90171223C Copertina:90171223C Copertina 13/06/12 14.59 Pagina 1                                                           ...
90171223C Copertina:90171223C Copertina 13/06/12 14.59 Pagina 2                                                           ...
90171223C Copertina:90171223C Copertina 13/06/12 14.59 Pagina 2                                                           ...
90171223C Copertina:90171223C Copertina 13/06/12 14.59 Pagina 1                                                           ...
00) Indice:00) Indice 13/06/12 14.53 Pagina 1             Servizio Abbonati:                                              ...
01) Notizie flash-fisco:01) Notizie flash-fisco 13/06/12 14.54 Pagina 2                    FISCO & SOCIETÀ                ...
01) Notizie flash-fisco:01) Notizie flash-fisco 13/06/12 14.54 Pagina 3                                                   ...
01) Notizie flash-fisco:01) Notizie flash-fisco 13/06/12 14.54 Pagina 4                    FISCO & SOCIETÀ                ...
01) Notizie flash-fisco:01) Notizie flash-fisco 13/06/12 14.54 Pagina 5                                                   ...
02) Notizie flash-lavoro:02) Notizie flash-lavoro 13/06/12 14.54 Pagina 6                    LAVORO & PREVIDENZA          ...
02) Notizie flash-lavoro:02) Notizie flash-lavoro 13/06/12 14.54 Pagina 7                                                 ...
02) Notizie flash-lavoro:02) Notizie flash-lavoro 13/06/12 14.54 Pagina 8                    LAVORO & PREVIDENZA          ...
02) Notizie flash-lavoro:02) Notizie flash-lavoro 13/06/12 14.54 Pagina 9                                                 ...
03) Pegorin - Prima pagina:03) Pegorin - Prima pagina 13/06/12 14.54 Pagina 10                      Prima pagina          ...
03) Pegorin - Prima pagina:03) Pegorin - Prima pagina 13/06/12 14.54 Pagina 11                                            ...
03) Pegorin - Prima pagina:03) Pegorin - Prima pagina 13/06/12 14.54 Pagina 12                      Prima pagina          ...
03) Pegorin - Prima pagina:03) Pegorin - Prima pagina 13/06/12 14.54 Pagina 13                                            ...
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo

1,651 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,651
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Buffetti Rivista Consulenza23 12 Giuseppeluongo

  1. 1. 90171223C Copertina:90171223C Copertina 13/06/12 14.59 Pagina 1 2012 90171223C - Anno XXXVII - Settimanale 25/06/2012 - Tariffa R.O.C. - Poste Italiane S.p.A. - Sped. abb. post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004, n. 46) Art. 1, comma 1, DCB-Roma - Contiene I.P. UNICO 2012 Detrazioni di spesa e cedolare secca: ultimi chiarimenti dell’Agenzia Reddito di impresa Costi «black List»: ancora da sciogliere il nodo sanzioni Diritto societario Il sistema dei nuovi controlli societari commentato dal CNDCEC Rapporto di lavoro • L’istituto del preavviso nel distacco tra Dirigente ed Azienda • L’anticipazione del trattamento di fine rapporto (TFR) • Consegna al lavoratore del cedolino paga Detassazione 2012 Il nuovo decreto modifica ancora una volta i valori della detassazione Apprendistato Il parere di conformità deve ritenersi vincolante? EDITORE 23
  2. 2. 90171223C Copertina:90171223C Copertina 13/06/12 14.59 Pagina 2 www.buffetti.it SICUREZZA SUL LAVORO Agenti & Rappresentanti Naviga il catalogo Buffetti Editore su www.buffetti.it Soluzioni semplici a problemi complessi Software realizzati da uno staff di ingegneri esperti nella gestione w della sicurezza sui luoghi di lavoro C. Dell’Erba Prezzo: Pagine 392 euro 99,00 Euro 29,00 Codice prodotto: 995390010 Una guida così operativa, completa, chiara, Per la redazione pratica da essere utilizzata sia dagli addetti dei documenti ai lavori sia dagli aspiranti agenti e rappresentanti. obbligatori per L’Autore esamina ed analizza tutti gli aspetti necessari il lavoro nei cantieri. per svolgere consapevolmente la professione: Prezzo: zzo o: euro 69,00 00 0 - Contratto di agenzia Codice prodotto: tto o: - Enasarco e Previdenza 9956900100100 - Iva e determinazione del reddito - Obblighi dichiarativi Per la redazione dei - Adempimenti tipici delle nuove attività documenti obbligatori Esempi, schemi riepilogativi e tabelle, rendono il testo più diffusi per il lavoro estremamente fruibile e particolarmente adatto nei cantieri. anche per l’utilizzo nei corsi professionali L’approfondimento della tematica fiscale fanno dell’opera uno strumento completo ed utilissimo Software con assistenza anche per i Consulenti e le Aziende. gratuita 15 giorni Cod. 973110020 Il volume tiene conto dell’importante riforma Prezzo: (D.Lgs. n. 59/2010) che ha coinvolto il settore euro 69,00 a seguito del recepimento delle normative comunitarie sui servizi del mercato interno. Codice prodotto: 995990010 Per la redazione dei documenti obbligatori più diffusi per il lavoro negli uffici e negli studi professionali. Prezzo: zzo o: euro 69,00 00 0 Codice prodotto: tto o: 9960900100100 Per la redazione dei documenti obbligatori più diffusi per il lavoro nei bar, nei ristoranti e nei pubblici esercizi. Aggiornati con tutti i riferimenti Nei punti vendita Buffetti, nelle migliori librerie legislativi più recenti e on-line su www.buffetti.it EDITORE (D.Lgs. 3 Agosto 2009, n. 106) EDITORE
  3. 3. 90171223C Copertina:90171223C Copertina 13/06/12 14.59 Pagina 2 www.buffetti.it SICUREZZA SUL LAVORO Agenti & Rappresentanti Naviga il catalogo Buffetti Editore su www.buffetti.it Soluzioni semplici a problemi complessi Software realizzati da uno staff di ingegneri esperti nella gestione w della sicurezza sui luoghi di lavoro C. Dell’Erba Prezzo: Pagine 392 euro 99,00 Euro 29,00 Codice prodotto: 995390010 Una guida così operativa, completa, chiara, Per la redazione pratica da essere utilizzata sia dagli addetti dei documenti ai lavori sia dagli aspiranti agenti e rappresentanti. obbligatori per L’Autore esamina ed analizza tutti gli aspetti necessari il lavoro nei cantieri. per svolgere consapevolmente la professione: Prezzo: zzo o: euro 69,00 00 0 - Contratto di agenzia Codice prodotto: tto o: - Enasarco e Previdenza 9956900100100 - Iva e determinazione del reddito - Obblighi dichiarativi Per la redazione dei - Adempimenti tipici delle nuove attività documenti obbligatori Esempi, schemi riepilogativi e tabelle, rendono il testo più diffusi per il lavoro estremamente fruibile e particolarmente adatto nei cantieri. anche per l’utilizzo nei corsi professionali L’approfondimento della tematica fiscale fanno dell’opera uno strumento completo ed utilissimo Software con assistenza anche per i Consulenti e le Aziende. gratuita 15 giorni Cod. 973110020 Il volume tiene conto dell’importante riforma Prezzo: (D.Lgs. n. 59/2010) che ha coinvolto il settore euro 69,00 a seguito del recepimento delle normative comunitarie sui servizi del mercato interno. Codice prodotto: 995990010 Per la redazione dei documenti obbligatori più diffusi per il lavoro negli uffici e negli studi professionali. Prezzo: zzo o: euro 69,00 00 0 Codice prodotto: tto o: 9960900100100 Per la redazione dei documenti obbligatori più diffusi per il lavoro nei bar, nei ristoranti e nei pubblici esercizi. Aggiornati con tutti i riferimenti Nei punti vendita Buffetti, nelle migliori librerie legislativi più recenti e on-line su www.buffetti.it EDITORE (D.Lgs. 3 Agosto 2009, n. 106) EDITORE
