Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Tu vuò fa' l'americano: startup in Italia e nel mondo

2,279 views

Published on

Le mie slide per Better Software 2009, circa i modelli di business per startup software.

Published in: Technology, Business

Tu vuò fa' l'americano: startup in Italia e nel mondo

  1. 1. Better Software 2009 Tu vuò fa' lʼamericano: startup in Italia e nel mondo Antonio Cangiano Software Engineer & Technical Evangelist IBM Toronto Software Lab.
  2. 2. Antonio chi? • Il mio lavoro: Software Engineer & Technical Evangelist per IBM • Il mio libro: Ruby on Rails for Microsoft Developers • AntonioCangiano.com: Zen and the Art of Programming • Stacktrace.it: Aperiodico di resistenza informatica
  3. 3. Perdonatemi gli inglesismi
  4. 4. Zzz... zzz...
  5. 5. Dicesi startup...
  6. 6. Profilo tipico • Bassi costi iniziali • Elevata scalabilità • Fondi da parte di Angel Investor e Venture Capitalist (VC) • Elevato ROI (Return on Investment) in caso di successo • Bassissima percentuale di successo • Spesso orientata al Web e al SaaS (Software as a Service)
  7. 7. Modelli di business
  8. 8. Modello basato sulla pubblicità
  9. 9. Modello basato sulla pubblicità
  10. 10. Vantaggi • Gratuito per gli utenti • Possibilità di crescita molto rapida • User Generated Content facilita la produzione di contenuti • Possibili acquirenti interessati al gran numero di utenti
  11. 11. Svantaggi • Click-Through Rate (CTR) spesso attorno allʼ1% • Richiede un numero notevole di pageview prima di riuscire a monetizzare il sito • Costi di gestione molto elevati, spesso superiori ai guadagni • Spesso richiede capitali esterni per gestirne la crescita • Complessità tecnica di architetture scalabili e efficienti
  12. 12. Chi ce la fa? • Chi tiene i costi di gestione al minimo (es. Plenty of Fish) • Chi ha un numero di pageview tale da contrattare direttamente tariffe (es. Viaggiatore.net) • Chi massimizza i propri guadagni promuovendo prodotti (Affiliate Marketing, es. DPreview.com) • Chi vende prodotti collaterali come corsi, libri, DVD, etc... (e.g. HTML.it) • Chi ha un numero di utenti tale da interessare possibili acquirenti (es. YouTube e MySpace)
  13. 13. Uno su mille ce la fa... © Roberto Ferrari http://www.flickr.com/photos/52485003@N00/1350143466
  14. 14. Modello Web a pagamento
  15. 15. Varie possibilità... • Applicazioni Web con pagamenti ciclici (es. ogni mese) • Applicazioni Web con pagamenti per transazione (es. 3% di una vendita) • Accesso riservato ai contenuti • E-Commerce di prodotti digitali • E-Commerce di prodotti fisici
  16. 16. Modello Web a pagamento
  17. 17. Vantaggi • Modello consolidato da millenni • Relativamente alte probabilità di riuscita rispetto ad altri modelli • I costi di gestione possono essere molto contenuti • Facile da avviare senza fondi esterni • Guadagni derivanti da ogni cliente • Guadagni ricorrenti (un grande vantaggio del SaaS)
  18. 18. Svantaggi • Crescita meno rapida rispetto ad altri modelli: - Tetto massimo dei guadagni solitamente inferiore - Meno attenzione nei media
  19. 19. Chi ce la fa? • Chi punta alla soddisfazione dei propri clienti • Chi raggiunge nuovi clienti • Chi soddisfa un bisogno meglio della concorrenza
  20. 20. I conti della serva (Pubblicità) • Entrate = (click al mese * CPC) • 1 Milione di impression al mese • 1% CTR • 0.30$ (al sito) Cost-Per-Click (CPC) da Google Adsense • Totale = 1.000.000 * 1% * 0.30$ = 3.000$ al mese • Netto = 3.000$ - tasse - costi di gestione (per 1 Milione di impression al mese)
  21. 21. I conti della serva (A pagamento) • Entrate = utenti a pagamento * prezzo • 10.000 utenti • 15$ al mese • Entrate = 10.000 * 15$ = 150.000$ al mese • Netto = 150.000$ - tasse - costi di gestione (per 10.000 utenti)
  22. 22. Modello Freemium = Free + Premium
  23. 23. Modello Freemium
  24. 24. Vantaggi • Gratuito per gli utenti che lo desiderino: - I contenuti possono essere generati dalla massa di utenti - Possibilità di raggiungere nuovi clienti rapidamente - Possibili acquirenti • Guadagni dagli utenti premium • Possibilità di servire pubblicità agli utenti di base per ridurre il loro costo
