La Chirurgia Dei Tumori Negli Anziani

12,219 views

Published on

La chirurgia dei tumori maligni negli anziani. Tumore del colon-retto.

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
12,219
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2,754
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La Chirurgia Dei Tumori Negli Anziani

  1. 1. La chirurgia dei tumori negli Anziani Dopo i 70 anni (purtroppo) non si fanno screening
  2. 2. Anziani <ul><li>Gli anziani rappresentano attualmente circa il 20% della popolazione, percentuale che si pensa raggiungerà il 30% entro il 2030. </li></ul>L'età alla quale un paziente è considerato anziano varia in letteratura.
  3. 3. Anziani <ul><li>In medicina geriatrica è spesso menzionato il limite di 65 anni </li></ul><ul><li>Nella letteratura oncologica europea compare spesso il limite di 70 anni </li></ul><ul><li>alcuni Autori distinguono addirittura fra: </li></ul><ul><ul><li>&quot; giovane anziano &quot; (65-74 anni), </li></ul></ul><ul><ul><li>&quot; vecchio anziano &quot; (75-84 anni) e </li></ul></ul><ul><ul><li>&quot; grande anziano &quot; (oltre gli 85 anni). </li></ul></ul>
  4. 4. Anziani <ul><li>Aspettativa di vita: </li></ul><ul><ul><li>Uomini 80 anni </li></ul></ul><ul><ul><li>Donne 85 anni </li></ul></ul><ul><li>Anziani autosufficienti (autonomi) </li></ul><ul><li>Anziani non autosufficienti (dipendenti da assistenza di altri) </li></ul>
  5. 11. Incidenza tumori per eta’
  6. 12. Colon-retto
  7. 13. Sopravvivenza nei tumori del colon-retto
  8. 14. Sopravvivenza nei tumori del colon-retto
  9. 15. Sopravvivenza 2003 <ul><li>I dati dei Registri Tumori indicano che in Emilia-Romagna la sopravvivenza relativa a 5 anni per </li></ul><ul><li>tumore del colon è 52% negli uomini e 54% nelle donne e per </li></ul><ul><li>tumore del retto rispettivamente 48% e 45%; </li></ul><ul><li>complessivamente, per il colon-retto, la sopravvivenza a 5 anni è del 52%. </li></ul>
  10. 16. CSPO-”Lo screening del carcinoma del colon-retto” <ul><li>La sopravvivenza a 5 anni dipende dallo stadio alla diagnosi; </li></ul><ul><li>infatti è del 90% quando la malattia è limitata alla parete intestinale, scende al </li></ul><ul><li>35-60% in caso di coinvolgimento dei linfonodi regionali ed </li></ul><ul><li>è meno del 10% in soggetti con malattia metastatica . </li></ul>
  11. 17. Colon-retto chirurgia elezione 2007
  12. 18. Colon-retto chirurgia urgenza 2007 Serie1=m serie2=f
  13. 19. Prevenzione <ul><li>Sono possibili due forme di prevenzione: </li></ul><ul><li>la Prevenzione primaria , che consiste nell'eliminare, o almeno ridurre, l'esposizione dell'organismo alle cause note di cancro; </li></ul><ul><li>la Prevenzione secondaria , che vuol dire individuare i tumori (o le lesioni che ne precedono l'insorgenza) in una fase tanto precoce che non abbiano ancora causato danno all'organismo e siano guaribili con terapie poco aggressive. </li></ul>
  14. 20. Prevenzione secondaria <ul><li>La diagnosi precoce rappresenta, quindi, l’arma più potente poiché dalla maggior parte dei tumori si può guarire purchè vengano evidenziati nelle fasi iniziali. </li></ul>
  15. 21. Prevenzione secondaria <ul><li>la ricerca del sangue occulto nelle feci </li></ul><ul><li>con frequenza annuale (ogni 2 anni?) </li></ul>Tutti i residenti 50-70enni Se positivo, ciò accade in circa 5 soggetti ogni 100 che eseguono il test, e’ necessario fare la Colonscopia.
  16. 22. Tumori del colon-retto
  17. 23. Evoluzione del polipo del colon-retto
  18. 24. Stadi del tumore del colon-retto
  19. 25. Riferimenti anatomici del colon-retto
  20. 26. colonscopia
  21. 27. pancolonscopia
  22. 28. Tumore del colon-retto in endoscopia
  23. 29. Tumori del colon-retto
  24. 30. Tumori del colon-retto