  4. 4. 90171223C Copertina:90171223C Copertina 13/06/12 14.59 Pagina 1 2012 90171223C - Anno XXXVII - Settimanale 25/06/2012 - Tariffa R.O.C. - Poste Italiane S.p.A. - Sped. abb. post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004, n. 46) Art. 1, comma 1, DCB-Roma - Contiene I.P. UNICO 2012 Detrazioni di spesa e cedolare secca: ultimi chiarimenti dell’Agenzia Reddito di impresa Costi «black List»: ancora da sciogliere il nodo sanzioni Diritto societario Il sistema dei nuovi controlli societari commentato dal CNDCEC Rapporto di lavoro • L’istituto del preavviso nel distacco tra Dirigente ed Azienda • L’anticipazione del trattamento di fine rapporto (TFR) • Consegna al lavoratore del cedolino paga Detassazione 2012 Il nuovo decreto modifica ancora una volta i valori della detassazione Apprendistato Il parere di conformità deve ritenersi vincolante? EDITORE 23
  5. 5. 00) Indice:00) Indice 13/06/12 14.53 Pagina 1 Servizio Abbonati: Anno XXXVII - Settimanale 25-06-2012 Tel. 06 23195.466 - Fax 06 23195.490 Tariffa R.O.C.: Poste Italiane S.p.A. E-MAIL: consulenza@buffetti.it Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 Questo numero è stato chiuso in redazione il 13/6/2012 (conv. in L. 27/02/2004, n. 46) art. 1, comma 1, DCB - Roma Su Consulenza on-line (sito www.buffetti.it) è possibile trovare tutte le notizie e gli approfondimenti correlati agli articoli di interesse. NOTIZIE FLASH Fisco & Società ................................................................................................................................................................. 2 Lavoro & Previdenza ....................................................................................................................................................... 6 FISCO & SOCIETÀ Prima pagina Detrazioni di spesa e cedolare secca: gli ultimi chiarimenti di Lorenzo Pegorin ............................................. 10 Reddito dimpresa Costi «black list»: ancora da sciogliere il nodo sanzioni di Antonio Mastroberti .............................................. 18 Diritto societario Il sistema dei nuovi controlli societari commentato dai Dottori commercialisti di Attilio Romano ............... 28 Panorama di Giurisprudenza tributaria a cura di Carmelo Grimaldi .................................................... 31 LAVORO & PREVIDENZA Prima pagina L’istituto del preavviso nel distacco tra dirigente e azienda di Giuseppe Luongo ............................................... 40 Indice IRPEF La detassazione 2012 è operativa: ancora una volta si cambia di Lavinia Guglielmotti .................................... 43 Rapporto di lavoro L’anticipazione del trattamento di fine rapporto di Fabio Chiassarini ................................................................. 45 Lavoro notturno di Claudio Milocco ......................................................................................................................... 49 Accesso ispettivo e comunicazioni obbligatorie: il punto di vista del Ministero di Daniele Trezzi .................. 53 Consegna al lavoratore del cedolino paga di David Trotti ...................................................................................... 55 Le schede Apprendistato: il parere di conformità deve ritenersi vincolante? di Edoardo Mancini .................................... 56 DOCUMENTAZIONE .................................................................................................................................................................. 60 ADEMPIMENTI & SCADENZE - 9-15 Luglio 2012 .............................................................................................................. 71 Direttore Responsabile: Sergio Milocco L’abbonamento alla rivista decorre dalla data di ricezione dell’importo - Modalità di Segreteria di Redazione: Simona Brizzi pagamento: a) tramite cedola di sottoscrizione presso i Centri Servizio Buffetti; b) con versamento su c/c postale n. 68954007 intestato a Gruppo Buffetti S.p.A. - Coordinamento Scientifico: Abbonamenti - Via Francesco Antolisei, 10 - 00173 Roma; c) con assegno Fisco & Società - Valter Selvi (Dottore commercialista) bancario/circolare non trasferibile, barrato, intestato a Gruppo Buffetti S.p.A.; d) con Lavoro & Previdenza - David Trotti (Consulente del lavoro) bonifico bancario a favore di Gruppo Buffetti S.p.A. - Via Francesco Antolisei, n. 10. - Collaboratori: Gianfranco Antico; Bruno Benelli; Annamaria Bettagno; Nevio 00173 Roma - c/o Monte Paschi di Siena - ag. 500 Milano - IBAN: IT89Q 01030 01600 Bianchi; Carmine Bonaccorso; Luigi Caiazza; Aldo Forte; Fabio Carrirolo; 000007000152. Alessandra Gerbaldi; Carmelo Grimaldi; Vittorio Liguori; Giuseppe Maccarone; IVA assolta dalll’Editore ai sensi dell’art. 74, 1° comma, lett. c), D.P.R. 633/1972 e Luca Miele; Giancarlo Modolo; Roberto Moro Visconti; Pietro Panizzi; Rocchina succ. modif. Staiano; Roberto Vitale. Editore: Gruppo Buffetti S.p.A. - Registrazione presso il Tribunale Civile di Roma, I contenuti ed i pareri espressi negli articoli devono considerarsi opinioni personali n. 16437 del 7 luglio 1976 degli autori e come tali non impegnano la Direzione della rivista e il Gruppo Buffetti S.p.A. Il materiale consegnato o inviato dai collaboratori non viene restituito. Redazione e Direzione: Via Francesco Antolisei, 10 - 00173 Roma - Tel. 06 231951 - Fax 06 23195.490 Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume/fascicolo di periodico dietro pagamento alla SIAE del compenso Studio grafico: Graficando s.c. a r.l., Via Raf Vallone, 5 - 00173 Roma previsto dall’art. 688, comma 4, della L. 22 aprile 1941, n. 633 ovvero tra SIAE, AIE Stampa: Arti Grafiche Picene S.r.l., Via Vaccareccia, 57 - 00040 Pomezia (RM) e CNA, CONFARTIGIANATO, CASA CLAAI, CONFCOMMERCIO, CONFESER- Distribuzione: «Consulenza» è in vendita in abbonamento CENTI il 18 dicembre 2000. Le riproduzioni di uso differente da quello personale potranno avvenire solo a seguito di specifica autorizzazione rilasciata dagli aventi Abbonamenti: Annuale € 270,00 diritto/dall’autore. Rinnovo € 210,00 I periodici Buffetti sono prodotti in un sistema di qualità certificato UNI EN ISO 9001. Consulenza n. 23/2012 1
  6. 6. 01) Notizie flash-fisco:01) Notizie flash-fisco 13/06/12 14.54 Pagina 2 FISCO & SOCIETÀ a cura di Valter Selvi ACCERTAMENTO CONTROVERSIE FISCALI INTERNAZIONALI: DALLE ENTRATE UNA CIRCOLARE CON LE LINEE GUIDA SULLA PROCEDURA AMICHEVOLE L’Agenzia delle entrate, nella Circ. n. 21/E del 5 giugno 2012, fornisce chiarimenti riguardo la gestione delle controversie fiscali internazionali in sede di procedura amichevole, o Mutual Agreement Procedure - MAP. Nel documento di prassi vengono in particolare illustrate le diverse caratteristiche dell’istituto a seconda delle fonti giuridiche e di attivazione, ossia le Convenzioni per evitare le doppie imposizioni in vigore tra l’Italia e gli Stati partner dei trattati e, in sede europea, la Convenzione arbitrale (90/436/CEE del 23 luglio 1990) relativa alla eliminazione delle doppie imposizioni in caso di rettifica degli utili delle imprese asso- ciate. Notizie Flash Sono altresì esplicitate le diverse fasi della procedura ed i rispettivi nessi con il diritto interno; viene infine for- nita una guida puntuale per ciò che attiene tanto ai requisiti soggettivi ed oggettivi di ammissibilità quanto alle modalità di accesso all’istituto. (C.M. 5 giugno 2012, n. 21/E) STUDI DI SETTORE: I CLUSTER DI MAGGIO Dallo scorso 6 giugno 2012 sono disponibili sul sito Internet dell’Agenzia delle entrate i cluster (gruppi omo- genei), del mese di maggio 2012, relativi agli studi di settore in corso di lavorazione per il periodo d’imposta 2012 per i