Lo scudo-ter
Milano, 2 ottobre 2009
FONTI NORMATIVE
                                            E DI PRASSI
Art. 13-bis D.L. 78 dell’1.7.2009 (rinvio a D.L. 3...
SOGGETTI INTERESSATI

Soggetti residenti in Italia …
… che abbiano violato disposizioni su monitoraggio (non solo
mancata ...
RIMPATRIO E
                                   REGOLARIZZAZIONE
Regolarizzazione o rimpatrio per attività detenute nell’UE...
RIMPATRIO E
                                   REGOLARIZZAZIONE
Possibilità di rimpatrio fisico o giuridico
Bozza CM: rimp...
TIPOLOGIE DI ATTIVITA’

La nozione di “attività finanziarie e patrimoniali” include:
  Denaro
  Azioni e partecipazioni no...
DETENZIONE ALL’ESTERO

Condizione della detenzione all’estero almeno al 31.12.2008
Possibilità di regolarizzazione per att...
RIMPATRIO DI IMMOBILI?

Possibilità di emersione solo se precedente violazione di
obblighi di monitoraggio (es. immobili l...
ATTIVITA’ DETENUTE DA
                                  ALTRI SOGGETTI
Possibilità di far emergere attività intestate a so...
CASI PARTICOLARI

Attività detenute in comunione (presentazione della
dichiarazione riservata da ciascuno per quota di sua...
“IMPOSTA
                                       STRAORDINARIA”
2%x5x50%=5%
Versata da intermediario finanziario
Comprensiv...
REDDITI SUCCESSIVI
                                          ALL’1.1.2009
Applicazione delle ordinarie ritenute alla fonte...
EFFETTI

No imposte
No sanzioni penali per dichiarazione infedele, omessa o
fraudolenta, occultamento o distruzione di doc...
EFFETTI

Limitazione ad accertamenti riferibili al periodo fino al
31.12.2008
Limiti ad utilizzo di scudo nel caso di atti...
SEGRETAZIONE IN CASO
                                   DI RIMPATRIO
No monitoraggio del trasferimento da parte di interme...
SEGRETAZIONE IN CASO
                                    DI RIMPATRIO
Mantenimento della segretazione:
Nel caso di passagg...
ASPETTI PROCEDURALI

Facoltà di non opporre lo scudo
Opponibilità differibile in sede di “impugnazione” dell’atto di
accer...
IMPOSTE COPERTE

Non solo imposte sul reddito ma anche, ad esempio, IVA o
imposta su successioni e donazioni (CM 99/2001)
...
PARTECIPAZIONI
                         SOCIETARIE QUALIFICATE
Partecipazione qualificata genera redditi (dividendi o
plus...
CFC

Rischio di perdita dell’anonimato?
Recente ampliamento dell’ambito di applicazione delle CFC
(ivi inclusa estensione ...
ESTEROVESTIZIONE

Ad es. rimpatrio di partecipazione in società controllata
lussemburghese con partecipazione diretta di c...
UTILIZZO DI
                                POLIZZE VITA ESTERE
Irrilevanza della permanenza all’estero delle attività fin...
MODALITA’

Presentazione della dichiarazione riservata a intermediari
finanziari (banche, SGR, SIM, società fiduciarie, ag...
MODALITA’

Rimpatrio: dichiarazione riservata include conferimento di
incarico di custodia, etc.
Regolarizzazione di attiv...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Lo Scudo fiscale 2009 - Nctm Studio Legale Associato

2,014 views

Published on

Published in: Economy & Finance, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,014
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
28
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lo Scudo fiscale 2009 - Nctm Studio Legale Associato

