e competenze di base in scienze e tecnologia. 4. Competenza digitale. 5. Imparare a imparare. 6. Competenze sociali e civiche. 7. Spirito di iniziativa e imprenditorialità. 8. Consapevolezza ed espressione culturale. BOXN°1
  8. 8. CAPITOLO 04 LE CONOSCENZE L’approccio iniziale
  9. 9. 54 LECONOSCENZE L’approccioiniziale INSEGNARE LA PALLACANESTRO A SCUOLA Obiettivi tecnici L’introduzione della Pallacanestro nel- la scuola, anche se in forma inizialmen- te semplificata (Easybasket), consente di perseguire obiettivi motori e tecnici adeguati a questa prima fase di approc- cio dell’attività. I fondamentali del gioco (palleggio, pas- saggio, tiro e difesa) sono gli “strumen- ti” utilizzati per sviluppare le capacità coordinative; dalle attività proposte, in questa fase, non possono emergere rife- rimenti tecnici complessi e troppo speci- fici. La chiave d’approccio è il gioco, sempli- ce e inclusivo, con la partecipazione e il coinvolgimento di tutti, attraverso il contatto con la palla, con i compagni, con i canestri e con le prime regole. Parole chiave • capacità motorie • fondamentali come strumento • attenzione • senso-percezioni • regole semplici • primi riferimenti tecnici • gioco • emozione
  10. 10. 60 LECONOSCENZE L’approccioiniziale INSEGNARE LA PALLACANESTRO A SCUOLA INSIEMEFOCUS TECNICO: mani come bersaglio per la ricezione, la spinta delle mani COSA SERVE: un pallone ogni 2 giocatori COSA RINFORZARE E SOSTENERE: a) la capacità di eseguire un passaggio efficace (sulle mani) b) le mani pronte a ricevere c) la ricezione della palla e la partenza in palleggio d) l’attenzione al tiro COSA SOTTOLINEARE: 1) il rispetto dei com- pagni e delle regole 2) l’importanza del con- trollo del movimento 3) lo stare in posizione bassi e pronti I ragazzi sono suddivisi a coppie, una palla per coppia, in movi- mento per il campo, al di fuori delle linee dei 3 punti; davanti il giocatore con palla, seguito a 5 passi di distanza dal compagno senza palla. Quando vuole, il giocatore con la palla si ferma, si gira e passa la palla al compagno dietro, che deve ricevere e andare a fare un solo tiro a canestro, contando 1 punto in caso di canestro realizzato; dopo aver eseguito il tiro, il giocatore torna e si posi- ziona davanti al compagno senza palla e la coppia torna a muover- si nello spazio definito. Trascorso un tempo prestabilito, verificare chi nella coppia ha realizzato più canestri. Varianti: ➞ ripetere il gioco cambiando le coppie; ➞ ripetere il gioco verificando i canestri realizzati e valutando i miglioramenti rispetto alla prova precedente; non vince chi ha fatto più canestri, ma chi è migliorato di più rispetto alla prova precedente. Attivazione della lezione Fondamentale utilizzato Palleggio-passaggio e tiro Capacità motoria stimolata Controllo motorio
  11. 11. CAPITOLO 05 LE ABILITÀ Lo sviluppo delle conoscenze nel gioco
  12. 12. 84 LEABILITÀ Losviluppodelleconoscenzenelgioco INSEGNARE LA PALLACANESTRO A SCUOLA Obiettivi tecnici Lo sviluppo della conoscenza della Pal- lacanestro a scuola e l’iter delle attività proposte possono aiutare l’insegnante a consolidare, nel tempo, gli apprendimen- ti riferiti agli obiettivi motori, mantenen- do i fondamentali come “strumenti” e consentendo così di individuare obiettivi tecnici progressivamente e gradualmen- te più specifici, più adeguati allo step successivo dell’attività. La chiave d’approccio continua ad esse- re il gioco, con la costante partecipazio- ne di tutti i ragazzi ed il coinvolgimento sempre più consapevole della palla, dei compagni, degli avversari e delle regole. Parole chiave • capacità motorie • fondamentali come strumento • attenzione • senso-percezioni • dimensione spazio/tempo • regole • riferimenti tecnici • gioco • motivazione
  13. 13. CAPITOLO 06 LE COMPETENZE L’utilizzo delle abilità acquisite, giocando
  14. 14. 118 LECOMPETENZE L’utilizzodelleabilitàacquisite,giocando INSEGNARE LA PALLACANESTRO A SCUOLA Obiettivi tecnici La proposta della Pallacanestro a scuola, l’opportunità per il docente di utilizzare uno sport nel contesto scolastico, non può certo avere finalità specifiche di di- sciplina, ma può sostenere efficacemen- te l’azione d’insegnamento dell’Educa- zione fisica motoria e sportiva a scuola. Giocando a Pallacanestro i ragazzi mi- gliorano le loro capacità coordinative, vengono stimolati sul piano cognitivo, affrontano significative opportunità di relazione con gli altri. Conoscere uno sport significa appren- dere gli elementi tecnici che lo caratte- rizzano, ma anche, e forse soprattutto, scoprire il valore del fair play. Parole chiave • capacità motorie • fondamentali come strumento • attenzione • senso-percezioni • dimensione spazio/tempo • regole • fair play • riferimenti tecnici • gioco • passione
  15. 15. www.calzetti-mariucci.it Visita il nostro sito Collegandoti al sito puoi visionare nel dettaglio e acquista- re gli articoli (libri, video, dvd, riviste), grazie ad un sistema di ricerca semplice ed intuitivo. CATALOGO ON LINE Inoltre il sito è sempre aggiornato con sezioni specifiche di approfon- dimento su tutti gli argomenti più interes- santi legati allo sport, come eventi, convegni e corsi di aggiornamento. APPROFONDIMENTI Iscrivendoti e dando la preferen- za alla disciplina sportiva che più ti interessa potrai ricevere tutte le news al tuo indiriz- zo e-mail. NEWSLETTER libri,videoerivisteperlosportlibri,videoerivisteperlosport

×