Lemanifestazionichesisonoscoltedal 7all’11maggioscorso
Arte,musica,cabaret,percorsienogastronomicieartigianatolocale
Ilrac...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

15

91 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
91
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

15

  1. 1. Lemanifestazionichesisonoscoltedal 7all’11maggioscorso Arte,musica,cabaret,percorsienogastronomicieartigianatolocale Ilracconto PercelebrarelaFestadelSantoPatronoquest’annoOttavianohavissutocinquegiorniall’insegnadellospettacoloinognisuaforma Tradizioneereligiosità nelnomediSanMicheleROBERTOSICA Un trionfo di vita e migliaia di sorrisi a illumi- nare una notte di maggio, come i fuochi d'artificio che hanno colorato il cielo di Ottaviano. Si chiude così la Festa di San Michele Arcangelo che, come un cuore pulsante, ha risve- gliato l'orgoglio della citta- dina vesuviana e del popo- lo ottavianese. Nel nome del Santo Patrono e della consolidata tradizione religiosa e popolare, Ottaviano ha vis- suto cinque giorni all'inse- gna dello spettacolo in ogni sua forma: arte, musi- ca, cabaret, poesia, percor- si eno-gastronomici, arti- gianato locale e attività sportive e ludiche si sono alternati armonicamente creando coinvolgimento e aggregazione sociale. Una manifestazione con un programma assortito e ricco di eventi durata dal 7 all'11 maggio: ben cinque giorni che hanno visto le strade e le piazze di Ottaviano invase dall'entu- siasmo e dal calore di migliaia di persone. Una straordinaria parteci- pazione da parte della gente di Ottaviano e non solo. In tantissimi hanno preso parte alle giornate organizzate dal Comitato "Ottajano Festa di San Michele Arcangelo" che ha curato nei minimi partico- lari il programma e lo svol- gimento di ogni singolo evento della manifestazio- ne. Determinante è stato il contributo economico di tutta la cittadinanza otta- vianese che, con profonda generosità e nonostante il momento di crisi, non si è risparmiata ed ha contri- buito a rendere il program- ma della festa il più artico- lato e ricco possibile. La chiave del successo è tutta racchiusa nel giusto connubio tra passato e pre- sente, nell' equilibrio per- fetto tra la tradizione del- l'evento e l'innovazione portata dai giovani, per ridare forza e splendore a quel passato di cui essere orgogliosi e da cui riparti- re. Una scelta vincente quella fatta dal Comitato Festa capeggiato dal Presidente Enrico Del Giudice, di concerto con l'amministrazione ottavia- nese guidata dal sindaco Luca Capasso. Fulcro della festa, come sempre, la religiosità e il culto del santo patrono con la solenne processione di San Michele Arcangelo, la partecipazione delle stori- che confraternite e il tradi- zionale 'Volo degli Angeli' nel giorno dell'8 Maggio, momento sempre commo- vente e denso di emozioni, per migliaia di fedeli. La festa è stata occasione anche per esaltare e far rifiorire le attività com- merciali che nei cinque giorni dedicati alla festività del santo, sono state prota- goniste in strada con le botteghe allestite per le vie del paese e un percorso eno-gastronomico e del- l'artigianato locale a soste- gno delle attività commer- ciali nostrane. Tra i punti di forza della manifesta- zione, il ritorno dello sto- rico "Palio degli asini". Nel nome della tradizione e nel rispetto degli anima- li che si sono sfidati nella pista allestita per l'occa- sione in Piazza Mercato. Le otto contrade del paese (Piazza Mercato, San Severino, San Giovanni, San Michele, Ferrovia,San Lorenzo, Paradiso e San Francesco) si sono sfidate affrontando varie prove tra il tifo caloroso di migliaia di spettatori divertiti accorsi in piazza. Un carosello di colori e suoni hanno colorato e invaso le strade e i rioni di Ottaviano prima di giun- gere nel luogo della gran- de sfida: Piazza Mercato. Uno scenario straordina- rio con un percorso in terra battuta allestito in tempi record dagli addetti ai lavori nel pieno rispetto delle norme di sicurezza che é stato teatro anche delle altre sfide che hanno preceduto il palio: la corsa con la carriola, la corsa nei sacchi e il tiro alla fune. Tutto é avvenuto tra il grande rispetto dei parte- cipanti e il divertimento generale, e poi il gran finale con il tanto atteso