BEEing

1,472 views

Published on

BEEing è il primo progetto italiano Open Source per la realizzazione di soluzioni Enterprise 2.0, social intranet e portali collaborativi.
BEEing è scritto in Java, è facilmente personalizzabile, robusto ed offre un'interfaccia grafica molto accattivante ed intuitiva.

Published in: Technology, Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,472
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
53
Actions
Shares
0
Downloads
26
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

BEEing

  1. 1. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Noi crediamo nella collaborazione http://www.smartfeeling.org/beeing
  2. 2. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Benvenuti nell'Enterprise 2.0! BEEing è uno strumento che permette di realizzare piattaforme per la gestione di documenti, progetti e flussi di dati, facendo diminuire i costi e offrendo la possibilità di avere un sistema personalizzato sulle proprie esigenze aziendali, favorendo la condivisione della conoscenza. L'utilizzo di BEEing è molto semplice, non è necessario alcun corso di formazione per sfruttare al meglio tutte le potenzialità del framework ideato per snellire i processi di lavoro, ridurre i costi di gestione e garantire la condivisione di informazioni, documenti e conoscenze nell'azienda. BEEing è distribuito sotto licenza open source, offrendo la possibilità agli utenti finali di potenziare e personalizzare ulteriormente il sistema, senza tralasciare le caratteristiche peculiari del proprio business. Perché scegliere BEEing Il sistema permette di avere il pieno controllo dei processi produttivi in modo semplice ed economico, garantendo la possibilità di personalizzare le funzioni in base alle proprie esigenze. Avere processi ben organizzati e facilmente gestibili permette alle aziende di ridurre lo spreco di tempo e denaro, ottimizzando le risorse per raggiungere gli obiettivi prefissati nel miglior modo possibile. I vantaggi di BEEing: leggero, economico e personalizzabile Il sistema è stato ideato in modo da avere una serie di moduli standard capaci di assolvere alle più comuni esigenze aziendali, offrendo la possibilità di installare nuove funzioni qualora se ne avesse l'esigenza. A costi di sviluppo molto bassi si contrappongo standard di efficienza e qualità molto alti, basati anche sulla semplicità di utilizzo del sistema, che non richiede onerosi investimenti in corsi di formazione del personale. http://www.smartfeeling.org/beeing
  3. 3. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Indice dei contenuti Benvenuti nell'Enterprise 2.0! ............................................................. 2 Licenza ............................................................................................... 4 Introduzione ....................................................................................... 5 Api, Alveari e Miele (una curiosità su BEEing) ..................................... 6 I Moduli principali ............................................................................... 7 BEEing parla "Multilingue" .................................................................. 8 BEEing conosce i suoi utenti. ............................................................ 10 Gli attributi utente nelle regole di accesso .............................................10 Il Wiki ............................................................................................... 12 I Template e le Pagine ....................................................................... 12 I Widgets ......................................................................................... 12 I documenti del wiki........................................................................... 13 La pagina del wiki.............................................................................. 15 Modifica e revisione di una pagina e dei suoi allegati ..............................18 La Dashboard .................................................................................... 20 Il Team ............................................................................................. 22 Gian Angelo Geminiani ....................................................................... 22 Andrea Bertozzi................................................................................. 22 Alexandro Scarnicchia ........................................................................ 22 Roberto Fratti ................................................................................... 22 Paolo Acciai ...................................................................................... 22 Links ................................................................................................. 23 http://www.smartfeeling.org/beeing
