I manuali del comunicare. UNA BUONA IDEA VALE PIU' DI MILLE PAROLE.

2,007 views

Published on

Progettare una strategia creativa.

Published in: Education, Technology

I manuali del comunicare. UNA BUONA IDEA VALE PIU' DI MILLE PAROLE.

  1. 1. 01 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU 1 BUONA IDEA VALE + DI 1000PAROLE
  2. 2. 02 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU arnaldo amlesu Direttore creativo Gasp! Grafici Associati Piacentini, agenzia di comunicazione creativa Docente di Art Direction alla Scuola Arte e Messaggio Castello Sforzesco di Milano Coordinatore del Master di Comunicazione Editoriale e Docente di Art Direction IED - Istituto Europeo di Design Docente di Metodologia della Progettazione Visiva all’ACME Milano Consulente e formatore ufficio stampa e comunicazione Azienda Trasporti Municipali Torino, Comune di Torino, Editrice Paravia, Editrice Il Mulino, Istituto Italiano del Colore… Autore e coordinatore di Iedonline, progetto e-learning di grafica e comunicazione IED - Istituto Europeo di Design Autore di volumi e manuali sulla creatività e sulla comunicazione Giornalista Elenco Speciale dell’Ordine della Lombardia Membro Beda Register of European Designer
  3. 3. 03 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU CHE COSA E’ UNA STRATEGIA?
  4. 4. !04 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU E’ UN INSIEME DI AZIONI TATTICHE CONTEMPORANEE E/O CONSECUTIVE FINALIZZATE AL RAGGIUNGIMENTO DI UNO SPECIFICO OBIETTIVO
  5. 5. { VITTORIA In guerra la strategia definisce il piano più efficace per vincere il nemico. Conquista di un sito in posizione ideale per controllo o rifornimento Avanzata rapida o aggiramento del nemico per colpirne retrovie e rifornimenti Ripiegamento allo scopo di farsi inseguire e chiudere a “sacco” l’inseguitore Utilizzo di tecniche di guerriglia per neutralizzare la superiorità nemica TATTICASTRATEGIA 05 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU
  6. 6. 06 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU LA COMUNICAZIONE (PUBBLICITARIA) NON E’ UNA GUERRA, NONOSTANTE UTILIZZI PAROLE “BELLICOSE” COME SLOGAN O TARGET, NON HA IL FINE DI VINCERE, MA PIUTTOSTO DI CONVINCERE O MEGLIO ANCORA DI PERSUADERE
  7. 7. 07 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU NON E’ UN MARTELLO A RENDERE LE ROCCE COSI’ PERFETTE, MA L’ACQUA CON LA SUA DOLCEZZA, LA SUA DANZA E IL SUO SUONO: DOVE LA FORZA DISTRUGGE LA GENTILEZZA SCOLPISCE. RABINDRANATH TAGORE
  8. 8. 08 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU MAD MEN. PUBBLICITÀ. www.youtube.com/watch?v=hC18cHTrJ1I
  9. 9. 09 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU { PERSUASIONE La strategia nella comunicazione è saper far coincidere obiettivi di marketing (vendita) con obiettivi di comunicazione (relazione) TESTO TONO VISUAL MEZZI TATTICASTRATEGIA
  10. 10. 10 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU OBIETTIVI DI MARKETING BRIEFING BRIEFING CREATIVO OBIETTIVI DI COMUNICAZIONE CLIENTE TEAM CREATIVO
  11. 11. 11 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU CHE COSA E’ UN BRIEFING ?
  12. 12. !12 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU I TERMINI BRIEF E BRIEFING PROVENGONO TUTTI DAL LATINO BREVIS E HANNO TUTTI A CHE FARE CON LA BREVITA’, LA VELOCITA’ E LA SINTESI
  13. 13. !!13 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU BREVITA’ E SINTESI ESPRESSE IN TEMI LOGICAMENTE CORRELATI TRA LORO AL FINE DI DARE LE ISTRUZIONI D’USO ALLA SUCCESSIVA “MISSIONE”
  14. 14. CLIENTE AGENZIA DI COMUNICAZIONE BRIEFING ACCOUNT 14 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU STRATEGIA CREATIVA CREATIVE BRIEFING REPARTO CREATIVO REPARTO STRATEGICO
  15. 15. UNA STRATEGIA CREATIVA PER DIVENTARE TALE DEVE ESSERE APPROVATA E FATTA PROPRIA DAL CLIENTE 15 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU
  16. 16. 16 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU ANALISI STUDIO PROGETTO PRESENTAZIONE IL PROCESSO CREATIVO LE QUATTRO FASI preparazione incubazione idea verifica
  17. 17. 17 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU ANALISI Si tratta dell’analisi delle informazioni preliminari dal briefing iniziale del cliente, alla ricerca di nuovi dati e/o alla loro eliminazione selettiva, alla verifica della personalità di marca e all’individuazione del consumer insight, fino alle possibili intuizioni
