Gianfranco Domenighetti: Medicalizzazione della società e durabilità dei sistemi sanitari

10,438 views

Published on

Slide della conferenza data al Convegno "Sanità e Socialità: Quo Vadis" organizzato dal Club 74 e dall'OSC al Teatro Sociale di Mendrisio (9 maggio 2008). L'audio della conferenza può essere scaricato da http://www.archive.org/details/Sanita_e_socialita.
Queste slide sono pubblicate qui con l'autorizzazione del professor Domenighetti. Per gli usi non automaticamente consentiti dalla licenza Creative Commons sotto, vogliate contattarlo (cfr. la sua pagina personale sul sito dell'Università della Svizzera Italiana http://www.unisi.ch/personal-info?id=429 .

Published in: Health & Medicine
5 Comments
7 Likes
Statistics
Notes
  • Grazie!!!
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Fioricet is often prescribed for tension headaches caused by contractions of the muscles in the neck and shoulder area. Buy now from http://www.fioricetsupply.com and make a deal for you.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • certamente ha ragione, il problema è come uscirne da questo sistema finanziario-economicodipendente. Alcuni ci provano ma non sono in molti... Auguri!
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Ho aggiornato la descrizione, indicando la pagina personale del professo Domenighetti sul sito dell'Università della Svizzera Italiana, per chi lo volesse contattare: unisi.ch/personal-info?id=429
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Grande Gianfranco Domenighetti... peccato che come te ce ne siano davvero troppo pochi.
    Dott.ssa Sara Sarti, psicologo
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total views
10,438
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,027
Actions
Shares
0
Downloads
238
Comments
5
Likes
7
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Gianfranco Domenighetti: Medicalizzazione della società e durabilità dei sistemi sanitari

  1. 1. MEDICALIZZAZIONE DELLA SOCIETÀ E DURABILITÀ DEI SISTEMI SANITARI G: DOMENIGHETTI
  2. 2. GLOBALIZZAZIONE DIAGNOSTICA E TERAPEUTICA ) HE LIC (medicalizzazione BB PU della società ) IE AL DU TI OS VI DI /C IN DA E( AN RS M SO DO RI GLOBALIZZAZIONE ECONOMICA (crisi di finanziamento)
  3. 3. MEDICALIZZAZIONE DELLA VITA E DELLA SOCIETÀ “UN SANO È UN MALATO CHE NON SA DI ESSERLO” Jules Romains-Knock 1929 “IL MIO SOGNO È FARE FARMACI PER LE PERSONE SANE, QUESTO CI PERMETTEREBBE DI VENDERLI A CHIUNQUE” Henry Gadsen (MSD)-Fortune 1976 “SI POSSONO FARE MOLTI SOLDI SE SI ARRIVA A CONVINCERE I SANI CHE IN REALTÀ SONO DEGLI AMMALATI” R. Moynihan – BMJ 2003 3
  4. 4. 1996 “… noi soffriamo in Svizzera di una sovra-medicalizzazione; le contraddizioni poste da una società sovra-medicalizzata impongono una ridefinizione degli obbiettivi che dovrà passare attraverso la revisione delle pratiche mediche, dello sviluppo scientifico e dei valori verso la salute ” Alex Müller, Président Académie Suisse des Sciences Médicales 4 Schweiz Aerztezeit (Bern) 1996
  5. 5. 5
