Pianificazione e progettazione delle greenways               [09. Reuse, recycle, regenerate inhabited landscapes]        ...
Sistema di greenwaysGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             La pianificazion...
Metodologia                                 Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE   ...
Metodologia                                 Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE   ...
Metodologia                                 Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE   ...
Analisi territorialeGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              L’oggetto dell’...
Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              Possono comporre la r...
Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              Possono comporre la r...
Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              Possono comporre la r...
Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              Possono comporre la r...
Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              Possono comporre la r...
Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              Possono comporre la r...
Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              Possono comporre la r...
Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              Possono comporre la r...
Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                Percorsi esistenti ...
Metodologia                                 Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE   ...
Analisi dell’utenzaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                               Caratteristiche...
Analisi dell’utenzaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                              ...
Metodologia                                 Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE   ...
Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Perché?             ...
Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                            New York City Greenwa...
Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Vancouver Greenways ...
Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Vancouver Greenways ...
Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                      Bruxelles  ...
Una proposta per MilanoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                              Analisi dell...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Una proposta per Milano
Una proposta per MilanoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                          ...
Una proposta per MilanoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                          ...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                                          Esempio...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Esempio
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                                         Bettolin...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Esempio
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Esempio
Metodologia                                 Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE   ...
Progettazione degli interventiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Criter...
Tipologie di utilizzatoriGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                        ...
Progettazione degli interventiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Caratt...
Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                                     ...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Sezione tipo
Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Percorsi promiscui      ...
Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                                     ...
Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Percorsi separati dedica...
Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Percorsi separati dedica...
Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Percorsi separati dedica...
Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Percorsi separati dedica...
Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                    Cavalieri   Pedon...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                               Pedoni                                        Sezi...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                               Sezione tipo                      ...
PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             La scelta della pavime...
PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                                   ...
PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Terreno               ...
PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Pavimentazione vera e ...
PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Materiali             ...
PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Drenaggio             ...
PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Costi                 ...
VegetazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             1. Protezione dalla piogg...
VegetazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                                      ...
VegetazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Scelta delle specie      ...
ParapettiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             I parapetti vanno realizzat...
IlluminazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Illuminazione          ...
Aree di sostaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Le aree di sosta vanno ...
Aree di sostaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Occorre poi considerare...
Aree di sostaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Accorgimenti progettual...
Aree di sostaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                                            Costi   ...
SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             La segnaletica è indispen...
SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             La segnaletica utilizzabi...
SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Segnaletica prevista dal ...
SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Segnaletica prevista dal ...
SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Segnaletica specifica per...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Segnaletica
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Segnaletica
IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Gli incroci con le strad...
IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Intersezioni a raso     ...
IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Intersezioni a raso     ...
IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Intersezioni a raso     ...
IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Intersezioni a raso     ...
IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Intersezioni a raso     ...
IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Intersezioni a livelli s...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Intersezioni
IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             Recupero ponti esistenti...
Metodologia                                 Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE   ...
DivulgazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                             La divulgazione può avve...
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Divulgazione
GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE                                        Divulgazione
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

ArchpaesGSenes2

626 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
626
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

ArchpaesGSenes2

  1. 1. Pianificazione e progettazione delle greenways [09. Reuse, recycle, regenerate inhabited landscapes] Reuse, recycle, landscapes] Giulio SENES Università degli Studi di Milano – Dipartimento di Ingegneria Agraria Laboratorio di Progettazione 2-sez A – Integrazione di Architettura del Paesaggio Politecnico di Milano – Polo di Piacenza – Scuola di Architettura e Società – CdL Architettura Ambientale
  2. 2. Sistema di greenwaysGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE La pianificazione e lo sviluppo di un sistema di greenways può avvenire a diversi livelli territoriali: • internazionale • nazionale • regionale • provinciale • comunale Realizzare una rete di percorsi ai diversi livelli territoriali significa promuovere una “circolazione dolce” sul territorio, in grado di mantenere le nostre comunità in buona salute fisica e mentale, recuperando nel contempo il paesaggio, inducendo la popolazione ad una maggiore responsabilità nei confronti dell’ambiente e ravvivando il senso di appartenenza delle popolazioni locali al territorio.