seguenti settori: – manifatture: - VD11U - Produzione di olio di oliva e di semi; - VD31U - Fabbricazione di saponi, detersivi, profumi e oli essenziali; - VD37U - Costruzione e riparazione di imbarcazioni; – servizi: - VG38U - Riparazione di calzature e di altri articoli in pelle, cuoio o in altri materiali simili; - VG40U - Locazione, valorizzazione, compravendita di beni immobili; - VG73B - Spedizionieri intermediari dei trasporti e corrieri; - VG88U - Autoscuole, scuole nautiche e agenzie di disbrigo pratiche; – commercio: - VM13U - Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici; - VM17U - Commercio all’ingrosso di cereali, legumi secchi e sementi; - VM33U - Commercio all’ingrosso di cuoio, pelli e pellicce; – professionisti: - VK25U - Consulenza agraria fornita da agronomi. AGEVOLAZIONI FISCALI PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO CHE DISCIPLINA IL 5 PER MILLE PER I BENI CULTURALI Nella Gazzetta Ufficiale n. 129 del 5 giugno 2012 è stato pubblicato il D.P.C.M. del 30 maggio 2012 che, in attuazione di quanto previsto dall’art. 23, comma 46, del D.L. n. 98/2011 – norma questa che ha inserito dal 2012 tra le attività che possono essere destinatarie di una quota del 5 per mille dell’IRPEF quella del finanzia- mento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici – stabilisce le modalità di richiesta, le liste dei soggetti ammessi al riparto delle risorse disponibili e le modalità di riparto delle somme destinate, in base alla scelta del contribuente, alla predetta finalità di finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici. (D.P.C.M. 30 maggio 2012 - in G.U. 5 giugno 2012, n. 129) 2 Consulenza n. 23/2012
  7. 7. 01) Notizie flash-fisco:01) Notizie flash-fisco 13/06/12 14.54 Pagina 3 FISCO & SOCIETÀ CODICI TRIBUTO ISTITUITI I CODICI TRIBUTO PER IL VERSAMENTO DELL’IMU CON MODELLO F24EP Con Ris. n. 53/E del 5 giugno 2012 sono stati istituiti i codici tributo di seguito elencati, al fine di consentire il versamento, tramite modello F24EP, delle somme dovute a titolo di IMU: - 350E: IMU - imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale - Comune; - 351E: IMU - imposta municipale propria per i terreni - Comune; - 352E: IMU - imposta municipale propria per i terreni - Stato; - 353E: IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - Comune; - 354E: IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - Stato; - 355E: IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - Comune; - 356E: IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - Stato; - 357E: IMU - imposta municipale propria - interessi da accertamento - Comune; Notizie Flash - 358E: IMU - imposta municipale propria - sanzioni da accertamento - Comune. (R.M. 5 giugno 2012, n. 53/E) IVIE E IVAFE: ISTITUITI I CODICI TRIBUTO PER IL VERSAMENTO TRAMITE MOD. F24 Con Ris. n. 54/E del 7 giugno 2012 sono stati istituiti i codici tributo da utilizzare per il versamento: – dell’imposta sul valore degli immobili situati all’estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residen- ti nel territorio dello Stato - IVIE: codice tributo 4041 (codice 4042 per le società fiduciarie, che effettuano un versamento cumulativo per tutti i soggetti amministrati); – dell’imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero dalle persone fisiche residenti nel territo- rio dello Stato - IVAFE: codice tributo 4043. Detti codici tributo vanno esposti nella sezione Erario del mod. F24, con l’indicazione, nel campo «anno di riferimento», dell’anno d’imposta per cui si effettua il versamento, nel formato AAAA. Per i codici tributo 4041 e 4043, in caso di versamento rateale vanno seguite le ordinarie modalità di compila- zione del campo «rateazione/regione/prov./mese rif.» (da valorizzare con «0101» in caso di versamento in unica soluzione). (R.M. 7 giugno 2012, n. 54/E) EVENTI ECCEZIONALI SISMA EMILIA ROMAGNA: IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO LEGGE CHE SOSPENDE GLI ADEMPIMENTI FISCALI, AMMINISTRATIVI E CONTRIBUTIVI Nella Gazzetta Ufficiale n. 131 del 7 giugno 2012 è stato pubblicato il D.L. n. 74/2012 che dispone interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle provin- ce di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 ed il 29 maggio 2012. Tra le misure contenute nel provvedimento vi è la sospensione degli adempimenti fiscali, amministrativi e con- tributivi, secondo il calendario di seguito riepilogato: – art. 6: dispone, tra l’altro, la sospensione fino al 31 luglio 2012 dei processi civili e amministrativi e di quel- li di competenza di ogni altra giurisdizione speciale pendenti alla data del 20 maggio 2012 presso gli uffici giudiziari aventi sede nei comuni colpiti dal sisma, con alcune eccezioni per quelle cause rispetto alle quali la ritardata trattazione potrebbe produrre grave pregiudizio alle parti; – art. 8: stabilisce che la mancata effettuazione ed il mancato riversamento delle ritenute effettuate da parte dei soggetti di cui al D.M. 1° giugno 2012 a partire dal 20 maggio 2012 e fino alla data di entrata in vigore del presente decreto legge sono regolarizzabili senza applicazione di sanzioni ed interessi entro il 30 settembre 2012. Fino a tale data sono inoltre sospesi, tra l’altro: i termini relativi agli adempimenti ed ai versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali e dei premi INAIL; i versamenti del diritto annuale alle Camere di commercio; i termini per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti di cui all’art. 29 del D.L. n. 78/2010 da parte degli agenti della riscossione, nonché i termini di pre- Consulenza n. 23/2012 3
  8. 8. 01) Notizie flash-fisco:01) Notizie flash-fisco 13/06/12 14.54 Pagina 4 FISCO & SOCIETÀ scrizione e decadenza relativi all’attività degli uffici finanziari; il versamento dei contributi consortili di bonifica, esclusi quelli per il servizio irriguo, gravanti sugli immobili agricoli ed extragricoli; l’esecuzione dei provvedimenti di sfratto per finita locazione di immobili pubblici e privati, anche non abitativi; il pagamento dei canoni di concessione e locazione relativi a immobili distrutti o dichiarati non agibili, di proprietà dello Stato e degli Enti pubblici, ovvero adibiti ad uffici statali o pubblici; il pagamento delle rate dei mutui e dei finan- ziamenti di qualsiasi genere erogati dalle banche e altri intermediari finanziari. (D.L. 6 giugno 2012, n. 74 - in G.U. 7 giugno 2012, n. 131) SOSPESA LA RISCOSSIONE NELLE ZONE DELL’EMILIA ROMAGNA COLPITE DAL TERREMOTO Nella Gazzetta Ufficiale n. 130 del 6 giugno 2012 è stato pubblicato il D.M. 1° giugno 2012, che dispone la sospensione dei termini dei versamenti e degli adempimenti tributari, comprese le cartelle di pagamento, che scadono nel periodo compreso tra il 20 maggio ed il 30 settembre 2012 per le persone fisiche e soggetti diver- si che avevano la residenza o la sede legale/operativa nei Comuni colpiti dal sisma dello scorso 20 maggio 2012. (D.M. 1° giugno 2012 - in G.U. 6 giugno 2012, n. 130) Notizie Flash IMPOSTE DIRETTE CEDOLARE SECCA SULLE LOCAZIONI: DALLE ENTRATE UNA CIRCOLARE CON RISPOSTE A QUESITI L’Agenzia delle entrate, nella Circ. n. 20/E del 4 giugno 2012, risponde ad alcuni quesiti sull’applicazione della cedolare secca sulle locazioni, introdotta dal D.Lgs. n. 23/2011. Di seguito vengono brevemente riassunti i principali chiarimenti forniti nel documento di prassi: – revoca dell’opzione: nelle more dell’emanazione di una disciplina ad hoc, è considerata valida la revoca del- l’opzione per la cedolare secca precedentemente esercitata