TRH-TRH F

1,904 views

Published on

Published in: Automotive, Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,904
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

TRH-TRH F

  1. 1. HYDROSTATIC &REVERSIBLE
  2. 2. HYDROSTATIC &REVERSIBLE Innovazione e versatilità in tutti i campi Dall’agricoltura specializzata alle serre, dalla semina alla raccolta, dalla manutenzione stradale al verde pubblico. Dovunque ci sia bisogno di andare e venire in sequenza rapida e ripetuta, anche su terreni scoscesi o con forti pendenze, utilizzando le attrezzature più diverse, oggi c’è TRH: una rivoluzione firmata Antonio Carraro. TRH è infatti l’unico trattore reversibile con trasmissione idrostatica, per scegliere con straordinaria immediatezza fra infinite velocità, in entrambi i sensi di marcia grazie all’inversore elettroidraulico, nonché di dispositivi “Automotive Eco-Power” per gestire comodamente la velocità di avanzamento del trattore e “Speed-Fix” per impostare una velocità ideale rispetto al tipo di utilizzo e mantenerla automaticamente costante. Inoltre TRH è dotato di telaio integrale oscillante ACTIO™ che garantisce la massima stabilità, aderenza e sicurezza su qualsiasi terreno: una tecnologia esclusiva Antonio Carraro, sviluppata in oltre 20 anni di ricerca e di esperienza. Più possibilità, più produttività e meno stress: TRH non è solo un nuovo trattore, ma un nuovo modo di lavorare.
  3. 3. Un trattore multifunzioni con caratteristiche uniche TRH nasce per soddisfare le più diverse esigenze di utilizzo, sfruttando delle caratteristiche tecniche assolutamente speciali. Le sue dimensioni compatte e la straordinaria maneggevolezza gli permettono di operare in qualsiasi spazio: anche in quelli più difficili o ristretti. Il sollevamento a sforzo controllato può essere escluso, a richiesta, da un joystick on-off o proporzionale dell’ impianto idraulico. Questo sistema integrato di sollevamento-impianto idraulico-PTO, consente di installare un’ampia gamma di attrezzature: pala anteriore e posteriore, lama e turbina da neve, muletti, escavatore, braccio laterale, aratro, atomizzatore, trinciatore, tagliaerba e ancora altri strumenti, singolarmente o in maniera combinata, modificandone la tipologia e l’assetto senza problemi, grazie anche alla vasta gamma di pneumatici disponibili. La reversibilità aumenta ulteriormente la sua versatilità d’uso e la presa di forza indipendente dalla trasmissione idrostatica permette di sfruttare al massimo la potenza del motore, mentre si guida il trattore ad una velocità ideale, costante e senza sforzo. TRH rappresenta davvero una soluzione unica, in qualsiasi scenario operativo. TRH 9400 TRH 9400 F
  4. 4. Trasmissione idrostatica: HYDROSTATIC i vantaggi sono automatici &REVERSIBLE 40 km/h 40 km/h Km/h 40 35 30 25 20 15 10 5 0 5 10 15 20 25 30 35 40 Km/h Miles/h 24 21 18 15 12 9 6 3 0 3 6 9 12 15 18 21 24 Miles/h 2 Una delle innovazioni principali di TRH è il variatore idrostatico a gestione elettronica che consente di operare 3 nell’ambito di 4 diverse gamme di velocità [4]: 2 di lavoro (0-10 e 0-20 Km/h) e 2 di trasferimento (0-30 e 0-40 Km/h) senza premere il pedale della frizione e senza strappi. Un vantaggio fondamentale per ridurre sia la fatica durante l’utilizzo, sia l’usura meccanica: TRH migliora la qualità 1 della vita dell’operatore e prolunga la vita del mezzo. Basta sollevare il piede dall’acceleratore, perché il trattore si fermi automaticamente, sempre senza premere il pedale della frizione: quest’ultimo è comunque utilizzabile come ulteriore 4 sicurezza. Ma non è tutto: è sufficiente premere un pulsante per programmare la velocità di avanzamento con il sistema “Speed-Fix” [2]. In questo modo non solo la guida del trattore diventa ancora più comoda, ma migliora anche la produttività 5 e la precisione del lavoro, particolarmente durante le operazioni di trattamento fitosanitario, concimazione, semina e spargimento di altri materiali costosi e importanti. 5 Sempre grazie alla trasmissione idrostatica, è possibile cambiare senso di marcia con la massima facilità e rapidità, muovendo in avanti o in indietro la leva invertitore di direzione [1]. Inoltre, posizionando la leva manuale [3] dell’acceleratore in posizione zero, si attiva automaticamente il dispositivo “Automotive” per gestire a pedale [5] i giri motore e l’avanzamento del mezzo: un altro brevetto Antonio Carraro. I VANTAGGI: > Variazione continua della velocità = avanzamento ottimale della macchina in relazione a qualsiasi necessità operativa. > Selettore del variatore a quattro rapporti = scelta fra diverse gamme di velocità. 1 > Inversore di direzione = cambio immediato del senso di marcia anche con il trattore in movimento. > Dispositivo Speed-Fix = blocco istantaneo della velocità di avanzamento. > Funzione Automotive Eco-Power = il Diesel eroga solo la potenza richiesta.