  3. 3. Metodologia Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Analisi territoriale Analisi dell’utenza potenziale Censimento degli elementi di interesse e dei centri di Censimento dei percorsi vita • Percorsi • Elementi di interesse naturalistico • Aree di sosta • Elementi di interesse storico-architettonico • Punti di ristoro e accoglienza • Elementi di interesse archeologico • Elementi di connessione • Elementi di testimonianza del rapporto uomo- territorio • Centri di vita Individuazione del sistema attuale Confronto con Definizione del piano la popolazione • Classificazione della rete esistente • Tratti necessari a completare la rete • Tratti che richiedono interventi e tipo di interventi previsti Confronto con Progettazione degli interventi previsti la popolazione Individuazione delle soluzioni progettuali Individuazione di soluzioni per i singoli punti critici • Caratteristiche costruttive del percorso Schede relative a ciascun punto critico • Segnaletica orizzontale e verticale • Attraversamenti, incroci e connessioni • Parcheggi e aree di sosta Divulgazione Siti internet Incontri pubblici Pubblicazioni cartacee
  4. 4. Metodologia Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Analisi territoriale Analisi dell’utenza potenziale Censimento degli elementi di interesse e dei centri di Censimento dei percorsi vita • Percorsi • Elementi di interesse naturalistico • Aree di sosta • Elementi di interesse storico-architettonico • Punti di ristoro e accoglienza • Elementi di interesse archeologico • Elementi di connessione • Elementi di testimonianza del rapporto uomo- territorio • Centri di vita Individuazione del sistema attuale Confronto con Definizione del piano la popolazione • Classificazione della rete esistente • Tratti necessari a completare la rete • Tratti che richiedono interventi e tipo di interventi previsti Confronto con Progettazione degli interventi previsti la popolazione Individuazione delle soluzioni progettuali Individuazione di soluzioni per i singoli punti critici • Caratteristiche costruttive del percorso Schede relative a ciascun punto critico • Segnaletica orizzontale e verticale • Attraversamenti, incroci e connessioni • Parcheggi e aree di sosta Divulgazione Siti internet Incontri pubblici Pubblicazioni cartacee
  5. 5. Metodologia Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Analisi territoriale Analisi dell’utenza potenziale Censimento degli elementi di interesse e dei centri di Censimento dei percorsi vita • Percorsi • Elementi di interesse naturalistico • Aree di sosta • Elementi di interesse storico-architettonico • Punti di ristoro e accoglienza • Elementi di interesse archeologico • Elementi di connessione • Elementi di testimonianza del rapporto uomo- territorio • Centri di vita Individuazione del sistema attuale Confronto con Definizione del piano la popolazione • Classificazione della rete esistente • Tratti necessari a completare la rete • Tratti che richiedono interventi e tipo di interventi previsti Confronto con Progettazione degli interventi previsti la popolazione Individuazione delle soluzioni progettuali Individuazione di soluzioni per i singoli punti critici • Caratteristiche costruttive del percorso Schede relative a ciascun punto critico • Segnaletica orizzontale e verticale • Attraversamenti, incroci e connessioni • Parcheggi e aree di sosta Divulgazione Siti internet Incontri pubblici Pubblicazioni cartacee
  6. 6. Analisi territorialeGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE L’oggetto dell’analisi territoriale è ricavabile dalla stessa definizione di greenways: “sistema di percorsi dedicati ad una circolazione sul territorio alternativa al traffico motorizzato in grado di connettere le popolazioni con le risorse del territorio e con i centri di vita degli insediamenti urbanistici” i punti e le aree la rete dei percorsi di interesse i centri di vita e le aree residenziali
  7. 7. Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Possono comporre la rete di greenways: • i sentieri
  8. 8. Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Possono comporre la rete di greenways: • i sentieri • le piste ciclabili e ciclopedonali
  9. 9. Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Possono comporre la rete di greenways: • i sentieri • le piste ciclabili e ciclopedonali • le corsie ciclabili
  10. 10. Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Possono comporre la rete di greenways: • i sentieri • le piste ciclabili e ciclopedonali • le corsie ciclabili • le zone pedonali
  11. 11. Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Possono comporre la rete di greenways: • i sentieri • le piste ciclabili e ciclopedonali • le corsie ciclabili • le zone pedonali • la viabilità rurale minore
  12. 12. Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Possono comporre la rete di greenways: • i sentieri • le piste ciclabili e ciclopedonali • le corsie ciclabili • le zone pedonali • la viabilità rurale minore • le alzaie lungo i canali e gli argini dei fiumi
  13. 13. Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Possono comporre la rete di greenways: • i sentieri • le piste ciclabili e ciclopedonali • le corsie ciclabili • le zone pedonali • la viabilità rurale minore • le alzaie lungo i canali e gli argini dei fiumi • le vecchie strade militari • i tracciati delle ferrovie abbandonate
  14. 14. Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Possono comporre la rete di greenways: • i sentieri • le piste ciclabili e ciclopedonali • le corsie ciclabili • le zone pedonali • la viabilità rurale minore • le alzaie lungo i canali e gli argini dei fiumi • le vecchie strade militari • i tracciati delle ferrovie abbandonate Accanto a questi percorsi, da cui il traffico motorizzato è escluso, possono essere prese in considerazione anche: • le strade a traffico limitato, che consentono la coesistenza fra pedoni, ciclisti e automobilisti, quando queste permettono di completare la rete e/o di raggiungere elementi di interesse.
