Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Dal fordismo al toyotismo asso

936 views

Published on

Grazie al contributo del Professore Francesco La Rosa.

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Dal fordismo al toyotismo asso

  1. 1. francescolarosa.eu 1 Dal Fordismo al Toyotismo Due modelli a confronto
  2. 2. francescolarosa.eu 2 Dal Fordismo al Toyotismo
  3. 3. francescolarosa.eu 3 Nota tecnica • Fino agli anni Ottanta l’organizzazione del lavoro si è basata sul taylorismo in tutto il mondo.
  4. 4. francescolarosa.eu 4 Nota tecnica • Il taylorismo si concreta in una razionalizzazione dei movimenti dei lavoratori Vengono studiate analiticamente le mansioni assegnate ai lavoratori, la posizione degli utensili, la traiettoria delle mani degli operai, ecc. Lo studio delle mansione porta alla determinazione dei tempi e dei movimenti che il lavoratore deve compiere, al fine di una maggiore produttività.
  5. 5. francescolarosa.eu 5 La visione toyotista • Nella nuova visione dell’impresa toyotista la qualità riguarda gli atteggiamenti, la cultura e l’impegno all’interno di un’organizzazione, e si applica a tutte le organizzazioni: di produzione, di servizi, nel settore pubblico, comprese quelle governative.
  6. 6. francescolarosa.eu 6 La visione • La gestione della qualità è un modo sistematico di garantire che tutte le attività di un’organizzazione si svolgano nel modo in cui sono state programmate.
  7. 7. francescolarosa.eu 7 Punti salienti • una filosofia consistente nel "fare le cose bene sin dall’inizio", o ottenere "difetti zero"; • un approccio sistematico da parte dell’impresa al miglioramento del risultato generale in termini di qualità, basato su un insieme di principi e di metodi; • una strategia generale della società basata su un sistema integrato, coinvolgente tutti i processi e tutte le persone; • una focalizzazione sulle esigenze dei clienti.
  8. 8. francescolarosa.eu 8 • Mentre nel taylorismo l’individualismo e lo scarso senso del collettivo portano a sprechi e inefficienze, nel toyotismo dominano sentimenti diversi: l’opinione di gruppo è della massima importanza e impedisce al singolo di violare le norme di comportamento, tese al raggiungimento degli obbiettivi. • Mentre nel sistema taylorista il lavoratore licenziato perché ritenuto non in linea con i tempi e i metodi dettati dalla direzione veniva difeso e riceveva la solidarietà dei colleghi, nel toyotismo riceve l’ostracismo dei compagni che vedono compromessi i loro obbiettivi. • La nuova impresa cambia i rapporti con il mercato e con i lavoratori La nuova frontiera
  9. 9. francescolarosa.eu 9 I CINQUE ELEMENTI DELLA FONDAMENTALI DI KAIZEN • I CINQUE ELEMENTI DELLA FONDAMENTALI DI KAIZEN • Lavoro di squadra. • Disciplina personale. • Morale migliorato. • Circoli di qualità. • Suggerimenti per miglioramento.
  10. 10. francescolarosa.eu 10 La qualità • La "qualità" è percepita come un elemento che richiede costi aggiuntivi e quindi influenza negativamente la produttività.
  11. 11. francescolarosa.eu 11
  12. 12. francescolarosa.eu 12 Il kaizen • Il Kaizen ( 改善 ) è una metodologia giapponese di miglioramento continuo, passo a passo, che coinvolge l'intera struttura aziendale. Il termine Kaizen, infatti, è la composizione di due termini giapponesi: KAI (cambiamento) e ZEN (meglio). Il kaizen si connette con concetti come il Total Quality Management (TQM - Gestione della qualità totale), il Just In Time (JIT - abbattimento delle scorte), il kanban (metodo per la reintegrazione costante delle materie prime e dei semilavorati). • Il kaizen, presentato inizialmente dalla TOYOTA e applicato sempre più in tutto il mondo, si basa sul principio che detta le fondamenta di questa 'filosofia': "L'energia viene dal basso", ovvero sulla comprensione che il risultato in un'impresa non viene raggiunto dal management, ma dal lavoro diretto sul prodotto. Il management assume dunque una nuova funzione, non tanto legato alla gestione gerarchica quanto al supporto dei diretti coinvolti nella produzione.
  13. 13. francescolarosa.eu 13 Il padre della qualità • Nel modello la qualità aumenta la produttività e riduce i costi. Riportiamo il modello di impresa di W.E. Deming considerato il padre della rivoluzione della qualità, in contrapposizione al modello taylorista.
