Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Rovigo, 26/02/2013   Corso Primo insediamentoin Agricoltura - aggiornamento         Dott.ssa Beatrice Tessarin
   INFORMAZIONE   notizia   intermediario/giornalista mezzo (mass media) opinione pubblica   COMUNICAZIONE   messag...
MODALITA‟ di trasmissione di dati                         Mettersi in RELAZIONE/ PARTECIPARE                         ad un...
 VIDEO  tratto da: La vita agra (1964), regia: Carlo Lizzani http://www.youtube.com/watch?feature=pla yer_detailpage&v=On...
per target/ per obiettivo                       POLITICHE DI COMUNICAZIONE D‟IMPRESA                               COMUNIC...
 Focus   sugli obiettiviCOMUNICAZIONE       COMUNICAZIONE    COMUNICAZIONE COMMERCIALE         ISTITUZIONALE    GESTIONAL...
c.                                                  commerciale                                  c.IMMAGINE               ...
 comportamento    + linguaggio visivo +  comunicazione 1) VISION, ciò che l‟impresa si propone di  divenire; 2) MISSION...
Ogni elemento dell’attività aziendale  contribuisce alla definizionedell’identità e dell’immagine dell’impresa: le aspett...
 Un‟impresa  può avere il controllo totale della propria identità, ma non della propria immagine                         ...
  1) TUTTO E’ COMUNICAZIONE… anche il silenzio“Il fatto che io non parli di me, non  significa che gli altri non ne parli...
 2)   L‟ATTENZIONE DEVE ESSERE CONQUISTATAE MANTENUTA NEL TEMPO                              12
    3) I mercati sono RELAZIONI:   Cluetrain manifesto (1999). I mercati sono conversazioni (tesi 1-6)BISOGNA ESSERE EFF...
aprendo la mia impresa… StoCome faccio per comunicarlo?PIANIFICO.a) Decido il budget.b) Rispondo a queste domande.1) Cosa...
  COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE =promuovere in maniera efficace e distintivala propria immagine,puntando ad una collocazion...
, linguaggio visivo attraverso cui si raffigura l’identità dell’azienda, di un ente, di unassociazione, di un prodotto o d...
17
Dal logo allabiglietti da visita, carta da lettere,depliant,catalogo, insegne,vetrine, arredamento, segnaletica interna, e...
-   è di uso immediato, sia per chi l‟invia sia    per chi la riceve-   con la mail si possono ricevere    prenotazioni, i...
 Scrivere  sempre l‟oggetto del messaggioin modo conciso Cercare di mettere le info più importanti in  testa al messaggi...
 Attenzione   alla grammaticae all‟ortografia NON usare il carattere maiuscolo:  corrisponde all‟urlato nel linguaggio o...
 Ilsito è un “luogo” dove coesistono dei  contenuti multimediali (testo, immagini,  audio, video)          1) progettare ...
 CARATTERISTICHE - visibile - usabile. Att! Sia facile reperire le info es. il n. di tel. - leggibile. Att! Il font o...
 Predisporre un sistema di controllo per analizzare chi sono i navigatori del sito, con quali chiavi di ricerca arrivano ...
 organizza   e coordina la comunicazione diretta ai mediaCome? Redige e diffonde Organizza                        in  o...