  5. 5. Telaio Integrale Oscillante ACTIO™: assetto ideale in ogni situazione Il sistema ACTIO™ è costituito da un poderoso trave solidale agli assali del trattore, nel quale è alloggiata la trasmissione posteriore e anteriore, con uno snodo centrale in grado di oscillare longitudinalmente di ben 15°. 15° Grazie al sistema ACTIO™, il trattore si comporta come un insieme dinamico, composto da due parti di uguale massa e dimensioni che oscillano indipendentemente l’una dall’altra, conformandosi alle asperità e alle pendenze del terreno, mantenendo una costante stabilità e una perfetta aderenza. Il motore è collocato a sbalzo sull’avantreno: questo consente di ripartire il peso totale del trattore per il 60% sull’assale anteriore e per il 40% su quello posteriore. Un bilanciamento ideale che montando le attrezzature posteriori, diventa praticamente perfetto: 50% sull’anteriore e 50% sul posteriore. Il sistema ACTIO™ consente inoltre di utilizzare quattro ruote motrici, di grandi dimensioni e con lo stesso diametro. In tale modo l’aderenza è ancora maggiore e il motore scarica a terra tutta la sua potenza, con ulteriori vantaggi in termini di resa e di sicurezza. Le ruote sono disponibili in una vasta gamma di diametri e con profili di pneumatici diversi, per soddisfare ogni necessità e creare una configurazione ottimale a seconda del tipo di terreno e di utilizzo: dai terreni ripidi ai prati verdi, dall’agricoltura alla manutenzione stradale. I VANTAGGI DEL SISTEMA ACTIO™: > Passo corto e raggio di sterzata ridotto = massima manovrabilità su qualsiasi terreno. > Migliore ripartizione del peso = massima aderenza, minori usure dei pneumatici. > Guida in posizione centrale e ribassata = favorisce la reversibilità della guida; l’uso anche prolungato del trattore è meno stressante rispetto ai trattori di tipo tradizionale; maggiore protezione per l’operatore. > Trasmissione interna al telaio = elevata luce dal suolo, baricentro più basso; massima stabilità anche nelle andature traverse su pendenze estreme e, in caso di perdita di aderenza, traslazione laterale del trattore che evita il ribaltamento. > Sdoppiamento della massa totale del trattore e ampia oscillazione laterale = le due parti della macchina si controbilanciano mantenendo sempre la massima aderenza dei pneumatici a terra. > Possibilità di montare 4 ruote motrici di grandi dimensioni e uguale diametro = maggiore capacità di trazione e ripartizione del peso a terra ancora più bilanciata. I VANTAGGI DEL TRH GLI SVANTAGGI DEL TRATTORE TRADIZIONALE 50% 50%
  6. 6. RGS™ Reverse Guide System: Sterzare in spazi ridotti cambiate le vostre prospettive di lavoro con grande sicurezza Invertire la direzione di guida in pochi istanti per moltiplicare le Un’altra caratteristica di TRH, sempre in sintonia con la filosofia Antonio Carraro, è il raggio di sterzata più stretto rispetto ai trattori possibilità operative, mantenendo una perfetta ergonomia: ecco un tradizionali. Questo permette una superiore manovrabilità e rapidità operativa, ad esempio per entrare e uscire fra gli interfilari, oppure altro vantaggio di TRH. Con il sistema RGS™ basta infatti agire su per lavorare in altri spazi ridotti o difficili. un fermo per fare ruotare di 180° l’intera postazione del guidatore: sedile (con eventuale joystick), volante, plancia strumentazione e Il raggio di curvatura può essere ulteriormente ridotto azionando i freni sterzanti, senza problemi di impuntamento del mezzo grazie alla pedaliera, tutto su un unico monogruppo. particolare geometria dei gradi di sterzata. In questo modo lo stesso trattore può essere utilizzato in maniera