  15. 15. Percorsi verdiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Percorsi esistenti Percorsi in progetto Percorsi potenziali
  16. 16. Metodologia Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Analisi territoriale Analisi dell’utenza potenziale Censimento degli elementi di interesse e dei centri di Censimento dei percorsi vita • Percorsi • Elementi di interesse naturalistico • Aree di sosta • Elementi di interesse storico-architettonico • Punti di ristoro e accoglienza • Elementi di interesse archeologico • Elementi di connessione • Elementi di testimonianza del rapporto uomo- territorio • Centri di vita Individuazione del sistema attuale Confronto con Definizione del piano la popolazione • Classificazione della rete esistente • Tratti necessari a completare la rete • Tratti che richiedono interventi e tipo di interventi previsti Confronto con Progettazione degli interventi previsti la popolazione Individuazione delle soluzioni progettuali Individuazione di soluzioni per i singoli punti critici • Caratteristiche costruttive del percorso Schede relative a ciascun punto critico • Segnaletica orizzontale e verticale • Attraversamenti, incroci e connessioni • Parcheggi e aree di sosta Divulgazione Siti internet Incontri pubblici Pubblicazioni cartacee
  17. 17. Analisi dell’utenzaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Caratteristiche del Caratteristiche Politiche e azioni di Caratteristiche della singolo tratto di della rete supporto e promozione popolazione percorso (es. connessione e (es. costruzione di (che influenzano i (es. larghezza della continuità) parcheggi per biciclette, comportamenti circa la sede, qualità della campagne informative, mobilità: es. caratteristiche pavimentazione) ecc.) socio-economiche) “Attrattività” del singolo tratto di Uso del suolo Totale degli (densità e distribuzione percorso “Attrattività” spostamenti (funzione sia delle della popolazione sul della rete effettuati con mezzi territorio, distribuzione delle caratteristiche del non motorizzati tratto che di quelle zone commerciali, degli uffici, ecc.) degli utenti) Caratteristiche degli altri Spostamenti sul singolo tratto di mezzi di trasporto percorso effettuati con mezzi non (tempi e costi di trasporto, motorizzati confort, sicurezza, ecc.) (funzione del totale degli spostamenti non motorizzati della zona e delle caratteristiche del tratto specifico) Caratteristiche del clima (che condizionano la propensione alla mobilità non motorizzata)
  18. 18. Analisi dell’utenzaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Metodi che quantificano l’utenza potenziale di un determinato percorso attraverso il confronto con uno esistente simile in Studi comparativi termini di tipologia di uso, popolazione circostante, condizioni ambientali e uso del suolo. Metodi che quantificano l’utenza potenziale di un determinato Metodi “speditivi” percorso o in una determinata area attraverso semplici calcoli (Sketch Plan in successione, basati sulla lunghezza degli spostamenti, sui Methods) mezzi di trasporto, e su altri aspetti legati al comportamento relativo ai trasporti. Modelli che prevedono le decisioni individuali circa gli Modelli discreti di spostamenti in base alle caratteristiche delle alternative scelta disponibili. Metodi che mettono in relazione gli spostamenti non Studi aggregati sul motorizzati in un’area con la popolazione locale, l’uso del suolo comportamento e altre caratteristiche, di solito attraverso un’analisi di regressione. Modelli che prevedono gli spostamenti totali all’interno di una Modelli regionali di determinata porzione di rete, divisi per scopo, mezzo di trasporto trasporto, e origine/destinazione, in funzione dell’uso del suolo e delle caratteristiche della popolazione e della rete.
  19. 19. Metodologia Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Analisi territoriale Analisi dell’utenza potenziale Censimento degli elementi di interesse e dei centri di Censimento dei percorsi vita • Percorsi • Elementi di interesse naturalistico • Aree di sosta • Elementi di interesse storico-architettonico • Punti di ristoro e accoglienza • Elementi di interesse archeologico • Elementi di connessione • Elementi di testimonianza del rapporto uomo- territorio • Centri di vita Individuazione del sistema attuale Confronto con Definizione del piano la popolazione • Classificazione della rete esistente • Tratti necessari a completare la rete • Tratti che richiedono interventi e tipo di interventi previsti Confronto con Progettazione degli interventi previsti la popolazione Individuazione delle soluzioni progettuali Individuazione di soluzioni per i singoli punti critici • Caratteristiche costruttive del percorso Schede relative a ciascun punto critico • Segnaletica orizzontale e verticale • Attraversamenti, incroci e connessioni • Parcheggi e aree di sosta Divulgazione Siti internet Incontri pubblici Pubblicazioni cartacee
  20. 20. Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Perché? • Possibilità di spostamenti sicuri e piacevoli all’interno della città lungo percorsi dedicati al traffico non motorizzato • Creazione di aree verdi lineari fruibili e accessibili a tutte le categorie di cittadini • Creazione di ambienti “piacevoli” “sotto Infrastruttura per la mobilità lenta casa”, che favoriscono i rapporti sociali • Creazione di connessioni tra il verde cittadino per formare un vero e proprio sistema del verde • Miglioramento dell’ambiente urbano (funzione estetica e regolazione del microclima) Area verde • Miglioramento della qualità della vita
  21. 21. Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE New York City Greenway Plan • Presenta la city’s vision per il più ambizioso sistema di greenways urbane: oltre 550 km di percorsi. • Rappresenta l’inizio di uno sforzo pluriennale per incrementare la mobilità e migliorare la qualità della vita di tutti. • Le greenways di NYC “rappresentano contemporaneamente i parchi del 21 secolo e una parte della rete di trasporto, che consente uno spostamento piacevole, efficiente, salutare e rispettoso dell’ambiente a piedi, in bicicletta, con i pattini […] attraverso la città, per andare a scuola o ai negozi, per raggiungere le aree verdi, i musei ecc., o semplicemente per passeggiare.”