  4. 4. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Licenza BEEing è un software Open Source distribuito con licenza GPLv3. Il testo ufficiale completo della licenza può essere scaricato da qui: http://www.gnu.org/licenses/gpl.txt La versione in italiano, non ufficiale, potete trovarla a questo indirizzo: http://softwarelibero.it/gnudoc/gpl.it.txt http://www.smartfeeling.org/beeing
  5. 5. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Introduzione BEEing nasce nel 2004 come framework java per lo sviluppo di soluzioni Intranet/Extranet sociali. L'esigenza da soddisfare era quella di uno strumento per lo sviluppo agile in team di progetti robusti e sicuri, flessibili, facilmente integrabili a sistemi ERP esistenti ed al contempo con un'interfaccia utente intuitiva ed accattivante. Dal 2006 la piattaforma si è notevolmente evoluta, integrando al suo interno diversi framework e librerie Open Source (EclipseLink, ZK, Jasper, JakartaCommons, Jakarta Velocity, iText, Rome, ecc..) fino a diventare un Application Server robusto, molto potente e flessibile. Dal 2008 il Team di Sviluppo ha dato inizio ad una seconda fase evolutiva del framework, cioè al passaggio di BEEing da framework ad applicazione utilizzabile chiavi in mano. Ai moduli base sono stati affiancati una serie di moduli applicativi pronti all'uso. Ogni modulo applicativo porta con se un'estensione della base dati principale, nuove classi di oggetti, nuovi widgets, nuovi componenti grafici e nuove pagine. In futuro è possibile che alcuni moduli siano distribuiti come plug-in, e quindi non vengano direttamente integrati nel pacchetto base (es: il modulo di configurazione prodotto). La distribuzione separata di alcuni plug-in specifici consente al modulo “CORE” di mantenere un peso ridotto e un minor numero di parametri di sistema. Tutti i moduli ed i plug-in sono distribuiti completi di codice sorgente, compresi quelli di integrazione a sistemi proprietari (es: modulo per SAP/R3). I moduli di integrazione a sistemi proprietari possono richiedere, per un corretto funzionamento, la presenza di librerie di terze parti e delle relative licenze d’uso (non distribuite coi moduli BEEing) Il framework di sviluppo è stato progettato con un’architettura modulare e basata sul concetto di plug-in. La stratificazione del codice e dei package secondo una logica a “layer funzionali” consente una miglior manutenzione anche nel lungo periodo e favorisce lo sviluppo in team grazie ad una chiara e semplice suddivisione dei compiti. http://www.smartfeeling.org/beeing
  6. 6. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Api, Alveari e Miele (una curiosità su BEEing) BEEing è stato progettato con in mente una metafora legata al mondo delle api. BEEing non è solo un software collaborativo, ma è stato realizzato secondo una ben definita filosofia di collaborazione, quella delle api. Le api sopravvivono grazie al gruppo ed alla loro struttura sociale. La collaborazione tra le api è un concetto basilare, ecco perchè nel progettare uno strumento che stimolasse e supportasse la collaborazione ci siamo ispirati proprio alle api. Anche le idee hanno una certa affinità con le api. Il ciclo di vita delle api è piu’ o meno questo: uovo, larva, pupa, adulto. Quando nella nostra mente (fisica o diffusa che sia) nasce un’intuizione, questa è come un uovo. E’ tutt’altro che definita, ed è molto lontana sia nella forma che nella sostanza da quello che diverrà una volta passata allo stadio “adulto”. In realtà non sappiamo neppure se quell’uovo diventerà mai una larva, e se la larva troverà l’energia per diventare pupa o se la pupa avrà nutrici che la porteranno allo stadio di adulto. Ecco, “energia” e “nutrici“, queste sono i concetti chiave che sovrintendono parte dell’esistenza di un’ape. Le api esistono perche esiste l’alveare. Ma l’alverare non è solo un luogo o un’entità fisica, l’alveare sono anche le altre api. Cosa diventa un uovo? Pensate, in 16 giorni può diventare regina, in 21 giorni diventa operaia o nutrice ed in 26 diventa un fuco. L’alveare esiste perchè esistono le api, e le api esistono grazie alle loro interazioni nei diversi stadi del loro sviluppo. In BEEing gli oggetti sono BEE, cioè api. Le api (classi di oggetti java) si specializzano per lo svolgimento di diversi compiti. Con la stessa logica abbiamo progettato componenti e widgets, come elementi interoperabili e pronti a specializzarsi nell'adempimento di qualche compito. HIVE è l'ambiente in cui agiscono gli oggetti java (classi, api) ed HONEY è il risultato di tanto lavoro e collaborazione. In definitiva possiamo dire che BEEing è frutto di una nuova "api-cultura". http://www.smartfeeling.org/beeing