La maneggevolezza e la facilità e la leggerezza di guida sono garantite anche dal volante con idroguida: docile e pronto a ogni comando, diversa, a seconda delle esigenze del momento. Un concetto che per diminuire la fatica dell’operatore e aumentare la sicurezza attiva del mezzo, assicurando un veloce disimpegno della macchina in unito alla trasmissione idrostatica e al telaio oscillante, rispecchia caso di difficoltà o imprevisti. la filosofia stessa di TRH: il massimo della multifunzionalità sul lavoro, con il massimo della semplicità e comodità per l’operatore. I VANTAGGI DEL SISTEMA RGS™: I VANTAGGI: > Postazione su monogruppo integrato = inversione della direzione di guida senza staccare alcuna connessione. > Giunti omocinetici a doppio snodo = sterzate strette senza impuntamento delle ruote. > Centro di rotazione coincidente con il centro del posto di guida = visibilità sull’attrezzatura invariata in entrambi i sensi > Trazione anteriore disinseribile = minore spazio di manovra senza danneggiare il terreno; di marcia > Freni sterzanti = il trattore può girare quasi su se stesso. > Pedaliera sospesa e pieghevole = niente doppi comandi; più spazio disponibile per l’operatore nelle due posizioni di guida. > Impianto idraulico “Gruppo Uno” completamente indipendente = serve prima l’idroguida, poi il gruppo dei comandi, a garanzia del fatto che lo sterzo è sempre assistito.
  7. 7. Ergonomia e comfort: perfetti in ogni senso L’ergonomia di TRH si esprime attraverso una perfetta integrazione fra l’operatore e il mezzo: da ogni punto di vista. Il suo design compatto, protettivo e arrotondato permette infatti al guidatore di montare e smontare dal trattore con maggiore agilità e consente al trattore di penetrare agevolmente fra le colture ravvicinate, senza danneggiarle. PIATTAFORMA CHE POGGIA SU qUATTRO “SILENT bLOCk” La postazione di guida è montata su Silent block che diminuisce la rumorosità e le vibrazioni, attenuando lo stress e facilitando il controllo del veicolo. Inoltre, essendo collocata sul centro di oscillazione del telaio, anche gli scuotimenti trasversali sono molto contenuti: questo diminuisce la fatica, specialmente su terreni difficili, con numerose asperità e pendenze. Tutti i comandi sono facili da usare ed a portata di mano. A sua volta, la strumentazione completa e leggibile, con schermo antiriflesso di giorno e retroilluminazione notturna, contribuisce a creare un ambiente di lavoro ideale: per lavorare meglio, con minore sforzo e maggiore sicurezza, in qualsiasi situazione. IL TRATTORE TRH UN TRATTORE TRADIZIONALE
  8. 8. Cabina “Star Light”: visibilmente all’avanguardia Fornito di serie con un roll-bar omologato per resistere a impatti molto elevati, il trattore TRH può essere dotato di una cabina di nuova generazione che unisce un design studiato per entrare anche fra i filari più stretti, un telaio particolarmente resistente, un comfort di tipo automobilistico e una perfetta visibilità a 360°: in entrambe le direzioni di guida, ai lati, in basso e verso le attrezzature alte, grazie al tetto panoramico. Le guarnizioni a tenuta stagna, le cerniere a filo e il sistema di ventilazione forzata producono un effetto di pressurizzazione interna. L’aria in entrata è depurata da un filtro efficiente e di grandi dimensioni che su richiesta, può essere anche del tipo a carboni attivi. Il sistema di climatizzazione assicura il massimo comfort in ogni stagione: d’estate l’aria condizionata raffresca la cabina anche con motore a basso regime, mentre d’inverno un potente scambiatore garantisce una temperatura ideale, anche con temperature esterne molto rigide.