  6. 6. CALENDARIO SANTI MORBIDITA 2005 435 giorni “occupati” OTTOBRE 2005  1-31 Mese della prevenzione del cancro al seno  1-31 Rett syndrome awareness month  1-31 World blindness awareness month 6 Giornata europea della depressione 8 Giornata mondiale delle cure palliative 9 Giornata mondiale della celiachia  10 Giornata mondiale dell’obesità 7
  7. 7.  10 Giornata mondiale della salute mentale  12 Giornata mondiale delle malattie reumatiche  13-19 Settimana della diagnosi e della terapia della costipazione  13 Giornata mondiale della vista  16 World Food Day  17-22 Settimana europea contro il dolore  18 Giornata della menopausa  20 Giornata mondiale dell’osteoporosi  22 International stuttering awareness day  23-29 Hearing aids awareness week  26 Giornata della salute del polmone  29 Giornata mondiale della psoriasi  31-6 nov. International herpes week 8
  8. 8. DIFFUSIONE DELL`INNOVAZIONE TECNOLOGICA (senza valutazione dei costi e dei benefici) PRINCIPALE FATTORE DI CRESCITA DEI COSTI DELLA SANITÀ PIÙ IMPORTANTE DETERMINANTE DELLA MEDICALIZZAZIONE DELLA VITA E DELLA SOCIETÀ 9
  9. 9. INNOVAZIONE TECNOLOGICA  ATTREZZATURE MEDICO-TECNICHE (CT SCAN / MRI / PET / ECOGRAF / RADIATION ONCOLOGY / attrezzature di laboratorio, chirurgiche, ecc.)  PRINCIPI ATTIVI + ALTRI “CONSUMABILI” (FARMACI / IMPIANTABILI / REAGENTI / ECC)  PROCEDURE CHIRURGICHE E CLINICHE (PTCA / CABG / TRAPIANTI / DIAGNOSI PRENATALI / FIVET/ ECC)
  10. 10. SISTEMA SANITARIO ATTORI UTENTI FORNITORI DI ASSICURATORI STATO PRESTAZIONI PRODUTTORI DI TECNOLOGIA PRODUTTORI DI TECNOLOGIA MEDICO-SANITARIA MEDICO-SANITARIA (industria) 03.10.05durabilitasistemisanitari.ppt
  11. 11. PRODUTTORI DI TECNOLOGIA MEDICO – SANITARIA espansione dei mercati e dei profitti OBBIETTIVI ( e ciò indipendentemente dal « valore aggiunto » dell`innovazione ) STRUMENTI comunicazione e marketing sovente « aggressivo »  verso i prescrittori  verso i consumatori  verso i finanziatori  verso i « regolatori » incentivi economici e professionali « perversi » (conflitti di interesse / corruzione ) controllo della ricerca CONDIZIONI complessità e incertezza SOGGIACENTI asimmetria informativa (pre-requisiti) preferenze sociali verso il benessere e la vita piuttosto che verso il malessere e la morte
  12. 12. LA PROMOZIONE DELLA DIFFUSIONE DELL`INNOVAZIONE TECNOLOGICA DIPENDE DALL`IMPORTANZA DELLE RISORSE ATTRIBUITE ALLE POLITICHE DI MARKETING E DALL`EFFICACIA DELLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE
  13. 13. A PILL FOR EVERY ILL 14 Diversi 2005-2006 PARTE 2..ppt
  14. 14. BIG PHARMA Investment in Marketing and in R & D (2004) COSTS (Billions US $) COMPANY MARKETING R&D Pfizer 16,9 7,68 Glaxo Smith Kline 12,93 5,20 Johnson & Johnson 15,86 5,20 Merck 7,35 4,01 Novartis 8,87 4,21 Astra Zeneca 7,84 3,80 Roche 7,24 4,01 Bristol M. Squibb 6,43 2,50 Wyeth 5,80 2,46 Abbot Labs 4,92 1,70 Source: Center for Public Integrity 2005