  7. 7. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project I Moduli principali • CORE: Contiene le classi base del framework e l’integrazione con alcune librerie open source (es: rome, Json, ZK, OpenJpa); • WEBAPP: E’ il cuore dell’application server e raggruppa in se il modulo Json-Rpc, il wiki, il blog, la gestione utenti, la gestione dei profili, il datastore ed i componenti base per la gestione delle dashboard e dei widgets, la gestione multilingua; • ADMIN: E’ un plug-in di sistema e contiene tutte le maschere e le logiche di amministrazione (variazione dei parametri di configurazione, definizione delle costanti di sitema, gestione delle lingue, gestione delle localizzazioni); • KNOL: Contiene l’interfaccia grafica del modulo wiki, del modulo gestione conoscenza e del modulo di gestione del datastore (per l’archiviazione dei file allegati); • BLOG: Contiene l’interfaccia grafica del modulo blog; • RSS: Contiene le logiche di conversione dei contenuti in formato RSS; • TRACKBACK: Modulo di gestione dei trackback; • FLASHGATEWAY: Plug-in di integrazione con librerie Flash Remoting (Adobe Flash) per l’integrazione con Flash; • SAP/R3 CONNECTOR: Plug-in per l’integrazione con SAP/R3 (richiede librerie proprietarie SAP che non vengono distribuite con BEEing) E' possibile che in futuro i nomi dei moduli subiscano delle variazioni. Il modulo FLASHGATEWAY è stato deprecato per lasciare il posto a JSON-RPC. Il modulo SAP/R3 CONNECTOR è opzionale e può essere installato solo in caso di necessità. http://www.smartfeeling.org/beeing
  8. 8. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project BEEing parla "Multilingue" Una delle caratteristiche principali di BEEing è il supporto nativo per la gestione delle lingue. Le applicazioni realizzate in BEEing godono di un supporto multilingua nativo. Ogni pagina ed ogni modulo possono essere localizzati in qualunque lingua. Anche i documenti e le pagine del wiki (o i post del blog) possono essere distribuiti in lingue differenti. Per esempio, possiamo avere una pagina wiki tradotta in piu' lingue contemporaneamente, senza dover per forza generare un nuovo documento o una nuova pagina. BEEing tiene traccia del profilo dell'utente collegato e delle sue preferenze. Quando un utente sfoglia una pagina o un documento, BEEing cerca la localizzazione piu' adatta tra quelle implementate. In questo modo ogni utente sfoglierà le pagine applicative nella propria lingua nativa o, in alternativa, nella lingua di sistema (definita dall'Amministratore). Le lingue distribuite col modulo base sono: • Italiano • Inglese • Francese • Tedesco • Spagnolo • Polacco • Russo Gli implementatori (o gli Amministratori di Sistema) possono facilmente aggiungere nuove lingue semplicemente dichiarandole nella console di amministrazione. http://www.smartfeeling.org/beeing
  9. 9. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Una volta dichiarate le lingue da supportare è possibile procedere con l'inserimento delle traduzioni necessarie (le lingue di sistema distribuite nel modulo base sono complete di tutte le traduzioni necessarie). http://www.smartfeeling.org/beeing
  10. 10. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project BEEing conosce i suoi utenti. Oltre al supporto multilingue, BEEing contiene un profilo di autenticazione utente molto dettagliato e personalizzabile. Oltre ai campi standard dell'account utente possiamo definire dei ruoli da assegnare ai nostri utenti, dei campi personalizzati da riutilizzare nelle applicazioni personalizzate (es: campo "codice cliente" del sistema ERP), delle proprietà custom ed una serie di impostazioni avanzate per una migliore profilazione dell'utente stesso (regole di accesso al wiki, al blog, ai gruppi, ecc..). Gli attributi utente nelle regole di accesso Tutti gli attributi (campi, ruoli, proprietà) del nostro utente possono essere utilizzati per controllare l'accesso dell'utente all'interno dell'applicazione. Le funzionalità di sistema prevedono tre tipologie di controllo degli accessi: • Accesso alla visualizzazione del documento • Accesso alla modifica del documento • Accesso alla condivisione del documento http://www.smartfeeling.org/beeing
