Mutui in caso di divorzio

241 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
241
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Mutui in caso di divorzio

  1. 1. Mutui in caso di divorzio: cosa succede? Guida scritta da SuperMoney (www.supermoney.eu), confronta le migliori offerte di assicurazioni, mutui, prestiti, conti correnti, energia e telefonia
  2. 2. Mutui in caso di divorzio: cosa succede se ci si separa? • Il 22,6% dei divorziati paga ancora le rate del mutuo per la prima casa coniugale (ricerca Demoskopea) • A un anno dalla fine della relazione la percentuale sale al 54,7%. Dopo più di 5 anni scende al 5,4% (fonte: giornalettismo.com)
  3. 3. Cosa possono fare i divorziati con un mutuo attivo in comune? Tre soluzioni: • Notifica della separazione, ma si continuano a pagare le rate del mutuo insieme. • Uno dei due coniugi esce dal mutuo e ha il rimborso di metà delle rate già versate dall’altro. La proprietà della casa passerà al coniuge a cui rimane il mutuo. • Estinzione del mutuo anticipata e conseguente vendita della casa.
  4. 4. Cosa fa banca nel caso di uscita dal mutuo di un coniuge? • Da soggetto terzo, la banca, sia essa Cariparma, Unicredit, Credem etc. può non accettare l’uscita di uno dei due contraenti dal mutuo. • Dipende dalla garanzie del soggetto restante col mutuo. Se affidabile, la banca accetta l’uscita di un coniuge. • Può rifiutare l’uscita del coniuge, se il rimanente non offre adeguate garanzie.
  5. 5. Si può non notificare al notaio la nuova situazione di mutuo in caso di divorzio? • Sì, anche il giudice può notificare l’atto di compravendita durante la separazione • I documenti necessari da mostrare sono: visura catastale aggiornata, copia del contratto di acquisto della casa, copia del contratto con durata del mutuo, l’operatore con cui è stato stipulato, sia esso Barclays, Credem, Cariparma etc. e certificazione energetica
  6. 6. È possibile intestare l’immobile al/ai figlio/i? • Sì, se entrambe le controparti sono concordi • Non si può trasferire il mutuo al figlio, perché non riconosciuto come soggetto affidabile. I coniugi devono continuare a essere garanti • Anche trasferendo la proprietà, i coniugi devono accordarsi sulle modalità di pagamento e calcolo della rata del mutuo

×