  15. 15. BIG PHARMA 1.  MEDICI induzione della prescrizione (informazione “unidirezionale”/regali/ congressi/ pseudo-studi/ riviste gratuite/ “guidelines”, ecc.)  FORMAZIONE CONTINUA DEI MEDICI finanziamento [condizionamento indiretto (pubblicità/autocensura]  RICERCA obbiettivi/ endpoints/ controllo delle ricerche decisi dagli sponsors/ sospensione di studi/ modifica dei risultati/ creazione di malattie (disease mongering)/ ghost writers/ compensi, ecc.  RIVISTE SCIENTIFICHE pubblicità condizionante/supplementi finanziati direttamente/suggerimento di revisori/degli editoriali, ecc. 16 03.10.05durabilitasistemisanitari.ppt
  16. 16. BIG PHARMA 2.  MEDIA notizie “unidirezionali” (enfasi sui benefici/omissione degli effetti indesiderati) / viaggi/pubblicità/ compensi/comunicati/ghost writers, ecc.  SOCIETA’ CIVILE direct and unbranded consumer advertising/disease mongering/ecc.  ASSOCIAZIONI PAZIENTI finanziamento diretto, organizzazione di eventi. ORGANI DI CONTROLLO sponsorizzazione di esperti e funzionari. POLITICA lobbying e sponsorizzazione di deputati. 17 03.10.05durabilitasistemisanitari.ppt
  17. 17. Le Riviste Mediche sono ormai diventate uno dei principali strumenti di Marketing dell`Industria Farmaceutica 18
  18. 18. PROBLEMI CONNESSI ALL’ATTUALE SISTEMA DI PUBBLICAZIONE DELLE RICERCHE ( SULLE RIVISTE DI MEDICINA ) (1 )  i risultati sono pubblicati in modo selettivo enfatizzando quelli positivi (pubblicati più volte) mentre quelli negativi sono ignorati  i risultati completi, compresi quelli sugli effetti indesiderati, non sono pubblicati Fonte: R. Smith, I. Roberts. Plos clinical trials (2006) 19
  19. 19. PROBLEMI CONNESSI ALL’ATTUALE SISTEMA DI PUBBLICAZIONE DELLE RICERCHE ( SULLE RIVISTE DI MEDICINA ) ( 2 )  i risultati delle ricerche pubblicate sono di regola favorevoli allo sponsor grazie a tutta una serie di metodi di manipolazione  Non è chiaro chi siano effettivamente gli autori delle ricerche  le ricerche favorevoli allo sponsor sono pubblicate nelle più importanti riviste, quelle con i risultati sfavorevoli non sono pubblicate o lo sono solo su riviste minori 20 Fonte: R. Smith, I. Roberts. Plos clinical trials (2006)
  20. 20. OBIETTIVI DELL`INDUSTRIA (BIG PHARMA) RICERCARE, SCOPRIRE, PRODURRE INNOVAZIONE (obiettivo scientifico) VENDERE LA PRODUZIONE PER CONSEGUIRE DEI PROFITTI (obiettivo di marketing) PROBLEMA POTENZIALE (e reale) QUANDO GLI OBIETTIVI DI MARKETING PREVALGONO SUGLI OBIETTIVI DELLA RICERCA SCIENTIFICA 21
  21. 21. VIOXX  Dal 1999 al 2004 il VIOXX ha indotto negli USA ~ 38’000 decessi supplementari ( LANCET 2005 )  Stima per i paesi industrializzati : ~ 140-160’000 decessi supplementari  Nel 2003 il VIOXX era il secondo medicamento più prescritto in Svizzera ( per quantità e cifra d`affari ) 22
  22. 22. 1 VIOXX  Lo studio (VIGOR) che ha promosso il VIOXX è stato pubblicato nel novembre 2000 sul New England Journal of Medicine (NEJM).  Nel dicembre 2005 il NEJM informa i lettori che gli autori dello studio VIGOR avevano manipolato i dati dei risultati della ricerca (soppressione di casi di gravi eventi indesiderati). 23 Fonte: BMJ 2006