  22. 22. Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Vancouver Greenways Plan Prevede che da ogni abitazione sia possibile raggiungere in pochi minuti la rete principale di 14 greenways, che connette parchi, servizi e risorse storico-ambientali di importanza cittadina.
  23. 23. Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Vancouver Greenways Plan Prevede che da ogni abitazione sia possibile raggiungere in pochi minuti la rete principale di 14 greenways, che connette parchi, servizi e risorse storico-ambientali di importanza cittadina. Il sistema è completato da una rete di greenways secondarie, realizzato anche grazie alle iniziative nell’ambito dei singoli quartieri.
  24. 24. Greenways urbaneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Bruxelles Maillage Verte, Maillage Blue
  25. 25. Una proposta per MilanoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Analisi della forma della città e della sua evoluzione Analisi del verde esistente e in progetto Individuazione delle aree verdi di interesse principale Analisi delle risorse e dei servizi principali Analisi degli elementi lineari esistenti (corsi d’acqua naturali e artificiali, piste ciclabili, aree pedonali) Connessione di risorse e servizi principali tramite una “rete verde” continua Individuazione delle eventuali aree non toccate dalla “rete verde” principale
  26. 26. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Una proposta per Milano
  27. 27. Una proposta per MilanoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE PRIMA . . . È possibile immaginare una città diversa, in cui gli elementi naturali e le attività umane siano integrati armonicamente DOPO . . .
  28. 28. Una proposta per MilanoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE PRIMA . . . È possibile lavorare a un progetto che, partendo dalle piccole cose, raggiunga il grande risultato di migliorare la nostra qualità della vita DOPO . . .
  29. 29. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Esempio Un esempio: il comune di Mediglia
  30. 30. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE
  31. 31. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Esempio
  32. 32. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Bettolino Mombretto Robbiano S.Martino Triginto Bustighera Mediglia
  33. 33. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE
  34. 34. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE
  35. 35. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Esempio
  36. 36. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Esempio
  37. 37. Metodologia Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Analisi territoriale Analisi dell’utenza potenziale Censimento degli elementi di interesse e dei centri di Censimento dei percorsi vita • Percorsi • Elementi di interesse naturalistico • Aree di sosta • Elementi di interesse storico-architettonico • Punti di ristoro e accoglienza • Elementi di interesse archeologico • Elementi di connessione • Elementi di testimonianza del rapporto uomo- territorio • Centri di vita Individuazione del sistema attuale Confronto con Definizione del piano la popolazione • Classificazione della rete esistente • Tratti necessari a completare la rete • Tratti che richiedono interventi e tipo di interventi previsti Confronto con Progettazione degli interventi previsti la popolazione Individuazione delle soluzioni progettuali Individuazione di soluzioni per i singoli punti critici • Caratteristiche costruttive del percorso Schede relative a ciascun punto critico • Segnaletica orizzontale e verticale • Attraversamenti, incroci e connessioni • Parcheggi e aree di sosta Divulgazione Siti internet Incontri pubblici Pubblicazioni cartacee
  38. 38. Progettazione degli interventiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Criteri generali Nella progettazione degli interventi sui percorsi devono essere prese in considerazione: • le caratteristiche costruttive del percorso • la segnaletica orizzontale e verticale • gli attraversamenti, gli incroci e le connessioni • le aree di sosta e gli elementi di arredo • i parcheggi e i punti di connessione. In linea generale, nella scelta delle soluzioni progettuali occorre considerare: • la categoria degli utilizzatori previsti e la loro sicurezza e confort • l’inserimento paesaggistico • i costi di realizzazione e di manutenzione • le disposizioni normative del settore
  39. 39. Tipologie di utilizzatoriGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Ciclisti Cavalieri (esclusi Diversamente Pedoni Pattinatori (escluso ciclisti abili galoppo) sportivi) Pavimentazione SI - NO SI - NO SI NO SI Larghezza 1,5 m 2,5 m 2, 5 3m 1,5 m Luce verticale 2,2 m 2,5 m 2,2 m 3m 2,2 m Pendenza 5% 5% 3% 10% 2-3% media Velocità media 4-6 km/h 10-15 km/h 6-9 km/h 7-10 km/h 1-3 km/h Elementi di Panchine Panchine Panchine Panchine Panchine arredo Fontanelle Fontanelle Fontanelle Fontanelle Fontanelle Cestini Cestini Cestini Cestini Cestini Servizi Servizi Servizi Servizi Servizi Aree di sosta Aree di sosta Aree di sosta Aree di sosta Aree di sosta Aree Aree Aree Aree Aree attrezzate attrezzate attrezzate attrezzate attrezzate Segnaletica Segnaletica Segnaletica Abbeveratoi Segnaletica Parcheggi Parcheggi Parcheggi Aree di sosta Parcheggi Rastrelliere per i cavalli
  40. 40. Progettazione degli interventiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Caratteristiche costruttive del percorso Nel caso in cui l’intervento preveda una nuova realizzazione occorre definire innanzitutto il tracciato, dipendente, oltre che dagli spazi a disposizione, dal tipo di utilizzatori. Quando il tracciato è individuato, in funzione del tipo di percorso occorrerà definire la sezione tipo e il fondo.
