Bed and Breakfast I Visconti
Bed and Breakfast Napoli I Visconti,
Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli
Webiste:http://www...
Bed and Breakfast I Visconti
Bed and Breakfast Napoli I Visconti,
Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli
Webiste:http://www...
Bed and Breakfast I Visconti
Bed and Breakfast Napoli I Visconti,
Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli
Webiste:http://www...
Bed and Breakfast I Visconti
Bed and Breakfast Napoli I Visconti,
Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli
Webiste:http://www...
Bed and Breakfast I Visconti
Bed and Breakfast Napoli I Visconti,
Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli
Webiste:http://www...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

21 cose da fare (e 21 cose da non fare) a Napoli

850 views

Published on

Una guida ai comportamenti da osservare in città, utile sia al turista sia al cittadino!

Published in: Self Improvement
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
850
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

21 cose da fare (e 21 cose da non fare) a Napoli

  1. 1. Bed and Breakfast I Visconti Bed and Breakfast Napoli I Visconti, Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli Webiste:http://www.napolibandb.it Telefono: +39 0815529124 Email: info@napolibandb.it Napoli è una città meravigliosa ed è meravigliosamente diversa dalla tipica città Italiana. Questa sua caratteristica eccezionalità può far sì che il turista, o chi vi si è appena trasferito (se qualcuno tra voi lettori si è appena trasferito a Napoli, per favore, ci spieghi perché nei commenti), incappi in due macro-errori, il primo dei quali consiste nel perdersi le cose migliori che Napoli ha da offrire, il secondo nel comportarsi in maniera tale da incappare in inconvenienti spesso assai spiacevoli. Napoli è sì una città piena di problemi, ma è anche una città ricca di meraviglie. Lamentarsi dei primi senza imparare ad approfittare delle seconde è un atteggiamento poco sensato e, comunque, non costruttivo. Abbiamo quindi preparato per voi, o simpatici lettori una doppia lista di suggerimenti su cosa fare e su cosa non fare a Napoli. Ecco la duplice lista! 21 cose da fare a Napoli 1. Ovviamente, mangiare la Pizza. Evitate però le pizzerie dall’aspetto “nobile” e raffinato. Più lerce e squallide sembrano, più le pizzerie napoletane sono in grado di offrirvi altissima qualità! Le migliori sono quelle del centro storico. Evitate il Vomero e i quartieri “bene”. Lì la pizza è piccola, cara e poco appetitosa. Scegliete invece le pizzerie di Via dei Tribunali: Di Matteo (frittura e margherita!), Vesi, Pizzeria “I Decumani” (la pizza chiamata “Decumani” è un’imperdibile superpizza multigusto che, in barba alla tradizione che ammetterebbe solo la margherita e pochi altri tipi di pizza, è uno sballo! Se volete la pizza fritta con cicoli e ricotta (e la volete, anche se non sapete cosa siano icicoli, ve lo assicuro) andate a Porta Capuana, all’antica Pizzeria Costa e ordinatene due a testa. Una leggenda vorrebbe che Michele a Forcella faccia la migliore pizza di Napoli. La cosa non è lontana dalla realtà, ma ci sono almeno due grossi svantaggi: primo, Michele fa solo margerita e marinara e, secondo, vi caccia appena avete finito di pappare! 2. Passeggiare per il centro. Se avete tempo, godetevi una bella passeggiata per il centro storico. E’ qui che si respira la vera aria della città. E’ quei che il businessman e il teppista condividono spazi e ossigeno. E’ qui che la musica neomelodica che ascoltano le donne mentre fanno le pulizie si mescola alle prove degli studenti del conservatorio, mentre odori di ragù, dolci, caffè, pesce, cipolle, fiori e forni a legna si mescolano per dar vita alla tipica fragranza partenopea. Non dimenticate che il centro storico di Napoli è Patrimonio Unesco! Vorrà pur dire qualcosa… 3. Andate a vedere il Monastero di Santa Chiara e il suo meraviglioso chiostro maiolicato e godete con gli occhi.