  23. 23. 2 VIOXX  Nel maggio del 2006 il Wall Street Journal informa che l’editore del NEJM era già a conoscenza nell’agosto 2001 della manipolazione.  Se il NEJM avesse corretto allora i dati gli effetti avversi del VIOXX sarebbero stati ridotti o forse eliminati.  La ditta produttrice del VIOXX (Merck) aveva acquistato nel novembre 2000 per la campagna pubblicitaria 900’000 ristampe dell’articolo del NEJM per circa 700- 836’000 $ ( profitto per il NEJM ~ 500’000 $ ). 24 Fonte: BMJ 2006
  24. 24. INNOVAZIONE FARMACEUTICA  Secondo la rivista indipendente “Prescrire” su 3335 nuovi medicamenti messi sul mercato dal 1981 al 2005: 7 (0,21%) progresso terapeutico maggiore 78 (2,34%) progresso terapeutico importante (con alcuni limiti) 227 (6,81%) apporto presente ma limitato (non sconvolge la terapia) 2789 (83,63%) ESSENZIALMENTE COPIE (“ME - TOO”) 106 (3,18) nessun vantaggio bensì inconvenienti possibili o dimostrati 128 (3,84%) valutazione clinica insufficiente per dare un giudizio  Gli organi di controllo si sono trasformati in agenzie ausiliarie dell’industria Fonte: Prescrire febbraio 2006 03.10.05durabilitasistemisanitari.ppt
  25. 25. SVIZZERA: PSEUDO INNOVAZIONE FARMACEUTICA  NEL 2006, 598 FARMACI (PREZZO MEDIO 66.50 CHF) SONO STATI RITIRATI SPONTANEAMENTE DALL`INDUSTRIA DAL MERCATO SVIZZERO E SOSTITUITI DA 543 « NUOVE » SPECIALITÀ (PREZZO MEDIO 180.70 CHF) .  QUESTI « NUOVI «  FARMACI ERANO NELLA QUASI TOTALITÀ DELLE « PSEUDO-INNOVAZIONI » (evergreening/me-too) 24 LUGLIO 2007 IL SORVEGLIANTE DEI PREZZI
  26. 26. MEDICALIZZAZIONE DELLA SOCIETÀ = ESTENSIONE DEL DOMINIO DELLA MEDICINA 1) SUL PIANO QUANTITATIVO (abbassamento delle soglie che definiscono il “rischio” ) 2) SUL PIANO TEMPORALE (promozione della diagnosi precoce) 3) SUL PIANO QUALITATIVO (creazione di nuove malattie) 27 Fonte: R. Satolli (2006)
  27. 27. IPERTENSIONE FINO AL 14 MAGGIO 2003:  Pressione sistolica di 120-139 mmHg  Pressione diastolica di 80 - 89 mmHg Erano considerate “NORMALI” DOPO TALE DATA : QUESTI VALORI SONO CONSIDERATI UNO STADIO DI “ PRE-IPERTENSIONE” CHE NECESSITA “ CONSIDERAZIONE MEDICA “ . 28 Source: JAMA 2003 03.10.05durabilitasistemisanitari.ppt
  28. 28. By STEPHANIE SAUL Published: May 20, 2006 Unease on Industry's Role in Hypertension Debate Three pharmaceutical companies donated $700,000 to a medical society that used most of the money on a series of dinner lectures last year to brief doctors on the latest news about high blood pressure. Librado Romero/The New York Times Dr. Michael H. Alderman said a new definition of high blood pressure should be based on clinical data. The same three companies — Merk, Novartis and Sankyo — also gave the money that the medical society used to formulate the main talking point of those briefings, an expanded concept of high blood pressure that many doctors say would increase the number of people taking drugs. The seven dinners at Ruth's Chris Steak Houses around the country are just one example of why the small medical society, the American Society of Hypertension, has been in the midst of a dispute over the influence of 29 drug industry money.