  18. 18. 18 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU LA SITUAZIONE Qual’è la personalità della marca e/o del prodotto? Quali sono i tratti distintivi della personalità umana (come per esempio serietà, calore, immaginazione o altro) che possono essere ricondotti al marchio e/o al prodotto oggetto della comunicazione? O meglio quali sono ancora validi e quali diventano più essenziali rispetto agli attuali mutamenti sociali e/o del mercato? ANALISI
  19. 19. 19 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU Di quale prodotto stiamo parlando? Come è fatto? Come si usa abitualmente? Cosa lo rende intrinsicamente differente? Quali bisogni pensiamo soddisfi? Quale è la sua storia sul mercato? Ha già un posizionamento?… Sebbene si possano formulare mille domande su un prodotto (o su una marca) e ottenere mille risposte, è opportuno selezionare e limitare il loro numero numero a quelle che riteniamo più essenziali al fine di iniziare a individuare e mettere in luce il consumer insight. IL RAPPORTO CONSUMATORE/PRODOTTO ANALISI
  20. 20. 20 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU Qual’è lo scenario dei consumi? Qual’è la variabile di consumo e da cosa è influenzata? Il futuro come potrà influenzarlo? Che direzione conviene prendere? Cosa fa la concorrenza? Ci sono nuovi ingressi nel mercato? E quali le uscite? LO SCENARIO FUTURO ANALISI
  21. 21. 21 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU Rispetto alla fase precedente l’elaborazione richiede una maggiore consapevolezza. I dati raccolti vengono selezionati e catalogati non più tanto per le loro singole entità o specificità, quanto piuttosto per le loro interazioni e consequenzialità: dai punti di forza e di debolezza, al contesto competitivo, fino all’individuazione del pubblico di riferimento. STUDIO
  22. 22. 22 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU Eccoci allo scenario diagnostico. Una fedele e onesta disamina delle virtù della marca, ma anche dei suoi possibili malesseri (sintesi di swot), presenti o solo temuti, intrinsechi o indotti dall’esterno, sarà di notevole aiuto a una comunicazione che voglia essere costruttiva e proficua. I PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA STUDIO
  23. 23. 23 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU Realizziamo la mappa* dello scenario che meglio di altre sintetizza i territori occupati dalla marca e/o prodotto rispetto alla concorrenza. È il momento delle prime considerazioni di opportunità strategica e di chiedersi se le convenzioni di partenza siano ancora valide o se invece non sia meglio modificarle alla ricerca di quadranti meno affollati. IL CONTESTO COMPETITIVO E IL POSIZIONAMENTO IDEALE STUDIO
  24. 24. APPROCCIO RAZIONALE BASSO COINVOLGIMENTO ALTO COINVOLGIMENTO APPROCCIO EMOTIVO BASSA RILEVANZA DECISIONE RAZIONALE ATMOSFERA DI ESTREMA SEMPLICITÀ BASSA RILEVANZA DECISIONE EMOTIVA ATMOSFERA DI RISPOSTA IMMEDIATA “A PELLE” ALTA RILEVANZA DECISIONE RAZIONALE ATMOSFERA INFORMATIVA E RASSICURANTE ALTA RILEVANZA DECISIONE EMOTIVA ATMOSFERA COINVOLGENTE ED EMOTIVA 24 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU *Mappapercettiva Il modello di Vaughn mette in luce la qualità dell’azione compiuta dal consumatore nei confronti dell’acquisto di prodotti del settore evidenziandone il tipo di coinvolgimento e di atteggiamento.
  25. 25. 25 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU *Mappapercettiva Le mappature del modello di Vaughn danno le risposte alle famose 5 W. WHAT. Che cosa è il prodotto/servizio agli occhi del consumatore. WHO. Chi è il consumatore ideale della marca. WHY. Perchè ne ha bisogno. WHERE. Dove, in quale atmosfera. inserire la comunicazione WHEN. Quando,conqualitempi (azionedirettaoindiretta) stimolareilprocessod’acquisto.
  26. 26. 26 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU *Mappapercettiva Le mappe sono costruite sempre su dicotomie, con il fine di evidenziare le differenze significative e sottolineare opportunità strategiche. Spesso un asse è dedicato al benefit e l’altro alle aspirazioni del target. Eccone alcune: • qualità/convenienza • design/tradizione • snob appeal/semplicità • individuale/sociale • grande/piccolo • essere/apparire • multiuso/specialistico • forte/delicato • quotidiano/eccezionale • salute/benessere Esempidimapping.L’ikeasiposizionanelquadranteliberodallaconcorrenza. EL ikea
