Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Livesondemand

383 views

Published on

Published in: Technology
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Livesondemand

  1. 1. <ul><li>Vite in abbonamento </li></ul><ul><li>Un progetto di Mario Gerosa </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  2. 2. <ul><li>Oggi, con la diffusione capillare dei personal computer, la gente ha ridotto drasticamente il tempo che dedica alla lettura di un libro, alla visione di un film o di un varietà in televisione, e tende a frequentare sempre meno cinema e teatri. </li></ul><ul><li>Si tende a vivere e a divertirsi attraverso il computer. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  3. 3. <ul><li>Attività in diminuzione a favore dell’utilizzo di Internet: </li></ul><ul><li>Guardare la TV 46% </li></ul><ul><li>Parlare al telefono 34% </li></ul><ul><li>Leggere giornali 33% </li></ul><ul><li>Leggere libri 32% </li></ul><ul><li>Ascoltare la radio 22% </li></ul><ul><li>Fonte: European Interactive Advertising Association (EIAA) </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  4. 4. <ul><li>Le storie prendono forma nei computer e nei telefonini. </li></ul><ul><li>Sono state sviluppate tecniche di narrazione specifiche. </li></ul><ul><li>Ci sono romanzi scritti in chat, con gli SMS o con Twitter. E a volte poi stampati su carta. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  5. 5. <ul><li>C’è una certa confusione tra i vari tipi di storie. </li></ul><ul><li>Ci sono soprattutto storie create dagli utenti che non hanno un background letterario. </li></ul><ul><li>Ci sono le storie quotidiane di chi racconta la propria vita. </li></ul><ul><li>Ci sono le storie dei personaggi virtuali che popolano anche gli universi sintetici. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  6. 6. <ul><li>E' bello essere partecipi delle vite altrui, soprattutto quando queste vite sono ricche di spunti interessanti. Però, perché ciò avvenga, ovviamente deve esserci un serbatoio di esperienze esistenziali continuamente alimentato e rinnovato. </li></ul><ul><li>La gente si racconta sempre di più, su Facebook, Twitter, Myspace e con il tv lifecasting. La gente racconta ad altri quello che fa quotidianamente: cose che interessano gli altri ma non troppo. Insomma, non sono le cose che gli altri vorrebbero sentire e vedere. </li></ul>copyright Mario Gerosa 2009
  7. 7. Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  8. 8. Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  9. 9. <ul><li>Le storie da 70 parole. </li></ul><ul><li>Il revival degli aforismi. </li></ul><ul><li>Gli Haiku. </li></ul><ul><li>Racconti bonsai. </li></ul><ul><li>Proverbi. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  10. 10. <ul><li>Ernest Hemingway scrisse un racconto da sei parole: “For sale: baby shoes, never used” (In vendita: scarpine da neonato mai usate). </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  11. 11. <ul><li>Nel web si sta sviluppando un nuovo tipo di letteratura, basato soprattutto su storie brevi scritte dagli utenti. </li></ul><ul><li>E’ la Flash fiction, detta anche Sudden Fiction, Microfiction, Postcard Fiction, Short Short Story. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  12. 12. Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  13. 13. <ul><li>In Giappone i &quot;keitai shosetsu”, le storie da SMS hanno un enorme successo. Nel 2007 occupavano la classifica dei bestseller. </li></ul><ul><li>I racconti vengono inviati a frammenti in abbonamento. </li></ul><ul><li>Nel 2006, 9,4 miliardi di Yen per abbonamenti a questo tipo di letteratura. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  14. 14. Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  15. 15. <ul><li>E’ il momento giusto per creare una sinergia tra storie di tutti i giorni e letteratura. </li></ul><ul><li>Finora ci sono da una parte i social networks e dall’altra le storie minime per sms e Twitter </li></ul><ul><li>Presto un’integrazione tra le due forme, contaminate tra loro. E’ successo col racconto Koizora del giapponese Mika, letta da 25 milioni di persone. Stampato, ha venduto 2 milioni di copie. Sono seguiti film e serie tv. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  16. 16. Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  17. 17. <ul><li>Nel mondo occidentale si sta cercando di emulare il successo dei racconti giapponesi per SMS Con le Twitter novels. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  18. 18. <ul><li>E’ una microserie televisiva creata per essere diffusa via podcast e poi approdata in tv. </li></ul><ul><li>8 puntate da 10’ prodotte dall’italiana Less Visible Things con il supporto di Studio Universal. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  19. 19. <ul><li>In Giappone da anni ci si può abbonare alle versioni per telefonino di romanzi famosi fuori diritti. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  20. 20. <ul><li>Non si tratta soltanto di fare riduzioni di grandi romanzi in versione SMS. </li></ul><ul><li>Si potrebbero fare approfondimenti sulla vita quotidiana di Madame Bovary o di Sherlock Holmes grazie agli status di Facebook o alle segnalazioni di Twitter. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  21. 21. Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  22. 22. <ul><li>Nel 2007 la casa editrice Penguin ha lanciato il progetto “A Million Penguins”, dove gli utenti del web potevano costruire un romanzo collettivo tramite Wiki. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  23. 23. <ul><li>Nel 2008 Penguin ha avviato il progetto “We Tell Stories”, che vede impegnati sei autori e sei game designers impegnati in una storia che coinvolge diversi media, tra cui Google Maps. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  24. 24. <ul><li>Livesondemand.com è un’iniziativa nello spirito del web 2.0 (dove gli utenti creano i contenuti) e del web 3.0 (dove si tende a seguire direttamente la vita delle persone, con forte sovrapposizione tra virtuale e reale). </li></ul><ul><li>Alle storie inventate e proposte agli utenti si possono integrare parti della vita delle persone vere , anche rielaborate da scrittori professionisti </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  25. 25. <ul><li>Con Livesondemand.com ci si abbona a una o più vite fittizie, raccontate attraverso i canali del web. </li></ul><ul><li>Per esempio, ci si abbona alla vita di un supereroe, o alla vita di uno scienziato, o di un outsider, e lo si segue su Facebook, Myspace, Twitter, ecc. Le vite fittizie sono gestite da un pool di scrittori e creativi. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  26. 26. <ul><li>Non è più centrale la storia ma la vita. </li></ul><ul><li>Con Livesondemand si diventa amici di una persona virtuale. </li></ul><ul><li>Non si ricevono racconti di diverso genere, a pioggia, ma continui aggiornamenti sul protagonista di tante storie. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  27. 27. <ul><li>Con Livesondemand si può sempre contare su un amico virtuale, ricevendo continuamente aggiornamenti sulla sua vita. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  28. 28. <ul><li>Questo progetto consiste nell'abbonarsi a una o più vite di personaggi fittizi, che esistono soltanto virtualmente nel web. Sono personaggi che si possono seguire con diverse frequenze, scegliendo tra varie opzioni. Esistono varie tipologie di personaggi, che a seconda dell'abbonamento possono essere più o meno rispondenti alle proprie esigenze. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  29. 29. <ul><li>Si possono anche chiedere i diritti per sviluppare microstorie e spinoff di romanzi mainstream. </li></ul><ul><li>In tal modo, per esempio ci si potrebbe abbonare alla vita di James Bond o di Kay Scarpetta. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  30. 30. <ul><li>Ci si abbona alla vita di un personaggio che, a seconda della formula di abbonamento scelta, può essere un personaggio standard prestabilito o un personaggio creato ex novo. </li></ul><ul><li>L'utente che sceglie l'abbonamento più costoso non solo ha diritto a ricevere molti più aggiornamenti, ma può definire in modo più specifico il proprio personaggio, con molteplici dati. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  31. 31. <ul><li>Dietro ogni personaggio c'è un pool di scrittori e attori. </li></ul><ul><li>Si può anche scegliere di abbonarsi a un personaggio di una serie di romanzi o di film. </li></ul><ul><li>Si possono dare delle specifiche più o meno dettagliate. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  32. 32. <ul><li>La durata dell'abbonamento a un personaggio in media è di 3 mesi. </li></ul><ul><li>Ma può anche dilatarsi all'infinito, come accade per le narrazioni delle soap operas. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  33. 33. <ul><li>Per ogni personaggio si scrive a priori una storia appositamente sviluppata per i new media, scritta in partenza per essere raccontata su Twitter, Myspace, ecc. </li></ul><ul><li>A richiesta si possono anche fare adattamenti di romanzi famosi, come I promessi sposi o Guerra e pace . In questi casi bisogna comprare diversi abbonamenti, uno per ogni personaggio, per avere una storia raccontata da vari punti di vista. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  34. 34. <ul><li>Acquistando abbonamenti a più personaggi posso sapere più cose sulla storia, che vedo da varie angolazioni. </li></ul><ul><li>Oltre all'abbonamento al personaggio, posso comprare a parte altre informazioni sul personaggio stesso. Per esempio posso avere i link dei siti che frequenta o vedere pagine di Flickr private realizzate appositamente con le sue opere preferite. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  35. 35. <ul><li>Come funziona l'interazione tra più personaggi?Si comprano più abbonamenti. </li></ul><ul><li>Inoltre, dato che per ogni categoria di elementi forniti (es. 2 status di facebook al giorno) ce n'è alcuni variabili, gli utenti possono scambiarsi informazioni tra loro. </li></ul><ul><li>Ci si può abbonare anche a più personaggi. </li></ul><ul><li>L'abbonamento platinum permette di avere un personaggio in esclusiva. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  36. 36. <ul><li>Ci potrebbe essere anche un ritorno di marketing. Ad esempio, un intellettuale fittizio parlerà quotidianamente di libri che legge, film che vede, ecc. scelti tra quelli sponsorizzati. Idem per un bon vivant che frequenta alberghi e ristoranti, ecc. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  37. 37. <ul><li>SMS </li></ul><ul><li>MySpace </li></ul><ul><li>Twitter </li></ul><ul><li>facebook </li></ul><ul><li>Second Life </li></ul><ul><li>Flickr </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  38. 38. <ul><li>Nei mondi virtuali si incontra l'avatar del personaggio immaginario e si può parlare con lui. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  39. 39. <ul><li>Personaggio condiviso da un numero illimitato di utenti </li></ul><ul><li>Vita di un personaggio scelto tra quelli proposti dal sito. </li></ul><ul><li>10 aggiornamenti Twitter al giorno. </li></ul><ul><li>1 status di Facebook al giorno. </li></ul><ul><li>4 video su Youtube al mese. </li></ul><ul><li>1 pagina di Myspace. </li></ul><ul><li>20 foto su Flickr al mese. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  40. 40. <ul><li>Personaggio condiviso al massimo da 700 utenti. </li></ul><ul><li>Vita di un personaggio scelto tra quelli proposti dal sito. </li></ul><ul><li>20 aggiornamenti Twitter al giorno. </li></ul><ul><li>2 status di Facebook al giorno. </li></ul><ul><li>6 video su Youtube al mese. </li></ul><ul><li>1 pagina di Myspace. </li></ul><ul><li>40 foto su Flickr al mese. </li></ul><ul><li>2 telefonate di 3 minuti l'una con il personaggio. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009
  41. 41. <ul><li>Personaggio in esclusiva. </li></ul><ul><li>Tre vite di personaggi scelti tra quelli proposti </li></ul><ul><li>30 aggiornamenti Twitter al giorno. </li></ul><ul><li>4 status di Facebook al giorno. </li></ul><ul><li>12 video su Youtube al mese. </li></ul><ul><li>1 pagina di Myspace. </li></ul><ul><li>60 foto su Flickr al mese. </li></ul><ul><li>5 telefonate di 3 minuti l'una con il personaggio. </li></ul>Livesondemand.com copyright Mario Gerosa 2009

×