Contratto Distituto 0809

1,946 views

Published on

contratto d'istituto 2009

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,946
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Contratto Distituto 0809

  1. 1. Contratto d’Istituto 2008/09 TOTALE complessivo € 149.567,65 del Fondo per compensare le attività aggiuntive. Si concorda la seguente ripartizione del budget tra personale ATA e Docenti: - ATA (collaboratori scolastici + personale ufficio) : 30% - DOCENTI: 70% carlotta & costanza 1
  2. 2. Consistenza dei fondi dell’Istituto assegnati dallo Stato per le aree a rischio forte immigrazione: a. s. 2006/07 € 8.930,71 a. s. 2007/08 € 13.000,00 Disponibilità al 31/12/2008 € 13.693,08 Siamo in attesa dell’assegnazione per l’a. s. 2008/09. Il fondo dell’XI Istituto per Funzioni strumentali ed aggiuntive (incarichi specifici) ammonta a: F. Aggiuntive (per ATA): € 6.416,50 Il resto a. s. 2007/08 € 707,67 (1) Totale € 7.124,17 (1) che si propone di assegnare agli assistenti amministrativi, considerata la presenza di Li Greci. F. Strumentali (per Docenti): € 14.392,09 da assegnare a n. 6 funzioni. TOTALE complessivo € 149.567,65 del Fondo per compensare le attività aggiuntive. carlotta & costanza 2
  3. 3. Si discute sull’utilizzo del Fondo d’Istituto vero e proprio, considerato che per gli incarichi specifici sono già stati discussi nel collegio Docenti del 10/12/08 e nell’ assemblea del personale (ATA) del 13/01/2009 in presenza di una rappresentante della RSU (Maso); si riassumono i nominativi del personale individuato: Collaboratori Scolastici: Anzaldi Giovanna Candeo Francesca Cavaliere Antonella Como Maria Luisa Lombardi Monica Mauri Luigi Assistenti Amministrative: Tirabosco Francesca Vettoratto Cristina Ziella Bruna Docenti: Caberlon Fabrizio Lucato Luisella Minto Patrizia Negroni Elisabetta Pasqualin Amerigo Tuzzato Antonella carlotta & costanza 3
  4. 4. Per l’utilizzo del FIS si stabilisce quanto segue per il personale Collaboratori Scolastici: - Il lavoro straordinario talvolta necessario per sopperire alle assenze del personale ed al maggiore sovraccarico, deve essere autorizzato/annunciato anticipatamente dalla/alla DSGA. - Il lavoro straordinario va recuperato nelle giornate di chiusura prefestiva dei periodi di sospensione delle lezioni. - Sono concesse le 35 ore settimanali a chi svolge turni variabili. Le 8 giornate di recupero sono concesse solo nel periodo estivo, se compatibili con l’obbligo di assicurare la presenza/pulizia degli uffici. - Va assegnato un compenso pari ad € 100,00 netti a persona ai collaboratori scolastici di Via Moro e via Chieti per coprire l’aggravio del servizio per i traslochi. - Il resto del fondo è ripartito in parti uguali tra il personale in servizio. Il Dirigente Scolastico e le RSU sottolineano che le Funzioni Strumentali (art. 33 CCNL 2007) vengono ”istituite per la valorizzazione e la gestione del P.O.F., le risorse per queste figure sono definite dal CCNL art. 37 del 31/08/1999 e sono annualmente assegnate dal MIUR; sono identificate con delibera del Collegio dei Docenti, in coerenza con il P.O.F., che contestualmente, ne definisce i criteri di attribuzione, il numero e i destinatari...”. carlotta & costanza 4