  41. 41. Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE CARREGGIATE USI DIFFE Percorsi separati dedicati a Percorsi promiscui diversi tipi di utenza Minor necessità di spazio Maggior necessità di spazio Minor investimento economico Maggior investimento economico Possibili conflitti tra gli utenti (es. Evitano conflitti tra gli utenti cavalieri-altri utenti, pattinatori- altri utenti, pedoni-ciclisti)
  42. 42. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Sezione tipo
  43. 43. Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Percorsi promiscui Sono generalmente adatti per i tratti lontani dai centri abitati, dove il numero di utenti, soprattutto quello dei pedoni, diminuisce. Sono i più diffusi. Larghezza (cm) Tipo di percorso Ambito Urbano Rurale suburbano Pedone/altri utenti non motorizzati (ciclisti, 360 300 300 pattinatori etc.) Pedone/cavaliere 480 360 300
  44. 44. Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Percorso condiviso per pedoni e ciclisti Percorsi promiscui 50 cm 250 cm 50 cm ottimale 300 cm
  45. 45. Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Percorsi separati dedicati a diversi tipi di utenza Possono essere limitati ai tratti più prossimi ai centri urbani che sono, in genere, quelli più trafficati (e quindi a maggior rischio di conflitto tra i diversi utenti) e quelli più frequentati dai pedoni o ai percorsi per i quali sono previsti utenti con esigenze particolati (es. cavalieri). Larghezza consigliata del Utente percorso (cm) Pedone, escursionista 120 (rurale); 150 (urbano) Ciclista doppio senso: 250÷300 (ottimale) Cavalieri singola 150 m; doppia 300 Carrozzella per disabile almeno 150 m
  46. 46. Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Percorsi separati dedicati a diversi tipi di utenza Percorso separato per cavalieri e ciclisti 50 150÷250 100 150÷250 100 cm cm* cm cm* cm * a seconda dei flussi previsti Percorso separato per pedoni e ciclisti 250 90-100 120 cm cm cm
  47. 47. Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Percorsi separati dedicati a diversi tipi di utenza CARREGGIATE SEPARATE USO SINGOLO “mountain bike” Bici turistiche
  48. 48. Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Percorsi separati dedicati a diversi tipi di utenza
  49. 49. Sezione tipoGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Cavalieri Pedoni/ciclisti/pattinatori
  50. 50. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Pedoni Sezione tipo Ciclisti/pattinatori
  51. 51. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Sezione tipo Pedoni Ciclisti/pattinatori
  52. 52. PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE La scelta della pavimentazione deve essere fatta in modo da garantire la sicurezza dei fruitori sia in termini tecnici sia per la riconoscibilità del percorso. Le funzioni fondamentali svolte da una struttura viaria (sia essa carrabile o pedonale) sono le seguenti: • garantire una superficie regolare con bassa resistenza al movimento; • conferire al corpo stradale una resistenza nel tempo all’usura; • distribuire i carichi su di un’area più grande rispetto alle impronte delle ruote dei veicoli o di calpestio dei pedoni, così da consentire ai terreni “in situ” di sopportare le sollecitazioni di compressione, trazione per flessione e taglio.
  53. 53. PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE pavimentazione tessuto geotessile strato di base terreno pavimentazione strato di base fondazione terreno tessuto geotessile
  54. 54. PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Terreno Costituisce lo strato portante della struttura viaria. È importante considerare la permeabilità e la capacità portante, adottando se necessario adeguate soluzioni progettuali. Strato di base Ha il compito di: • trasferire i carichi dalla superficie al terreno • contribuire al drenaggio dell’acqua ed evitare la risalita capillare dell’umidità dal terreno Ha uno spessore di 10-20 cm ed è costituito da ghiaia e/o pietrisco di dimensioni 2-7 cm
  55. 55. PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Pavimentazione vera e propria Completa la struttura, rendendola protetta e adatta alla più facile percorribilità. Lo spessore (5-15 cm) e le caratteristiche tecnico-costruttive della pavimentazione dipendono da: • tipo e caratteristiche del traffico previsto • geomorfologia dei luoghi • qualità e capacità portanti dei terreni in situ • caratteristiche climatiche e meteorologiche • qualità paesaggistica dei luoghi Pave less! Se da un lato è importante garantire all’utente (specie se debole: anziani, bambini, disabili) una facile e sicura percorribilità, è d’altro canto fondamentale non dimenticare la necessità di non incidere in maniera eccessiva sulla “naturalità” dei siti, specie laddove si progetti in aree di particolare pregio ambientale.