  11. 11. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Nell'immagine qui sopra viene riportato l'esempio di una pagina del wiki con regola di accesso personalizzata (consenti l'accesso ai soli utenti che hanno il ruolo "amministratore"). Nello stesso modo possiamo creare regole di accesso, scrittura e condivisione dei documenti con un livello di dettaglio molto elevato. Dato che le regole di accesso possono fare riferimento a qualunque attributo dell'utente, è possibile creare regole di accesso in grado di filtrare anche il solo singolo utente (es: "consenti a tutti, ma non a Mario Rossi"). Oppure potremmo inibire l'accesso a chi non ha come lingua base l'italiano, o a chi non è un collaboratore del documento, ecc.. http://www.smartfeeling.org/beeing
  12. 12. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Il Wiki BEEing è stato pensato come un wiki "widget enabled". Ogni pagina applicativa (oltre alle pagine del wiki) è una pagina del wiki principale e come tale ne eredita tutte le caratteristiche (versioning, allegati, annotazioni, rating, subscriptions, ecc..). Tuttavia, per ovvi motivi funzionali, non tutte le pagine abilitano di default le funzionalità del wiki. Le pagine di sistema, per esempio, o i form per l'inserimento dei dati non presentano la gestione della versione, il supporto agli allegati o i commenti degli utenti. I Template e le Pagine Template e Pagine sono strettamente correlati. Quando sfogliamo una qualunque delle pagine di BEEing, stiamo visualizzando una versione localizzata (in lingua) di un template. Ogni template può generare un numero indefinito di pagine che differiscono tra loro in contenuti, lingua e funzionalità. Tutte le pagine del wiki, per esempio, fanno capo ad un unico Template (TemplateWikiPage) per layout, funzionalità, numero di widgets abilitati, ecc... L'importanza della relazione tra Template e Pagine sta nel fatto che variando uno qualunque degli attributi del Template, tutte le Pagine correlate subiranno la stessa modifica (se non diversamente specificato nelle impostazioni del template o della pagina). Questa caratteristica di ereditarietà tra Pagine e Template rende estremamente semplice effettuare implementazioni e modifiche alle nostre applicazioni e distribuirle all'interno della piattaforma. Per esempio, potremmo variare la pagina Home di tutti i nostri utenti aggiungendo un widget con le news aziendali o con un feed RSS, semplicemente variando il layout del suo template. Va da sè che i costi di gestione ed implementazione delle applicazioni realizzate con BEEing sono molto bassi. I Widgets I Widgets sono moduli UI (User Interface) riutilizzabili. Un widget contiene sempre un'interfaccia grafica e delle logiche applicative. Inoltre i widgets possono essere inseriti anche all'interno dei documenti del wiki, esattamente come fossero del testo o delle immagini. La possibilità di inserire widgets dinamicamente all'interno di una pagina wiki fornisce ad ogni utente la capacità di trasformare in un'applicazione un documento del wiki stesso. http://www.smartfeeling.org/beeing
  13. 13. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Per fare un esempio concreto, potremmo inserire all'interno di un documento wiki il widget per la gestione del calendario di una riunione, oppure il widget con un breve questionario o quello col il feed RSS delle attività del nostro gruppo commerciale su Facebook, oppure quello con i grafici del fatturato trimestrale collegato live al sistema ERP. I widgets arricchiscono notevolmente i nostri documenti e li rendono interattivi e molto piu' produttivi. Esempio di widget per la condivisione di un documento. I documenti del wiki Il wiki organizza le informazioni in documenti. I documenti possono essere relazionati tra loro mediante un rapporto di dipendenza diretta o mediante tag. Nella figura sovrastante è visiblie la normale rappresentazione ad albero. Possiamo inoltre osservare che BEEing consente di relazionare tra loro anche documenti e non solo cartelle con documenti o altre cartelle (Es: "Read Me" è padre di "F.A.Q", il quale a sua volta contiene "Upload File"). Ogni documento o cartella può essere aggiunto ai "Preferiti". http://www.smartfeeling.org/beeing
  14. 14. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project oppure taggato "L'Albero di Navigazione delle Risorse", i "Tag Personali" ed i "Preferiti" sono gli strumenti principali che si affiancano al motore di ricerca interno per l'individuazione dei documenti. Oltre a questi strumenti esistono numerosi widget che mostrano all'utente i documenti da lui creati, quelli a cui è collaboratore o quelli a cui si è iscritto. http://www.smartfeeling.org/beeing