  5. 5. Per questi motivi nella nomina sono definiti attività, specificità, e impegni orari di massima (almeno n. 60 ore extraorarie). Al termine di ogni anno scolastico il docente incaricato redigerà una relazione sintetica delle attività svolte in relazione agli incarichi ricevuti, da presentare al Collegio Docenti unitario. I presenti passano quindi in esame i criteri generali da seguire per l’impiego delle risorse. Criteri Generali  Tutto il personale scolastico Docente ed ATA concorre alla promozione, alla realizzazione ed alle verifiche dei progetti e delle attività, con pari dignità e diritto di accesso, pur con le diverse responsabilità e secondo il piano organizzativo delle attività stesse.  Nella distribuzione degli incarichi e delle funzioni dovrà essere rispettato il criterio delle equità sia con riferimento alle tipologie di scuola(dell’infanzia, primarie, medie e CTP) sia con riferimento al personale (Docente ed ATA);  Nell’affidamento degli incarichi si dovrà perseguire l’obiettivo di valorizzare la continuità delle prestazioni e le competenze acquisite dal personale, quali conoscenze accumulate e patrimonio consolidato di esperienze, cercando comunque di evitare possibili forme di specializzazioni esclusive;  Dovranno essere evitate forme di accentramento delle funzioni su poche persone, promuovendo e favorendo l’integrazione dei ruoli, la rotazione degli incarichi (flessibilità) e la distribuzione delle responsabilità; carlotta & costanza 5
  6. 6.  Tuttavia gli incarichi verranno assegnati al personale che dichiara la disponibilità a svolgerli con serietà e responsabilità.  Qualunque attività aggiuntiva prestata oltre l’orario di lavoro previsto, anche al di fuori dei locali scolastici, dovrà trovare copertura finanziaria nelle risorse iscritte nel Fondo d’Istituto. Il Dirigente Scolastico e le RSU concordano che, nel caso i fondi del Fondo d’Istituto siano insufficienti a coprire tutte le attività programmate, i compensi verranno assicurati con le seguenti priorità: 1) Retribuzione delle attività aggiuntive effettivamente prestate dai Docenti considerati FIGURE DI SISTEMA e con funzione di collaborazione con il Dirigente Scolastico, incarichi in commissioni e gruppi di lavoro per il funzionamento generale dell’Istituto, incarichi di responsabili di Progetti e laboratori (referenti), coordinatori di gruppi di lavoro, coordinatori e verbalizzanti dei Consigli di Classe della media. 2) Retribuzione delle attività aggiuntive prestate dal personale ATA per le attività correlate al funzionamento generale dell’Istituto e delle scuole; 3) Retribuzione delle ore straordinarie di insegnamento fisse settimanali (compresi i forfait per sorveglianze mensa nelle MEDIE). 4) Retribuzione delle ore straordinarie di insegnamento per recupero di alunni in difficoltà. 5) Retribuzione delle attività aggiuntive di insegnamento al personale Docente per la realizzazione dei progetti e delle attività aggiuntive al personale ATA connesse alla realizzazione di detti progetti. carlotta & costanza 6
  7. 7. 1) Retribuzione delle attività aggiuntive funzionali all’insegnamento connesse alla programmazione, alla gestione, alla “manutenzione” ed alla verifica dei progetti. Circa la Flessibilità organizzativa e didattica si stabilisce che, per il personale docente, il servizio aggiuntivo prestato in occasione di uscite e visite d’istruzione che comporti attività aggiuntiva di animazione, vigilanza e formazione sarà retribuito come attività aggiuntiva funzionale all’insegnamento e/o di docenza, ma solo fino ad un massimo di n. 3 uscite per ciascun docente; saranno garantiti comunque i compensi per gite di più giornate (priorità). Circa gli orari spezzati (almeno di un’ora) verranno