effettuata in carta libera all’Ufficio dell’Agenzia delle entrate, debitamente sottoscritta e contenente i dati necessari all’identificazione del contratto e delle parti; il contribuente può anche utilizzare il modello 69 come schema di richiesta della revoca; – regime transitorio per il 2011: la circolare chiarisce che: - la comunicazione al conduttore, con la quale il locatore rinuncia ad esercitare la facoltà di chiedere l’ag- giornamento del canone, può ritenersi tempestiva se effettuata entro il 1° ottobre 2012 (termine che vale anche se il locatore ha presentato il modello 730/2012 in luogo di UNICO 2012); - l’omesso versamento dell’acconto della cedolare secca per il 2011 alle date previste non preclude la possibilità di assoggettare i canoni di locazione ad imposta sostitutiva, a condizione che il contribuente regolarizzi detta omissione con l’istituto del ravvedimento operoso (codici tributo 1992 per gli interessi e 8913 per le sanzioni); - se il contribuente ha tenuto conto del reddito derivante dalla locazione ai fini del versamento dell’accon- to IRPEF 2011 e vuole assoggettare i canoni ad imposta sostitutiva, può presentare istanza per la correzio- ne del codice tributo indicando l’importo versato a titolo di acconto IRPEF da considerare versato a tito- lo di acconto per la cedolare secca 2011 (lo stesso principio vale in caso di acconto IRPEF trattenuto e ver- sato nell’ambito dell’assistenza fiscale); – acconti 2012: se nell’anno 2011 un contribuente ha assoggettato ad IRPEF il reddito dell’immobile locato ed intende esercitare dal 2012 l’opzione per la cedolare secca per le residue annualità del contratto, non è tenu- to al versamento dell’acconto della cedolare secca per l’anno 2012; – trasferimento di immobile locato: l’opzione per la cedolare secca esercitata dal dante causa in ipotesi di tra- sferimento mortis causa o per atto tra vivi di un immobile locato cessa di avere efficacia con il trasferimen- to stesso per quanto riguarda l’imposta sul reddito, mentre continua ad avere effetto fino al termine dell’an- nualità contrattuale per l’imposta di registro e di bollo; – comproprietario non risultante dal contratto di locazione: il comproprietario il cui nominativo non compare nel contratto di locazione dell’immobile sottoscritto dall’altro comproprietario può comunque optare per la cedolare secca; – comunicazione al conduttore – contratto inferiore a 30 giorni in un anno: l’obbligo di inviare la comunicazio- ne di rinuncia agli aggiornamenti del canone può essere escluso nell’ipotesi di contratti di locazione di dura- ta complessiva nell’anno inferiore a 30 giorni. (C.M. 4 giugno 2012, n. 20/E) 4 Consulenza n. 23/2012
  9. 9. 01) Notizie flash-fisco:01) Notizie flash-fisco 13/06/12 14.54 Pagina 5 FISCO & SOCIETÀ IMPOSTE INDIRETTE IMPOSTE SULLE ATTIVITÀ FINANZIARIE SCUDATE: LE NUOVE LINEE GUIDA DALLE ENTRATE L’Agenzia delle entrate, con proprio provvedimento direttoriale del 5 giugno 2012, che sostituisce quello del 14 febbraio 2012 al fine di tenere conto delle modifiche introdotte dal D.L. n. 16/2012 rispetto alla disciplina ori- ginaria contenuta nel D.L. n. 201/2011, aggiorna le linee guida per il calcolo ed il versamento dell’imposta di bollo annuale speciale sulle attività finanziarie rimpatriate che usufruiscono del regime della riservatezza. Detta imposta è dovuta nella misura del 10 per mille per il 2011, del 13,5 per mille per il 2012 e del 14 per mille per gli anni successivi e riguarda le sole attività finanziarie che sono state oggetto delle operazioni di emersio- ne attraverso la procedura del rimpatrio (fisico e giuridico) e che sono detenute in regime di riservatezza alla data del 31 dicembre di ciascun anno. L’imposta in oggetto relativa al periodo d’imposta 2011, unitamente all’eventuale imposta straordinaria sui pre- lievi (dovuta esclusivamente con riferimento al periodo 1° gennaio-6 dicembre 2011), devono essere versate Notizie Flash entro il 16 luglio 2012. Il provvedimento delle Entrate contiene inoltre la disciplina: – dell’imposta sul valore degli immobili situati all’estero (IVIE); – dell’imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero (IVAFE). (Agenzia delle entrate - Provv. 5 giugno 2012) IRPEF DETRAZIONE DEL 36%: INCOMPLETEZZA DEI DATI DEL BONIFICO AI FINI DELLA RITENUTA D’ACCONTO La non completa compilazione del bonifico bancario/postale da parte del contribuente non consente alle ban- che ed a Poste Italiane di ottemperare all’obbligo di operare la ritenuta d’acconto del 4% di cui all’art. 25 del D.L. n. 78/2010 all’atto dell’accredito del pagamento; ciò pregiudica, ad avviso dell’Agenzia delle entrate, la possibi- lità di fruire della detrazione per gli interventi di ristrutturazione edilizia, a meno che il contribuente non pro- ceda alla ripetizione del pagamento alla ditta beneficiaria mediante un nuovo bonifico bancario/postale nel quale siano riportati, in maniera corretta, i dati richiesti dall’art. 1, comma 3, del D.M. n. 41 del 1998, in modo da consentire alle banche o a Poste Italiane S.p.A. di operare la ritenuta del 4%. (R.M. 7 giugno 2012, n. 55/E) SERVIZI TELEMATICI RILASCIO DI AGGIORNAMENTI SOFTWARE Sul sito Internet dell’Agenzia delle entrate, nella sezione Software, è disponibile: – la versione 1.0.0 del 4 giugno 2012 del software di compilazione del modello UNICO 2012 Società di perso- ne, con la relativa procedura di controllo (versione 1.3.0 del 4 giugno 2012); – la versione 1.0.0 del 4 giugno 2012 del software di compilazione del modello Consolidato Nazionale e Mondiale 2012 Società di persone, con la relativa procedura di controllo (versione 1.3.0 del 4 giugno 2012); – la versione 6.28 del 5 giugno 2012 della procedura di controllo F24 riservato a banche, Poste e agenti della riscossione; – la versione 1.2.1 del 6 giugno 2012 del software di compilazione del mod. F24EP (Enti Pubblici) con la rela- tiva procedura di controllo (versione 1.2.9 del 6 giugno 2012); – la versione 2.5.1 del 7 giugno 2012 del software di compilazione del mod. F24; – la versione 2.7 del 7 giugno 2012 della procedura di controllo relativa i modelli F24 Telematici; – l’aggiornamento dell’8 giugno 2012 degli archivi del software di controllo del modello F24 riservato a ban- che, Poste e agenti della riscossione; – la versione definitiva del software per la gestione dei ricavi o compensi da parametri - anno 2012. Consulenza n. 23/2012 5
  10. 10. 02) Notizie flash-lavoro:02) Notizie flash-lavoro 13/06/12 14.54 Pagina 6 LAVORO & PREVIDENZA a cura di Bruno Benelli DICHIARAZIONI PIGNORAMENTO CONTO TERZI: I PAGAMENTI INPS In qualità di sostituto di imposta anche l’INPS deve operare la ritenuta d’acconto IRPEF 20% sui pagamenti eseguiti mediante pignoramento anche presso terzi; lo prescrive la legge n. 449/1997. A questo riguardo l’INPS sta implementando le procedure per consentire la trattenuta per pignoramento, la rilevazione contabile della somma e i successivi adempimenti in obbligo all’INPS in qualità di terzo pignorato e sostituto d’imposta. Nel frattempo fornisce le istruzioni operative per applicare la ritenuta d’acconto nel caso di pignoramento su prestazioni a sostegno del reddito. La somma individuata dal giudice nel provvedimento di assegnazione in favore del creditore pignoratizio deve essere trattenuta sulla prestazione netta spettante al debitore pignorato, beneficiario della prestazione a sostegno Notizie Flash del reddito, dopo che sulla stessa sia stata effettuata l’imposizione fiscale ordinaria (trattenuta IRPEF corrente). Si possono verificare i seguenti casi: A - Prestazioni per le quali è possibile effettuare la trattenuta al netto dell’IRPEF. In questa ipotesi si dovrà in primo luogo procedere al calcolo simulato della prestazione: questo evidenzierà l’importo lordo della prestazio- ne e l’importo dell’IRPEF consentendo di ricavare il netto della prestazione. Sul netto ricavato dovrà essere cal- colato l’ammontare della trattenuta, a seconda di quanto disposto nel provvedimento giudiziario (1/3, 1/5 o l’in- tero ammontare). Ad esempio, se il giudice ha stabilito il pignoramento di una somma di 3.000 euro con tratte- nuta di un quinto sulla prestazione dovuta al debitore pignorato, e la prestazione al netto IRPEF, ricavata con il procedimento sopra indicato, è pari a 1.500 euro, la trattenuta da operare per pignoramento sarà pari a 300 euro. B - Prestazioni per le quali è possibile effettuare la trattenuta solo sull’imponibile IRPEF. Si deve procedere con il calcolo simulato della prestazione per stabilirne l’importo lordo. La somma oggetto di pignoramento deve essere posta in pagamento al creditore pignoratizio. Sulla somma, al momento del pagamento in favore del creditore, deve essere effettuata una ritenuta d’acconto nella misura del 20%, salvo che il credito sia riferito a somme non assoggettabili a ritenute alla fonte. Riprendendo l’esempio già fatto, se la somma trattenuta per pignoramento è pari a 300 euro, la ritenuta d’acconto sarà di 60 euro e il paga- mento netto al creditore di 240 euro. Oltre a tutto questo è necessario: 1) al debitore esecutato, beneficiario della prestazione a sostegno del reddito, deve essere rilasciata una comu- nicazione annuale contenente l’ammontare delle somme trattenute che sono state erogate nel corso dell’an- no al creditore pignoratizio. Nel caso di morte del debitore la comunicazione deve essere inviata agli eredi; 2) al creditore pignoratizio deve essere rilasciata una certificazione annuale contenente l’ammontare delle somme corrisposte che sono state trattenute nel corso dell’anno al debitore esecutato e delle ritenute opera- te. Tale certificazione deve essere rilasciata entro il 28 febbraio dell’anno successivo al fine di consentire al destinatario l’assolvimento dei propri obblighi fiscali. La certificazione deve essere rilasciata direttamente dalla sede INPS territorialmente competente. (INPS - Mess. n. 9030 del 25 maggio 2012) PREVIDENZA AZIENDE TERREMOTATE IN EMILIA: COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE E PAGAMENTO PRESTAZIONI INPS L’INPS, al fine di consentire il pagamento delle prestazioni nei confronti dei soggetti che avevano richiesto la riscossione per contanti allo sportello presso gli uffici postali ubicati nei Comuni delle province di Ferrara e Modena colpiti dal terremoto, al momento chiusi o inattivi funzionalmente, ha autorizzato Poste ad effettuare il pagamento in circolarità di tutte le prestazioni pensionistiche e non pensionistiche, esonerando i beneficia- ri, rispettivamente, dall’obbligo della presentazione del certificato di pensione e della lettera di avviso. In circolarità significa che il pagamento in contanti potrà essere richiesto presso un qualsiasi ufficio postale del 6 Consulenza n. 23/2012
  11. 11. 02) Notizie flash-lavoro:02) Notizie flash-lavoro 13/06/12 14.54 Pagina 7 LAVORO & PREVIDENZA territorio nazionale. Per il pagamento occorre presentare, comunque, un valido documento d’identità. L’autorizzazione è da ritenere operante fino al ripristino della funzionalità degli uffici postali dichiarati inagibili. Intanto anche il Ministero del lavoro è intervenuto per chiarire che le comunicazioni obbligatorie dei datori di lavoro possono essere assolte tramite il modello «Uniurg» (al posto del modello normale «Unilav»): cioè comu- nicazioni tardive per cause di forza maggiore senza incorrere in sanzioni. Gli interessati possono inviare il modello al fax server nazionale 848800131 con l’obbligo di fare la comunicazione completa per via telematica entro il primo giorno utile. (MinLavoro - Nota n. 7879 del 31 maggio 2012) (INPS - Mess. n. 9028 del 25 maggio 2012) CASSA FORENSE: SCADE IL 2 LUGLIO IL PAGAMENTO DELLA TERZA RATA DEI CONTRIBUTI Dall’11 giugno gli avvocati iscritti alla cassa di previdenza hanno a disposizione le procedure di compilazione assistita per inviare il modello 5/2012 che, è bene ricordare, è disponibile solo in via telematica. Il servizio resterà attivo dall’11 giugno 2012 al 28 febbraio 2013; per accedere alle funzioni è necessario iden- tificarsi mediante il codice meccanografico, già attribuito dalla Cassa, e il codice Pin; per agevolare i versamen- Notizie Flash ti dei contributi la Cassa forense attiverà servizio di pagamento tramite la carta di credito «Forense Card». Restano confermate le consuete modalità di pagamento ovvero: 1) Mav bancari; 2) Bonifici bancari. In sede di compilazione del modello 5/2012, questo anno, è previsto l’obbligo di comunicare un indirizzo di posta elettronica ordinario e un indirizzo di posta elettronica certificata (pec); per questo ultimo è data possi- bilità di provvedervi entro il 31 ottobre. L’invio telematico deve essere effettuato entro il 1° ottobre 2012. Con l’occasione si ricorda che scade il 30 giugno 2012 il termine per il pagamento della terza rata dei contri- buti minimi obbligatori, soggettivo di base e modulare, integrativo e di maternità dovuti per l’anno 2012 (si intendono comunque nei termini i versamenti effettuati entro il 2 luglio 2012). E subito dopo, entro il 31 luglio, occorre pagare la prima rata dei contributi obbligatori soggettivi di base e modulare e integrativi dovuti in autoliquidazione per l’anno 2011. (Cassa forense - Nota 6 giugno 2012) CONTRIBUTI VOLONTARI: SI PAGANO ENTRO IL 30 GIUGNO Entro sabato 30 giugno devono pagare i contributi volontari INPS i lavoratori che in questo momento non hanno un posto di lavoro e quindi resterebbero senza copertura contributiva ai fini della pensione se non prov- vedessero da soli a coprire il periodo. Il versamento riguarda i contributi relativi al trimestre gennaio/marzo di quest’anno. Non sono ammessi ritardi: basta un solo giorno di ritardo e gli uffici devono annullare il pagamen- to e restituire i soldi senza interessi. Si può comunque chiedere agli uffici di considerare il versamento esegui- to per il trimestre successivo. I versamenti volontari sono costosi, in quanto il lavoratore deve pagare non solo la propria quota, ma anche quella del datore di lavoro; quest’anno l’aliquota è del 31,87% e si applica sulla media delle retribuzioni degli ultimi 12 mesi. Se l’autorizzazione risale a prima del 1966 il contributo scende al 27,87%; per colf e badanti il contributo è più basso: rispettivamente 16,9975% e 12,9975%. Supponiamo che la retribuzione media annua di un lavoratore dipendente sia di 30.000 euro lordi. Ebbene, il contributo settimanale sarà di 183,86 euro (retribuzione settimanale 576,92 euro moltiplicata per 31,87%), ovvero 160,79 euro. L’interessato dovrà perciò fare fronte a un pagamento complessivo annuo di 9.560 euro, pari a 2.390 euro a trimestre (oppure di 8.361 euro, pari a 2.090 euro ogni tre mesi). Inoltre per gli stipendi superiori a 44.204 euro annui, scatta l’aumento di un punto percentuale per cui l’aliquo- ta sale rispettivamente a 32,87% e 28,87%. Ovviamente queste nuove aliquote riguardano solo le eccedenze di retribuzione: fino a 44.204 euro si continuano a pagare le aliquote inferiori; è in ogni caso una soglia minima retributiva sulla quale si calcola il contributo. Quest’anno è di 192,40 euro per cui il minimo da pagare all’INPS per ogni settimana è di 61,32 euro (53,62 euro per chi ha l’autorizzazione ante 1996). Il che significa che per coprire ai fini pensionistici l’intero anno 2012 occorrerà pagare quanto meno 3.188,64 euro (ridotti a 2.788,24 euro per gli autorizzati entro l’anno 1995). Il pagamento può essere fatto: Consulenza n. 23/2012 7