  9. 9. Sicurezza: tante attenzioni per farvi lavorare tranquilli Come tutti gli altri trattori Antonio Carraro, anche TRH esprime i più alti livelli di sicurezza attiva e passiva, in ogni aspetto tecnico e in tutte le situazioni d’uso. Il telaio ACTIO™ permette di mantenere un baricentro particolarmente basso che garantisce la massima stabilità anche in situazioni estreme. In caso di pendenze molto elevate, ad esempio, il trattore effettua una traslazione laterale anziché rovesciarsi. A questo si aggiunge il bloccaggio dei differenziali a comando elettroidraulico, sul posteriore o simultaneamente sui due assali, per eliminare il rischio di slittamenti. Il potente impianto frenante integrale è del tipo a dischi interni a bagno d’olio con comando idraulico, esenti da usura, per assicurare sempre una frenata pronta e in spazi ridotti, senza necessità di registrazioni. Questa soluzione ha inoltre permesso l’omologazione della velocità massima a 40 km/h. Nel caso vengano utilizzati i freni sterzanti in spazi ristretti, i freni anteriori si disinseriscono automaticamente. IL TRATTORE TRH UN TRATTORE TRADIZIONALE
  10. 10. Joystick elettroidraulico: Macchina e attrezzatura: tutte le funzioni sono in mano vostra tecnologia in armonia JOYSTICK ON/OFF JOYSTICK PROPORZIONALE A B C 1 2 D E Il TRH offre la possibilità di utilizzare un grande numero di Il JOYSTICk PROPORZIONALE [2], oltre a offrire le stesse Il sollevamento [A] è rappresentato da un monogruppo a cilindri Il sollevatore anteriore [C] (a richiesta) ottimizza le lavorazioni in attrezzature frontali, posteriori e dorsali, con la massima facilità funzioni della versione on/off, permette di regolare il flusso verticali con attacco a 3 punti ad agganci rapidi, pompa e combinata. Ad esempio: trinciaerba anteriore con atomizzatore e un controllo perfetto, grazie al sistema integrato costituito da dell’olio verso le prese idrauliche e il sollevatore, sempre impianto idraulico autonomo con il sollevatore posteriore a posteriore (frutteto), cimatrice anteriore e fresa posteriore sollevamento-impianto idraulico-PTO (anteriore e posteriore). muovendo la leva del joystick. Questo garantisce un controllo posizione e sforzo controllati [b]. A richiesta il sistema può (vigneto), lama da neve anteriore con spandisale/sabbia posteriore Ma non basta: oltre alla versione base comandata da leve assoluto della velocità e degli spostamenti delle attrezzature. inoltre essere fornito con movimenti elettroidraulici [D] del tirante (viabilità invernale). Gli attacchi rapidi anteriori si possono togliere tradizionali, l’impianto può essere dotato a richiesta di Joystick A ciò si aggiunge un regolatore di portata della presa idraulica che verticale e del terzo punto, per effettuare rapide e facili regolazioni con facilità, per fissare le attrezzature anche direttamente al elettroidraulico in due versioni: on/off e proporzionale, per permette di controllare il funzionamento e la velocità dei motori direttamente dal posto di guida e di gancio “slider” [E], con telaio. raggiungere livelli ancora più all’avanguardia nell’ergonomia e idraulici. Tante funzioni diverse, sempre a portata di mano con la regolazione veloce dell’altezza di attacco dell’attrezzatura trainata. nella multifunzionalità. massima facilità, anche grazie ai pulsanti colorati sulla cloche dal design ergonomico. Il JOYSTICk ON/OFF [1] offre l’azionamento del sollevatore e delle prese idrauliche posteriori e anteriori ed è integrato con i comandi di serie per il sollevatore a sforzo controllato: quando viene azionato il joystick, il sollevatore diventa a semplice effetto con possibilità di funzionamento flottante e con regolatore di velocità del sollevatore. Tale combinazione di dispositivi permette di passare facilmente dal sollevamento a sforzo controllato per operazioni in cui è necessaria la massima stabilità dell’attrezzatura, come ad esempio l’aratura, ad attività di movimentazione carichi, nelle quali il comando a joystick garantisce la massima agilità e precisione dei movimenti.
