Creative Farm linee guida

887 views

Published on

Published in: Design
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
887
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Creative Farm linee guida

  1. 1. CREATIVE FARM BANDO MOBILITA’ TRANSNAZIONALE
  2. 2. OBIETTIVO Creare un concept/prototipo per lo sviluppo e la gestione di spazi ibridi dedicati alla cultura e alla creatività. 10 Professionisti in ambito culturale 7 paesi europei 9 centri culturali
  3. 3. Rinova _ Chocolate Factory Londra Regno Unito Anna Spreafico e Gaspare Caliri Centre Cívic Convent de Sant Agustí Barcellona Spagna Caterina Lana STPLN – Arduino Verkstad Malmo Svezia Valentinba Laterza Fédération des Maisons de Jeunes en Belgique Francophone, Liegi, Belgio Fabio Paolo Costanza CMJCF Ile de France, Francia Chiara Fiocchi Omen Theatre Belgrado, Serbia Simona Piazza Villa Méditerranée Marsiglia, Francia Agata Brusetti z33 Hasselt, Belgio Federica Mandelli Bureau Europa Maastricht, Olanda Marta Corubolo
  4. 4. FASE 1 FASE 3FASE 2 La storia e l’evoluzione del progetto 1. Design dell’iniziativa: - Formazione dell’idea e bisogni a cui risponde - Attori coinvolti - Qualità e condizioni dello spazio - Ruolo di enti pubblici e altri attori istituzi- onali - Costruzione del partenariato - Definizione degli obiettivi e dei principali risultati attesi - Definizione del concept sotto il profilo dell’offerta culturale (target, attori, …) - Definizione del concept architettonico 2. Start up dell’iniziativa: - Business e financial planning, principali indicatori di redditività - Costruzione del modello di gestione e del soggetto giuridico responsabile per la gestione - Costruzione della governance - Fabbisogno finanziario e relativa provvista 3. Principali evoluzioni del progetto - Cronologia Lo stato attuale 1. Funzioni - Cultura e creatività: produzione e offerta - Servizi di supporto: sale di registrazione, incubazione e assistenza gestionale, - Altre attività 2. Offerta culturale, con distinzione tra arti figurative, performative, video e cinema, … - Tipologia eventi, permanenti e temporanei - Utenti e fruizione -Orari, stagionalità 3. Impatti (economico, sociali e ambi- entali) - Sulla comunità insediata - Sul quartiere - Sulla città 4. Gestione - Modello di gestione e modello organizzativo - Risorse coinvolte e presidio gestionale - Prezzi, costi e principali indicatori economi- co-finanziari - Gestione dei rischi - Rapporti con concedenti e partner istituzi- onali - Reporting Sviluppo del concept e prototipo per il caso milanese 1. Attività preliminare svolta da ciascun partecipante tramite un report. 2. Momento di sintesi durante un workshop di 3 giorni durante il quale i partecipanti e le organizzazioni partner, svilupperanno appi- eno l’idea. Nota. Importante definire che network andiamo a creare con gli enti ospitanti e se riusciamo ad organizzare un incontro a Milano con tutti i centri.
  5. 5. TIME LINE 3 giugno 2014 COMUNICAZIONE AVVIO STAGE (nomi, sede, periodo, corsi) 3 gennaio 2015 RENDICONTAZIONE 3 ottobre 2014 FINE STAGE (eccetto proroga) 22 maggio 2014 LAVORO INDIVIDUALE giugno - ottobre ESPERIENZA DI STAGE ottobre - gennaio REPORT - SVULUPPO PROTOTIPO ED EVENTO
  6. 6. ARCHIVIO - DIARIO DI VIAGGIO

×