compensati a tutto il personale docente dell’Istituto (compreso CTP) in modo forfettario nella misura di n. 10 ore per ciascun insegnante che ha nell’orario uno spezzato e nella misura di n. 20 ore per ciascun insegnante che ha nel proprio orario n. 2 spezzati(devono avere priorità nel pagamento): - itineranza: tra plessi dello stesso Istituto, verrà compensata - le ore eccedenti le 8 ore di commissione definite come articolazione del collegio decenti (e rientranti quindi nelle 40 ore annue di attività di carattere collegiale), verranno compensate come funzione aggiuntiva; nel conteggio non rientrano le riunioni di commissione svolte prima dell’inizio e dopo la fine delle lezioni dell’anno scolastico (settembre e giugno). Compensi per ogni altra attività deliberata dal collegio dei docenti e dal Consiglio d’Istituto inerente al POF: si deve prevedere una quantità di ore da compensare come attività funzionali all’insegnamento per consentire l’articolazione nei plessi delle attività previste dai vari progetti – a breve o lungo termine – oltre l’orario di servizio, da compensarsi come previsto dal contratto nazionale art. 28 ed art. 86 comma b (si veda pacchetti orari forfait per plesso). carlotta & costanza 7
  8. 8. Modalità di conferimento incarichi e di corresponsione emolumenti Si concorda che, come sempre, gli incarichi per l’effettuazione di prestazioni retribuite con il fondo dell’istituzione scolastica siano conferiti con provvedimento scritto, che indichi:  Il tipo di attività e gli impegni conseguenti,  Il compenso forfettario oppure orario, con la specificazione, in quest’ultimo caso del numero massimo di ore che possono essere retribuite.  Le modalità di certificazione delle attività (ad es. griglia di fine anno). Inoltre, le indennità e i compensi possono essere corrisposti anche in modo forfettario, con importo prestabilito a fronte di impegni e dio maggiori o più intensi carichi di lavoro;  lo svolgimento delle attività e delle mansioni pagati pagate con il Fondo d’Istituto sarà oggetto di apposita relazione finale da parte del dipendente; esso deve anche computare le ore di attività prestate, da attestare sulla base fogli firma predisposti dalla Direzione Didattica, da compilarsi di volta in volta al termine di ogni riunione e/o attività; Si passa a discutere, quindi, dell’utilizzo del Fondo d’Istituto per il personale docente e si concorda che esso debba servire per compensare: carlotta & costanza 8
  9. 9. 1. Le FIGURE DI SISTEMA:  Fiduciarie € 1000,00 netti: n. 1 per Collodi, n. 2 per Zanibon, Valeri, Randi, C.T.P.; n. 1 per Via Moro (per Via Chieti è fiduciaria l’insegnante Minto, esonerata); n. 1 Collodi € 600,00 netti.  Psicopedagogista, collaboratrice della DS, si assegnano n. 30 ore ad € 17,50 per sostegno alla progettazione dei recuperi della scuola dell’infanzia e primaria.  n. 12 docenti di secondaria nominati verbalizzanti dei Consigli di Classe; se sostituiti, ai supplenti si assegna n. 1 ora, diminuendola al nominato.  n. 12 docenti di secondaria coordinatori dei consigli di classe: n. 12 ore per classi I e II, n. 16 ore per classi III ad € 17,50.  n. 2 docenti di secondaria responsabili delle biblioteche di plesso (Via Chieti e Via Moro): n. 40 ore ad € 17,50.  per la rappresentante per la sicurezza dell’Istituto (Gianesini): 15ore per l’impegno ad € 17,50.  Ai responsabili della sicurezza nei plessi: n. 6 ore ad € 17,50.  Ai primi referenti degli allarmi dei plessi: € 80,00 per la responsabilità ed € 50,00 per ogni uscita documentata (autodichiarazione). carlotta & costanza 9