Palio degli asini che é stato vinto dalla Contrada Paradiso giunta per prima al traguardo condotta al trionfo dall'asino e dal fantino che hanno decre- tato il trionfo della contra- da di colore rosso tra gli applausi dell'intera cittá. Una città che oltre ad essere spettatore assurge a protagonista e vincitrice indiscussa anche in questo suggestivo momento di tradizione. Tutto ciò è rap- presentato simbolicamen- te dallo stesso Sindaco che in piazza Mercato mostra come ha indosso le maglie di tutte le contrade, per poi svelare l'ultima ,quella che esprime il suo tifo reale: I LOVE OTTAVIA- NO. Ancora una volta il presente fa breccia nel passato colorandolo di nuovo. In questi giorni a vincere è stata proprio Ottaviano che ha riscoper- to gli antichi valori e i riti tipici della terra vesuvia- na. Espressione significa- tiva dell'innovazione por- tata quest'anno sono cer- tamente le manifestazioni sportive che hanno carat- terizzato la giornata di sabato 10 Maggio aperta in Piazza Municipio dalla 'Mattinata dello sport', con gli eventi "Baskettando in Piazza" e con un'esibizione di sciabola a cura dell'Associazione il " Meglio della Scherma", che rispolvera la vincente tradizione della scherma ad Ottaviano che ha fatto storia con la scuola di Tarantino. Una bella cornice di allegri bambini che si sono sfidati in piazza per una mattina- ta che ha avuto come denominatore comune l'al- legria e lo sport, protago- nisti anche della serata con l'evento dedicato al calcio, curato dalla reda- zione de ' Il Mediano Sport', che ha rispolverato i fasti calcistici e vincenti di Ottaviano con la cele- brazione della squadra che trionfò in Eccellenza nella stagione 1998-99 e con tanti ospiti eccellenti del grande calcio: anticipati da Gino Aprile, personaggio storico della festa, Pino Taglialatela, Antonio Carannante e mister Beppe Sannino hanno premiato la storica squadra degli idoli Sarnelli e Ferrante, allenata dai Mister Sorianiello e Cinquegrana tra i cori degli ultras rosso- blú, sempre calorosi. Un evento che ha divertito la platea e che magari potrá servire a scuotere la coscienza di imprenditori locali e addetti ai lavori per far rinascere il calcio che conta a Ottaviano. Se lo sport è un'importante innovazione, la musica è una tradizione consolidata della festa di San Michele, di cui i concerti ne sono sempre stati il cuore. Ma anche qui entra dirompen- te il presente: se il chiostro dell'ex liceo classico "A. Diaz" ha ospitato il tradi- zionale concerto lirico sinfonico, una piazza Municipio stracolma ha fatto da cornice ad uno straordinario palco su cui si sono alternati cantanti e cabarettisti del momento, apprezzatissimi dalla pla- tea di giovani e meno gio- vani presenti fino a tarda notte. Memorabili gli spet- tacoli di Doppia Coppia e Sud 58 direttamente da Made in Sud e la serata di musica leggera e Cabaret del 9 maggio presentata da Jolanda De Rienzo con il gruppo ottavianese dei Beltrami, i Gemelli Diversi e Biagio Izzo. Presente anche la moda con l'evento "Vesuviando 2014" a cura dello stilista ottavianese Mimmo Tuccillo che ha saputo fon- dere in maniera straordi- nario moda, musica e spet- tacolo con la partecipazio- ne di tanti artisti. E poi, l'immancabile finale, dopo lo spettacolo del maestro Filisdeo in Piazza San Michele e il sorteggio della Lotteria che ha visto trion- fare un cittadino ottavia- nese, ecco quello tanto atteso dei Fuochi d'artifi- cio che magicamente, tra lo stupore di mille occhi tesi al cielo si fondono tra sfavillanti colori e giochi di luce come le mille emozio- ni che hanno accompagna- to questa fantastica festa che dopo vari anni è ritor- nata a riaccendere la pas- sione e l'orgoglio della gente di Ottaviano e di tanti visitatori. Tutta la manifestazione, peraltro, è stata seguita con puntua- lità dalla redazione sporti- va de ilmediano.it. che ha documentato gli eventi con foto e video. Alla fine tutti contenti, a cominciare dal sindaco Luca Capasso, che commenta: "Non ci sono parole per descrivere l'e- mozione e la gioia provata da me e da tutti gli ottavia- nesi. Sono stati giorni bel- lissimi, vissuti con entu- siasmo dall'intera comu- nità". TERRITORIO XVISTITUTOCOMPRENSIVO“MIMMOBENEVENTANO”-OTTAVIANOCAVALLUCCIALTROTTO

×