  25. 31. Terapia tumore del colon-retto <ul><li>Intervento chirurgico : </li></ul><ul><li>Costituisce il momento fondamentale per il trattamento di tutti i tumori primitivi del grosso intestino </li></ul>OBIETTIVO: Eradicazione di tutta la malattia macroscopicamente individuabile
  26. 32. Terapia tumore del colon-retto <ul><li>RADIOTERAPIA e CHEMIOTERAPIA </li></ul><ul><li>Modalità terapeutiche necessarie per eliminare residui microscopici di malattia a livello LOCALE e SISTEMICO </li></ul>
  27. 33. Terapia chirurgica <ul><li>L’80% dei pazienti sono candidati alla chirurgia che rappresenta la </li></ul><ul><li>prima linea di trattamento e offre la maggiore possibilità di cura </li></ul>
  28. 34. Chirurgia <ul><li>MODALITA’ CHIRURGICHE </li></ul><ul><ul><li>• Urgenza </li></ul></ul><ul><ul><li>• Elezione </li></ul></ul>
  29. 35. Chirurgia urgenza <ul><li>Rappresenta il 20% del totale dei casi, in particolare nei pazienti anziani che hanno </li></ul><ul><li>sottovalutato o ignorato i sintomi </li></ul>
  30. 36. Colon-retto chirurgia urgenza 2007 Serie1=m serie2=f
  31. 37. Chirurgia urgenza <ul><li>Per complicazioni tipiche dei tumori colon-retto </li></ul><ul><ul><li>• Occlusione intestinale </li></ul></ul><ul><ul><li>• Peritonite da perforazione </li></ul></ul><ul><ul><li>• Emorragia acuta </li></ul></ul>
  32. 38. Chirurgia urgenza <ul><li>FINALITA’ </li></ul><ul><ul><li>• Curare contemporaneamente la complicanza e la neoplasia </li></ul></ul><ul><ul><li>• Risolvere unicamente la complicanza, rinunciando alla cura della neoplasia </li></ul></ul>
  33. 39. Chirurgia urgenza <ul><li>FATTORI CONDIZIONANTI </li></ul><ul><li>• Condizioni generali </li></ul><ul><li>• Patologie associate </li></ul><ul><li>• Definizione diagnostica della neoplasia </li></ul><ul><li>• Competenza dell’equipe chirurgica </li></ul>
  34. 40. Chirurgia in urgenza-stomia In urgenza e’ possibile che si debba fare una deviazione dell’intestino
  35. 41. Chirurgia urgenza <ul><li>Non si dispone della stadiazione del tumore </li></ul><ul><li>Se si opta per il trattamento contemporaneo della complicanza e della neoplasia, l’exeresi deve essere condotta secondo i criteri della radicalità oncologica </li></ul><ul><li>Le metastasi epatiche sincrone è preferibile non trattarle in urgenza </li></ul>
  36. 42. Chirurgia elezione <ul><li>FINALITA’ </li></ul><ul><ul><li>Radicalità oncologica : </li></ul></ul><ul><li>asportazione completa della neoplasia primitiva e del suo bacino di drenaggio linfatico di primo e secondo livello </li></ul>
  37. 43. Colon-retto chirurgia elezione 2007
  38. 44. Chirurgia elezione <ul><li>SCELTA DEL TIPO DI INTERVENTO </li></ul><ul><ul><li>• Stadio del tumore </li></ul></ul><ul><ul><li>• Sede del tumore </li></ul></ul><ul><ul><li>• Condizioni generali </li></ul></ul>
  39. 45. Stadio della malattia <ul><li>STADIAZIONE DELLA NEOPLASIA SECONDO IL SISTEMA TNM </li></ul><ul><li>T = interessamento parietale neoplasia </li></ul><ul><li>N = interessamento linfonodale </li></ul><ul><li>M = metastasi a distanza </li></ul>
  40. 46. Sopravvivenza per stadio <ul><li>STADIO TNM SOPRAVVIVENZA A 5 ANNI : </li></ul><ul><ul><li>STADIO 0 Tis, NO, MO 100% </li></ul></ul><ul><ul><li>STADIO I </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>T1, NO, MO 90-100% </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>T2, NO, MO 80-85% </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>STADIO II </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>T3, NO, MO 55-70% </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>T4, NO, MO 30-45% </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>STADIO III Tutti T, N1-N2, MO 55-60% </li></ul></ul><ul><ul><li>STADIO IV Tutti T, tutti N, M1 < 5% </li></ul></ul><ul><li>La stadiazione è influenzata da: </li></ul><ul><li>grading, invasione linfoghiandolare, livelli preoperati di CEA, occlusione e/o perforazione, ploidia, caratteristiche genetiche (biologia molecolare) </li></ul>

×