  29. 29. TRIGLICERIDI alore “normale” 2.3 mmol (giugno 2003) nuovo valore “normale” uovo 1.7 mmol (luglio 2003) COLESTEROLO LDL rattamento se col LDL > 3 mmol (giugno2003) nuovo parametro uovo se col LDL > 2.6 mmol (luglio 2003) Fonte: consenso del gruppo svizzero lipidi e arteriosclerosi della SSCardiologia (da pubblicare) DIABETE alore “normale” se glucosio < 140 mg/dl fino all’anno 2000 nuovo valore uovo se glucosio < 126 mg/dl dopo l’anno 200 110-126 “pre-diabete”) 2002 30 03.10.05durabilitasistemisanitari.ppt
  30. 30. NCEP III update - 2004 Dichiarazione di conflitti di interessi  Grundy – Compensi: Merck, Pfizer, Sankyo, Bayer, Merck/Shering- Plough, Kos, Abbott, Bristol-Myer Squibb, AstraZeneca  Cleeman - non ha ricevuto finanziamenti  Bairey Merz - Compensi: Pfizer, Merck, Kos Consulenze: Pfizer, Bayer, Merck Azioni: Boston Scientific, IVAX, Eli Lilly, Medtronic, Johnson&Johnson, SCIPIE, ATS, Biosite  Brewer - Compensi: AstraZeneca, Pfizer, Lipid Sciences, Merck, Merck/Shering-Plough, Fournier, Tularik, Esperion, Novartis Consulenze: AstraZeneca, Pfizer, Lipid Sciences, Merck, Merck/Shering-Plough, Fournier, Tularik, Sankyo, Novartis. ,
  31. 31. NCEP III update - 2004 Dichiarazione di conflitti di interessi  Clark - Compensi: Abbott, AstraZeneca, Bristol-Myers Squibb, Merck, Pfizer Hunninghake - Compensi: Astra Zeneca, Merck, Merck/Shering Plough, Pfizer Consulenze: KOS  Pasternak – Compensi: Pfizer, Merck, Merck/Shering Plough, Takeda, Kos, BMS-Sanofi, Novartis Consulenze: Merck, Merck/Shering-Plough, Sanofi, Pfizer, Johnson&Johnson, AstraZeneca  Smith - Azioni: Medtronic, Johnson&Johnson  Stone - Compensi: Abbott, AstraZeneca, Bristol-Myers Squibb, Kos, Merck, Merck/Shering Plough, Novartis, Pfizer, Reliant, Sankyo. Consulente: Abbott, Merck, Merck/Shering-Plough, Pfizer, Reliant.
  32. 32. Prevalence of individuals 20/79 years (males and females combined) with unfavourably high blood pressure (BP) and/or cholesterol levels, as defined by the 2003 European guidelines on cardiovascular disease prevention in clinical practice 33 Getz et al.; Scand J Prim Health Care. 2004 Dec;22(4):202-8.
  33. 33. MEDICALIZZAZIONE DEI FATTORI DI RISCHIO IN PREVENZIONE PRIMARIA MEDICALIZZARE MEDICALIZZARE GRUPPI UN INDIVIDUO DI INDIVIDUI IN BUONA AMMALATO SALUTE CON FATTORI DI RISCHIO RISULTATO RISULTATO NON MISURABILE MISURABILE INDIVIDUALMENTE INDIVIDUALMENTE (SURROGATE ENDPOINTS) CERTEZZA PROBABILITÀ ANONIME 34
  34. 34. DIAGNOSI PRECOCE LA DIAGNOSI PRECOCE CHE SARÀ RESA POSSIBILE GRAZIE AI METODI DELL’INGEGNERIA GENETICA DARÀ IN FUTURO L’OPPORTUNITÀ A TUTTI DI ESSERE TRASFORMATI IN “AMMALATI” SUBITO DOPO LA NASCITA.
  35. 35. Area di potenziale: • stress individuale e psicosociale • spreco di risorse i ic st no PROGRESSI PROGRESSI g D ia i Tera peutic 1950 1990 Divario tra possibilità diagnostiche e terapeutiche 36
  36. 36. DIAGNOSI PRECOCE SINONIMO DI “GUARIGIONE ASSICURATA” 37
