Le risorse elettroniche per la ricerca-Cirulli

1,948 views

Published on

Slides corso risorse elettroniche per la ricerca 4.ed Teoria

Published in: Education, Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,948
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
139
Actions
Shares
0
Downloads
58
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Le risorse elettroniche per la ricerca-Cirulli

    1. 1. Le risorse elettroniche per la ricerca Carmen Cirulli Area Sistema Bibliotecario di Ateneo
    2. 2. Obiettivi del corso <ul><li>Fornire le competenze necessarie: </li></ul><ul><li>per l’utilizzo delle risorse elettroniche e cartacee messe a disposizione dall’Ateneo; </li></ul><ul><li>Per impostare una efficace ricerca bibliografica; </li></ul><ul><li>Informare sui servizi bibliotecari dell’Ateneo . </li></ul>
    3. 3. Indice <ul><li>Periodici elettronici e SFX </li></ul><ul><li>Banche dati </li></ul><ul><li>E-books </li></ul>
    4. 4. Periodici elettronici <ul><li>Definizione di periodico elettronico </li></ul><ul><li>manca un definizione standard; </li></ul><ul><li>il termine periodico riconduce a una serialità della pubblicazione, oggi sembra non essere più adeguato all’oggetto immateriale in trasformazione; </li></ul><ul><li>l’attenzione si sposta dalla unità fisica del fascicolo all’unità intangibile del documento. </li></ul>
    5. 5. Periodici elettronici <ul><li>Nascita del periodico elettronico </li></ul><ul><li>attribuzione controversa: fine anni ‘80/inizio anni ’90 esistevano solo alcune decine di periodici elettronici (contesto accademico) </li></ul><ul><li>Missouri Journal of Mathematical Sciences Articles </li></ul><ul><li>vol. 0, issue 1 (autunno 1988) </li></ul><ul><li>New Horizons in Adult Education </li></ul><ul><li>vol. 1, n. 1 (autunno 1987) </li></ul><ul><li>Postmodern Culture </li></ul><ul><li>vol.1, n.1 (settembre 1990) </li></ul>
    6. 6. Periodici elettronici <ul><li>Il mercato dell’editoria elettronica </li></ul><ul><li>Pubblicazioni per il contesto universitario e di ricerca potenzialmente già tutte disponibili ad oggi in versione elettronica; </li></ul><ul><li>Ingresso nel mercato del 1992 degli editori commerciali, con forte incremento dal 1995 (presenza di aggregatori); </li></ul><ul><li>Crescita esponenziale delle versioni elettroniche. </li></ul>
    7. 7. Periodici elettronici <ul><li>Le liste: strumenti di controllo </li></ul><ul><li>NewJour : lista di discussione per gli annunci di nuovi e-journal con oltre 2400 iscritti. La lista è affiancata da un archivio contenente le schede con link agli e-journal: 17.550 (giugno 2006). </li></ul><ul><li>Directory of electronic Journals,Newletters, and Academic Discussion List . ARL, Association of Research Libraries (1.ed. gennaio 2000) </li></ul>
    8. 8. Periodici elettronici La crescita negli ultimi anni
    9. 9. Periodici cartacei e elettronici <ul><li>Periodici cartacei e elettronici si differenziano per il supporto in cui </li></ul><ul><li>sono editi. </li></ul><ul><li>La maggior parte dei periodici a stampa ha ora una versione </li></ul><ul><li>accessibile anche su internet o su cd-rom. Alcuni periodici mettono a </li></ul><ul><li>disposizione servizi di ricerca nei propri archivi , consentendo la </li></ul><ul><li>consultazione di indici e abstract e spesso di articoli full-text. </li></ul><ul><li>L'accesso a queste risorse può essere gratuito o a pagamento . </li></ul><ul><li>Sempre più frequentemente stanno nascendo anche periodici </li></ul><ul><li>completamente elettronici che hanno cioè solo il formato digitale. </li></ul>
