Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

4 Tecniche Amianto Compatto

2,918 views

Published on

Published in: Technology, Business
  • Be the first to comment

4 Tecniche Amianto Compatto

  1. 1. TECNICHE DI BONIFICA AMIANTO COMPATTO ANAPIA CORSO RESPONSABILE CAT. 10
  2. 2. DIAGRAMMA PER SCELTA METODO DI BONIFICA
  3. 3. Esito della valutazione del rischio Se il materiale, contenente amianto friabile o compatto, risulta non integro si rende necessario ed inderogabile un intervento di bonifica <ul><li>Incapsulamento </li></ul><ul><li>Confinamento </li></ul><ul><li>Rimozione </li></ul>
  4. 4. PROCEDURE DI LAVORO <ul><li>FRIABILE </li></ul><ul><li>COMPATTO </li></ul>
  5. 5. Confinamento <ul><li>Consiste : </li></ul><ul><li>nell’installazione di una barriera a tenuta, che separi l'amianto dalle aree occupate dell'edificio. </li></ul><ul><li>Rispetto all'incapsulamento , ha il vantaggio di realizzare una barriera resistente agli urti. </li></ul><ul><li>Necessita: </li></ul><ul><li>sempre di un programma di controllo e manutenzione per la verifica delle sue idonee condizioni. </li></ul>
  6. 6. Confinamento <ul><li>Aspetti Positivi  </li></ul><ul><li>Non richiede la successiva applicazione di un prodotto sostitutivo, </li></ul><ul><li>non produce rifiuti tossici </li></ul><ul><li>Il rischio per i lavoratori addetti e per l'inquinamento ambientale è minore rispetto alla rimozione . </li></ul><ul><li>Aspetti Negativi  </li></ul><ul><li>Permanenza nell'edificio del materiale di amianto ; </li></ul><ul><li>Necessità di verificare periodicamente l'efficacia dell'incapsulamento; </li></ul><ul><li>continuare programma di controllo/manutenzione (rif. D.M. ’94); </li></ul>
  7. 8. Esempio su tubazione
  8. 9. Soffitto - Prima Materiale contenente amianto (pannelli soffitto )
  9. 10. Durante Intelaiatura metallica per ancoraggio pannelli “confinanti”
  10. 11. Dopo Controssoffittatura completata
  11. 12. Sopracopertura <ul><li>Va effettuato il calcolo della portata dei sovraccarichi accidentali, previsti per la relativa struttura. </li></ul><ul><li>Se l’intervento comporta la pulizia della copertura esistente, dai muschi e licheni in essa radicati e la conseguente liberazione di fibre di amianto, </li></ul><ul><li>se l'installazione comporta operazioni di foratura dei materiali di cemento-amianto, per consentire il fissaggio della nuova copertura con le infrastrutture di sostegno e la conseguente liberazione di fibre di amianto: occorre presentare il piano di lavoro. </li></ul>Non in caso contrario (nuovi ancoraggi da fissare sui supporti esistenti e manto di copertura non passivo di pulizia)
  12. 13. sopracopertura
  13. 14. Incapsulamento <ul><li>Consiste nel trattamento dell'amianto con prodotti penetranti , che tendono a: </li></ul><ul><li>inglobare le fibre di amianto e costituire una pellicola di protezione sulla superficie esposta, a protezione dell’ambiente, in relazione al possibile rilascio di fibre di amianto. </li></ul>
  14. 15. Incapsulamento <ul><li>Aspetti Positivi  </li></ul><ul><li>Costi e tempi, dell'intervento contenuti </li></ul><ul><li>Non richiede la successiva applicazione di un prodotto sostitutivo, </li></ul><ul><li>non produce rifiuti tossici </li></ul><ul><li>Il rischio per i lavoratori addetti e per l'inquinamento ambientale è minore rispetto alla rimozione . </li></ul><ul><li>Aspetti Negativi  </li></ul><ul><li>Permanenza nell'edificio del materiale di amianto ; </li></ul><ul><li>Necessità di verificare periodicamente l'efficacia dell'incapsulamento; </li></ul><ul><li>continuare programma di controllo/manutenzione (rif. D.M. ’94); </li></ul><ul><li>Necessità di ripetere , eventualmente, il trattamento. </li></ul>
  15. 17. Tipologie del rivestimento Il Decreto 20 agosto 99 Classifica le tipologie del rivestimento per manufatti in cemento amianto in 4 classi : A : a vista all’esterno B : a vista dall’ interno (“materiali integri suscettibili di danneggiamento” o “danneggiati”) C : non a vista D : ausiliario (per gli interventi di rimozione amianto)
  16. 18. incapsulamento
  17. 19. Incapsulamento
  18. 20. ESEMPIO CERTIFICAZIONE
  19. 21. ESEMPIO CERTIFICAZIONE
  20. 22. RIMOZIONE <ul><li>TRATTAMENTO DELLA SUPERFICIE CON SOLUZIONE INCAPSULANTE DI TIPO “ D ” E DI COLORE CONTRASTANTE </li></ul><ul><li>RISOLVE IL PROBLEMA AMIANTO </li></ul><ul><li>E’ UNA LAVORAZIONE PERICOLOSA </li></ul><ul><li>PRODUCE RIFIUTI PERICOLOSI </li></ul>