  14. 14. francescolarosa.eu 14 Circoli di qualità • I circoli di qualità sono una metodologia aziendale per la soluzione di problemi o il miglioramento della qualità e consistono in piccoli gruppi di lavoratori che si incontrano con il management per discutere e proporre azioni migliorative. • Il concetto di circolo di qualità fu elaborato in Giappone negli anni cinquanta, ma fu introdotto in occidente solo negli anni settanta . • I circoli servono a: • migliorare le capacità gestionali e la leadership dei responsabili di un settore aziendale; • creare un ambiente favorevole al miglioramento; • aumentare la collaborazione tra gli attori di un processo; • trovare soluzioni creative a problemi pratici partendo dal basso dell'organizzazione
  15. 15. francescolarosa.eu 15 Inserimento del motore Ford
  16. 16. francescolarosa.eu 16 Toyota • Noi otteniamo risultati brillanti da persone di medie capacità che operano con e migliorano i processi brillanti • I nostri concorrenti ottengono risultati mediocri da persone brillanti che operano con processi difettosi • Quando loro incontrano difficoltà cercano di assumere persone più brillanti • Noi non possiamo che superarli
  17. 17. francescolarosa.eu 17 Toyota è il primo produttore mondiale di automobili: produce oltre 10 milioni di veicoli ogni anno e ha 67 stabilimenti in tutto il mondo. cliente Qtà totale Caccia Agli sprechi Sistema Toyota Valorizzazione delle risorse umane
  18. 18. francescolarosa.eu 18
  19. 19. francescolarosa.eu 19 Sovrapproduzione Prodotti Difettosi Attese Scorte Perdite di Processo Trasporto Movimenti
  20. 20. francescolarosa.eu 20 La filosofia di Toyota Motor Corporation si basa su un'idea tanto semplice quanto geniale. Ogni auto prodotta è progettata con grande precisione: ciascun dettaglio è sottoposto a severi test di controllo durante tutto il ciclo produttivo, una particolare cura che si traduce nella straordinaria qualità delle vetture. L’idea principe in questo senso è il “kaizen”, ovvero il miglioramento continuo, che definisce puntualmente la ricerca della qualità totale propria del patrimonio genetico del marchio, che ha reso Toyota un leader indiscusso nel mondo. Alla base di questo successo si trovano due principi: Just in time: prevede la sincronizzazione di tutte le fasi produttive per ottimizzare le risorse e garantire la massima qualità finale del prodotto. Autoattivazione: un rapporto rivoluzionario tra risorse umane e ciclo produttivo, dove le persone condizionano i ritmi della produzione (correggendone anche gli eventuali errori) e non viceversa. Questi principi, studiati in molte università del mondo, dimostrano come al centro del mondo Toyota ci siano due aspetti fondamentali: il rispetto assoluto della persona e delle sue esigenze l’eccellente qualità delle vetture che produce. Una filosofia che ha portato Toyota, negli anni, ai vertici di tutte le classifiche di soddisfazione del cliente (J.D. Power CSI) e affidabilità dei prodotti (T.Ü.V. e ADAC in Germania).
  21. 21. francescolarosa.eu 21 • La Toyota è la maggiore società automobilistica del Giappone, con una produzione stimata in circa nove milioni di veicoli l'anno. La società domina il mercato giapponese con circa il 40% delle nuove auto registrate nel 2004, e gode di una consistente fetta di mercato sia in Europa che negli Stati Uniti. Ha quote di mercato significative anche in diversi paesi del sud-est asiatico. • L'azienda produce una grande varietà di veicoli generalmente stimati per qualità dei materiali, buona progettazione e valore. I suoi progetti puntano a diventare il riferimento internazionale per sicurezza, affidabilità ed economia di manutenzione. • Come previsto dalla rivista giapponese Nihon Keizai, Toyota ha superato General Motors, il maggiore costruttore automobilistico del mondo, nel corso del 2006. Attualmente la Toyota è la prima azienda automobilistica al mondo, per numero di veicoli prodotti, ed una delle maggiori per fatturato.[
  22. 22. francescolarosa.eu 22 Puoi migliorare solo ciò che puoi misurare Massimo Salamina Direttore di Produzione Ideal Standard
  23. 23. francescolarosa.eu 23 Grazie

×