    10. 10. Periodici scientifici: peer review <ul><li>Periodici scientifici contengono informazione aggiornata e </li></ul><ul><li>approfondita sugli sviluppi della ricerca nei diversi ambiti disciplinari. </li></ul><ul><li>Gli articoli, prima della pubblicazione, sono valutati da esperti della </li></ul><ul><li>materia che ne garantiscono la validità metodologica e e la qualità dei </li></ul><ul><li>risultati ( peer review ). </li></ul><ul><li>http://www.biblio.polimi.it/internet/elenco_periodici.php? ABC=A </li></ul>
    11. 11. Periodici scientifici: e-prints <ul><li>Le copie elettroniche di articoli di ricerca ( e-prints ) che non sono </li></ul><ul><li>ancora stati sottoposti al processo di peer-review sono detti </li></ul><ul><li>pre-prints , gli articoli che hanno superato il vaglio dei revisori </li></ul><ul><li>post-print . </li></ul>
    12. 12. Periodici elettronici ad accesso libero <ul><li>Cosa sono le riviste ad accesso libero? </li></ul><ul><li>Sono pubblicazioni a testo completo accessibili gratuitamente online. </li></ul><ul><li>Gli editori di queste riviste utilizzano modelli economici alternativi </li></ul><ul><li>all'abbonamento, dai finanziamenti di istituzioni ed associazioni al </li></ul><ul><li>modello &quot;author pays&quot; con il quale sono gli stessi autori (o meglio, le </li></ul><ul><li>istituzioni che ne finanziano le ricerche) che pagano per consentire il </li></ul><ul><li>libero accesso ai propri articoli. Queste riviste inoltre non richiedono la </li></ul><ul><li>cessione del copyright da parte degli autori. </li></ul>
    13. 13. Periodici elettronici ad accesso libero: l’iniziativa Open Access <ul><li>L' Open Access è un'insieme di iniziative internazionali che sono </li></ul><ul><li>nate con lo scopo primario di arginare l'esponenziale aumento dei costi </li></ul><ul><li>di abbonamento ai periodici scientifici che toglie fondi alla ricerca. </li></ul><ul><li>L'OA propone nuovi modelli di comunicazione con l'obiettivo di rendere </li></ul><ul><li>l'informazione scientifica accessibile gratuitamente a tutti. </li></ul><ul><li> </li></ul><ul><li>In questo movimento convivono due strategie complementari: </li></ul><ul><li>Pubblicazione di periodici Open Access da parte di editori aderenti al movimento che non fanno pagare il servizio di accesso online, ma prevedono forme alternative di finanziamento; </li></ul><ul><li>Auto-archiviazione da parte degli scienziati dei propri articoli in archivi aperti liberamente accessibili online. </li></ul>
    14. 14. DOAJ <ul><li>Un elenco di riviste peer-reviewed ad accesso libero è il </li></ul><ul><li>DOAJ: Directory of Open Access Journals . </li></ul>
    15. 15. SFX <ul><li>SFX nasce da un progetto di ricerca sviluppato da Università di Ghent in collaborazione con Ex Libris </li></ul><ul><li>SFX è all’origine dell’OpenURL e si basa interamente su questo </li></ul><ul><li>OpenURL 1.0 Standard NISO 39.88 </li></ul>
    16. 16. SFX <ul><li>A partire dalla citazione bibliografica di un articolo rintracciata su una banca dati, è possibile: </li></ul><ul><ul><li>collegarsi al testo pieno dell’articolo in formato elettronico </li></ul></ul><ul><ul><li>accedere ad eventuali servizi aggiuntivi disponibili per quello articolo </li></ul></ul><ul><ul><li>ottenere supporto attraverso lo staff della Biblioteca </li></ul></ul>
    17. 17. SFX