  56. 56. PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Materiali Pavimentazioni dure Pavimentazioni soffici • conglomerato bituminoso • terra naturale • calcestruzzo • “cippato” • terra stabilizzata • ghiaia e pietrischetto Sono le più adatte per percorsi Si deteriorano per effetto dell’uso e multiuso, in ambito urbano e degli eventi atmosferici. periurbano. Sono necessarie per i cavalieri mentre Sono più costose da realizzare ma non sono adatte per i pattinatori. richiedono poi minore manutenzione. Permettono di “controllare” le velocità di percorrenza.
  57. 57. PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Drenaggio Il sistema di drenaggio deve garantire lo smaltimento: • delle acque che scorrono sulla superficie esterna della pavimentazione; • delle acque che scorrono sotto la superficie, nello strato di base e sotto di esso (in senso sia orizzontale sia verticale). cunetta di drenaggio pavimentazione pendenza 2% banchina pavimentazione strato di base sottofondo ghiaia strato di base “non tessuto geotessile” strato drenante (pietrisco) sottofondo tubi drenanti
  58. 58. PavimentazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Costi Costo di massima Intervento (€/km) Realizzazione della pavimentazione in: - terra naturale 10÷15.000 - ghiaia 20÷30.000 - misto granulare e calcestre 30÷40.000 - conglomerato bituminoso 40÷50.000 Preparazione del sottofondo 30÷40.000 Creazione della struttura stradale 150÷200.000 TOTALE 10÷290.000 Mediamente si può stimare un costo di 50÷60.000 €/km
  59. 59. VegetazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE 1. Protezione dalla pioggia 2. Protezione dai venti freddi
  60. 60. VegetazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE 3. Ombreggiamento 4. Schermare viste sgradevoli (Attenzione! Schermature eccessive possono creare problemi di sicurezza)
  61. 61. VegetazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Scelta delle specie • utilizzo di piante autoctone e “rustiche”, che richiedono poche cure • preferenza per piante a chioma espansa per garantire un miglior ombreggiamento • utilizzo di piante a crescita rapida • nei climi freddi, utilizzo di specie a foglia caduca • utilizzo di piante con apparato radicale non superficiale per evitare danni alle pavimentazioni • preferenza per piante ad impalcato alto per non creare problemi agli utenti e garantire un’ampia visuale • utilizzo di arbusti laddove è necessario creare schermature Esempi Alberi: Acer spp., Popolus spp., Quercus spp., Tilia spp., Prunus spp., ecc. Arbusti: Berberis spp., Ligustrum spp., Osmanthus spp., Pittosporum tobira, ecc.
  62. 62. ParapettiGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE I parapetti vanno realizzati nei passaggi pericolosi e laddove è necessario delimitare e “proteggere” le aree di sosta. È preferibile ricorrere, dove possibile, a materiali naturali o vegetali (siepi). Costo: 30÷60.000 €/km
  63. 63. IlluminazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Illuminazione Nei tratti di percorso in ambito urbano, dove vi può essere un utilizzo anche nelle ore serali o notturne, è necessario prevedere un adeguato impianto di illuminazione. Particolare attenzione deve essere posta: • nella scelta delle tipologie di lampade e di corpi illuminanti • nella scelta delle “temperature di colore” più idonee alla vegetazione • nell’evitare eccessivi contrasti di luminanza tra l’area illuminata e il resto del paesaggio
  64. 64. Aree di sostaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Le aree di sosta vanno progettate in funzione degli utilizzatori, garantendo la possibilità di fermarsi, sedersi, bere dell’acqua e rifocillarsi in ambiti riparati, protetti e ombrosi (nei mesi estivi). Le aree di sosta vanno poste a distanze variabili in funzione dell’utenza e delle caratteristiche del percorso (pendenza, clima etc.), in modo da garantirne la disponibilità per gli utilizzatori a determinati intervalli di tempo (per esempio una panchina ogni 5-10 minuti di percorso, una fontanella ogni 15-20 e così via). Per far ciò occorre considerare le velocità medie dei diversi utilizzatori e prendere come riferimento per i percorsi promiscui quella più bassa, in genere quella pedonale. Esempi di distanze per un percorso ciclo-pedonale in pianura: • aree di sosta breve (con panchine): 0,5-1 km • aree di sosta vere e proprie (con acqua e arredi pic-nic): 1,5-3 km
  65. 65. Aree di sostaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Occorre poi considerare che la velocità diminuisce, a parità di condizioni, con l’aumento della pendenza; quindi, aumentando le pendenze, la distanza fra due punti di posizionamento successivi deve diminuire in modo da mantenere la frequenza con cui vengono incontrati dagli utilizzatori. Classe di pendenza Lunghezza virtuale 1 km pendenza 0 % 1 km pendenza 0 % 1 km pendenza 0,1-5 % 1,08 km pendenza 0 % 1 km pendenza 5,1-10 % 1,34 km pendenza 0 % 1 km pendenza 10,1-15 % 1,75 km pendenza 0 % 1 km pendenza 15,1-20 % 2,25 km pendenza 0 %