  2. 2. Bed and Breakfast I Visconti Bed and Breakfast Napoli I Visconti, Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli Webiste:http://www.napolibandb.it Telefono: +39 0815529124 Email: info@napolibandb.it 4. Quando mangiate la pizza, accompagnatela con la tipica frittura napoletana: zeppole, panzarotti, palle di riso, melanzane fritte e dorate, scagliozzi (pezzi di polenta fritti), frittelle di alghe, di fiori di zucca (i “ciurilli”) e tutto quello che potete trovare. I posti migliori dove assaggiare la frittura napoletana sono la Friggitoria Vomero e la rinomata Pizzeria Di Matteo. 5. Vistate la Cappella San Severo. E’ un posto incredibile, pieno di mistero e di capolavori di scultura. Il cristo velato e le misteriose macchine anatomiche (cadaveri mummificati i cui capillari sono stati resi solidi da un veleno alchemico o sculture prodigiose?) vi stupiranno e vi inquieteranno. 6. Visitate il Museo Archeologico soprattutto per la collezione Farnese. Le enormi sculture vi stupiranno! 7. Fate shopping: in tempo di saldi i prezzi sono convenientissimi, rispetto alle altre città italiane. 8. Se vi fermate in una trattoria del centro, provate a ordinare la pasta col pomodoro fresco. Non sottovalutatela! E’ una cosa incredibile! 9. Sappiate che Napoli è una città pullulante di artisti contemporanei, gallerie e curatori. Ma il meglio di sé Napoli, in campo artistico, lo ha dato in una zona d’ombra che nel ’900 è stata lontana dalle avanguardie. Se siete amanti dell’arte e vorrete comprare qualcosa, pensate a veri maestri come Elio Waschimps e, nel contemporaneo, non fatevi abbindolare dai lustrini del Pan e dalle mostre sponsorizzate dal Comune. Andate piuttosto a far visita ad un posto come la Galleria Mediterranea. 10. Studiate attentamente la situazione politica, sociale ed economica della città, soprattutto se siete italiani. Napoli è un laboratorio dove le cose accadono un po’ prima che accadano, simili, nelle altre città di’Italia. Se qui aumenta la disoccupazione, l’anno dopo aumenterà in tutta la nazione, se qui la politica viene avvelenata da fanfaroni pseudorivoluzionari ma privi di vera fattività, l’anno dopo accadrà lo stesso su scala nazionale. E’ per questo che i Napoletani si sentono più furbi del resto dei loro connazionali: hanno già fatto esperienza del futuro. 11. Provate i due tipi di sfogliatella: la riccia e la frolla. Dovete decidere da che parte stare! Le migliori le trovate da Pintauro, da Scaturchio e da Mary sotto la Galleria Umberto I. Per alcuni, però, non esiste discussione: la migliore sfogliatella napoletana è quella della pasticceria Attanasio che, poiché collocata nei pressi della stazione, è perfetta per acquistarvi un bel pacchetto da portare agli amici. 12. Se siete cinefili fate un salto al mercato della Duchesca, zona conosciuta anche come la Maddalena. Alle spalle della statua di Garibaldi, in piazza Garibaldi (ehm..) troverete DVD, Blu- Ray e cofanetti originalissimi a pressi ridicoli, a partire da un euro!