  27. 27. 27 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU Siamo a una delle voci chiave della strategia creativa: il target group o meglio pubblico di riferimento. Target è una parola che ha perso significato in questi anni: voleva dire bersaglio, secondo una concezione militare e strafottente del marketing d’altri tempi. Pensare al pubblico come a un target da colpire è diventato il più stupido dei boomerang. Il pubblico va coinvolto e invitato alle danze, non aggredito; e questa semplice verità non può che influire sulla scelta dei modi di comunicare, a partire dal tono di voce. IL PUBBLICO DI RIFERIMENTO STUDIO
  28. 28. 28 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU analisi studio progetto presentazione ANALISI/STUDIOIL PROCESSO CREATIVO NON E’ SEMPRE LINEARE, ANZI TUTT’ALTRO Loop di incubazione creativa
  29. 29. 29 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU Dopo aver raccolto, selezionato ed elaborato i dati “visivi”, possiamo passare all’atto di immaginare come gestirli, come trasformarli in “gradini” per il raggiungimento degli obiettivi individuati nel briefing iniziali e ordinati in una specifica strategia creativa (copy strategy**) nel briefing creativo. PROGETTO
  30. 30. 30 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU PROGETTOLA PROMESSA Stiamo parlando del mainbenefit, cioè della promessaprincipale della marca al proprio pubblico. Il cuore della comunicazione è qui: nel promettere qualcosa a qualcuno. Qualcosa che abbia un valore autentico, rilevante. Qualcosa che offra un beneficio, un vantaggio (alimentare o psicologico, funzionale o sentimentale, necessario o superfluo), ma che corrisponda a un reale bisogno, anche se talvolta latente e non tanto a un bisogno inventato a tavolino dall’azienda o dall’agenzia. promessa main benefit
  31. 31. 31 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU PROGETTOL’ARGOMENTAZIONE L’argomentazione che supporta il perchè della scelta (reason why) completa la promessa rendendola credibile e appetibile. Come accade per il benefit, anche questa parte del messaggio può manifestarsi in modo palese o allusivo. La si può cogliere in un titolo o in una body copy, in un’immagine o addirittura semplicemente nel marchio che firma la comunicazione se riconosciuto e autorevole. promessa main benefit argomentazione reason why
  32. 32. 32 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU PROGETTOL’ATMOSFERA Il creative briefing vero e proprio si conclude con l’indicazione del tone & manner (letteralmente tono e modo) ovvero con lo stile della comunicazione: giovanile o maturo, autorevole o scherzoso, fattuale o emozionale, ironico o serioso… Naturalmente deve essere coerente al particolare tipo di personalità di marca, di pubblico, di promessa e di reason why che ci siamo dati. argomentazione reason why promessa main benefit atmosfera tone & manner
  33. 33. 33 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU **Copystrategy È uno strumento di lavoro che individua come far coincidere la domanda del consumatore con l’offerta della marca attraverso un atteggiamento persuasivo, coinvolgente e relazionale. È la sintesi del piano strategico, serve a indirizzare le scelte creative e non a darle: definisce cosa dire senza addentrarsi nel come.
  34. 34. 34 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU La copy strategy risponde a queste domande: • Quale è il principale problema del prodotto/servizio che si deve affrontare? Un solo problema: su quello farà leva la comunicazione. • Quale è l’opportunità che possiamo sfruttare? Una, ma unica e originale: evitare le generiche e quelle usate dalla concorrenza. • Chi è il destinatario primario del messaggio? Chi è come si vuole che si relazioni con il prodotto/servizio offerto? • Quale è l’obiettivo della pubblicità? Uno è meglio di due. Tre sono troppi. • Quale è il tono di voce suggerito? Autorevole, seduttivo, coinvolgente, etico, ironico… **Copystrategy
  35. 35. MAD MEN. STRATEGIA. www.youtube.com/watch?v=epcDF7be5xw 35 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU
  36. 36. 36 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU PROGETTOI FINISH LAYOUT Ora la scatola degli attrezzi è piena. Il reparto creativo ha tutti gli strumenti per lavorare e progettare l’idea creativa. Può destrutturare tutto e risparpagliare tutti gli elementi illuminandoli con una nuova luce per osservare il problema/bisogno del consumatore con una nuova luce… originale, sorprendente, intrigante… unica. Una luce che accomuna, che ispira fiducia, suscita emozioni e sentimenti. Una luce che si chiama insight***. È l’insight a determinare la grandezza dell’idea creativa (e non il contrario). insight