  11. 11. Sistema idraulico: Il motore: massima versatilità potente ed ecologico F G H I N O L M P Q L’impianto idraulico di base “gruppo due” [F] è indipendente La presa di forza (PT0) [N] è completamente indipendente e La frizione della PT0 è dotata di comando elettroidraulico [P] Il “cuore” di TRH è un evoluto motore diesel a iniezione diretta, dall’impianto “gruppo uno” che gestisce l’idroguida e i comandi disponibile a due velocità: 540 giri/min, 540E (750 giri/min) e a innesto progressivo, con pulsante di sicurezza per evitare con una potenza di 81 HP per affrontare qualsiasi impegno e una elettroidraulici. L’impianto di base a 3 leve [G] garantisce il buon sincronizzata (a richiesta 540/1000 giri/min). L’albero della PTO l’azionamento accidentale e l’avviamento del motore quando è coppia motrice di altissimo livello già a partire dai bassi regimi. funzionamento di attrezzature con motori idraulici e movimenti del tipo ASAE 1 3/8 è unico per tutte le velocità. inserita. E’ costituita da nove dischi sinterizzati in bagno d’olio e a martinetti anche usati simultaneamente. E’ composto da 3 Come dotazione di serie è disponibile la presa di potenza non ha bisogno di alcun tipo di manutenzione. Questo propulsore è inoltre caratterizzato da consumi ridotti, distributori: uno a doppio effetto collegato posteriormente, uno sincronizzata con le velocità del cambio inseribile in movimento, bassa rumorosità, semplice ed economica manutenzione [O]. a doppio effetto con posizione flottante con fermo leva collegato manovra indispensabile nel superamento delle fasi critiche con I VANTAGGI posteriormente e replicato anteriormente, uno a semplice rimorchio motrice. E’ ecologico dotato di intercooler ed EGR e progettato in effetto collegato posteriormente e una presa di ritorno olio. La > Minori strappi al motore in fase di innesto conformità alle vigenti direttive CEE “FASE 3A” conforme alle configurazione base standard è quindi composta da 6 innesti I VANTAGGI > Minore stress all’albero PTO norme europee e americane EPA e CARB sulle emissioni dei gas di rapidi posteriori e due anteriori [L]. > Nessuno sforzo per l’operatore scarico. Ridotta al minimo la sua rumorosità. > Albero PTO provvisto di particolari smussature = l’innesto > Riduzione dei costi di gestione I VANTAGGI dell’albero cardanico è facilitato I VANTAGGI: > Velocità 540E (750 giri/min) = notevole risparmio di Il comando elettroidraulico per il bloccaggio dei differenziali [M] > Nessuna interferenza con l’impianto idraulico “gruppo uno” carburante può agire sull’assale posteriore o su entrambi gli assali. > Generoso dimensionamento degli organi fondamentali e > Minore riscaldamento dell’olio > PTO sincronizzata con le velocità del cambio inseribile in Inserendo il bloccaggio posteriore, si eliminano pericolosi componenti di alta qualità = affidabilità e durata. > Velocità costante dei motori idraulici movimento = ideale per l’utilizzo con rimorchi motrici e altre slittamenti pur mantenendo lo sterzo libero di correggere la > Particolare architettura costruttiva = dimensioni compatte e attrezzature traiettoria. Inserendo il bloccaggio simultaneo dei differenziali si ingombro ridotto. ottiene la massima trazione. > Struttura unica in ghisa con basamento a tunnel = alta La PTO anteriore [H] (a richiesta) (1000 giri/min) a comando efficienza termodinamica. elettroidraulico a innesto progressivo con pulsante di sicurezza Il comando elettroidraulico per il disinserimento della trazione > Robustezza dei componenti, albero motore rettificabile, canne [I], non ha bisogno di alcun tipo di manutenzione. anteriore [q], utilizzabile ad esempio durante i trasferimenti su sfilabili = contenimento dei costi di revisione. strada, permette di ridurre l’usura dei pneumatici, il consumo di > Consumi ridotti di carburante e olio = economia d’utilizzo e carburante e le sollecitazioni al sistema sterzante. minori emissioni.