  37. 37. 38
  38. 38. PREVALENZA DI ALCUNI TUMORI PREVALENZA AL MICROSCOPIO CLINICA (autopsia) SENO (donne di età 40-50) 1% 39% PROSTATA (uomini di età 60-70) 1% 46% TIROIDE (adulti di età 50-70) 0.1% 100% 39 Fonte: Black, Welch, NEJM, 1993
  39. 39. LEI RITIENE CHE SIA SEMPRE UTILE, LO SIA SOLO IN CERTI CASI O MAI UTILE FARE DEGLI ESAMI PER SAPERE IN ANTICIPO SE LEI HA O NO UNA MALATTIA ? Sempre utile Solo in certi casi Mai utile 100% 80% 80% 63% 60% 40% 32 % 17% 20% 2% 3% 0% ITALY UK 40 Fonte: G. Domenighetti 2006 GEN. POP. AGED 15+, N=1000 (2006)
  40. 40.  Donne senza il collo dell’utero che continuano a fare il Pap-Test. USA 50 % (Fonte: Sirovich, Welch. JAMA 2004)  Proporzione di adulti che preferiscono sottoporsi ad un “Total-body scanner” USA 73 % piuttosto che ricevere un regalo di 1000$ in contanti.  Proporzione di adulti che sono disposti a sottoporsi ad un test di diagnosi precoce anche USA 66 % per un tumore per il quale non esiste una cura. (Fonte: Schwartz et al. JAMA 2004)  Proporzione di donne che credono che lo Italia 81 % 03.10.05durabilitasistemisanitari.ppt screening mammografico eviti o riduca il rischio di ammalarsi in futuro di tumore al seno. USA 57 % (Fonte: Domenighetti et al. Iut.J. Epidem.2004) UK 69 % 41 CH 65 %
  41. 41. Corriere del Ticino, Venerdì, 28 giugno 2002 42 03.10.05durabilitasistemisanitari.ppt
  42. 42. Screening mammografico Benefici e eventi avversi per 1000 donne di età => 50 anni sottoposte a mammografia ogni 2 anni per un periodo di 10 anni CONFRONTO CON 1000 DONNE CHE NON FANNO LO SCREENING SCREENING NON SCREENING N = 1000 DONNE N = 1000 DONNE Risultati falsi positivi: sospette diagnosi di cancro al seno non confermate dopo ulteriori esami 242 -- Biopsie chirurgiche di approfondimento 50 -- Risultati falsi negativi 10 -- Diagnosi di tumore al seno (invasivo + DCIS) 33 20 Sovradiagnosi: diagnosi di tumori al seno che non sarebbero mai evoluti (over treatments) 3-15 -- Decessi per tumore al seno 4 6 Decessi evitati grazie allo screening (in 10 anni e per 1000 donne) 2 ( 0.5 ) -- Fonti: Varie (Barrat et al BMJ 2005; NHSBSP 2006; NCI 2006; Zackrisson BMJ 2006) 43 Goetsche-Nielsen
  43. 43. 44
  44. 44. Thyroid Cancer Incidence and Mortality (USA 1973-2002) Ultrasound increasingly performed in physician’s office / fine needle aspiration Davies, L. et al. JAMA 2006;295:2164-2167. 45 Copyright restrictions may apply
  45. 45. PEGGIOR EFFETTO INDESIDERATO DELLA DIAGNOSI PRECOCE ANTICIPO DELLA DIAGNOSI SENZA BENEFICI 46
  46. 46. Combined Results for the Studies of Lung Cancer Screening With Computed Tomography Bach, P. B. et al. JAMA 2007;297:953-961. 47 Copyright restrictions may apply.
  47. 47. DAGNOSI PRECOCE = UNA “GABBIA” LOGICA  SE L’ESAME SI FA E RISULTA POSITIVO “HO FATTO BENE A FARLO” ANCHE SE È UNA SOVRADIAGNOSI (quest’ultima non può essere mai riconosciuta nel caso singolo)  SE FACCIO L’ESAME E IL RISULTATO È NEGATIVO (O FALSO POSITIVO) “HO FATTO BENE A FARLO, ORA SONO RASSICURATO”  SE NON FACCIO L’ESAME E INSORGE LA MALATTIA “HO FATTO MALE A NON FARLO” CONCLUSIONE: SEMPRE MEGLIO FARE L’ESAME 48
