Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

L'evoluzione digitale delle professioni - Morena Diazzi

386 views

Published on

Intervento di Morena Diazzi, Regione Emilia-Romagna, Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa, al 19° Meeting Nazionale ACEF - Sotto i cieli d'Europa. 8 - 15 - 22 - 29 novembre 2019, Bologna, Confindustria Emilia Area Centro

Published in: Economy & Finance
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

L'evoluzione digitale delle professioni - Morena Diazzi

  1. 1. L’evoluzione digitale delle professioni 19° meeting nazionale ACEF Morena Diazzi Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa Autorità di Gestione POR FESR 2014-2020 Autorità di Gestione POR FSE 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Bologna 29 novembre 2019
  2. 2. Le Professioni in Emilia Romagna  LA LEGGE REGIONALE 14/2014 RICONOSCE IL RUOLO STRATEGICO DELLE PROFESSIONI NEL SISTEMA REGIONE  L’ART. 4 DELLA LEGGE PROMUOVE L’ISTITUZIONE DI UN COMITATO CONSULTIVO DELLE PROFESSIONI  LA LEGGE RICONOSCE ALLE PROFESSIONI IL RUOLO CENTRALE PER LO SVILUPPO DELLA COMPETITIVITA’ E ATTRATTIVITA’ DEL SISTEMA TERRITORIALE LEGGE REGIONALE 14/2014 «PROMOZIONE DEGLI INVESTIMENTI IN EMILIA ROMAGNA»
  3. 3. Il Comitato Consultivo delle Professioni • Il Comitato Consultivo è stato istituito con D.G.R. n. 2013 del 10 dicembre 2015 e con successiva modifica apportata dalla D.G.R. n. 568 di aprile 2016 delle Professioni della Regione Emilia-Romagna; con successivo decreto del presidente della Giunta Regionale n. 91/2016 sono stati nominati i singoli componenti • Il Comitato dura in carica tre anni con previsione di rinnovo delle nomine • Trascorsi i primi tre anni, con decreto del presidente della Giunta Regionale n. 123/2019 sono state rinnovate le nomine dei componenti il Comitato • Fanno oggi parte del Comitato anche n. 4 rappresentanti del TRI in qualità di invitati permanenti
  4. 4. Comitato Consultivo delle Professioni cosa abbiamo fatto nei primi tre anni • Istituito l’Osservatorio delle professioni” (ad oggi ci sono poche esperienze e soprattutto tarate sul livello nazionale) • Sottoscritto il Protocollo di intesa con Agenzia Regionale Lavoro per la sperimentazione degli sportelli in attuazione della normativa contenuta nel «jobs act» per lo sviluppo di “sportelli” dedicati al lavoro autonomo e professionale presso i centri per l’impiego
  5. 5. Cosa ci dice l’Osservatorio regionale In Emilia-Romagna: • 435/459 mila sono i lavoratori indipendenti (rilevazione forze lavoro – Istat 2017), il 22/23% sul totale occupati, in linea col dato nazionale (23%) • In regione più di 110 mila degli indipendenti sono liberi professionisti, aumentati nel 2017 del 15%; • Quasi il 70% dei liberi professionisti sono professionisti ordinistici • 2 su 3 sono uomini, le donne rappresentano il 37%, in crescita rispetto a quanto rilevato nel 2008 (31%) • Tra il 2008 e il 2017 si riducono proporzionalmente i liberi professionisti della classe di età più giovane (dal 24 al 13%) mentre aumenta il peso degli over 55 (dal 22 al 34%) • La quota dei laureati (o post laurea) fra i liberi professionisti è cresciuta dal 53% nel 2008 al 66% nel 2017 • Il 49% dei liberi professionisti lavorano nelle «attività immobiliari, dei servizi alle imprese, di altre attività professionali e imprenditoriali», tra cui sono comprese attività legali, amministrative, gestionali, professioni tecniche e di tipo scientifico
  6. 6. Il confronto con i professionisti: i temi emersi Ambito del focus Aspetti emersi Innovazione tecnologica Rischio «disruption»; Diversificazione dei servizi; Opportunità di innovazione e digitalizzazione, reclutamento giovani; nuovi saperi e competenze tecniche e specialistiche ma anche trasversali; Nuovi modelli organizzativi Interdisciplinarietà e complementarietà dei servizi ; Reti professionali, Stp e contratti di collaborazione; Contrasto alla competizione basata sul prezzo Differenze tra i generi Presenza maggioritaria delle donne in alcune professioni ; Scarsa presenza nelle professioni tecniche e scientifiche; Differenze nei livelli retributivi; esigenze di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro; Divari di natura culturale Ruolo della PA Azioni coerenti con i fabbisogni delle libere professioni, Formazione di sostegno al capitale umano; Promuovere e aumentare il dialogo fra le PA e le libere professioni; Misure di contrasto alla pubblicità ingannevole e concorrenza basata sul prezzo; Ruolo propulsivo per trasparenza e riconoscimento delle professioni a livello internazionale (scambi culturali); Valorizzare le funzioni sussidiarie e di intermediazione delle professioni; Promuovere e aumentare il dialogo fra le PA e le libere professioni