 Il comunicato stampa è fonte di notiziaper i giornalisti/ media La pubblicazione è gratuitae a discrezione della redazi...
 Il   web 2.0 è un‟evoluzione del web 1.0.  Comprende un insieme di applicazioni che  permettono una forte interazione tr...
 Ilweb è popolato da masse di persone che           tra loro, si                 , creano         e sono in  grado di cre...
 Video: Social media revolution 2012Pubblicato su You tube in data 15/ago/2012, da Social marketing grouphttp://www.youtu...
COMUNICAZIONE COMMERCIALE =linsieme degli strumenti che limpresa utilizza per gestirele relazioni con il mercato dei consu...
 Telefono/ telefax Linea adsl per l‟accesso ad internet Posta elettronica PEC Dispositivi mobili+ CAPACITA‟ DI FARSI ...
 Qualunque sia il contenuto o il messaggio che vogliamo comunicare, deve essere COSTRUITO IN MODO CHIARO PER ESSERE COMPR...
   Regole generali per comunicati stampa e contenuti    web1)              (carta intestata e nominativi di  riferimento)...
Il messaggio piùimportante nelle prime        righe  approfondimento       Su web: link                         34
 Il   giornalista deve trovare UNA NOTIZIA  nelle prime righe, oppure… cestina La notizia (nostro contenuto principale) ...
1)   La cosa più importante = titolo accattivante2)   Aggiungi dei particolari = sottotitoloNel web: la lettura è difficol...
•   1. Scrivere frasi brevi•   2. Usare parole semplici•   di linguaggio quotidiano                               37
Intimità                                             Ospitalità  La scala di parole ci serve tutta          Accoglienza  C...
•   3. Usare pochi termini tecnici,•   no linguaggio burocratico e giri di parole•   4. Usare poche abbreviazioni e sigle•...
ESPRESSIONI SEMPLICITutte le volte - SEMPRENel caso in cui - SENel momento in cui - QUANDOIn data odierna - OGGIIn un futu...
 VERBI   SEMPLICI           Realizzare una costruzione                   COSTRUIRE            Prendere una decisione     ...
Quando la sintassi non è chiara? Quando   per capire cosa c‟è scritto dovete  rileggere più volte Quando leggendo vi fer...
• 6. Usare verbi nella forma attiva e affermativaIn azienda si usa soltanto l’impersonalitàEs. La riunione è fissata… La d...
 Esempi:Iprezzi dei nostro prodotti possono essere consultati nel listino allegatoPuoiconsultare i prezzi dei nostri pr...
•   7. Usare in modo coerente maiuscole, minuscole e    punteggiatura•   8. Evitare parole straniere e latinismi:•   9. Do...
 Se  proprio mi servono frasi articolate… LEGGE DELL‟ALTERNANZA tra frasi brevi  e frasi lunghe                         ...
   Questa frase ha cinque parole. Ecco qua altre cinque parole. Le    frasi di cinque parole sono piacevoli. Ma se sono t...
 ADESSO   TOCCA A VOI…                          48
 Dott.ssaBeatrice Tessarin Addetto stampa Coldiretti Rovigo E.mail beatrice.tessarin@gmail.com Tel. 329/1824754       ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

