2a lezione

216 views

Published on

2a lezione

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
216
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2a lezione

  1. 1. RESPONSABILITÀ SOCIALED’IMPRESA o anche detta: “ CORPORATE SOCIALE RESPONSANILITY (CSR) “
  2. 2. Manodopera abasso costoScandali legati al lavoro minorile e allosfruttamento della manodopera.
  3. 3. FilierealimentariinsicureAttenzione alla QUALITÀ ePROVENIENZA dei prodotti.Si inizia a parlare di TERRITORIALITÀ.
  4. 4. DegradoAmbientaleAttenzione alla PREVENZIONE deiRISCHI AMBIENTALI.
  5. 5. ScandaliFinanziariCompromessa la FIDUCIA deiRISPARMIATORI.L’attenzione si sposta verso:TRASPARENZA E REPUTAZIONE.
  6. 6. Nuove tendenze sociali: ✤ Nuovi mix di Fattori Produttivi ✤ Globalizzazione ✤ Innovazione Tecnologica ✤ Crisi Finanziaria Sistemica ✤ Crisi del Welfare ✤ Innalzamento del senso critico della popolazione
  7. 7. Alcuni protagonistidell’irresponsabilità:
  8. 8. NIKEsfruttamento del lavoro minorile
  9. 9. COCA-COLAlavoro minorile e rifiuto dei sindacati neipaesi poveri; pubblicità massiva dovemanca l’indispensabile.
  10. 10. NESTLE’tradisce il codice OMS introducendo illatte in polvere nei paesi poveri causandoinfezioni; salari troppo bassi nellepiantagioni di cacao e caffè; uso sfrenatodi pesticidi per mano di lavoratori nontutelati.
  11. 11. UNILEVERinquinamento; deforestazione econdizioni lavorative da “colonialisti”.
  12. 12. Da tutto ciò ne deriva ilfenomeno del... rifuto del brand azioni di boicottaggio commerciale calo del fatturato
  13. 13. Uniche soluzioni: RIORIENTAMENTO DEI CONSUMI VERSO SOLUZIONI ETICAMENTE SOSTENIBILI RI-FIDELIZZAZIONE DEI CLIENTI
  14. 14. I pericoli nella gestione del brand:
  15. 15. La Corporate SocialResponsibility serve a....Lavorare sull’IMMAGINE Produrre CONSENSO La necessità di lavorareProduce EVOLUZIONE DELLA sull’IDENTITA’ CULTURA AZIENDALE per attrare le masse
  16. 16. Etica ed Economica, cosa valutare: Accettabilità del Business Modalità di Modalità di distribuzione creazione del valore del valore
  17. 17. Come possiamo definire laResponsabilità Sociale d’Impresa? il LIBRO VERDE redato dalla COMMISSIONE Europea nel 2001 risponderebbe: “... consiste nell’integrazione volontaria delle dimensioni sociale ed ambientale nelle operazioni commerciali e nei rapporti con tutte le parti interessate”.
  18. 18. Si inizia a parlare di...MULTISTAKEHOLDER sono tutti quei soggetti, gruppi,CHI SONO ? categorie, singole persone, che hanno un qualche interesse nell’attività dell’organizzazione la fiducia che gli stakeholder PERCHE’ DOBBIAMO hanno per l’organizzazioneRICORDARCI DI LORO? dovrebbe rappresentare il fine ultimo dell’attività
  19. 19. diventa fondamentale... Definire chi sono gli stakeholder Definire gli interessi in gioco Coinvolgere gli interlocutori Definire gli impegni nei loro confronti
  20. 20. Mappatura degli stakeholder:
  21. 21. Domandasociale edImpresa
  22. 22. Come evolve ladomanda socialenegli anni✤ Modello Economico Liberista✤ Istanza Ambientaliste✤ Istanze di Coesione Sociale
  23. 23. Tensione al risparmio ValenzaEcco i valori attuali che ruotanoattorno all’acquisto: La sfera di valori che ruota attorno alle scelte di acquisto Tensione al risparmio Valenza ludica dell’acquisto BIO- Coscienza del consumatore BIO- Coscienza del consumatore Revisione “Maturità” del consumatore Revisione “critica” dell’acquisto “Maturità” del consumatore Fonte: Osservatorio Consumers’ Forum Edizione 2011 12 Fonte: Osservatorio Consumers’ Forum Edizione 2011
  24. 24. Andiamo a fondo nell’analisi...
  25. 25. Etica e consumo
  26. 26. Europa 2020La strategia Europa 2020 punta a rilanciare leconomia dellUE nel prossimodecennio in materia di occupazione, innovazione, istruzione, integrazionesociale e clima/energia. Crescita Intelligente Crescita Sostenibile Crescita Solidale Governance Economica Nobody’s Unpredictable

×