  12. 12. TRH 9400 TRH 9400 F 3505 3505 2225÷2325 2230÷2325 2135÷2230 2130÷2230 1785 * 1790* 720 1595 1190 * Altezza calcolata con operature seduto 720 1565 1220 * Altezza calcolata con operature seduto di media statura (cm 175) di media statura (cm 175) www.antoniocarraro.com TRH 9400 TRH 9400 F Telaio Telaio integrale oscillante ACTIOTM • Reversibilità RGSTM • Ruote sterzanti Quattro ruote motrici uguali Quattro ruote motrici disuguali Motore Tipo Diesel a iniezione diretta con masse controrotanti Normativa Emissioni Fase 3A Fase 3A N. cilindri 4 Turbo 4 Turbo Cilindrata cc. 2970 2970 Potenza kW/CV (97/68/CE) 59,8/81 59,8/81 Giri motore max 2600 2600 Coppia max (Nm/giri) 274/1800 274/1800 Raffreddamento Acqua Acqua Capacità serbatoio (l.) 60 60 Trasmissione Idrostatica - Variazione continua della velocità di avanzamento in entrambi i sensi di marcia da 0 > 40 Km/h con selettore meccanico del variatore a 4 rapporti - Dispositivo “automotive Eco-Power” e Speed-Fix Presa di forza Posteriore, indipendente a innesto elettroidraulico progressivo 540/540E giri/min e sincronizzata Albero Profilo 1” 3/8 a 6 scanalature con innesto facilitato Frizione trasmissione A comando idraulico Disinnesto trazione Anteriore a comando elettroidraulico Sollevatore idraulico A posizione e sforzo controllato con attacco a 3 punti - Capacità (Kgf): 2300 Pressione di esercizio (bar) 160 Sterzo Idraulico con 2 cilindri Freni Di servizio: sulle 4 ruote, a disco in bagno d’olio con comando idraulico - Sterzanti: sulle ruote posteriori Di soccorso e stazionamento: a nastro sulla trasmissione Piattaforma Sospesa su Silent Block Pneumatici: Anteriori TRH: 250/80-18 320/70 R20 11.5/80-15.3 320/65 R18 300/70 R20 400/55-17.5 31x15.50-15 TRH F: 280/70-16 29x12.50-15 Posteriori 250/80-18 320/70 R20 11.5/80-15.3 320/65 R18 300/70 R20 400/55-17.5 31x15.50-15 320/70 R20 36x13.50-15 Larghezza esterna minima (mm) 1380 1460 1430 1460 1410 1690 1690 1420 1660 Luce al suolo (mm) 275 335 275 275 310 260 240 335 270 Peso in ordine di marcia: con arco (Kg) 2000÷2110 2030÷2100 Con cabina (Kg) 2150÷2260 2180÷2250 Dotazione di serie Reversibilità a centro rotante • Bloccaggio differenziale posteriore o su entrambi gli assi a comando elettroidraulico • Impianto idraulico a due pompe idrauliche separate • Volante inclinabile • Barre sollevamento con attacchi rapidi • Sedile molleggiato e regolabile • Cinture di sicurezza • Arco di protezione anteriore abbattibile • Dischi ruote registrabili • Impianto idraulico ausiliario posteriore a 3 leve con ritorno olio • Gancio traino posteriore regolabile in altezza • Gancio traino anteriore • Strumento multifunzionale digitale Km/h e PTO Optional Cabina tipo “Star Light” con riscaldamento, insonorizzazione e aria climatizzata • Sollevamento con terzo punto e tirante verticale idraulico • Sollevamento e prese idrauliche con comando a Joystick in versione “ON/OFF” o “Proporzionale” • Sollevatore anteriore • PTO anteriore a 1000 giri/min • PTO post. 540/1000 giri/min • Barre di sollevamento registrabili con attacchi rapidi • Barre di sollevamento registrabili con sfera Cat. 1-2 • Barra di traino posteriore oscillante • Gancio traino Slider • Zavorre anteriori con attacco • Coppia zavorre ruote ant./post. • Flange in ghisa per ruote 20” post. Le descrizioni e illustrazioni di questo stampato si intendono fornite a semplice titolo informativo e non impegnativo e possono essere variate senza alcun preavviso. Antonio Carraro spa Via Caltana, 24 35011 Campodarsego Padova Tel +39 049 9219921 Fax +39 049 9219944 E-mail info@antoniocarraro.it Cod. 4 7315 149 - 06/2009

×