of

Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 1 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 2 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 3

YouTube videos are no longer supported on SlideShare

View original on YouTube

Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 5 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 6 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 7 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 8 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 9 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 10 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 11 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 12 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 13 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 14 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 15 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 16 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 17 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 18 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 19 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 20 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 21 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 22 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 23 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 24 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 25 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 26 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 27 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 28

YouTube videos are no longer supported on SlideShare

View original on YouTube

Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 30 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 31 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 32 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 33 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 34 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 35 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 36 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 37 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 38 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 39 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 40 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 41 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 42 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 43 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 44 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 45 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 46 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 47 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 48 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 49 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 50 Comunicazione d'impresa base - aggiornamento Slide 51
Upcoming SlideShare
Getting started
Next
Download to read offline and view in fullscreen.

1

Share

Download to read offline

Comunicazione d'impresa base - aggiornamento

Download to read offline

Corso base di 4 ore di comunicazione d'impresa per gli imprenditori del primo insediamento in agricoltura

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Comunicazione d'impresa base - aggiornamento

  1. 1. Rovigo, 26/02/2013 Corso Primo insediamentoin Agricoltura - aggiornamento Dott.ssa Beatrice Tessarin
  2. 2.  INFORMAZIONE notizia intermediario/giornalista mezzo (mass media) opinione pubblica COMUNICAZIONE messaggio/immagine/idea/ prodotto contenuti emozionali Persuasione Conta più la modalità di trasmissione che il messaggio - marketing & pubblicità - STRATEGIA 2
  3. 3. MODALITA‟ di trasmissione di dati Mettersi in RELAZIONE/ PARTECIPARE ad un sistema di relazioni ASCOLTO/ SCAMBIO di INFORMAZIONI, SENSAZIONI,IMMAGINI mentali e STATI d‟ANIMO per INFLUENZARE/ FAR CONOSCERE CREARE BENEVOLENZA Si trasmette: l‟identità aziendale i prodotti/ i servizi l„organizzazione 3
  4. 4.  VIDEO tratto da: La vita agra (1964), regia: Carlo Lizzani http://www.youtube.com/watch?feature=pla yer_detailpage&v=On1LzdINHKk http://www.youtube.com/watch?feature=pla yer_detailpage&v=4CjjdCA5Y-4 4
  5. 5. per target/ per obiettivo POLITICHE DI COMUNICAZIONE D‟IMPRESA COMUNICAZIONE INTEGRATA strategie di visibilità strategiestrategie di mercato organizzativeCOMUNICAZIONE COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE COMUNICAZIONECOMMERCIALE (ex relazioni pubbliche) GESTIONALE(c. di marketing) immagine/ identità, vision, mission e risultati (interna)stabilire relazioni per cooperazionedurature coinvolgimento società consumatori organi dipendenti clienti d‟informazione collaboratori istituzioni fornitori, sindacati 5