  37. 37. ***Insight insight 37 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU È una comunicazione innovativa e fresca nata dalla constatazione accertata che il consumatore non ne può più della autoreferenzialità del prodotto pubblicizzato, soprattutto se è utilizzatore della concorrenza, ma è ben disposto rispetto a chi si svincola dai contenuti autoreferenziali per avvicinarsi ai problemi, allle passioni, ai discorsi e al modo di pensare del suo mondo. L’insight è il cuore della relazioneempatica costruita con il pubblico senza volergli a tutti costi “piazzare” il nostro prodotto o convincerlo a utilizzare i nostri servizi. Par far questo ci vuole molta esperienza, ma soprattutto intelligenza e capacità creativa.
  38. 38. ***Insight 38 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU Scopri chi usa l’insight e chi no. www.youtube.com/watch?v=jUms3FUQlvs www.youtube.com/watch?v=f5vSBhSrHNI
  39. 39. ***Insight 39 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU Scopri chi usa l’insight e chi no. Persfruttareuninsightnonsononecessaribudgetdacapogirootestimoniald’eccezione. www.youtube.com/watch?v=jUms3FUQlvs www.youtube.com/watch?v=f5vSBhSrHNI
  40. 40. 40 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTUALITA’ & STRATEGIA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU 40 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU analisi studio progetto presentazione PROGETTOIL PROCESSO CREATIVO NON E’ SEMPRE LINEARE, ANZI TUTT’ALTRO Briefing creativo + finish layout
  41. 41. 41 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU L’idea creativa, una volta approvata internamente, viene “allestita” per essere presentata al cliente. Il reparto account prepara una presentazione della pubblicità per il cliente e il reparto creativo inizia a trascrivere “in bella copia” i bozzetti: si parla di layout per le pubblicità stampate, di script per i comunicati radiofonici, di storyboard per gli spot. televisivi, di mock up per il packaging o per il materiale belove the line. PRESENTAZIONE
  42. 42. 42 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU La presentazione è il momento della verità. Non è solo l’assemblaggio di tutti gli elementi è anche il momento in cui il cliente accetta l’idea creativa e quindi si può passare alla fase esecutiva. La presentazione è un momento di condivisione delle sensazioni e degli stati d’animo che caratterizzano l’intero progetto di comunicazione visiva. Deve essere un momento emozionale e caldo capace di generare stimoli partecipativi e concludersi eliminando ogni tipo di ansia e risolvendo i problemi: questo è il motivo per cui il cliente ci ha commissionato il lavoro. PRESENTAZIONELA CONDIVISIONE DELL’IDEA CREATIVA
  43. 43. 43 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU analisi studio progetto presentazione PRESENTAZIONEIL PROCESSO CREATIVO NON E’ SEMPRE LINEARE, ANZI TUTT’ALTRO Approvazione ed esecuzione
  44. 44. MAD MEN. PRESENTAZIONE. www.youtube.com/watch?v=T-sd2rX1D24 44 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU
  45. 45. 45 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU ESEMPI
  46. 46. 46 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE UNA STRATEGIA CREATIVA METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU 2011 2012 SIAMOFORTUNATI.ILDIFFICILESTIMOLASEMPRELACREATIVITÀ. IN TUTTE LE COSE C’È SEMPRE UN LATO POSITIVO. CERCHIAMOLO INSIEME. IL PROSSIMO ANNO SARÀ PEGGIORE DI QUESTO. AGENZIA CREATIVA PIACENTINA lapiùgiovane,lapiùpremiata.
  47. 47. 47 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE STRATEGIE METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU 2011 SIAMOFORTUNATI.ILDIFFICILESTIMOLASEMPRELACREATIVITÀ. IN TUTTE LE COSE C’È SEMPRE UN LATO POSITIVO. CERCHIAMOLO INSIEME. IL PROSSIMO ANNO SARÀ PEGGIORE DI QUESTO. AGENZIA CREATIVA PIACENTINA lapiùgiovane,lapiùpremiata. 2012
  48. 48. 48 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE STRATEGIE METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU 2011 2012 SIAMOFORTUNATI.ILDIFFICILESTIMOLASEMPRELACREATIVITÀ. IN TUTTE LE COSE C’È SEMPRE UN LATO POSITIVO. CERCHIAMOLO INSIEME. IL PROSSIMO ANNO SARÀ PEGGIORE DI QUESTO. AGENZIA CREATIVA PIACENTINA lapiùgiovane,lapiùpremiata.
  49. 49. 49 GRAFICI ASSOCIATI PIACENTINI Una buona idea vale più di mille parole.PROGETTARE STRATEGIE METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ARNALDO AMLESU MaryChristmas&HenryNewYear Natale2013. Capodanno2014. TuttiperNatalefannogliauguriagliamici.Noilifacciamocongliamici. agenzia creativa piacentina Una buona idea vale più di mille parole.

×