  48. 48. DIAGNOSI PRECOCE = UNA “GABBIA” LOGICA  Se chiedo al mio medico di consigliarmi se fare o non fare un esame di diagnosi precoce.  La risposta sarà con grande probabilità affermativa. Infatti, considerata l’incertezza della medicina e soprattutto della diagnosi precoce, il medico avrà interesse a cautelarsi “minimizzando il proprio rimpianto” di aver eventualmente dato un suggerimento che “ex- post” potrebbe rivelarsi sbagliato. 49
  49. 49. 1 blood test, 250 biomarkers, 3800 US dollars 50
  50. 50. MATSUSHITA, TOTO, INAX Technological advanced toilet with devices to measure: • weight • fat • blood pressure • heart beat • urine sugar and albumine • blood in urine • constipation The results could be analysed by a computer programme or directly sent to a doctor for long distance monitoring. NYT (2004) 51
  51. 51. QUELLO CHE CI FA AMMALARE È UNA EPIDEMIA DI DIAGNOSI 2 gennaio 2007 HG. Welch, L. Schwartz, S. Woloshin 52
  52. 52. BMJ International classification of non-diseases (ICND) (N= 200)  Social fobia  Baldness  Chronic fatigue syndrome  Irritable bowel syndrome  Seasonal affective  Osteoporosis disorders  Menopause  Unhappiness  Cellulite  Anxiety about penis size  Testosterone deficiency  Loneliness  Ageing  Tennis elbow  Pregnancy  Chinese restaurant syndr.  Erectile dysfunction  etc., etc. 53 Source: BMJ 13.04.02
  53. 53. 54
  54. 54. PARADOSSALMENTE I SERVIZI SANITARI SPENDONO MILIARDI PER LOTTARE CONTRO LA MALATTIA MENTRE OGGIOGIORNO ESSI STANNO PIUTTOSTO CREANDO MILIONI DI AMMALATI SUPPLEMENTARI FACENDO SCOMPARIRE LE PERSONE IN BUONA SALUTE 55 03.10.05durabilitasistemisanitari.ppt
  55. 55. 56
  56. 56. LA COSTRUZIONE SOCIALE DELLE MALATTIE STA PER ESSERE SOSTITUITA DALLA COSTRUZIONE INDUSTRIALE DELLE MORBILITÀ SULL’ANSIA E L’ANGOSCIA SOCIALE SULLA CRESCITA DELLA DOMANDA E DEI COSTI SULLA DURABILITÀ DEI SISTEMI SANITARI UNIVERSALI E SULL’ EQUITÀ DI ACCESSO
  57. 57. PRINCIPALI “MINACCE” AD UN’INFORMAZIONE “EVIDENCE BASED” OPUSCOLI “INFORMATIVI” MASS MEDIA (dai servizi e dai produttori di tecnologia) 58
  58. 58. OPUSCOLI E SUPPORTI MEDIA “INFORMATIVI”  ENFATIZZAZIONE DEI SOLI OMISSIONE DI TEMATICHE “BENEFICI” RILEVANTI PER IL PAZIENTE/UTENTE (anche se unicamente TERMINOLOGIA TECNICA NON potenziali) SPIEGATA ELENCO INCOMPLETO DELLE OMISSIONE DEGLI EFFETTI POSSIBILI OPZIONI DI DIAGNOSI DI INDESIDERATI, DEI RISCHI E DELLE CURA INCERTEZZE INFORMAZIONI IMPRECISE OBSOLETE OMISSIONE DELLE CONTROVERSIE ACCENTO POSTO SUI BENEFICI DI TIPO SCIENTIFICO (anche se potenziali) E TENTENZA ALL’OMISSIONE DEI RISCHI LE INCERTEZZE SONO IGNORATE 59 Fonte: Angela Coulter, BMJ and Health Expectations
  59. 59. “SCREENING” CANCRO AL PANCREAS DISPONIBILITÀ AD ACCETTARE LO “SCREENING” IN FUNZIONE DELLA QUALITÀ DELL’INFORMAZIONE DATA POPOLAZIONE GENERALE, N=900, SVIZZERA, 1998) 60