  3. 3. Bed and Breakfast I Visconti Bed and Breakfast Napoli I Visconti, Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli Webiste:http://www.napolibandb.it Telefono: +39 0815529124 Email: info@napolibandb.it 13. Fate il gioco di Piazza Plebiscito: ponetevi al con le spalle rivolte al Palazzo Reale, all’estremità della Piazza e cercate di raggiungere l’estremità opposta, quella dominata dalla Basilica di San Francesco di Paola senza guardare. Dovreste riuscire a camminare in linea retta attraversando centralmente la piazza. Non ci riuscirete. Ovviamente avrete bisogno di un amico che vi controlli 14. Provate la cioccolata Napoletana: Gay-Odin, famoso per il suo cioccolato “Foresta”, è il marchio per eccellenza e ha punti vendita sparsi per la città. Forse meno elegante, ma meno costosa e addirittura più buona è forse la cioccolata di Perzechella a Santa Chiara. Un altro marchio degno di nota è Gallucci. Nudi, croccanti e invenzioni straordinarie sono il fiore all’occhiello della rinomata tradizione della cioccolata napoletana. 15. Consumate un pranzo a base di pesce al Borgo Marinari (l’isolotto di Megaride). Ci sono ristoranti molto cari, ma anche un paio di trattorie fantastiche ed economiche. L’atmosfera è impagabile. 16. Provate i vini campani! Sono eccellenti. Il Falerno del Massico è un rosso potentissimo e densissimo (tra i migliori vini al mondo) ed eccellenti sono anche, tra i rossi, l’Aglianico del Taburno e il Taurasi. Tra i bianchi non perdete, con la vostra cena a base di pesce, il Fiano di Avellino. Se vi piace pasteggiare con lo spumante, allora il vostro vino e il frizzante “Ischia”. 17. Comprate per voi o per un vostro amico una cravatta napoletana (sapevatelo!). 18. Il caffè è quasi sempre ottimo (e sarà comunque migliore che altrove), ma se volete l’eccellenza entrate in un bar “Mexico”. 19. Se amate il presepe o se non lo amate, ma vorreste, nel periodo natalizio (che qui comincia a settembre) andate a via San Gregorio Armeno: una piccola strada al centro storico dove troverete il meglio dell’arte presepiale napoletana. Sappiate che è molto cara! 20. Nei pressi di San Gregorio Armeno, svoltato l’angolo per Via Tribunali, vi troverete di fronte alla pasticceria Capparelli. Attualmente fa il migliore babà di Napoli. Se non sapete cosa sia un babà, beh.. provatelo. 21. Andate a Castel Sant’Elmo e godete del Panorama: è mozzafiato. Nel castello potrete anche visitare il Museo Napoli Novecento (1910-1980) per un museo in progress (chiuso il martedì). Un museo serio, sebbene incompleto, sul ’900 napoletano. Info qui.
  4. 4. Bed and Breakfast I Visconti Bed and Breakfast Napoli I Visconti, Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli Webiste:http://www.napolibandb.it Telefono: +39 0815529124 Email: info@napolibandb.it 21 cose da NON fare a Napoli 1. Non comprate pacchi di pasta multicolore o dai nomi improbabili (cose come “cazzetti e fichette”): nessun napoletano mangia veramente questa roba che è solo paccottiglia per turisti boccaloni. Qui si mangia la stessa pasta che si usa nel resto d’Italia! 2. Non date retta ai tizi che alla stazione ferroviaria vi chiedono “Taxi?”: sono degli abusivi imbroglioni e, forse, vi chiederanno un sacco di soldi. Lo stazionamento dei Taxi è appena al di fuori della stazione. 3. Non girate per i quartieri più malfamati con l’aria del turista scemo: niente cartine in bella mostra, aria sorpresa e Rolex d’oro al polso! I quartieri malfamati sono in tutte le grandi città, solo che quelli di Napoli sono più belli e potrebbero trarvi in inganno! 4. Non perdete tempo in ristoranti cinesi, indiani, giapponesi o coreani… ce ne sono di buonissimi, ma se siete venuti qui, mangiate italiano, anzi… Napoletano! 