    18. 18. Banche dati <ul><li>Cosa è una banca dati? </li></ul><ul><li>Si tratta di un archivio contenente informazioni, memorizzate su un supporto, che viene utilizzato per rispondere a interrogazioni più o meno complesse. </li></ul><ul><li>“ Insieme digitale strutturato e organizzato di descrizioni standard, su un determinato argomento o disciplina o evento, in forma testuale o multimediale, con link anche ipertestuali, accessibile all'utenza attraverso interfacce che ne permettano l'interrogazione e il recupero di dati con modalità di colloquio che ne permetta la crescita&quot;. Antonella De Robbio (Università degli Studi di Padova) </li></ul>
    19. 19. Banche dati <ul><li>Chi può accedere al servizio banche dati? </li></ul><ul><li>L'accesso è consentito al personale e agli studenti dell'Ateneo milanese da tutte le postazioni collegate alla rete di Ateneo (Polimi), secondo le modalità stabilite per ciascuna banca dati. </li></ul><ul><li>Tramite proxy server </li></ul><ul><li>Tutte le informazioni alla pagina </li></ul><ul><li>http://www.biblio.polimi.it/internet/ elenco.php ? tipo=bd </li></ul>
    20. 20. E-books <ul><li>Definizione non univoca e condivisa , </li></ul><ul><li>compresa tra due estremi: </li></ul><ul><li>dall’enfasi su contenuti in versione digitale come condizione sufficiente (es: la versione elettronica di un libro) (gli entusiasti–ottimisti); </li></ul><ul><li>alla focalizzazione su un mezzo tecnologico autonomo: il device (i pessimisti–scettici); </li></ul><ul><li>Denominatore comune: traccia la distanza dal suo riferimento naturale (oggetto libro) </li></ul>
    21. 21. E-books <ul><li>Qualche definizione : </li></ul><ul><li>An ebook is an electronic (or digital) version of a book (fonte:wikipedia) </li></ul><ul><li>eBooks are real books:Books aren’t paper print and binding:They’re the ispiration and perspiration; the ideas and concepts; the love and labor of people who have the desire to communicate with others </li></ul><ul><li>(fonte:http://www.ereader.com/) </li></ul>
    22. 22. <ul><li>Tipologie di….. e-book (?) </li></ul><ul><li>Versione e- di un libro cartaceo (digitalizzato); es: Trattato </li></ul><ul><li>Rondelet ( http://www.biblio.polimi.it/internet/ rondelet.html ) </li></ul><ul><li>Versione e- di un libro cartaceo (ridigitato); es.:versioni pirata di Harry Potter, oppure La Divina Commedia </li></ul><ul><ul><li>http://www.liberliber.it/biblioteca/a/alighieri/la_divina_commedia/ html /testo_01.htm </li></ul></ul><ul><li>Versione e- di un libro cartaceo (nato e-); es: libri polipress </li></ul><ul><li>L’enciclopedia o il dizionario su CD? </li></ul>E-books
    23. 23. E-books <ul><li>Oggi un e-book tende ad essere la versione elettronica (prevalentemente on-line) ex-post di un contenuto prodotto sulla filiera tradizionale dell’editoria cartacea. </li></ul><ul><li>In futuro … </li></ul>
    24. 24. E-books <ul><li>Il Politecnico di Milano, oltre a una serie di enciclopedie </li></ul><ul><li>(Britannica, Elsevier, Wiley e Oxford University Press) </li></ul><ul><li>e dizionari ha adottato alcune collezioni: </li></ul><ul><li>Referex : collezione di e-books della Elsevier, abbiamo acquisito </li></ul><ul><li>per un anno tutte e tre i pacchetti disciplinari: </li></ul><ul><li>Materials and Mechanical: 118 titoli </li></ul><ul><li>Electronics and Electrical: 110 titoli </li></ul><ul><li>Chemical, Petrochemical and Process: 93 titoli </li></ul><ul><li>EngnetBASE : collezione di e-books di ingegneria del CRC Press, </li></ul><ul><li>255 titoli (un anno di abbonamento), vengono aggiunti </li></ul><ul><li>periodicamente nuovi titoli </li></ul>