  21. 23. Rimozione <ul><li>Comporta un rischio elevato per : </li></ul><ul><li>lavoratori addetti alla rimozione; </li></ul><ul><li>ambiente : </li></ul><ul><ul><li>dispersione nell’ambiente circostante di fibre, </li></ul></ul><ul><ul><li>produzione di rifiuto contaminato (tossico-nocivo), che deve essere opportunamente smaltito. </li></ul></ul>Intervento radicale, che elimina il rischio di esposizione ad amianto alla fonte.
  22. 24. Allestimento del cantiere UNITA’ DI DECONTAMINAZIONE (BOX SERVIZI) <ul><li>L’unità deve essere formata almeno da tre ambienti, separati tra di loro con chiusure ermetiche: area “pulita”, servizi, “area sporca”. </li></ul><ul><li>INIZIO LAVORI: </li></ul><ul><li>A - entrare nell’area pulita, svestire gli abiti civili e chiuderli nell’armadietto; </li></ul><ul><li>B - prelevare da altro armadietto e vestire i DPI per iniziare ad operare; </li></ul><ul><ul><li>FINE LAVORI e/o ad ogni INTERRUZIONE: </li></ul></ul><ul><li>1 - entrare nell’area “sporca” e porre i DPI a perdere nell’apposito contenitore (Big-Bags); </li></ul>
  23. 25. BLOCCO SERVIZI <ul><li>PRECAUZIONI PRE-RIMOZIONE: </li></ul><ul><li>Sigillare finestre se fabbricati occupati </li></ul><ul><li>Invitare gli abitanti degli edifici adiacenti a tenere chiuse le finestre </li></ul><ul><li>Coprire con teli macchinari sottostanti </li></ul><ul><li>Allestire i servizi igienici con percorso “pulito-sporco” </li></ul><ul><li>I locali e gli arredi del blocco servizi vanno aspirati frequentemente con aspirapolvere a filtro assoluto </li></ul>
  24. 26. I PERCORSI NEL BLOCCO SERVIZI
  25. 27. Allestimento cantiere
  26. 28. Incapsulamento Trattamento della superficie della copertura in AC (su solaio rigido) mediante la nebulizzazione di una soluzione pellicolante. In tutte la fasi di lavorazione, gli operatori devono indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie e indumenti a perdere. Le protezioni per evitare le cadute dall’alto devono essere state predisposte in precedenza. (L’operatore poggia direttamente i piedi sull’eternit)
  27. 29. Rimozione Rimozione dei gruppi di fissaggio mediante attrezzi manuali a bassa velocità oppure tranciandoli
  28. 30. Fasi rimozione
  29. 31. Posizionamento del bancale
  30. 32. Preparazione del bancale <ul><li>LE LASTRE SONO STATE INCAPSULATE SU ENTRAMBI I LATI. </li></ul><ul><li>L’OPERATORE SI APPRESTA A CHIUDERE IL BANCALE CON TELO IN POLIETILENE </li></ul>
  31. 33. Impacchettamento Le lastre in AC, dopo averle avvolte nel telo specifico, vengono ulteriormente racchiuse in teli di plastica, quindi risulteranno meglio sigillate sulle sei “facce”. Quindi la predisposizione dei teli per l’impacchettamento deve avvenire prima del posizionamento sul bancale della prima lastra. Poi dovranno essere etichettate.
  32. 34. PULIZIA DELLE ZONE DI LAVORO <ul><li>Ispezione visiva per rimozione frammenti </li></ul><ul><li>Pulizia grondaie a umido con spatola e raccolta fango in sacchi </li></ul><ul><li>Pulizia a umido delle superfici (con straccio umido o acqua che va però raccolta o filtrata) </li></ul><ul><li>Pulizia a secco con aspiratore a filtro assoluto (trattiene il 99,97 % particelle) </li></ul>
  33. 35. COSA NON SI DEVE FARE
  34. 36. COSA NON SI DEVE FARE
  35. 37. COSA NON SI DEVE FARE
  36. 38. COSA NON SI DEVE FARE
  37. 39. Organizzazione cantiere <ul><li>Delimitare Area </li></ul><ul><li>Individuare linee elettriche </li></ul><ul><li>Prevedere vie passaggio mezzi e personale </li></ul><ul><li>Vie passaggio interne </li></ul><ul><li>Attrezzature e opere provvisionali con le necessarie sicurezze </li></ul><ul><li>Attenzione linee elettriche, sempre almeno a 5 m </li></ul><ul><li>Cartellonistica di cantiere con esplicita indicazione lavorazione </li></ul>
  38. 40. GESTIONE RIFIUTI <ul><li>Stoccaggio in area delimitata con nastro </li></ul><ul><li>Pacchi etichettati a norma con “a” amianto </li></ul><ul><li>Attenzione termini per deposito temporaneo, in ogni caso entro un anno avviati a smaltimento </li></ul><ul><li>Obbligo formulario, registro carico-scarico per produttore </li></ul><ul><li>Relazione annuale a Regione e SPISAL per quantitativi smaltiti </li></ul>

×