  6. 6.  Focus sugli obiettiviCOMUNICAZIONE COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE COMMERCIALE ISTITUZIONALE GESTIONALE MERCATO PA, SOCIETA‟ CLIENTI MEDIA , PERSONALE FINANZIATORI FIDUCIA ATTEGGIAMENTIFIDEILIZZAZIONE DI MOTIVAZIONE BENEVOLENZA 6
  7. 7. c. commerciale c.IMMAGINE istituzionaleAZIENDALE =L‟impressioneo l‟ idea e la c. gestionalereputazioneche il pubblicosi è fatto dell‟azienda IMMAGINE AZIENDALE 7
  8. 8.  comportamento + linguaggio visivo + comunicazione 1) VISION, ciò che l‟impresa si propone di divenire; 2) MISSION, ciò che l‟impresa vuole compiere per diventarlo = obiettivi strategici di business; 4) VALORI, sistema di idee e modi di agire considerati importanti tanto da sottendere ogni azione Esempio di visione: Bill Gates (1980) "Un personal computer su ogni scrivania, e ogni computer con un software Microsoft installato"; 8
  9. 9. Ogni elemento dell’attività aziendale contribuisce alla definizionedell’identità e dell’immagine dell’impresa: le aspettative del ricevente la qualità di un servizio il costo di un prodotto l‟aspetto esteriore dei dipendenti l‟aspetto della sede il logo aziendale e gli strumenti di comunicazione 9
  10. 10.  Un‟impresa può avere il controllo totale della propria identità, ma non della propria immagine 10
  11. 11.  1) TUTTO E’ COMUNICAZIONE… anche il silenzio“Il fatto che io non parli di me, non significa che gli altri non ne parlino”(Francesca Anzalone, Netlife srl) 11
  12. 12.  2) L‟ATTENZIONE DEVE ESSERE CONQUISTATAE MANTENUTA NEL TEMPO 12
  13. 13.  3) I mercati sono RELAZIONI: Cluetrain manifesto (1999). I mercati sono conversazioni (tesi 1-6)BISOGNA ESSERE EFFICACI =SERVIRSI DI PROFESSIONISTIdella COMUNICAZIONEgiornalista/addetto stampa, grafico/ pubblicitario, programmatore siti web, agenzie di serviziMA… in base alle esigenze specifiche dell’impresa e secondo un pianodi comunicazione prestabilito 13
  14. 14. aprendo la mia impresa… StoCome faccio per comunicarlo?PIANIFICO.a) Decido il budget.b) Rispondo a queste domande.1) Cosa devo comunicare? (il nome, l‟identità, la mission, un prodotto…)2) Con chi devo comunicare? (potenziali clienti, tutti, fornitori…)3) Quando possono intercettare il mio ascoltatore? Quando è il momento in cui è disponibile ad ascoltarmi? Il tempo…4) Dove potrei parlargli? Dove lo posso raggiungere? luogo/ mezzoc) Decido gli strumenti di comunicazione più opportuni. 14
  15. 15.  COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE =promuovere in maniera efficace e distintivala propria immagine,puntando ad una collocazione ed un ruolo chiaried esclusivi con un identità precisa, inequivocabile, linearee per questo riconoscibile Il marchio strumenti di comunicazione coordinata aspetto della sede aziendale e.mail newsletter sito web ufficio stampa web 2.0 ufficio stampa on line 15
  16. 16. , linguaggio visivo attraverso cui si raffigura l’identità dell’azienda, di un ente, di unassociazione, di un prodotto o di un servizio, in modo unico, particolare e magari esclusivo FORMA & COLORE (colore sociale)espressione simbolica dell’impresa e dei suoi valori: semplice, riconoscibile, memorabile, originale 16
  17. 17. 17
  18. 18. Dal logo allabiglietti da visita, carta da lettere,depliant,catalogo, insegne,vetrine, arredamento, segnaletica interna, espositori, veicoliaziendali, studio della forma del prodotto, packaging e mododi presentazione dei prodotti che indica il percorso per raggiungere la sede,targa al muro, insegna in prossimità dell‟entrata (ordine, cortesia,organizzazione, colore). (come/ cosa la persona preposta all‟accoglienzarisponde al telefono o riceve il visitatore; il suo aspetto) 18
  19. 19. - è di uso immediato, sia per chi l‟invia sia per chi la riceve- con la mail si possono ricevere prenotazioni, inviare informazioni sui prodotti, confermare acquisti, comunicare con clienti e fornitori- INDISPENSABILE 19
  20. 20.  Scrivere sempre l‟oggetto del messaggioin modo conciso Cercare di mettere le info più importanti in testa al messaggio Scrivere testi possibilmente brevi, dividere in paragrafi, usare il grassetto o il sottolineato o il colore per evidenziare alcuni punti Firmare sempre il messaggio con la denominazione dell‟impresa, il logo, il ruolo di chi scrive, i recapiti per i contatti 20
