Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
XIVCongresso NazionaleAOICO – Roma, 24-25 Gennaio 2013
non esistono: indiscussi metodi di stadiazione protocolli terapeutici supportati dasignificative differenze statistiche.
 Carcinomi epidermoidi: 60-80% Carcinomi basocellulari: 15-20% Tumori ghiandolari maligni: 15-20%(ca adenoidocistici, a...
 T1: limitati all’orecchio esterno, senza erosione ossea T2: erosione ossea del c.u.e. inferiore a 5 mm. T3: erosione o...
 T2: limitata erosione ossea del c.u.e. (non a tuttospessore) T3a: erosione ossea del c.u.e. a tutto spessore condiffusi...
 La paralisi delVII peggiora la prognosi (T4a enonT3) Diffusione anteriore ha prognosi migliore(T3b e nonT4)
 In fase diagnostica interfaccia con: Anatomopatologo Neuroradiologo
 T1-T2: resezione parziale del temporale (LTBR) T3a,T3b : (LTBR). T4a,T4b: con estensione mediale e posteriore:resezion...
 SND II-III livello: necessaria in presenza di N+, discussa in caso di N-. Frequenza di infiltrazione linfonodale dal ...
 In sala operatoria: Anatomopatologo:▪ Studio dei margini di resezione▪ Esame istologico intraoperatorio dei linfonodi s...
 Margini di resezione liberi da neoplasia a menodi 5 mm Margini di resezione interessati dalla neoplasia Infiltrazione ...
 54 pazienti in 24 anni T1/T2 esclusiva terapia chirurgica T3/T4 radioterapia postchirurgicaUOC di ORL e Microchirurgia...
 sopravvivenza a 5 anni T1/T2: 94%, T3 64%, T4 ad estensione anteriore 57%, T4 con estensione inferiore e posteriores...
 T4b: sopravvivenza a 5 anni:0% Decisione collegiale: quale sia il migliortrattamento per il paziente in studio:▪ Età▪ C...
Grazie per l’attenzioneAtrani – Costa d’Amalfi
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Neoplasie dell’orecchio

684 views

Published on

Relazione tenuta dal Dott. Palladino, Dott. Capaldo e dal Dott. Panetti sulle neoplasie dell'orecchio.XIV Congresso AOICO, Roma, 2013

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Neoplasie dell’orecchio

  1. 1. XIVCongresso NazionaleAOICO – Roma, 24-25 Gennaio 2013
  2. 2. non esistono: indiscussi metodi di stadiazione protocolli terapeutici supportati dasignificative differenze statistiche.
  3. 3.  Carcinomi epidermoidi: 60-80% Carcinomi basocellulari: 15-20% Tumori ghiandolari maligni: 15-20%(ca adenoidocistici, adenocarcinomi ceruminosi, tumorimucoepidermoidali, ca acellule mio epiteliali)
  4. 4.  T1: limitati all’orecchio esterno, senza erosione ossea T2: erosione ossea del c.u.e. inferiore a 5 mm. T3: erosione ossea del c.u.e. superiore a 5 mm, oestensione all’orecchio medio o paralisi del VII n.c. T4 a: diffusione ai tessuti laterali cutanei (conca, cuteretroauricolare) o alla parotide, o all’ATM, o alla fossainfratemporale T4b: infiltrazione dell’orecchio interno e dell’ apicepetroso T4c: lesione durale(ArriagaAnn Otol Rhinol Laryngol 1990)
  5. 5.  T2: limitata erosione ossea del c.u.e. (non a tuttospessore) T3a: erosione ossea del c.u.e. a tutto spessore condiffusione ai tessuti molli maggiore di 5 mm, o diffusioneall’orecchio medio o alla mastoide. T3b: estensione anteriore alla parotide, o all’areapericondilare -condilare. T4a: Estensione all’orecchio medio o alla capsula otica conparalisi faciale. T4b: estensione postero/mediale attraverso l’ossotemporale con infiltrazione della dura, del bulbo dellagiugulare, canale carotideo, infiltrazione dei nervi cranici.(Danesi 2012 in press su Skull Base)
  6. 6.  La paralisi delVII peggiora la prognosi (T4a enonT3) Diffusione anteriore ha prognosi migliore(T3b e nonT4)
  7. 7.  In fase diagnostica interfaccia con: Anatomopatologo Neuroradiologo
  8. 8.  T1-T2: resezione parziale del temporale (LTBR) T3a,T3b : (LTBR). T4a,T4b: con estensione mediale e posteriore:resezione totale del temporale (STBR). Parotidectomia:- infiltrazione della parotide- di scelta, miglioramento della sopravvivenza
  9. 9.  SND II-III livello: necessaria in presenza di N+, discussa in caso di N-. Frequenza di infiltrazione linfonodale dal 4.5 al 31%. Frequenza di micro metastasi linfonodali: 7.5% in cN0. Le metastasi linfonodali : segno di maggioreaggressività oncologica: impongono resezione piùampia inT.(Zanoletti, Danesi, ACTA Otolaryngol. 2010 Aug;130(8):913-6)
  10. 10.  In sala operatoria: Anatomopatologo:▪ Studio dei margini di resezione▪ Esame istologico intraoperatorio dei linfonodi sospetti
  11. 11.  Margini di resezione liberi da neoplasia a menodi 5 mm Margini di resezione interessati dalla neoplasia Infiltrazione perineurale Sopravvivenza a 5 anni nei pazienti sottoposti aradioterapia successiva a resezione laterale dell’ossotemporale: 48%. Sopravvivenza a 5 anni nei pazienti non sottoposti aradioterapia postchirurgica: 44%.(Danesi 2012 Skull Base in press)
  12. 12.  54 pazienti in 24 anni T1/T2 esclusiva terapia chirurgica T3/T4 radioterapia postchirurgicaUOC di ORL e Microchirurgia del basicrano degli Ospedali Riuniti diBergamoUOC di ORL del P.O. Umberto I di Nocera Inferiore
  13. 13.  sopravvivenza a 5 anni T1/T2: 94%, T3 64%, T4 ad estensione anteriore 57%, T4 con estensione inferiore e posterioresopravvivenza dello 0%.
  14. 14.  T4b: sopravvivenza a 5 anni:0% Decisione collegiale: quale sia il migliortrattamento per il paziente in studio:▪ Età▪ Condizioni cliniche▪ Condizioni psicologiche
  15. 15. Grazie per l’attenzioneAtrani – Costa d’Amalfi

×