  7. 7. L’ecosistema regionale RETE DEI TECNOPOLI 10 Infrastrutture 20 Sedi RETE ALTA TECNOLOGIA 82 Laboratori di ricerca industriale 14 Centri per l’innovazione RETE DEGLI INCUBATORI 75 strutture pubbliche e private a supporto della creazione e dello sviluppo di impresa RETE MAK-ER 22 laboratori di fabbricazione digitale e manifattura avanzata LABORATORI APERTI 10 Spazi attrezzati con soluzione tecnologiche RETE «SPAZI AREA S3» 10 Spazi ospitati dai Tecnopoli ITS NETWORK 7 Scuole di Alta Tecnologia e 29 percorsi biennali post-diploma
  8. 8. Il sostegno alle professioni Dal 2017 realizzate quattro call per il sostegno di progetti rivolti all’innovazione, digitalizzazione e informatizzazione delle attività professionali • 886 progetti ammessi a contributo • 11,7 milioni di Euro totale contributo concesso • 2,5 milioni di Euro Fondo Microcredito Formazione all’imprenditorialità, industria 4.0, innovazione dei servizi Sostegno a spazi collaborativi (co-working, incubatori ecc.. )
  9. 9. LA COMMUNITY REGIONALE Fondazioni pubbliche e private e istituti Opificio Golinelli, Mast Cultural and Philanthropic Foundation, Masotti Fashion Foundation, Marco Biagi Foundation, Bologna Business School, Foundation of Religious Science John XXIII, Nomisma Economic Research, Prometeia Consulting on risk, wealth and performance, European Food Safety Authority, Consortium for the future in Research, … Società di servizi digitali IBM, Yoox, CRIF, Engineering, Dedagroup, … Stretta collaborazione tra università, aziende, istituti LEPIDA, GARR, GEANT HW Infrastrutture CINECA, INFN, LEPIDA SW Infrastrutture centre of excellence in Material Design, Operational Chain for Climate Services, Visual information technology lab, Genomic and bioinformatics data processing… Utenti finali University system, National Research Institutions and Agencies, Public administrations, Private and industrial organizations La strategia BIG DATA
  10. 10. L’attuazione della strategia BIG DATA Una nuova legge specifica sui BIG DATA: Investimenti della Regione Emilia-Romagna in materia di Big Data e Intelligenza Artificiale, Meteorologia e Cambiamento Climatico • Promozione di una Fondazione internazionale “BIG DATA AND ARTIFICIAL INTELLIGENCE FOR HUMAN DEVELOPMENT” che coinvolge Università, centri di ricerca, agenzie nazionali e Internazionali , imprese • Collaborazioni con Commissione Europea/Governo italiano/Cineca/INFN per la nuova infrastruttura ‘High Performing Computing’ pre-exascale • Collaborazioni con il Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio raggio (ECMWF) • Collaborazioni con l’Agenzia nazionale per la meteorologia • Accordi e collaborazioni (insieme alla comunità scientifica regionale) con centri di ricerca nazionali, europei e internazionali su BIG DATA, intelligenza artificiale, metereologia e cambiamenti climatici • Supporto alla partecipazione in network europei (es. NEREUS) • Investmenti in dottorati di ricerca, alta formazione, progetti di ricerca, borse di ricerca, etc … • sviluppo delle infrastrutture "Banda Larga" attraverso LEPIDA • Sostegno alla formazione delle competenze
  11. 11. • TECNOPOLO BIG DATA Manifattura Tabacchi Bologna e TECNOPOLO Modena (Artificial Intelligence Lab) • Urban Labs (Digital Inclusion and CO-working) • Laboratori privati (L.R. 14/2014 – ultima call 34 progetti) • Collaborazioni nazionali e progetti Europei • EROI - Open Innovation • Alta formazione per laureati (Laboratorio Big Data Intelligenza Artificiale) Gli investimenti nell’ambito dei BIG DATA
  12. 12. Le professioni nel sistema delle interdipendenze 463 membri Per condividere idee, competenze, strumenti, risorse, supportando la competitività del Sistema produttivo della Regione Emilia-Romagna. MUNER Motorvehicle University of Emilia-Romagna Totale dei membri 463 Laboratori di Ricerca & Centri di innovazione (High Technology Network) 201 Imprese 204 Istruzione e Formazione 32 Altre 26
  13. 13. EMILIA ROMAGNA per le professioni digitali Collaborative projects Open Data, BIG DATA e Pubblica Amministrazione Le professioni e i Digital Innovation HUB Le professioni nella nuova programmazione POR FESR (qualificazione e sviluppo) Internazionalizzazione (missioni di Sistema, EXPO DUBAI) Eventi e disseminazioni R2B Creazione di network e Reti fra professionisti (DAMA) Tecnopoli, incubatori, fab lab, start up, co-working e nuove professioni Le professioni nella nuova programmazione POR FSE (competenze digitali, sostenibilità) Grazie per l’attenzione

×