Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

180416 template doc_premiopa sostenibile 2018_collaborando

23 views

Published on

LABORATORI TERRITORIALI PER L’OCCUPABILITA’: IL PROGETTO CoLABORando

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

180416 template doc_premiopa sostenibile 2018_collaborando

  1. 1. 1 Documentazione di progetto della soluzione: LABORATORI TERRITORIALI PER L’OCCUPABILITA’: IL PROGETTO CoLABORando INDICE 1. Descrizione progetto; 2. Descrizione del team e delle proprie risorse e competenze; 3. Descrizione dei bisogni che si intende soddisfare; 4. Descrizione dei destinatari della misura; 5. Descrizione della tecnologia adottata; 6. Indicazione dei valori economici in gioco (costi, risparmi ipotizzati, investimenti necessari); 7. Tempi di progetto. Alla domanda di partecipazione va allegato questo documento di presentazione del progetto. STANDARD: max 5pagine, font 12- inclusi eventuali allegati tecnici o tabelle o altri elementi utili.
  2. 2. 2 1. Descrizione progetto; Il progetto ColLABORando si inserisce nel modello di “Organizzazione Territoriale” sposato dai Comuni Toscani di San Vincenzo, Campiglia Marittima, Piombino, Rio Marina, Massa Marittima, Monterotondo marittim0, Montieri, Unione Colline Metallifere, che ha dato vita all’Associazione ACT (www.associazionedeicomunitoscani.it) il 20 aprile 2015. Gli accordi sottoscritti poi da ACT con le Scuole e le Imprese presenti sul territorio da loro circoscritti hanno consentito di sviluppare una stretta collaborazione tra i tre organismi per trovare sbocchi occupazionali e sviluppare alternative aggiuntive al business siderurgico in crisi. Il progetto ha previsto il raggruppamento in “rete” delle Scuole Superiori per destinazione occupazionale (SET): SMARTSET turistiche, SMARTSET industriali, SMARTSET culturali. In ciascuna scuola di ciascun settore (SET) è prevista la costituzione di un Laboratorio, ad alta tecnologia, così da utilizzare un patrimonio complessivo più ampio e favorire il consolidamento delle Reti. Il disegno progettuale è di seguito rappresentato. Al progetto hanno partecipato anche altri due Comuni: Follonica e Portoferraio che hanno interesse a entrare a breve in ACT.
  3. 3. 3 Il Laboratorio centrale, SMARTLAB, ad alta tecnologia funge da raccordo tra tutti i Laboratori svolgendo anche la funzione di orientamento per le scelte di studio e di lavoro per gli studenti e gli inoccupati. Descrizione del team e delle proprie risorse e competenze a) Dirigenti Scolastici delle Scuole: I.S.I.S. “Carducci-Volta-Pacinotti” di Piombino; I.S.I.S. di Follonica; I.S.I.S. «B. Lotti» di Massa Marittima; I.S.I.S. «Foresi» di Portoferraio; I.S.I.S. «Einaudi - Ceccarelli» di Piombino; Liceo Linguistico e artistico «L.B. Alberti» di Piombino; I.S.I.S. di Portoferraio b) Comune di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo, Massa Marittima, Portoferraio c) Segreteria ACT Associazione dei Comuni Toscani - Impresa Insieme S.r.l. d) Gruppo di imprese SMART e) Il dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa f) LINK Campus University 2. Descrizione dei bisogni che si intende soddisfare Lafinalitàè quelladi costituire "un sistemaformativo territoriale asupporto dell'occupazione in una logica di SMART LAND. Le finalità ulteriori sono: integrare le Scuole di settore, dotarle di strumenti ad alta tecnologia a disposizione della comunità locale e non solo degli studenti, sollecitare una trasformazione nella didattica tradizionale introducendo logiche di carattere progettuale e processuale, contribuire a costituire una "comunità educante". I destinatari finali dei Laboratori sono: gli studenti, i giovani già usciti dalla Scuola che intendano sviluppare nuove professionalità, i lavoratori occupati coinvolti in processi di attualizzazione delle competenze tecnologiche, i funzionari degli Enti locali che devono sviluppare nuove competenze per la Governance di processi di SMART Land, i docenti che devono acquisire competenze tecnologiche per poter reinventare i processi didattici utilizzati e utilizzare linguaggi più fruibili dai cosiddetti "nativi digitali".