  60. 60. INFORMAZIONE “STANDARD” (N=450) IN OCCASIONE DI UN’ABITUALE VISITA DI CONTROLLO, IL MEDICO LE CHIEDE SE LEI È D’ACCORDO DI SOTTOPORSI AD UN TEST DIAGNOSTICO (CHE CONSISTE IN UN ESAME DEL SANGUE) IN GRADO DI DIAGNOSTICARE PRECOCEMENTE (CIOÈ PRIMA CHE LA MALATTIA MANIFESTI DEI SINTOMI) L’ESISTENZA DI UN CANCRO AL PANCREAS. QUALE SAREBBE LA SUA DECISIONE? 61
  61. 61. INFORMAZIONE “ESTESA” (N=450)  INFORMAZIONE “STANDARD” +  IL TEST NON È PRECISO (70% FALSI POSITIVI)  ESAMI SUPPLEMENTARI IN OSPEDALE PER CONFERMARE O NO IL RISULTATO DEL TEST (COMPRESA MRI)  IN SVIZZERA OGNI ANNO, 11 PERSONE SU 100’000 SONO COLPITE DA CANCRO AL PANCREAS  SU 100 PERSONE COLPITE DA CANCRO AL PANCREAS SOLO 2 SONO ANCORA IN VITA DOPO 5 ANNI QUALE SAREBBE LA SUA DECISIONE? 62
  62. 62. DISPONIBILITÀ AD ACCETTARE LO“SCREENING” % INFORMAZIONE “STANDARD” N=450) % INFORMAZIONE “ESTESA” N=450) 70 70 65% 60% 60 60 50 50 40 40 30 26% 30 21,5% 20 20 14% 13,5% 10 10 0 0 ACCETTA NON VUOLE UN ACCETTA NON VUOLE UN IL TEST ACCETTA “SECONDO IL TEST ACCETTA “SECONDO PARERE” + PARERE” + “NON SA” “NON SA” 63 Fonte: Domenighetti, Grilli, Maggi Health Expectation (2000)
  63. 63. LE ATTESE VERSO L’EFFICACIA DELL’IMPRESA MEDICO SANITARIA NELLA PROMOZIONE DEL “BENESSERE” INDIVIDUALE E SOCIALE SUPERANO OGNI RAGIONEVOLE EVIDENZA 64
  64. 64. POLITICA SANITARIA STRUTTURALE CULTURALE RIORGANIZZARE I SISTEMI “UNIVERSALI” IN FUNZIONE INFORMAZIONE/ DELLE RISORSE DISPONIBILI COMUNICAZIONE (INDIVIDUALI E COLLETTIVE). RICONDURRE LE ATTESE ALLA GARANTIRE UN ACCESSO REALTA DELL’ “EVIDENZA” E EQUO AD UN “PACCHETTO” DI DELLA DISPONIBILITA DI PRESTAZIONI ADEGUATE E RISORSE. “ESSENZIALI” RIDURRE IL CONSUMISMO (Technology Assessment) 65
  65. 65. DEPROGRAMMARE LA SOCIETÀ CIVILE RICONDURRE LE ATTESE ALLA REALTÀ (COMPITO DELLA PROFESSIONE MEDICA) 66
  66. 66. PER PROMUOVERE UN ACCESSO PIÙ CONSAPEVOLE ALLE PRESTAZIONI ED AI SERVIZI NON SAREBBE FORSE PIÙ UTILE PORRE L`ACCENTO ANCHE SUI RISCHI E SUGLI EVENTI INDESIDERATI ( che di regola vengono omessi o sottaciuti ) ? 67
  67. 67. RICONDURRE LE ATTESE ALLA REALTÀ  LA MORTE È INEVITABILE;  LA MAGGIOR PARTE DELLE MALATTIE GRAVI NON POSSONO ESSERE GUARITE;  GLI ANTIBIOTICI NON SERVONO PER L’INFLUENZA;  LE PROTESI DELL’ANCA OGNI TANTO SI ROMPONO;  GLI OSPEDALI SONO LUOGHI PERICOLOSI;  OGNI PRODOTTO FARMACEUTICO HA ANCHE EFFETTI SECONDARI;  LA MAGGIOR PARTE DEI TRATTAMENTI MEDICI DANNO SOLO BENEFICI MARGINALI E MOLTI NON FUNZIONANO AFFATTO;  GLI SCREENING DANNO ANCHE RISULTATI FALSI POSITIVI E FALSI NEGATIVI;  E CI SONO MODI MIGLIORI DI SPENDERE I SOLDI CHE SPENDERLI PER ACQUISTARE TECNOLOGIA MEDICA. 68 Fonte: R.Smith, Editor British Medical Journal (1999)
  68. 68. « Le culture cambiano al ritmo dei secoli » CONFUCIO (551-479 av. J-C)
  69. 69. Buone notizie. Secondo Google, lei non ha niente. 70

×