    25. 25. E-books <ul><li>Casalin i: una selezione di e-books italiani, 17 titoli di storia dell’arte e dell’architettura (i testi sono acquisiti per sempre) </li></ul><ul><li>Taylor & Francis : </li></ul><ul><li>pacchetto disciplinare per Ingegneria Civile (100 titoli) </li></ul><ul><li>pacchetto disciplinare per Architettura (100 titoli) </li></ul><ul><li>Pacchetto composto da noi con testi di Economia e finanza (100 titoli) </li></ul><ul><li>Wiley : collezione di e-books di ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni (30 titoli) </li></ul><ul><li>ASM Handbook: opera che contiene i venti volumi della famosa enciclopedia edita dall’American Society for Metals </li></ul><ul><li>Lecture Notes in Computer Science </li></ul>
    26. 26. Il servizio proxy di Ateneo Cos’è il proxy <ul><li>Il proxy di Ateneo per l’accesso remoto alle risorse in abbonamento </li></ul><ul><li>tipicamente l’accesso alle risorse elettroniche in abbonamento avviene tramite controllo indirizzi IP </li></ul><ul><li>predisposto un servizio in collaborazione con l’Area ASI per accesso da remoto </li></ul><ul><li>servizio basato su server proxy (permette di accedere con indirizzi IP di Ateneo) </li></ul><ul><li>accesso tramite sistema di autenticazione di Ateneo (per garantire accesso solo ad utenti istituzionali) </li></ul><ul><li>per motivi di sicurezza: password diversa da quella standard </li></ul><ul><li>FAQ su utilizzo proxy per le risorse elettroniche: www.biblio.polimi.it/ proxy / faq.html </li></ul>
    27. 27. Il servizio proxy di Ateneo Checklist generale <ul><li>Conosci la tua user e password di Ateneo (quella necessaria per esempio per accedere ai servizi WebPoliself) ? </li></ul><ul><li>Sei riuscito a fare login sul sito http://www.asi.polimi.it/rete/ proxy / con user e password indicate al punto 1 ? </li></ul><ul><li>Sei riuscito a creare una nuova password per il servizio proxy nella pagina http://www.asi.polimi.it/rete/ proxy / utenti.html ? (per i dottorandi è la stessa pw con cui si accede ai servizi webpoliself ) </li></ul><ul><li>Sei riuscito a configurare il browser attivando il proxy e indicando come sorgente della configurazione lo script automatico di configurazione http:// wpad.polimi.it / wpad.dat ? </li></ul><ul><li>Quando navighi e cerchi di accedere ad una risorsa in abbonamento, ti viene chiesta la prima volta user e password in una finestra separata del browser ? [ La user e password dovrebbero essere chieste, salvo timeout, una sola volta per sessione di uso del browser ] </li></ul><ul><li>Quando dai la tua user e password per il proxy ottieni risposta positiva? In caso contrario che messaggio ricevi? </li></ul>
    28. 28. Il servizio proxy di Ateneo Altre informazioni utili <ul><li>A) Quale browser e quale sistema operativo usi? </li></ul><ul><li>B) A quale risorsa stai cercando di accedere? </li></ul><ul><li>C) Che eventuali messaggi di errore hai ricevuto? In quale fase del processo? </li></ul><ul><li>Nel caso di problemi è disponibile un servizio di HelpDesk http://www.asi.polimi.it/rete/proxy/segnalazioni/ </li></ul><ul><li>Per usufruirne è necessario autenticarsi con l' autenticazione di Ateneo https://www5.ceda.polimi.it/aunicalogin/aunicalogin.jsp?c_application=24610 (Aunicalogin). Sono disponibili due moduli di segnalazione in base al tipo di problema riscontrato. L'assistenza verrà fornita via e-mail </li></ul>

    ×