  66. 66. Aree di sostaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Accorgimenti progettuali NO SI SI NO
  67. 67. Aree di sostaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Costi Costo di Intervento massima (€) Area di sosta semplice con 2 1.500-2.000 panchine Area di sosta con panchine, tavolo pic-nic, fontanella di 5÷6.000 acqua
  68. 68. SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE La segnaletica è indispensabile per rendere sicuro e agevole l’utilizzo dei percorsi verdi. Funzioni della segnaletica • indicare il percorso e come raggiungerlo • indicare gli incroci e i punti di pericolo Segnaletica “stradale” • segnalare divieti e obblighi • indicare le località e i punti di interesse lungo i percorsi, con le direzioni e le distanze per raggiungerle • indicare le aree di sosta, i punti di ristoro e Segnaletica informativa i punti di interscambio • segnalare e descrivere brevemente i punti di maggior interesse
  69. 69. SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE La segnaletica utilizzabile lungo i percorsi si può distinguere in: Segnaletica prevista dal Segnaletica specifica per i Codice della Strada percorsi verdi È l’unica utilizzabile lungo piste È utilizzabile per tutti i percorsi ciclabili realizzate secondo il chiusi al traffico motorizzato e C.d.S. (“parte longitudinale della non contigui alle carreggiate strada, opportunamente stradali. delimitata, riservata alla Non è normata dal C.d.S. e non circolazione dei velocipedi”) esiste una segnaletica comune a livello nazionale. In generale è preferibile l’utilizzo di segnaletica verticale, in quanto quella orizzontale non può essere realizzata su tutti i tipi di pavimentazione.
  70. 70. SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Segnaletica prevista dal C.d.S. I segnali previsti sembrano più utili a segnalare la presenza di una pista ciclabile lungo una strada piuttosto che a fornire indicazioni utili ai ciclisti. Possono essere utilizzati presso gli incroci, nei punti di inizio e fine della pista, in zone di pericolo (tratti ad uso promiscuo), in aree di divieto. Si possono distinguere in: • segnali di pericolo • segnali di prescrizione • segnali d’indicazione Il regolamento relativo alle piste ciclabili stabilisce forme, dimensioni, colori e simboli dei segnali stradali verticali e le loro modalità di impiego e di apposizione.
  71. 71. SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Segnaletica prevista dal C.d.S. Più complesso è l’utilizzo della segnaletica prevista dal C.d.S. a scopo indicativo e d’informazione. Si possono, a tal fine, integrare i segnali turistici territoriali con indicazione di zone pedonali, piste ciclabili, elementi di interesse, per esempio, ponendo all’interno dei segnali di direzione, informazioni relative alle piste ciclabili.
  72. 72. SegnaleticaGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Segnaletica specifica per i percorsi verdi Vari enti (regioni, enti parco, comunità montane, APT) hanno sviluppato segnaletiche proprie; sarebbe auspicabile una normazione nazionale. La segnaletica necessaria lungo i percorsi verdi si può distinguere in: • cartelli di indicazione di direzione, da posizionare sia lungo il percorso (a tutti gli incroci) sia in prossimità di esso; cartelli analoghi possono essere utilizzati per indicare le località e i punti di interesse • cippi chilometrici, con l’indicazione delle distanze dall’inizio e dalla fine del percorso e dalle mete principali, utili ai fruitori per essere informati sulle distanze percorse e su quelle ancora da percorrere • plateu informativi, da porre nei punti principali di accesso, contenenti la mappa del percorso o della rete, tutte le risorse presenti nel territorio circostante, le principali aree di sosta e i punti di accesso con i relativi parcheggi e le relative distanze • cartelli informativi sulle singole risorse, posizionati davanti agli elementi di maggior interesse storico-culturale Costo: 2.000-3.000 €/km
  73. 73. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Segnaletica
  74. 74. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Segnaletica
  75. 75. IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Gli incroci con le strade destinate alla circolazione motorizzata rappresentano probabilmente gli elementi di maggior pericolo per chi utilizza le greenways. Ogni volta che un percorso verde incrocia una strada aperta al traffico, occorre regolare il flusso degli utenti, siano essi pedoni, ciclisti o automobilisti. Le intersezioni possono essere di due tipi: • intersezioni a raso • intersezioni a livelli sfalsati La scelta dell’una o dell’altra è funzione dell’importanza delle strade, dei livelli di traffico, della velocità di percorrenza, della visibilità, degli spazi a disposizione e deve, pertanto, essere valutata caso per caso. In genere, per la velocità e il volume di traffico, i percorsi verdi cedono la precedenza al traffico motorizzato; ciò evita di creare situazioni di pericolo inopportune.
