Legislazione Italiana Vino Primo Livello

5,392 views

Published on

  • Be the first to comment

Legislazione Italiana Vino Primo Livello

  1. 1. Legislazione Italiana del Vino
  2. 2. Cosimo III De’Medici Camillo Benso Conte di Cavour Bettino Ricasoli
  3. 3. <ul><li>   1963 : LEGGE N° 116 , D.P.R. N° 930 </li></ul><ul><li>&quot;DISCIPLINA ORGANICA SUI VINI PREGIATI&quot; </li></ul><ul><li>lClassificazione dei vini di qualità in 2 categorie </li></ul><ul><li>    Vino da Tavola </li></ul><ul><li>    Vino di Qualità Prodotto in Regione Determinata (Vino D.O.C. , Vino D.O.C.G.) </li></ul>
  4. 4.   1987 RRegolamenti UE n° 822 e n° 823
  5. 5. n° 822 &quot;IL VINO E' IL PRODOTTO OTTENUTO ESCLUSIVAMENTE DALLA FERMENTAZIONE ALCOLICA TOTALE O PARZIALE DI UVE FRESCHE PIGIATE O NON PIGIATE, O DI MOSTI D'UVA&quot;
  6. 6. n° 823 identifica i V.Q.P.R.D., detta le basi per l'affermazione della qualità e stabilisce i principali elementi dei disciplinari di produzione.
  7. 7. 1992 : Legge n° 164 del 10.2.92 &quot;Nuova disciplina sulle denominazioni d'origine&quot; ( armonica con le norme UE )
  8. 8. La Legge N° 164 del 10.2.1992 (legge Goria) in particolare stabilisce i contenuti obbligatori dei disciplinari di produzione dei vini I.G.T. , D.O.C. e D.O.C.G.
  9. 9. <ul><li>NUOVA CLASSIFICAZIONE CON DISCIPLINARI DI PRODUZIONE CHE STABILISCONO PARAMETRI E CARATTERISTICHE PER IGT, DOC E DOCG: </li></ul>la &quot;PIRAMIDE QUALITATIVA&quot;
  10. 12. Contenuti obbligatori nel disciplinare (1) <ul><li>a)  LA DENOMINAZIONE DI ORIGINE; </li></ul><ul><li>(Doc almeno da 5 anni) </li></ul><ul><li>b)  LA DELIMITAZIONE DEL TERRITORIO DI PRODUZIONE DELLE UVE; </li></ul><ul><li>c)  LA RESA MASSIMA DI UVA (E DI VINO) PER ETTARO; </li></ul><ul><li>d)  LE CONDIZIONI DI PRODUZIONE (E TECNICHE DI COLTURA); </li></ul>
  11. 13. Contenuti obbligatori nel disciplinare (2) <ul><li>e)   LE CARATTERISTICHE FISICO-CHIMICHE ED ORGANOLETTICHE DEL VINO; </li></ul><ul><li>f) IL TITOLO ALCOLOMETRICO MINIMO AL CONSUMO </li></ul><ul><li>g)  MODALITA' DELL'ESAME CHIMICO ED ORGANOLETTICO; </li></ul><ul><li>h)  EVENTUALE PERIODO DI INVECCHIAMENTO IN BOTTE ED AFFINAMENTO IN BOTTIGLIA: </li></ul>
  12. 14. “ CLASSICO”, “RISERVA” e “SUPERIORE” <ul><li>CLASSICO – menzione riservata a vini non spumanti prodotti nella zona di origine più antica </li></ul><ul><li>RISERVA – menzione riservata a vini non spumanti sottoposti a maggior invecchiamento (in genere non meno di due anni) </li></ul><ul><li>SUPERIORE – menzione prevista da alcuni disciplinari per vini con titolo alcolometrico di almeno 1% superiore a quello del vino base </li></ul><ul><li>NOVELLO – menzione riservata a vino ottenuto da macerazione carbonica (almeno 30%) immesso al consumo dal 6 novembre dell’anno della vendemmia </li></ul>
  13. 15. <ul><li>Come ci vedono all'estero... </li></ul><ul><li>http://terroir.winelibrary.com/2007/01/30/the-italian-wine-label-or-what-the-hell-is-this/ </li></ul>
  14. 16. L'etichetta <ul><li>Esigenze legislative </li></ul><ul><li>Scelte commerciali </li></ul><ul><li>Pubblico di riferimento </li></ul>
  15. 17. L'etichetta <ul><li>Denominazione del prodotto e relativa classificazione di qualità (D.O.C.G.) </li></ul><ul><li>Marchio commerciale </li></ul>
  16. 18. <ul><li>L'etichetta </li></ul><ul><li>Indicazione della sottozona o tenuta o vigna </li></ul><ul><li>Indicazione dell’Azienda imbottigliatrice (in questo caso è lo stesso produttore) e del luogo di imbottigliamento </li></ul>
  17. 19. <ul><li>L'etichetta </li></ul><ul><li>Indicazioni ecologiche </li></ul><ul><li>Titolo alcolometrico </li></ul><ul><li>Lettera “ e “ relativa al contenitore a norma europea </li></ul>
  18. 20. Esempio etichetta DOCG
  19. 21. Esempio etichetta DOC
  20. 22. Esempi etichette IGT
  21. 23. Esempi etichette VDT

×