  25. 25. Svantaggi • Livelli di conversione mediamente intorno al 3% • Delicato equilibrio tra soddisfazione e frustrazione • Classi di utenti • Guadagni ridotti dagli elevati costi richiesti per gli utenti di base • Complessità tecnica di architetture scalabili e efficienti
  26. 26. Chi ce la fa? • Chi minimizza il costo degli utenti di base: - Minimizza il personale richiesto - Minimizza le risorse hardware - Pubblicità, Affiliate Marketing, Prodotti Collaterali • Chi massimizza il proprio Conversion Rate
  27. 27. Modello Shareware
  28. 28. Startup Vs. Micro-ISV • Meno di 10 impiegati (spesso one-man-shop) • Finanziata senza investitori esterni (Bootstrap Funding) • Spesso orientata al mondo Desktop o piattaforme emergenti (es. iPhone) • Modello Shareware
  29. 29. Applicazioni Desktop???
  30. 30. Balsamiq Mockups 35.000$ a settimana 77% dalla versione Desktop
  31. 31. Delicious Library 50.000$ il primo giorno 250.000$ nel primo mese
  32. 32. Pixelmator 60.000$ il primo giorno
  33. 33. Modello a supporto commerciale
  34. 34. DB2 Express-C • Database gratuito e multi-piattaforma • Stesso codice di versioni commerciali • Nessun limite sui dati, utenti connessi, ecc... • Driver Open Source per molti linguaggi (Python, Ruby, PHP, Perl, ecc...) • Utilizza fino a 2 Core e 2 GB di RAM • Versione ideale per startup e small business
  35. 35. Ma IBM che ci guadagna?
  36. 36. Supporto e funzioni aggiuntive • Supporto 24 ore su 24 disponibile in moltissime lingue per meno di 3.500€ lʼanno per server • Simile al modello di alcuni progetti Open Source (incluso MySQL) • Usa fino a 4 Core (2 CPU) e 4 GB di RAM • Aggiunge funzioni come lʼHigh Availability and Disaster Recovery (HADR) e replica dei dati • La versione gratuita aiuta la diffusione di versioni commerciali (come per il modello freemium)
  37. 37. Quale modello scegliere?
  38. 38. Non sappiamo calcolare le probabilità oggettivamente
  39. 39. Terrorismo Vs. Influenza stagionale (negli States, dal 2002 a oggi)
  40. 40. Terrorismo: 0 vittime Influenza stagionale: ~ 300.000 vittime
  41. 41. In quale lotteria scommettereste i vostri risparmi?
  42. 42. Lotteria A Probabilità di vincita: 1/50 Premio: 1 Milione di Euro allʼanno
  43. 43. Lotteria B Probabilità di vincita: 1/50.000 Premio: 1 Miliardo di Euro
  44. 44. Lotteria A: Servizi a pagamento Lotteria B: Facebook...
  45. 45. Quanto ricco?
  46. 46. LʼItalia e il sogno americano
  47. 47. LʼItalia non è lʼAmerica VS
  48. 48. Problemi in Italia (1/3) • Mancanza di Venture Capitalist (VC) • Pochi Angel Investor (es. iban.it) o incubatori (es. H-Farm)
  49. 49. Modello di business che permette bootstrapping
  50. 50. Problemi in Italia (2/3) • Mercato più ristretto • Meno persone hanno accesso a metodi di pagamento online • Mercato pubblicitario relativamente limitato al di fuori degli States
  51. 51. Online non ci sono confini
  52. 52. Problemi in Italia (3/3) • Maggiore burocrazia (salvo brevetti) • Tasse elevate
  53. 53. ...
  54. 54. Davide contro Golia
  55. 55. 4 promemoria fondamentali
  56. 56. 1) Esecuzione > Idea
  57. 57. 2) Lʼocchio vuole la sua parte
  58. 58. Dicevo...
  59. 59. 3) Fatevi conoscere
  60. 60. Bloggando • Su aspetti tecnici • Sugli sviluppi dellʼazienda • Su argomenti di interesse alla propria clientela
  61. 61. Social Networking • Interagendo con clienti e simpatizzanti • Monitorando ciò che si dice (search.twitter.com) • Annunci, sconti e promozioni
  62. 62. Facendo del bene • Offrendo gratuitamente il servizio ad organizzazioni non profit • Donando una percentuale dei guadagni (es. 15%) • Organizzando raccolte di fondi • Contribuendo al mondo dellʼOpen Source
  63. 63. 4) Approccio Agile
  64. 64. “Non è la più forte delle specie che sopravvive, nè la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti.” – Charles Darwin
  65. 65. Domande?
  66. 66. Rimaniamo in contatto: acangiano@gmail.com cangiano@ca.ibm.com http://twitter.com/acangiano

×