  4. 4. 4 3. Descrizione dei destinatari della misura; a. studenti scuole secondarie delle scuole dei comuni del progetto b. giovani inoccupati o interessati ad una riqualificazione c. cittadini d. lavoratori delle imprese locali e. funzionari e operatori dei Comuni associati f. associazioni culturali 4. Descrizione della tecnologia adottata; Sul versante tecnologico si farà ricorso a diverse tipologie: - La tecnologia del web per la realizzazione degli stessi strumenti di cui la Rete di scuole dovrà dotarsi e per esercitare la creatività nel rendere efficace la comunicazione visiva, - La tecnologia della modellazione e della grafica per esercitare la progettualità di scopo, - La tecnologia delle stampanti 3D per apprendere come realizzare prodotti ergonomicamente competitivi, - La tecnologia dei social per apprendere come riuscire a disseminare un’idea, ma anche a condividere in rete un progetto, - La tecnologia dei software didattici free per apprendere come scegliere e sperimentare programmi didattici di varia natura e su tematiche specifiche, - La tecnologia dell’e-learning per apprendere come apprendere efficacemente on line, alternando situazioni di apprendimento individuali con situazioni di apprendimento di gruppo, - La tecnologia dell’apprendimento ad apprendere, come modalità con cui guardare e consapevolizzare il modo stessocon cuiciascuno apprende e come glialtri apprendono, siaindividualmente chein situazione, - La tecnologia dell’e-learning. A supporto dell’uso della metodologia della formazione-intervento si userà la piattaforma che ne consente l’apprendimento on line, sia in italiano che in inglese. La fase realizzativaincorsosi sviluppasudue direttrici: l’acquistodellatecnologianelleScuole dove sonoincorso di strutturazione i Laboratori di settore (SMARTSET) e la ristrutturazione del capannone dell’Istituto Pacinotti di Piombino dove sorgerà il Laboratorio centrale, SMARTLAB e strutturato nei quattro sub laboratori prima descritti (fablab, modellistica digitale, gestione della rete dei lab, orientamento). Le tre Scuole del progetto,facenti parte dello SMARTSETTURISMO, ad esempio, stannogiàlavorandoall’acquisto di unastruttura hardware e software per:laproduzione di cibi tradizionali (previstainaugurazione il 3maggiop.v) a Massa Marittima; una piattaformasoftware peril marketingterritoriale e lagestione dei “cammini” aFollonica; una piattaforma per la gestione dei diversi target turistici a Piombino.
  5. 5. 5 8. Indicazione dei valori economici in gioco (costi, risparmi ipotizzati, investimenti necessari); Tipologia di spese ammissibili Spese previste quota MIUR (€) Spese previste quale cofinanziamento(€) Totale A spese generalie tecniche (progettazione, consulenze, formazionedelpersonale ecc.)* 97.500,00 10.500,00 (denaro) +5.500,00 (ore lavoro) 113.500,00 B arredi * 15.000,00 15.000,00 C acquisto dibeni eattrezzature strumentali 450.000,00 2.500,00 (denaro) 452.500,00 D Eventualilavori edilizi nella misura massima del 25% 187.500,00 12.000,00 (prestazione d’opera) +20.000,00 (manutenzione ordinaria ore lavoro x i 10 anni) + 50.000,00 (gestione ordinaria utenze a carico del comodatario x i 10 anni) +86.000,00 (valore affitto immobilex i 10annia caricodel soggettoproprietario) 355.500,00 E Totale costidirettiammissibili (=A+B+C+D) 750.000,00 186.500,00 936.500,00 9. Tempi di progetto. 1 anno 2 anno 3-4 anno 4-7 anno 8-10 anno 1 bimestre 2 bimestre 3 bimestre 4 bimestre 5 bimestre 6 bimestre Fasi /Attività 1 M 2 M 3 M 4 M 5 M 6 M 7 M 8 M 9 M 10M 11M 12 M 1 S 2 S 3 A 4 A 4-5 6-7 8-9 10 1. FORmulazione ST X X X X X X X X X 2. CONdivisioneST X X X X X X X X X 3. PROgettazionePA X X X X X X X X X X 4. REAlizzazione X X X X X X X X X 5. COMunicazione X X X X X X X X X X X 6. APPrendimento X X X X X X X X X X X X 7. SPEcializzazione X X X X X X X X X X X X X 8. MANtenimento X X X X X X X X 9. ACCreditamento X X X X X X X X X X 10. GEStione STARt up X X X X X X X X

×