  76. 76. IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Intersezioni a raso 1. Regolate da semplice segnaletica (verticale e orizzontale) Per l’area SEGNALETICA dell’attraversamento può essere utilizzata una pavimentazione differente sia da quella del percorso sia da quella della strada, in modo da permettere sia agli automobilisti sia agli utenti non motorizzati di riconoscere la discontinuità esistente. Costo: 2÷3.000 €
  77. 77. IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Intersezioni a raso 1. Regolate da semplice segnaletica (verticale e orizzontale) 2. Dotate di isola salvagente per permettere l’attraversamento in due tempi Isola salvagente con Isola salvagente con passaggio diretto passaggio sfalsato
  78. 78. IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Intersezioni a raso 1. Regolate da semplice segnaletica (verticale e orizzontale) 2. Dotate di isola salvagente per permettere l’attraversamento in due tempi 3. Regolate da impianto semaforico o da rotatorie Costo: 5÷6.000 €
  79. 79. IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Intersezioni a raso Le intersezioni con le strade aperte al traffico motorizzato devono essere quanto più possibile perpendicolari in modo che gli utenti dei percorsi verdi abbiano la massima visibilità. Dissuasore a protezione • del percorso •
  80. 80. IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Intersezioni a raso In corrispondenza degli accessi ai percorsi verdi è necessario posizionare dei dissuasori per controllare l’accesso. Queste barriere servono ad evitare che veicoli a motore utilizzino i percorsi verdi divenendo un possibile pericolo per gli altri utenti ma non devono costituire ostacoli potenzialmente pericolosi per gli utenti che si muovono a maggior velocità (ciclisti).
  81. 81. IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Intersezioni a livelli sfalsati Quando non è possibile creare incroci (per l’importanza delle strade, per la pericolosità dell’attraversamento, per i volumi di traffico) si può far ricorso, se gli spazi a disposizione sono sufficienti, a sovrappassi o a sottopassi. In linea generale un sottopasso è da preferire per l’uso ciclabile al sovrappasso perché la velocità acquisita dal ciclista in discesa aiuta nella risalita successiva. Al contempo occorre garantire agli utilizzatori una buona visuale non solo per motivi tecnici (spazi di arresto sufficienti) ma anche psicologici: le persone rifuggono da spazi con zone d’ombra non visibili. I sovrappassi possono essere utilizzati quando la strada da attraversare si trova in trincea o, comunque, ad un livello più basso del percorso verde; viceversa la luce che il ponte deve avere sulla strada da attraversare e le pendenze della rampe di accesso non superiori al 5-6% determinano la creazione di rampe molto lunghe e, quindi, di strutture di notevole impatto che allungano considerevolmente il percorso.
  82. 82. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Intersezioni
  83. 83. IntersezioniGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Recupero ponti esistenti Interventi necessari Verifica strutturale Ripristino parapetti
  84. 84. Metodologia Individuazione dell’area di studioGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Analisi territoriale Analisi dell’utenza potenziale Censimento degli elementi di interesse e dei centri di Censimento dei percorsi vita • Percorsi • Elementi di interesse naturalistico • Aree di sosta • Elementi di interesse storico-architettonico • Punti di ristoro e accoglienza • Elementi di interesse archeologico • Elementi di connessione • Elementi di testimonianza del rapporto uomo- territorio • Centri di vita Individuazione del sistema attuale Confronto con Definizione del piano la popolazione • Classificazione della rete esistente • Tratti necessari a completare la rete • Tratti che richiedono interventi e tipo di interventi previsti Confronto con Progettazione degli interventi previsti la popolazione Individuazione delle soluzioni progettuali Individuazione di soluzioni per i singoli punti critici • Caratteristiche costruttive del percorso Schede relative a ciascun punto critico • Segnaletica orizzontale e verticale • Attraversamenti, incroci e connessioni • Parcheggi e aree di sosta Divulgazione Siti internet Incontri pubblici Pubblicazioni cartacee
  85. 85. DivulgazioneGREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE La divulgazione può avvenire nei modi più diversi e spesso complementari fra di loro, comprendenti: • la segnaletica da porre non solo lungo i percorsi ma anche nel loro intorno scegliendo fra le aree maggiormente frequentate; • l’organizzazione di incontri pubblici nei modi e nei tempi ritenuti più opportuni (presentazione finale del piano, inaugurazione degli interventi realizzati, visite e uscite organizzate fra i cittadini, organizzazione di giornate di attività volontaria per la manutenzione dei percorsi, ecc.); • la promozione attraverso i “media” (giornali, radio e televisioni, soprattutto locali); • pubblicazioni cartacee che possono andare dalla semplice brochure informativa da distribuire agli abitanti e da mettere a disposizione presso gli uffici pubblici, fino a volumi destinati alle librerie; • materiale promozionale, quale poster, adesivi, magliette, cappellini, penne riportanti il nome e il logo del percorso, da distribuire a fiere ed esposizioni o da vendere; • siti internet, “tradizionali” e/o “WEB-GIS”.
  86. 86. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Divulgazione
  87. 87. GREENWAYS: PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE Divulgazione

×