  15. 15. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project La pagina del wiki Un documento del wiki è una Pagina speciale, con un proprio Template. Il Template standard distribuito con BEEing prevede: • Titolo del documento • Breve descrizione del documento • Corpo del documento ◦ Editor wysiwyg (testo, tabelle, link, formattazione, ecc..) ◦ Aggiunta di immagini ◦ Aggiunta di widgets • Commenti • Widget per la modifica dei livelli di accesso • Widget di gestione e revisione allegati • Widget Tag (sistema, personali, sociali) • Widget Preferiti • Widget Collaboratori • Widget Iscrizione Di seguito potete trovare la pagina del wiki divisa nelle varie sezioni che la compongono. Titolo, Descrizione, Corpo e Commenti. Regole di accesso al documento http://www.smartfeeling.org/beeing
  16. 16. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Gestione e revisione allegati Documenti correlati Tag Preferiti Condivisione Collaboratori http://www.smartfeeling.org/beeing
  17. 17. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Iscrizioni al documento http://www.smartfeeling.org/beeing
  18. 18. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Modifica e revisione di una pagina e dei suoi allegati Ogni Pagina e ogni Documento sono opzionalmente modificabili e revisionabili. L'opzione di modifica è legata a due parametri: • Impostazioni del Template (esistono template per pagine read-only) • Diritti di accesso dell'utente Se la pagina è modificabile apparirà in alto a destra questo bottone: Cliccando sul bottone di modifica è possibile accedere alla modalità EDIT della pagina. In questa modalità alcuni widget cambiano di aspetto, mostrando una serie di opzioni prima invisibili. Nella figura sovrastante si nota l'editor di testo, il box sottostante di selezione della lingua e, sulla destra, il widget di spostamento/eliminazione della pagina, il widget di modifica delle regole di accesso alla pagina stessa. Anche in questa nuova modalità, non tutte le opzioni sono visibili a chiunque. Il profilo dell'utente informa il sistema di quali opzioni possano essere abilitate e quali no. http://www.smartfeeling.org/beeing
  19. 19. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Per esempio, solo gli Amministratori ed i Proprietari di un documento possono rimuoverlo o spostarlo, così come revisionarle o eliminarne gli allegati. La revisione degli allegati è un'attività molto semplice. Cliccando sul bottone "Revisione Allegati", il sistema consente all'untente di cambiare lo stato di un allegato passandolo dallo stato "Scaricabile" allo stato "In Revisione". A questo punto il file non sarà piu' scaricabile e gli utenti verranno avvisati del cambiamento di stato mediante un apposito box informativo. http://www.smartfeeling.org/beeing
  20. 20. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project La Dashboard La versione base di BEEing dispone di una serie di Pagine utente tra cui il Profilo e la Dashboard. La Dashboard è una sezione personalizzabile dall'utente stesso predisposta per ospitare widgets. Anche per la Dashboard valgono i concetti di sicurezza espressi per le Pagine in generale. Se l'utente è autorizzato ha la possibilità di aggiungere o rimuovere widgets dalla Dashboard, così come aggiungere o rimuovere sezioni (Dashboard Tabs). Diversamente la Dashboard non presenta interazioni particolari ed i widgets visibili saranno esclusivamente quelli impostati dall'amministratore di sistema. http://www.smartfeeling.org/beeing
  21. 21. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Qui sopra un esempio di Dashboard personalizzabile dall'utente. http://www.smartfeeling.org/beeing
  22. 22. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Il Team Gian Angelo Geminiani Ruolo: Responsabile di Progetto E’ il fondatore del progetto ed il progettista del framework. Ha operato per diversi anni come Project Manager ed Achitetto Software su diversi progetti commerciali nel settore della configurazione di prodotto (tecnica e commeciale), C.R.M., intranet, extranet, social media, automazione industriale e computer vision. Link: Sito personale, Blog Smartfeeling, Profilo su Kenai Andrea Bertozzi Ruolo: Sviluppatore Dedica parte del suo tempo libero allo sviluppo di BEEing. Link: Su Facebook Alexandro Scarnicchia Ruolo: Sviluppatore Ama la bici e BEEing. Link: Roberto Fratti Ruolo: Sviluppatore Si diverte a sviluppare BEEing e studia per specializzarsi in Ingegneria e Informatica. Link: Su LinkedIn Paolo Acciai Ruolo: Sviluppatore Impegnato nello sviluppo del progetto BEEing e soluzioni informatiche a 360°. Link: Su Facebook, Su LinkedIn, Sito Personale http://www.smartfeeling.org/beeing
  23. 23. BEEing. The Enterprise 2.0 Open Source Project Links Download da SourceForge: https://sourceforge.net/projects/beeing/ Blog: http://www.smartfeeling.org/beeing Sorgenti su Kenai: http://kenai.com/projects/beeing Il Team: http://www.smartfeeling.org/beeing/about/ http://www.smartfeeling.org/beeing

×