  12. 12. 02) Notizie flash-lavoro:02) Notizie flash-lavoro 13/06/12 14.54 Pagina 8 LAVORO & PREVIDENZA 1) utilizzando il bollettino Mav; 2) on-line sul sito www.inps.it; 3) tramite numero verde gratuito 803.164; 4) con addebito sul proprio conto corrente (sistema Rid). (INPS - Circ. n. 69/212) DM10 ANOMALI E PROVVISORI E FLUSSO UNIEMENS La composizione del DM10 con l’aggregazione tipologica, prima a carico dell’azienda, viene ora svolta diretta- mente dal sistema Uniemens che, partendo dalle denunce individuali, provvede da un lato all’aggiornamento del conto assicurativo dei lavoratori e dall’altro alla costruzione del DM10. L’INPS chiarisce che la fase di «quadratura» tra la somma dei singoli elementi contributivi individuali e i dati dichiarativi «totale a debito e totale a credito» a livello aziendale può produrre dei DM10 virtuali convenzio- nalmente definiti «provvisori» o «anomali» nel caso in cui non si realizzi la quadratura. Il DM10 viene marcato come «provvisorio» quando le somme degli importi a debito e/o a credito ricostruiti (ex quadro «BC» e «D») sono inferiori ai rispettivi valori indicati negli elementi dichiarativi «TotaleADebito» Notizie Flash e «TotaleACredito» presenti nei «dati di quadratura» della denuncia aziendale. Il DM10 viene marcato come «anomalo» quando le somme degli importi a debito (ex quadro B/C) o a credito (ex quadro D) o entrambi risultano superiori ai rispettivi valori indicati negli elementi dichiarativi «TotaleADebito» e «TotaleACredito». (INPS - Mess. n. 9668 del 6 giugno 2012) INCENTIVI ALLE AZIENDE: DOMANDA TELEMATICA ENTRO IL 30 GIUGNO Le domande telematiche per chiedere la proroga degli incentivi all’occupazione devono essere presentate entro il pros- simo 30 giugno; gli incentivi sono riconosciuti ai datori di lavoro che assumono lavoratori in situazioni particolari: 1) per l’assunzione di lavoratori disoccupati ultracinquantenni, titolari di indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali; 2) per la prosecuzione del rapporto di lavoro con dipendenti già in forza, che abbiano almeno 35 anni di anzia- nità contributiva, per i quali siano scaduti determinati incentivi connessi alla condizione di disoccupato del lavoratore; 3) per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di lavoratori disoccupati di qualunque età, titolari di inden- nità di disoccupazione ordinaria o del trattamento speciale di disoccupazione edile. Tali incentivi, inizialmente previsti per l’anno 2010, sono stati prorogati per il 2011 e il 2012; l’INPS fornisce le istruzioni solo per l’anno 2011 in quanto per il 2012 è necessario attendere l’emanazione di un ulteriore decreto. A - Nel primo caso gli incentivi spettano per l’assunzione a tempo determinato o indeterminato, a tempo pieno o parziale, effettuata nel corso del 2011, di lavoratori che, alla data dell’assunzione, abbiano 50 anni o siano tito- lari dell’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti ordinari. L’incentivo spetta anche nell’ipotesi di trasformazione a tempo indeterminato o proroga a tempo determinato, effettuate nel corso del 2011, di un rapporto di lavoro a tempo determinato originariamente instaurato dopo il 1° gennaio 2010, a condizione che il lavoratore: 1) fosse titolare dell’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti ordinari alla data dell’assunzione a tempo determinato; 2) abbia compiuto 50 anni alla data della trasformazione a tempo indeterminato o della proroga a tempo deter- minato. Il beneficio contributivo è riconosciuto per la durata del rapporto di lavoro e, comunque, non oltre il 31 dicem- bre 2011. B - Nel secondo caso gli incentivi spettano nell’ipotesi di prosecuzione del rapporto di lavoro con dipendenti già in forza. Per i datori di lavoro che hanno originariamente assunto lavoratori in mobilità il beneficio spetta se: 1) è meramente proseguito durante il 2011 il rapporto di lavoro, per il quale sono scadute – il 31 dicembre 2010 o nel corso del 2011 – le riduzioni contributive; 2) è stato prorogato, nel corso del 2011, un rapporto di lavoro a termine oltre i dodici mesi. I lavoratori coinvolti debbono aver maturato almeno 35 anni di anzianità contributiva, valida ai fini del dirit- to al trattamento pensionistico. Quando ricorrono le condizioni sopra indicate spetta al datore di lavoro il prolungamento delle riduzioni contributi- 8 Consulenza n. 23/2012
  13. 13. 02) Notizie flash-lavoro:02) Notizie flash-lavoro 13/06/12 14.54 Pagina 9 LAVORO & PREVIDENZA ve oltre la loro scadenza originaria e fino alla data di maturazione, in capo al lavoratore, del diritto al pensionamento (una volta terminata l’attesa per l’apertura della finestra mobile) e comunque non oltre la data del 31 dicembre 2011. C - Nel terzo caso l’incentivo spetta per le assunzioni a tempo pieno e indeterminato effettuate nel corso del- l’anno 2011. L’incentivo spetta, altresì, nell’ipotesi di trasformazione a tempo pieno e indeterminato, effettuata nel corso del 2011, di un rapporto di lavoro a tempo determinato originariamente instaurato dopo il 1° gennaio 2010. L’incentivo spetta per un periodo pari alla durata residua del trattamento riconosciuto al lavoratore e comun- que non oltre il 31 dicembre 2011. L’incentivo spetta nel limite delle risorse stanziate ed è erogato attraverso il conguaglio con le somme dovute dai datori di lavoro a titolo di contributi previdenziali e assistenziali. Allo scopo di accedere ai benefici i datori di lavoro interessati devono presentare apposita domanda, contenente una dichiarazione di responsabilità in ordine alla sussistenza delle condizioni di legge. La domanda dovrà essere presen- tata entro il 30 giugno 2012 esclusivamente in modalità telematica, avvalendosi dell’applicazione «DiResCo - Dichiarazioni di responsabilità del contribuente» disponibile presso il sito Internet dell’Istituto www.inps.it, seguen- do il percorso «servizi on line», «per tipologia di utente», «aziende, consulenti e professionisti», «servizi per le azien- Notizie Flash de e consulenti» (autenticazione con codice fiscale e pin), «dichiarazioni di responsabilità del contribuente». (INPS - Circ. n. 76 del 31 maggio 2012) LAVORI USURANTI: DOMANDE DI PENSIONE PRESENTATE NEL 2011 L’INPS sulla scorta delle certificazioni effettuate dalle sedi, ha individuato i lavoratori da ammettere al benefi- cio previsto per i lavori faticosi e pesanti; la graduatoria dei lavoratori in attesa di pensione anticipata è stata ordinata sulla base dei seguenti criteri: 1) data di maturazione del requisito pensionistico agevolato; 2) a parità di data di maturazione del requisito pensionistico, in base alla data di presentazione della domanda. Ai lavoratori ammessi al beneficio è stata inviata la comunicazione di accoglimento della domanda. Il diritto viene automaticamente verificato con riferimento ai requisiti di età e di contribuzione previsti per l’ac- cesso al pensionamento per ogni tipologia di attività faticosa e pesante (usurante, conducente, linea catena, lavoro notturno). (INPS - Mess. n. 9237 del 30 maggio 2012) RAPPORTO DI LAVORO LICENZIAMENTO ILLEGITTIMO: SCATTA L’OBBLIGO DI VERSARE I CONTRIBUTI Per il licenziamento dichiarato illegittimo dalla magistratura, sulle retribuzioni pagate per il periodo