5. Non fermatevi MAI vicino ai capannelli di gente che giocano alle tre carte o ai tre bussolotti! Siete mica scemi? Non capiamo come ci sia ancora qualcuno che ci casca. E’ tutto un imbroglio e non vi conviene proprio mettervi, eventualmente, a discutere con questi tizi! (ce ne sono alcuni lungo corso Umberto I) 6. Non date retta a quelli che, specialmente nei pressi della stazione ferroviaria, vi propongono computer, telefonini, iPad e altre amenità “arrubbate”. Alla fine, in cambio dei vostri soldi, vi daranno solo un “pacco”, il classico mattone… Anche in questo caso non riusciamo ancora a capire come possa esistere qualcuno che ancora ci casca! 7. Se tifate Juventus, non ditelo a nessuno. E’ un consiglio da amico. 8. Se vi imbattete in qualche tizio strano, dall’aria poco raccomandabile, non lo fissate negli occhi o vi apostroferà con parole che voi non capirete e le incomprensioni spesso degenerano… 9. Al bar non zuccherate il caffè prima di chiedere se è amaro! Spesso viene servito già zuccherato! 10. Non comprate sigarette “di contrabbando”: sono fasulle e fatte con Dio solo sa cosa! Il contrabbando vero di sigarette vere è stato debellato anni fa. 11. Se volete andare in bicicletta, non fidatevi della segnaletica, ormai sbiadita, della famigerata “pista ciclabile”. Seguendola ciecamente andreste a sbattere contro qualche muro, finireste in un fosso o forse persino in mare… Se vi capita, fate causa al sindaco De Magistris! 12. Non attardatevi a raggiungere l’aeroporto per il volo di ritorno! Il traffico potrebbe essere letale e voi potreste perdere l’aereo! 13. Non credete alla leggenda dei semafori rossi non rispettati! da anni il traffico a Napoli è rispettosissimo del codice della strada e telecamere e vigili sono molto attenti… Non rischiate multe per una diceria!
  5. 5. Bed and Breakfast I Visconti Bed and Breakfast Napoli I Visconti, Via Pasquale Scura, 77 80134 · Napoli Webiste:http://www.napolibandb.it Telefono: +39 0815529124 Email: info@napolibandb.it 14. Non fate il bagno a mare in città: checché ne dica Giggino, non è vero che l’acqua è belneabile! Mica vorrete prendervi un fungo… 15. Non mettetevi a litigare con i parcheggiatori abusivi. Purtroppo nessuno qui riesce a contrastarli e la loro attività prospera senza che l’amministrazione e la polizia provino ad ostacolarli. In fin dei conti per uno o due euro svolgono un servizio impeccabile (anche notturno!), mentre se non li pagate possono danneggiarvi la macchina, protetti dal loro sistema camorristico. So che quel che vi diciamo sembra immorale, ma questa è una piccola guida per stare tranquilli in città e non per cambiare il mondo. Il compito di contrastare la criminalità non grava certo su turisti e cittadini indifesi, ma su pubblica amministrazione e forze dell’ordine. 16. Non date retta a nessuno che, nei pressi della stazione vi attacchi bottone con un argomento qualsiasi: tirate dritto con l’aria di chi la sa lunga e non avrete problemi. 17. Non lasciate cellulari, denaro o preziosi sul tavolino del bar dove state facendo colazione o prendendo una birra. Ma questo è solo buon senso. 18. Al tavolino di cui al punto 17, quando sarete serviti, non affannatevi a pagare la consumazione. In genere (vi sembra un paradosso?) si paga tutto quando si va via, come al ristorante. 19. Non stupitevi se, al bar, vedrete i clienti lasciare delle monete sul bancone: è la mancia per il barista. 10 o 20 centesimi vanno benissimo. 20. Non intavolate discussioni su Napoli con i Napoletani: la vostra serata potrebbe diventare sgradevole. I Napoletani sono molto orgogliosi e non sopportano che un “forestiero” la critichi. Non cambia nulla se il forestiero viene da Caracas o da Copenhagen. 21. Non andate ad alloggiare in un posto che non conoscete bene, venite al B&B i Visconti: http://www.napolibandb.it

×