Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Presentazione Semp Web 2

821 views

Published on

iPaper presentato al Forum PA 2009 (Amministrare 2.0: una PA che ascolta i cittadini)

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Presentazione Semp Web 2

  1. 1. Milano Roma, 12 maggio 2009 Semplificazione e semplicità: parenti serpenti? Il contributo del Web 2.0 Antongiulio Bua
  2. 2. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano La semplificazione e i modelli di governo La semplificazione ha da sempre assunto, seppure con intensità diversa nel tempo, una duplice natura: INTERNA:  Connessa ai processi di reingegnerizzazione e riorganizzazione;  New Public Ispirata al perseguimento dei principi di efficienza, efficacia ed economicità;  Management Driver di un cambiamento dei ruoli e delle funzioni (responsabilizzazione e chiarezza  degli obiettivi) nella PA. ESTERNA:  Tesa all’avvicinamento di cittadini e imprese alla PA;  Public Strumentale alla riduzione degli oneri per gli stakeholder;  Governance Meccanismo di legittimazione sociale e confronto con il territorio;  Frontiera della sperimentazione di nuove forme di sussidiarietà orizzontale e verticale. 
  3. 3. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Profili della semplificazione dagli anni ’90 ad oggi Tendenze della semplificazione normativa ed amministrativa: Predominante Delegificazione (dequotazione)  Liberalizzazione (apertura all’iniziativa privata)  Efficienza dei procedimenti (vs aggravamento dei procedimenti)  Semplificazione organizzativa e tecnica: Sviluppo tecnologico (ICT)  Managerializzazione (adozione di pratiche manageriali)  Controlli sui risultati (cambio di paradigma)  Organizzazione Processi Relazioni Semplificazione
  4. 4. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Gli ambiti di intervento della semplificazione nel dibattito internazionale UNIONE OCSE EUROPEA
  5. 5. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Il ruolo del cittadini nella PA Cittadini e ambiente esterno + P A R T E C IP A Z IO N E E V O L U Z IO N E AM B IE N T E E S T E R N O P A re la zio n e b a s a ta s u u n p a rte n a ria to c o n le am m in is tra zio n i. I c itta d ini p o s s o n o fa re p ro p o s te p u r re s ta n do la re s p o n s a b ilità d e lla d ec is io n e fin ale a ll’am m inistra zio n e . C O N S U L T A Z IO N E re la zio n e b id ire zio n ale n e lla q u a le i c itta d in i o ffro n o u n rito rn o d ’in fo rm a zio n e all'am m in is tra zio n e. IN F O R M A Z IO N E re la zio n e u n id ire zio n ale n e lla q u a le l'am m in is tra zio n e p ro d uc e e fo rn isc e in fo rm a zio n i d es tin a te ai c itta d in i. - - + R U O L O AT T IV O D E I C IT T AD IN I Fonte: L. Hinna, F. Monteduro (2005), Nuovi profili di accountability delle Amministrazioni Pubbliche. La rendicontazione sociale ed il controllo strategico nelle regioni e negli enti locali.
  6. 6. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Qual è la rotta del cambiamento? Modello tradizionale Modello emergente La PA spinge i servizi verso i cittadini Una comunità responsabile guida la PA Fonte: Accenture
  7. 7. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Limiti della semplificazione tradizionale  semplificazione come percorso top-down: carenza di un approccio multilivello e trasversale  semplificazione come percorso oggettivo: marginalità delle caratteristiche degli utenti  semplificazione solo come introduzione di nuovi elementi o riduzione di passaggi: incapacità di includere le dinamiche più innovative Semplificazione = maggiore semplicità
  8. 8. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Quale transizione? L’ipotesi di una domanda costante L’ipotesi di una domanda crescente Complessità informativa/operativa Complessità informativa/operativa Capabilities (Domanda) - D B Semplificazione (Offerta) - S Semplificazione (Offerta) - S A Hp Domanda costante - C Hp Domanda costante - C Tempo Tempo WEB 2.0
  9. 9. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Web 2.0 e PA Per la PA il crescente ruolo attivo degli utenti in rete costituisce la grande opportunità di un maggiore coinvolgimento dei cittadini al fine di:  Ridurre il costo informativo per la PA di progettare cose utili per i cittadini (gli utenti-cittadini rivelano le loro esigenze personali e stabiliscono un ordine personale di priorità per l’azione pubblica) Instaurare una relazione di fiducia che abbatte i costi informativi, riduce le asimmetrie informative (a beneficio di entrambe le parti) e costituisce la base per sperimentazioni congiunte. 1. La semplicità non richiede necessariamente la semplificazione (non si parte da un complesso di norme da dirimere, ma da una conoscenza da scomporre e riaggregare per determinare un incontro tra domanda e offerta) 2. La semplicità è un concetto soggettivo e tale dev’essere la semplificazione (non può esistere soltanto una semplificazione oggettiva, di riduzioni e accorpamenti, ma questa deve articolarsi per segmenti e addirittura per persone o imprese).
  10. 10. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Evoluzione in corso: onestop shop e comunicazione istituzionale Milano alternativa Lo stato attuale vede impegnate le PA nella conversione in spazi virtuali di logiche e pratiche già consolidate.