  10. 10.  Ai secondi referenti, € 20,00 fissi più € 40,00 per uscita, come sopra.  Ai coordinatori di progetti coinvolgenti più plessi n. 4 ore di non docenza ad € 17,50.  n. 8 docenti verbalizzanti Consiglio d’Istituto: n. 2 ore a verbale ad € 17,50.  n. 2 docenti responsabili dell’elaborazione dell’orario della secondaria: Pasqualin e Vezzaro n. 40 ore ciascuno ad € 17,50.  n. 1 responsabile laboratorio d’informatica, via Moro (senza Funzione strumentale), Pavin: n. 25 ore di non docenza.  n. 3 responsabili laboratorio informatica Zanibon, Valeri, Randi: 25 ore ad € 17,50.  n. 7 insegnanti tutor colleghi in anno di prova: n. 10 ore ad € 17,50. 2. Attività aggiuntive di insegnamento a. Si intendono le attività svolte dai docenti con gli alunni di tutte le classi per ricerca, approfondimento, laboratori straordinari. Tra esse rientrano le attività di recupero nelle classi dalla 1^ alla 5^ della primaria e dalla 1^ alla 3^ della secondaria. Ci si riferisce altresì ai progetti di supporto linguistico per gli alunni stranieri o di supporto all’alfabetizzazione. Tali ore sono compensate ad € 35,00 orarie. b. Ci sono inoltre le ore straordinarie svolte per assicurare il funzionamento delle scuole e tutte le discipline: Cancellieri, Pomari e Costanzo n. 2 ore/settimana per n. 33 settimane ad € 35,00 orarie. carlotta & costanza 10
  11. 11. Nella Media: forfait di € 80,00 per gli insegnanti che svolgono sorveglianza mensa (panino) nei giorni di rientro pomeridiano (compresi insegnanti di strumento). a. n. 2 insegnanti della secondaria che hanno rinunciato al giorno libero, Ramon e Vezzaro, a cui va un compenso forfetario pari a n. 10 ore per € 17,50. 2. Compensi per flessibilità  i docenti con cattedra su 2 plessi/itineranti: Costanzo, Scacco, Mondin, Sarasin, Faggiotto, Voltan, Carrozza e Vezzaro: n. 5 ore ad € 17,50;  per docenti via Moro (a causa del trasloco forzato in via Chieti): su attestazione n. 8 ore di non docenza ad € 17,50;  per docenti Randi: n. 10 ore non docenza ad € 17,50 per docenti in servizio il venerdì pomeriggio;  i docenti con orario spezzato (primaria) o con il “buco di almeno 2 ore” medie - ma escludendo il buco con l’ora di ricevimento dei genitori: compensi di n. 7 ore di non docenza ad € 17,50 (e per chi ne ha 2 almeno n. 10 ore cadauno) 4. Compensi per prestazioni aggiuntive carlotta & costanza 11
  12. 12.  si compensano i docenti di cl. V per progetto educazione affettiva-sessuale e presentazione alunni alla secondaria, con forfait di n. 15 ore per team ad € 17,50 (controllare autocertificazioni);  responsabili di commissione: forfetario n. 5 ore ad € 17,50;  supplenze di colleghi assenti: per le medie vengono compensate, da normativa, con i fondi per le “ore eccedenti”, per materna e primaria si procede ad incrementare l’importo delle “ore eccedenti” col F.I.S. fino ad arrivare ad € 35,00 l’ora. Gite ed uscite didattiche  Le visite didattiche in città (musei, ViviPadova) vanno coperte con la modifica dell’orario settimanale laddove possibile, o attingendo alla Banca del Tempo, altrimenti compensate fino ad un max di n. 3 uscite.  Per gite di 1 o più giorni in Italia, si compensano sicuramente le ore in eccedenza dell’orario di servizio ad € 17,50.  Le gite all’estero vengono compensate come da normativa (rimborso spese e indennità di missione)  Il docente che invece conduce l’attività nell’uscita (ad es. se non c’è l’esperto), viene compensato ad € 35,00 se si trova in extraorario. 5. PROGETTI a. progetti infanzia: carlotta & costanza 12