intercor- rente tra il giorno del licenziamento e quello della reintegra, il datore di lavoro deve calcolare e versare i con- tributi previdenziali e assistenziali in base alle dimensioni occupazionali dell’impresa: A - Se l’azienda non supera i 15 dipendenti il lavoratore gode della cosiddetta « tutela obbligatoria», che impli- ca l’instaurazione di un nuovo rapporto di lavoro, dalla data della riassunzione, per cui il datore di lavoro non deve versare i contributi per il periodo intercorrente tra il licenziamento e la riassunzione stessa. B - Se invece l’azienda ha più di 15 dipendenti il lavoratore ha diritto alla cosiddetta « tutela reale», in base alla quale il giudice ordina la reintegrazione nel posto di lavoro, condannando il datore a pagare una indennità commisurata alla retribuzione globale di fatto – e comunque non inferiore a cinque mensilità di retribuzione – dal giorno del licenziamento a quello dell’effettiva reintegra. Il giudice dispone, altresì, il versamento dei con- tributi previdenziali e assistenziali per lo stesso periodo. E questo perché, come ha chiarito anche la Corte di Cassazione a Sezioni Unite (Sent. n. 15143/2007), il rap- porto di lavoro non si è mai estinto né interrotto. L’obbligazione contributiva deve essere commisurata all’effet- tivo importo delle retribuzioni maturate e dovute per il periodo dal licenziamento alla data della reintegrazio- ne, sebbene tale misura non coincida con l’ammontare del danno liquidato in sede risarcitoria. Per cui anche il Ministero del lavoro conferma che, a seguito del provvedimento cautelare di reintegrazione del prestatore nel posto di lavoro, il datore di lavoro risulta tenuto all’adempimento di tutti gli obblighi connessi al rapporto di lavoro, tra i quali il versamento dei contributi. (MinLavoro - Nota n. 10150 del 30 maggio 2012) Consulenza n. 23/2012 9
  14. 14. 03) Pegorin - Prima pagina:03) Pegorin - Prima pagina 13/06/12 14.54 Pagina 10 Prima pagina DETRAZIONI DI SPESA E CEDOLARE SECCA: GLI ULTIMI CHIARIMENTI di Lorenzo Pegorin Fisco & Società ONERI E DETRAZIONI Con la Circ. n. 19/E del 1° giugno Inoltre è necessario conser- vare ed esibire, su richiesta Detrazione d’imposta 2012 sono stati forniti importanti degli uffici, i documenti del 36% - La nuova chiarimenti in merito a detrazioni riguardanti la ristruttura- comunicazione zione (1). La lett. q) dell’art. 7, comma 2 per spese sanitarie, carichi di famiglia, agevolazioni per disabili La modifica, in vigore dal 14 del D.L. n. 70/2011 (cd. maggio 2012, prevede l’eli- «Decreto Sviluppo»), mutan- e interventi di recupero minazione dell’invio preven- do l’art. 1, comma 1 lett. a) del patrimonio abitativo tivo della comunicazione di del D.M. 18 febbraio 1998 n. e di riqualificazione energetica; inizio lavori al centro opera- 41 ha previsto che, ai fini tivo di Pescara (2); l’adempi- della detrazione del 36% è la Circ. n. 20/E del 4 giugno 2012 mento viene sostituito dal- obbligatorio indicare nella affronta invece alcune specifiche l’inserimento dei dati relativi dichiarazione dei redditi alcuni dati prima contenuti tematiche concernenti all’immobile oggetto di l’applicazione della cedolare secca ristrutturazione direttamente nella comunicazione di ini- in dichiarazione dei redditi. zio lavori, e segnatamente: In tale contesto la Circ. n. – i dati catastali identificativi dell’immobile ogget- 19/E del 1° giugno 2012 chiarisce che è possibile usu- to di intervento; fruire dell’agevolazione del 36%, anche per i lavori – gli estremi di registrazione dell’atto che costitui- iniziati dal 1° gennaio 2011 al 14 maggio 2011 anche sce il titolo per la detenzione (es. contratto di se non è stata inviata preventivamente la comunica- locazione) nel caso in cui i lavori siano effettuati zione di inizio lavori al Centro operativo di Pescara. dal detentore (es. conduttore), anziché dal pos- In sostanza viene sancito il principio secondo cui la sessore; soppressione dell’obbligo di comunicazione di inizio – gli altri dati richiesti ai fini del controllo della lavori al Centro operativo di Pescara riguarda l’inte- detrazione. ro anno 2011. L’agevolazione si applica comunque a (1) Nel dettaglio vedasi comunicato stampa Agenzia delle entrate del 3 novembre 2011. (2) Prima della modifica introdotta dall’art. 7, comma 2, D.L. n. 70/2011, per usufruire dell’agevolazione del 36% occorreva presentare (per raccomandata a/r) la comunicazione di inizio lavori, prima (o contestualmente) dell’inizio degli stessi all’Agenzia delle entrate - Centro operativo di Pescara - Via Rio Sparto 21 - 65100 Pescara. I documenti che dovevano essere allegati, prima della modifica intervenuta con il citato «Decreto Sviluppo» erano: - copia della concessione/autorizzazione/Dia (ove previsto); - dati catastali o fotocopia di domanda accatastamento; - fotocopia ricevute pagamenti ICI a decorrere dal 1997, se dovuta e se a richiedere le agevolazioni è il proprietario od altro titolare di diritto di proprietà (non però negli altri casi e neppure nel caso di lavori condominiali); - fotocopia della delibera assembleare e della tabella millesimale per la ripartizione delle spese in caso di lavori in condomini (nel caso di susseguenti aumenti dell’importo preventivato occorreva inviare una nuova tabella con ripartizione delle spese); - nel caso in cui i lavori fossero stati effettuati da soggetti non titolari di diritto di proprietà, come un locatore od un comodatario era necessario inviare anche la dichiarazione di consenso del proprietario. Era possibile inoltre produrre una dichiarazione notoria sostitutiva ex art. 4, legge n. 15/1968, che attestava il possesso della documen- tazione dovuta e la disponibilità di mostrarla a richiesta, senza dover così inviare per raccomandata tutti i citati documenti. 10 Consulenza n. 23/2012
  15. 15. 03) Pegorin - Prima pagina:03) Pegorin - Prima pagina 13/06/12 14.54 Pagina 11 Prima pagina condizione che siano stati indicati i dati richiesti conservata la relativa documentazione nel modello dalla vigente lett. a) del D.M. n. 41/1998 e che sia 730/2012 o in UNICO 2012. Fisco & Società La circolare in questione chiarisce inoltre che la no d’imposta 2010, ovvero entro il 30 settembre detrazione spetta anche per l’acquisto di box perti- 2011. nenziali avvenuti nel corso del 2010 per i quali il L’Agenzia precisa che, considerata l’abolizione del- contribuente non abbia effettuato la comunicazio- l’obbligo di invio preventivo della comunicazione al ne di inizio lavori. Ciò in considerazione del fatto Centro operativo di Pescara entrata in vigore il 14 che il contribuente stesso avrebbe potuto inviarla, maggio 2011, il contribuente per mantenere l’agevo- comunque, entro la scadenza del termine di pre- lazione dovrà compilare le colonne relative ai dati sentazione della dichiarazione dei redditi per l’an- catastali dell’immobile di UNICO 2012 redditi 2011. Preventivo invio comunicazione inizio lavori al Centro operativo di Pescara D.Lgs. n. 276/2003, art. 85, comma 1, lett. b): Viene espressamente abrogato l’obbligo dell’autorizzazione preventiva per assumere Abolizione dal 14 maggio 2012 apprendisti. I chiarimenti della Circ. n. 19/E del 1° giugno 2012 Si considera ugualmente usufruibile l’agevolazione anche se L’obbligo di separata indicazione della manodopera nella la comunicazione preventiva è stata omessa nel periodo fattura viene meno sia per le spese effettuate nel 2011 che che va da 1° gennaio 2011 al 13 maggio 2011. per quelle sostenute negli anni precedenti. L’Agenzia precisa inoltre che, in virtù del principio condominiali viene confermata la spettanza della di legalità del favor rei, l’obbligo di separata indica- detrazione nel caso di esibizione, in sede di control- zione della manodopera nella fattura viene meno sia lo, della sola certificazione dell’amministratore che per le spese effettuate nel 2011 che per quelle soste- dichiara di aver adempiuto a tutti gli obblighi nute negli anni precedenti. imposti dalle leggi in questione. I condomini dovranno limitarsi ad indicare nell’apposito rigo il Agevolazione 36% e cessione dell’immobile codice fiscale del Condominio senza riportare i dati In occasione di lavori realizzati su parti comuni catastali dell’immobile poiché questi dati saranno Consulenza n. 23/2012 11