  11. 11. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Web 2.0 e semplicità Attività Cos’è Possibile utilizzo in PA La complessità delle procedure, delle informazioni e dei prodotti L’utente crea, mediante software pubblici può essere ridotta disponibili in Rete, contenuti, Co-creazione di contenuti mediante il contributo spontaneo anche in collaborazione con altri degli utenti (video-guida, blog su utenti. temi specifici, wiki) La complessità può ridursi a partire dalla disaggregazione e riaggregazione dei contenuti, delle relazioni tra i prodotti/servizi della L’utente segnala e condivide le Condivisione e selezione dei PA ad opera dei fruitori (a parità di informazioni e i contenuti contenuti complessità apparente si realizza disponibili. una maggiore semplicità per gli utenti – ad es. col sistema dei tag) La PA instaura un vero rapporto Gli utenti intrecciano le proprie personale con gli utenti, Condivisione di esperienze vite reali alla condizione di valorizzando le risorse umane (ad personali informazioni ed esperienze in Rete es. attraverso il co-browsing)
  12. 12. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Co-creazione dei contenuti: soluzioni dell’utente! L’utente può sostituire l’organizzazione nell’erogazione di un servizio o nella realizzazione di un processo.
  13. 13. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Co-creazione dei contenuti: es. Wikipedia L’utente può rendere semplice ciò che non è semplificabile (perché mancano le informazioni primarie su cosa e come semplificare), anticipando l’azienda
  14. 14. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Co-creazione dei contenuti: es. OpenId – Video spiegazione La co-creazione di contenuti costituisce una grande opportunità di legame PA-cittadini: - Vivacizza il rapporto utente-PA - Offre alla PA elementi per la personalizzazione dei servizi e la segmentazione dell’offerta - Instaura un rapporto di fiducia e confronto Link
  15. 15. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Condivisione e selezione dei contenuti: TAG e semplificazione 1/2 Il sistema dei tag (molto usati in siti di condivisione contenuti come Flickr e social network come Facebook) permette ad un utente di attribuire significanti e significati ai diversi oggetti (generalmente si tratta di foto), offrendogli così la possibilità di decodificare la complessità (eventuale), mediante un codice personalissimo.
  16. 16. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Condivisione e selezione dei contenuti: TAG e semplificazione 2/2 In ambito pubblico, al di là delle declinazioni attuali nei siti di social network o condivisione di materiale, il sistema dei tag apre interessanti ambiti di sviluppo sul significato della semplificazione: - Quali relazioni tra i prodotti/servizi della PA e i riferimenti (linguistici e visivi) degli utenti? - Quale ruolo per i cittadini? Supporto alla PA e supporto agli altri cittadini!!
  17. 17. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Condivisione di esperienze personali La PA diventa sempre più una presenza diffusa e costante nella vita dei cittadini
  18. 18. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Dai servizi su Internet all’Internet delle cose (Ubiquitous computing) Milano ovvero: la semplicità di avere tutto a portata di mano 1. Infrastrutture di supporto (broadband, reti WiFi – punti di raccolta delle informazioni, centri di elaborazione,…) diffuse 2. Dispositivi comuni (cellulari, tv) 3. Contenuti customer-oriented
  19. 19. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Contenuti da portare a spasso…. Un esempio: Podcast: una risorsa audio/video fruibile in qualsiasi momento, scaricata generalmente in formato mp3/mp4 (o altri formati compressi) dal sito dell’emittente e salvata nella memoria di un dispositivo per la riproduzione.
  20. 20. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Il caso di Singapore La strategia di IN2015 Gli investimenti in infrastrutture della comunicazione
  21. 21. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Conclusioni 1. Semplicità senza “semplificazione” 2. Attivare spazi di confronto con gli utenti permette di a. Ridurre i costi della semplificazione b. Ridurre i tempi della semplificazione c. Rendere semplici i processi e i prodotti secondo le caratteristiche del singolo utente d. Individuare nuovi fabbisogni e scale di priorità per l’utente (cosa genera valore?) 3. Cose da fare a. Configurare il Comune come sportello per tutta la P.A., attuando una sorta di federalismo dei servizi pubblici, nella forma di un onestop shop b. Accrescere l’interazione con l’utente per conoscerne nel dettaglio le esigenze e programmare risposte specifiche, anche con lo sviluppo dei servizi pubblici su piattaforme multicanale, per garantire risposte differenziate c. Configurare una PA che segue l’utente e non viceversa: la PA può anticipare i bisogni dei cittadini e delle imprese se dispone di informazioni complete ed aggiornate d. Ridisegnare la catena del valore della PA, adottando un approccio tipo lean manufacturing nel settore pubblico e. Estendere la comprensione che la PA persegue dei cittadini, includendo non solo la loro soddisfazione (customer satisfaction) ma monitorando anche la loro capacità di governo della complessità (es. cosa è effettivamente complesso in quel servizio e per diverse fasce di utenza?) f. Raggiungere la piena condivisione e interoperabilità tra le banche dati delle diverse amministrazioni centrali e locali. L’amministrazione potrà in tal modo essere unica davanti a ogni cittadino e ad ogni impresa.
  22. 22. Semplificazione, semplicità e Web 2.0 © Comune di Milano Milano Grazie per l’attenzione Contatti mail: antongiulio.bua@comune.milano.it Presentazione: http://www.slideshare.net/antongiuliobua/ iPaper: http://www.scribd.com/antongiuliobua

×