  13. 13. - per progetto “G”: n. 31 ore ad € 35,00 - per progetto biblioteca : 25 + 25 alle due insegnanti nominate - per festa fine anno: n. 3 ore di extradocenza per 11 insegnanti - per coordinamento progettazione da gennaio 2009: n.10 ore - per impegno progetto intersezione: n. 10 ore ad € 17,50 ad insegnante b. progetti primaria: Si raccomanda di stabilire gli incarichi in proporzione al numero delle insegnanti di ciascun plesso (Zanibon 40,6%, Randi 34,4% e Valeri 25%) e di contenere i progetti per alunni in difficoltà entro un massimo di n. 300 ore di docenza. Si assegnano ai plessi o Comenius: Voltolina ed Anzolin: n. 75 ore ad € 17,50 o Arte: n. 24 ore docenza + n. 10 ora non docenza per ogni plesso o Liberamusica: per flauto traverso e chitarra: Tecchiati 30 ore; Sarasin 15 ore. o Giornate Speciali: Lettura: n. 10 ore docenza/non docenza per ogni plesso Per il progetto Bici – Giornata dello Sport – le ore in più devono rientrare nella Banca del Tempo o nella riorganizzazione dell’orario. c. progetti secondaria: carlotta & costanza 13
  14. 14. Liberamusica (pianoforte amico): Sarasin 40 ore; Progetto informatica in orario extrascolastico: Pasqualin n. 40 ore; Progetto Cineforum: n. 10 ore al coordinatore (ad € 17,50); Sport/Più Sport@scuola, solo per le ore residue per le n. 2 insegnanti di scienze motorie (su dichiarazione). 5. Compensi per i n. 10 docenti del C.T.P. “D. Valeri” Oltre ai compensi dovuti per le figure di sistema, considerata la specificità di questo ordine di scuola, si prevedono i compensi per: - la coordinatrice dei corsi di inglese, Cristofanello: n. 20 ore ad € 17,50 - la coordinatrice degli esami CILS, Marcolin: n. 10 ore ad € 17,50 - il docente che interviene nelle CTRP, Caberlon: n. 20 ore ad € 17,50 + n. 10 ore per la redazione di Atti Vivi - la docente che interviene presso la Casa del Pomeriggio, Scapochin: n. 10 ore ad € 17,50 6. Compensi aggiuntivi per ATA (collaboratori e personale di segreteria) carlotta & costanza 14
  15. 15. Nel caso di realizzazione di “progetti esterni” (cioè disgiunti dal POF e dai compiti dell’XI Istituto Comprensivo “A. Vivaldi” di Padova, spetta al personale di segreteria ed ai collaboratori scolastici il compenso per riconoscere il maggior carico di lavoro. Ad esemplificazione il compenso potrebbe essere calcolato sul finanziamento: - alla DSGA: 10% - all’Assistente Amministrativo: 5% - al Collaboratore Scolastico: 5% Ai collaboratori scolastici spetta inoltre il compenso per: - Valeri: Massimo Caiolo, Tai Chi, Tuki Tuki ed altri cori - Zanibon: Attività sportiva AgenSport - Randi: Attività motorie Massimo Caiolo 8. Accordo per esaurimento annuale FIS La RSU ed il DS concordano che tutto il FIS vada esaurito ogni anno. Nel caso della presenza di fondi residui dopo aver pagato tutte le attività comprese in questo accordo, il DS convocherà la RSU per concordarne l’ulteriore utilizzo (di cui l’assemblea indica come prioritario il pagamento di quanto non è stato pagato l’anno scorso di attività svolte e documentate) , entro la fine del mese di giugno 2009. carlotta & costanza 15
  16. 16. In data __16/02/09_______________ la Dirigente Scolastica Dott.ssa Ignazia Nespolo e Le docenti della R.S.U. , Maso Maria Carlotta e Costanzo Costanza, sottoscrivono l’accordo come risulta dalla verbalizzazione in data 23/01/09. carlotta & costanza 16

×