  21. 21.  Attenzione alla grammaticae all‟ortografia NON usare il carattere maiuscolo: corrisponde all‟urlato nel linguaggio orale Controllare allegati, testo, indirizzo prima di spedire Non spedire allegati troppo pesanti Attenzione alla privacy 21
  22. 22.  Ilsito è un “luogo” dove coesistono dei contenuti multimediali (testo, immagini, audio, video) 1) progettare insieme ad un professionista; 2) saper confezionare i contenuti ; 3) organizzare i contenuti in modo da essere facilmente fruibili AGGIORNAMENTO E OTTIMIZZAZIONE 22
  23. 23.  CARATTERISTICHE - visibile - usabile. Att! Sia facile reperire le info es. il n. di tel. - leggibile. Att! Il font ottimizzato in base al movimento dell‟occhio sullo schermo: alto sx, basso sx, alto dx, basso dx; L‟occhio è attirato dai titoli testuali, ma certe immaginifanno la differenza (dalle ricercherisulta che le donne sono più attente ai testie gli uomini alle immagini, ma sottoposti atest, le donne rispondono di dare piùimportanza le immagini e gli uomini i testi) 23
  24. 24.  Predisporre un sistema di controllo per analizzare chi sono i navigatori del sito, con quali chiavi di ricerca arrivano e quanto tempo sostano. Questo serve per implementare il sito e migliorare la popolarità attraverso L‟INDICIZZAZIONE per i motori di ricerca e l‟inserimento di CONTENUTI EFFICACI 24
  25. 25.  organizza e coordina la comunicazione diretta ai mediaCome? Redige e diffonde Organizza in occasione di eventi rilevanti Organizza eventi per i media ( ) Realizza la Redige e coordina es. guide, organ house 25
  26. 26.  Il comunicato stampa è fonte di notiziaper i giornalisti/ media La pubblicazione è gratuitae a discrezione della redazione giornalistica Comunicato stampa ≠ comunicazione commerciale“INFORMAZIONE E PUBBLICITA’. I cittadini hanno diritto di ricevere un’informazione corretta, sempre distinta dal messaggio pubblicitario e non lesiva degli interessi dei singoli.I messaggi pubblicitari devono essere sempre e comunque distinguibili dai testi giornalistici attraverso chiare indicazioni” (carta dei doveri del giornalista, 1993)“Sono esclusi dall’attività di ufficio stampa differenti aspetti della comunicazione come relazioni pubbliche, relazioni con i cittadini, marketing e pubblicità” (Carta dei doveri del giornalista degli uff. stampa, 2011) 26
  27. 27.  Il web 2.0 è un‟evoluzione del web 1.0. Comprende un insieme di applicazioni che permettono una forte interazione tra l‟utente ed il sito web: ( ) L‟uso della rete cambia: da mera fruizione a con altri contenuti Il navigatore giudica, commenta, ripropone la notizia che vede se “gli piace” 27
  28. 28.  Ilweb è popolato da masse di persone che tra loro, si , creano e sono in grado di creare Attraverso i social posso sapere che opinione gira sulla mia azienda e sui miei prodotti e posso promuovere il mio marchio 28
  29. 29.  Video: Social media revolution 2012Pubblicato su You tube in data 15/ago/2012, da Social marketing grouphttp://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=PobRHlA5aZw Video: Il mercato dei social media in Italia e nel mondo 2012Pubblicato su You tube in data 21/mag/2012 .Dati forniti da Socialnomics® ed integrati con statistiche disponibili sul web relative al mercato italiano.http://www.youtube.com/watch?feature=player_ detailpage&v=rBmG8xvJFRY 29
  30. 30. COMUNICAZIONE COMMERCIALE =linsieme degli strumenti che limpresa utilizza per gestirele relazioni con il mercato dei consumatori intermedi e/o finali.Informa il cliente potenziale che il prodotto giusto per ilSoddisfacimento del suo bisogno è disponibile al prezzo giustonel posto giusto- Pubblicità: multimediale, grafica, annunci, campagne- Eventi mediatici, open day- Promozioni nelle vendite- Sponsorizzazioni- Fiere, mostre, eventi di settore- Direct Marketing(tecnica di marketing attraverso cui limpresa comunica direttamente con singoli utenti specifici, cioè un pubblico mirato per ottenere risposte misurabili, attraverso strumenti interattivi: annunci stampa con coupon, invii postali ed e.mail, telemarketing, tessere raccolte punti…) 30
  31. 31.  Telefono/ telefax Linea adsl per l‟accesso ad internet Posta elettronica PEC Dispositivi mobili+ CAPACITA‟ DI FARSI CAPIRE 31
  32. 32.  Qualunque sia il contenuto o il messaggio che vogliamo comunicare, deve essere COSTRUITO IN MODO CHIARO PER ESSERE COMPRESO. =Nonostante internet e salvo il linguaggio per immagini, il testo scritto resta un elemento imprescindibile della comunicazione = SCRIVERE BENE 32