  16. 16. 03) Pegorin - Prima pagina:03) Pegorin - Prima pagina 13/06/12 14.54 Pagina 12 Prima pagina indicati dall’amministratore nel presentare il qua- quirente persona fisica dell’unità immobiliare ...». dro AC. L’Agenzia stabilisce che la detrazione residua, in È stata poi chiarita la questione relativa alla vendita assenza di specifiche indicazioni nell’atto, compete dell’immobile oggetto di interventi di recupero all’acquirente conformemente alla disciplina previ- quando è ancora in corso l’agevolazione fiscale, se gente. Nell’ipotesi di trasferimento mortis causa nell’atto di compravendita non siano state espressa- invece il diritto di beneficiare della detrazione va agli mente indicate le sorti dell’agevolazione. eredi che conservano la diretta e materiale detenzio- Sul punto va chiarito che, in base alla disciplina ne dell’immobile. applicabile dal 17 settembre 2011, data di entrata in L’Agenzia conferma che le stesse regole sono appli- vigore della legge di conversione n. 148 del 2011, in cabili anche agli atti di trasferimento tra vivi delle caso di vendita dell’unità immobiliare sulla quale unità immobiliari sulle quali sono stati effettuati sono stati realizzati gli interventi agevolabili, le detra- interventi di riqualificazione energetica agevolabili al Fisco & Società zioni «... possono essere utilizzate dal venditore oppu- 55%, mantenendo pertanto la simmetria tra le due re trasferite per i rimanenti periodi d’imposta all’ac- agevolazioni fiscali. Agevolazione 36% e 55% in caso di trasferimento dell’immobile D.Lgs. n. 276/2003, art. 85, comma 1, lett. b): Viene espressamente abrogato l’obbligo dell’autorizzazione preventiva per assumere Possibile scelta sul soggetto che continuerà ad usufruire dell’agevolazione apprendisti. I chiarimenti della Circ. n. 19/E del 1° giugno 2012 In caso di vendita dell’unità immobiliare, ed in assenza di La detrazione spetta al soggetto titolare del diritto di pro- indicazioni specifiche, la detrazione compete all’acqui- prietà al 31 dicembre dell’anno di riferimento e per l’intero rente. anno, salvo indicazione contraria. In relazione al trasferimento della proprietà sono essere agevolati solo se strettamente necessari l’Agenzia specifica quindi che la detrazione spetta al per la realizzazione dell’intervento. Si conclude infi- titolare del diritto (sia esso cedente o acquirente nei ne affermando che l’individuazione della parte di modi e nelle forme sopra esaminati) alla data del 31 spesa da considerarsi strettamente necessaria dovrà dicembre e ciò per l’intera quota annua. risultare da rigorose valutazioni tecniche fondate su L’ultimo chiarimento della circolare in commento elementi oggettivi. riguarda il caso specifico di presenza di interventi di ristrutturazione condominiale che interessino le reti DETRAZIONE PER SPESE SANITARIE fognarie. In particolare viene chiarita l’evenienza relativa alle spese per la bonifica del terreno con Dispositivi medici rimozione di rifiuti speciali pericolosi indispensabili La detrazione delle spese sanitarie è prevista anche per la prosecuzione dei lavori. per l’acquisto di dispositivi medici presso le erbori- L’Agenzia, rilevando che sono comunque oggetto di sterie a patto che dallo scontrino o dalla fattura agevolazione le spese per la bonifica dell’amianto, ha appositamente richiesta risulti chiaramente (C.M. n. precisato che altri lavori di bonifica del terreno pos- 20/E del 13 maggio 2011): 12 Consulenza n. 23/2012
  17. 17. 03) Pegorin - Prima pagina:03) Pegorin - Prima pagina 13/06/12 14.54 Pagina 13 Prima pagina – l’identità del soggetto che sostiene la spesa (indi- Prestazioni sanitarie riabilitative cazione codice fiscale); Il secondo chiarimento riguarda la possibilità di – la descrizione del dispositivo medico acquista- detrazione delle spese mediche per le prestazioni to. sanitarie riabilitative. Sempre necessaria, invece, la marcatura CE per i In tale ambito l’Agenzia delle entrate, superando il dispositivi medici. Tra questi la Circ. n. 19/E in que- proprio precedente orientamento, afferma che, in stione richiama appositamente, se conformi, anche le base all’apposito parere rilasciato dal Ministero della macchine ad ultrasuoni. L’Agenzia precisa come salute, sono detraibili al 19% le spese sostenute per le anche il soggetto che vende il dispositivo medico prestazioni sanitarie rese dalle figure professionali possa individuare i prodotti che danno diritto alla elencate nel D.M. 29 marzo 2001(es. fisioterapista, detrazione, integrando le indicazioni da riportare podologo, logopedista ecc.), anche in assenza di una specifica prescrizione medica. Fisco & Società sullo scontrino fiscale/fattura con la dicitura «pro- dotto con marcatura CE», attraverso l’indicazione Per la detraibilità della spesa sarà quindi sufficiente del numero della direttiva comunitaria di riferimen- che risulti dal documento certificativo rilasciato dal to per i dispositivi medici diversi da quelli di uso prestatore: comune elencati in allegato alla Circ. n. 20/E del 13 – la relativa figura professionale (di cui al D.M. 29 maggio 2011. marzo 2001 sopra citato); Tale integrazione sarà comunque possibile solo per il – la descrizione della prestazione sanitaria effettuata. futuro, e non potrà applicarsi quindi per le spese sostenute nel 2011 riguardanti l’acquisto di dispositi- L’Agenzia delle entrate chiarisce inoltre che la spesa vi medici. per l’iscrizione ad una palestra non può mai essere Per gli acquisti sostenuti nel 2011 la «marcatura qualificata quale spesa sanitaria ai fini dell’applica- CE» dovrà perciò essere dimostrata in altro modo, zione dell’art. 15, comma 1, lett. c) del T.U.I.R. anche ossia solamente conservando la scatola del disposi- se accompagnata da certificato medico che prescrive tivo. una specifica attività motoria. Spese sanitarie riabilitative D.Lgs. n. 276/2003, art. 85, comma 1, lett. b): Viene espressamente abrogato l’obbligo dell’autorizzazione preventiva per assumere I chiarimenti della Circ. n. 19/E del 1° giugno 2012 apprendisti. Detraibili anche senza prescrizione medica SPESE PER DISABILI deve risultare dalla dichiarazione dei redditi, nella In ipotesi di acquisto di autovettura per disabili va quale devono essere indicati: segnalato che, ai sensi dell’art. 15, comma 1, lett. c), – il numero della rata che si utilizza per l’anno del T.U.I.R. la spesa per l’acquisto di veicoli da parte d’imposta e l’intero importo della spesa se si pre- dei portatori di handicap è detraibile, nel limite di senta il mod. 730 (l’importo della spesa deve euro 18.075,90 e può essere rateizzata in quattro essere indicato in modo identico nei modelli di quote annuali costanti e di pari importo. La scelta di dichiarazione 730 relativi ai quattro anni di ripartire la detrazione in quattro rate di pari importo imposta interessati); Consulenza n. 23/2012 13

×