  33. 33.  Regole generali per comunicati stampa e contenuti web1) (carta intestata e nominativi di riferimento). deve sapere chi siete e deve avere i vostri recapiti per contattarvi è un giornalista (e non ha tempo da perdere) oppure il pubblico su internet (che deve avere la netta percezione che dietro quel contenuto c‟è una persona in carne ed ossa, con cui si può parlare) 33
  34. 34. Il messaggio piùimportante nelle prime righe approfondimento Su web: link 34
  35. 35.  Il giornalista deve trovare UNA NOTIZIA nelle prime righe, oppure… cestina La notizia (nostro contenuto principale) esiste ed è completa se risponde alle 5 domande: Chi? Che cosa? Dove? Quando? Perché? – Who, what, where, when, why (5 W) Cui è bene aggiungere anche: Come? 35
  36. 36. 1) La cosa più importante = titolo accattivante2) Aggiungi dei particolari = sottotitoloNel web: la lettura è difficoltosa (più lenta del 30% rispetto alla carta), si leggono le prime 2-3 parole del titolo. Si seguono i segnali testuali: .Ciò che attira è la discontinuità visiva (caratteri alto-basso) 36
  37. 37. • 1. Scrivere frasi brevi• 2. Usare parole semplici• di linguaggio quotidiano 37
  38. 38. Intimità Ospitalità La scala di parole ci serve tutta Accoglienza Ci sono parole adatte a dare concretezza Familiarità Ci sono parole adatte a dare forma Rifugio alle idee Ci sono parole adatte ad evocare Focolare emozioni Dimora Alloggio Residenza AbitazioneAlla base le parole che indicano le coseconcrete, ai pioli più alti le parole cheevocano concetti e idee casa 38
  39. 39. • 3. Usare pochi termini tecnici,• no linguaggio burocratico e giri di parole• 4. Usare poche abbreviazioni e sigle• 5. Legare parole e frasi in modo breve• e chiaro: sogg.+verbo+compl. Riscopriamo le Preposizioni semplici: A partire da da Volto a per Mediante con Con lo scopo di per Attraverso con Con l’obiettivo di per Con l’ausilio di con In seguito a dopo Insieme a con Con l’eccezione di tranne Finalizzato a per 39
  40. 40. ESPRESSIONI SEMPLICITutte le volte - SEMPRENel caso in cui - SENel momento in cui - QUANDOIn data odierna - OGGIIn un futuro molto prossimo - PRESTOÈ nostro intendimento - INTENDIAMO 40
  41. 41.  VERBI SEMPLICI Realizzare una costruzione COSTRUIRE Prendere una decisione DECIDERE Apporre la firma FIRMARE Svolgere una verifica VERIFICARE Dare avvio AVVIARE 41
  42. 42. Quando la sintassi non è chiara? Quando per capire cosa c‟è scritto dovete rileggere più volte Quando leggendo vi fermate e vi chiedete, ma chi è il soggetto Quando una frase supera le tre righe e oltre… 42
  43. 43. • 6. Usare verbi nella forma attiva e affermativaIn azienda si usa soltanto l’impersonalitàEs. La riunione è fissata… La decisione è stata presa… Si è pensato… 43
  44. 44.  Esempi:Iprezzi dei nostro prodotti possono essere consultati nel listino allegatoPuoiconsultare i prezzi dei nostri prodotti nel listino allegato 44
  45. 45. • 7. Usare in modo coerente maiuscole, minuscole e punteggiatura• 8. Evitare parole straniere e latinismi:• 9. Dove si può, sostituire il congiuntivo con l‟indicativo• 10. Attenzione alla grafica del testo. Non giustificare o formattare 45
  46. 46.  Se proprio mi servono frasi articolate… LEGGE DELL‟ALTERNANZA tra frasi brevi e frasi lunghe 46
  47. 47.  Questa frase ha cinque parole. Ecco qua altre cinque parole. Le frasi di cinque parole sono piacevoli. Ma se sono troppe diventano monotone. È un suono che ci annoia. È come un disco rotto. L’orecchio chiede un po’ di varietà. Ora ascolta. Provo a cambiare lunghezza delle frasi, per creare musica. Musica. Il testo canta. Prende ritmo, diventa una cantilena, un’armonia. Scrivo frasi brevi, scrivo frasi di media lunghezza. E qualche volta, quando sono certo che il lettore è tranquillo, lo trascino con una frase lunghissima, una frase che brucia di energia e si alza con un impeto di crescendo, un rullo di tamburi, un fragore di cembali - suoni che dicono «ascoltami!» - l’importante è questo. Quindi scrivi la giusta combinazione di frasi corte, medie e lunghe. Crea un suono che accarezzi l’orecchio di chi legge. Non scrivere solo parole. Scrivi musica. Roy Peter Calrck Writing Tools Tratto da Mestiere di Scrivere di Luisa Carrada 47
  48. 48.  ADESSO TOCCA A VOI… 48
  49. 49.  Dott.ssaBeatrice Tessarin Addetto stampa Coldiretti Rovigo E.mail beatrice.tessarin@gmail.com Tel. 329/1824754 49
  • beatess

    Nov. 5, 2017

Corso base di 4 ore di comunicazione d'impresa per gli imprenditori del primo insediamento in agricoltura

Views

Total views

472

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

4

Actions

Downloads

11

Shares

0

Comments

0

Likes

1

×