  1. 1. Lo scudo-ter Milano, 2 ottobre 2009
  2. 2. FONTI NORMATIVE E DI PRASSI Art. 13-bis D.L. 78 dell’1.7.2009 (rinvio a D.L. 350/2001 e D.L. 12/2002) D.L. 103/2009 (“correttivo”) Dichiarazione riservata e relative istruzioni Bozza CM (rinvio a prassi precedente)
  3. 3. SOGGETTI INTERESSATI Soggetti residenti in Italia … … che abbiano violato disposizioni su monitoraggio (non solo mancata dichiarazione dei redditi) Residenza nel periodo d’imposta in corso alla data di presentazione della dichiarazione riservata (2009) Anche residenti per presunzione (persone fisiche e trust) Disposizioni su monitoraggio applicabili solo a persone fisiche, società semplici e associazioni equiparate ed enti non commerciali
  4. 4. RIMPATRIO E REGOLARIZZAZIONE Regolarizzazione o rimpatrio per attività detenute nell’UE (o in Stati dell’SEE che garantiscono un effettivo scambio di informazioni, cioè in Norvegia e Islanda) Solo rimpatrio per attività detenute in altri Stati Bozza CM: possibilità di regolarizzazione anche per attività detenute in Stati non appartenenti a SEE che garantiscono un effettivo scambio di informazioni
  5. 5. RIMPATRIO E REGOLARIZZAZIONE Possibilità di rimpatrio fisico o giuridico Bozza CM: rimpatrio non applicabile ad attività patrimoniali in quanto non è possibile rapporto di custodia, deposito, amministrazione e gestione con intermediario finanziario Piena libertà di rimpatriare certe attività e regolarizzarne altre Segretazione nel solo caso di rimpatrio
  6. 6. TIPOLOGIE DI ATTIVITA’ La nozione di “attività finanziarie e patrimoniali” include: Denaro Azioni e partecipazioni non rappresentate da titoli (es. quote) Obbligazioni Immobili Quote di organismi collettivi di investimento Certificati di massa Polizze vita Finanziamenti soci Yacht Arredo o oggetti d’antiquariato e preziosi e opere d’arte
  7. 7. DETENZIONE ALL’ESTERO Condizione della detenzione all’estero almeno al 31.12.2008 Possibilità di regolarizzazione per attività detenute in certi Stati (Bozza CM: verifica a data di entrata in vigore del provvedimento su scudo ter, 5.8.2009) Titoli (cartolarizzati o dematerializzati) depositati c/o intermediari finanziari: rileva sede di intermediario ove titolo è depositato, e non sub-deposito c/o altro intermediario Anche deposito presso sede estera di intermediario finanziario residente Titoli possono essere detenuti all’estero anche se emessi da residente
  8. 8. RIMPATRIO DI IMMOBILI? Possibilità di emersione solo se precedente violazione di obblighi di monitoraggio (es. immobili locati o non locati ma soggetti a tassazione all’estero su base catastale) Conferimento in società e rimpatrio quote? Nessuna preclusione a seguito di variazione qualitativa delle attività estere dopo il 31.12.2008 Bozza CM: necessità di perizia per attività patrimoniali regolarizzate (al fine di supportare il valore dichiarato)
  9. 9. ATTIVITA’ DETENUTE DA ALTRI SOGGETTI Possibilità di far emergere attività intestate a società fiduciarie o altre persone “interposte” Ad esempio: Società residente in Stato a regime fiscale privilegiato senza obblighi di tenuta delle scritture contabili e con titolarità solo formale dei beni Trust revocabile Bozza CM: trust con beneficiario individuato
  10. 10. CASI PARTICOLARI Attività detenute in comunione (presentazione della dichiarazione riservata da ciascuno per quota di sua competenza) Eredi
  11. 11. “IMPOSTA STRAORDINARIA” 2%x5x50%=5% Versata da intermediario finanziario Comprensivo di imposta, sanzioni e interessi Non compensabile con ritenute o crediti Ammontare attività: nessun criterio specifico di valorizzazione (costo o valore normale o valore intermedio) => effetti di emersione limitati a importi indicati nella dichiarazione riservata Reddito effettivo non rileva Detenzione per meno di 5 anni non rileva Variazione del valore delle attività nei 5 anni non rileva
  12. 12. REDDITI SUCCESSIVI ALL’1.1.2009 Applicazione delle ordinarie ritenute alla fonte o imposte sostitutive che sarebbero state prelevate da intermediario, ovvero Opzione per reddito determinato presuntivamente (tasso ufficiale di riferimento) soggetto ad aliquota del 27% applicata da intermediario finanziario Costo fiscalmente riconosciuto delle attività emerse (rileva anche ai fini di reddito presunto): costo di acquisto o, in assenza di documentazione, il valore fornito ad intermediario tramite apposita dichiarazione sostitutiva (non superiore a valore normale) o l’importo riportato nella dichiarazione riservata No opzione per reddito presunto se no intervento di intermediario finanziario su reddito effettivo (es. partecipazione qualificata)
  13. 13. EFFETTI No imposte No sanzioni penali per dichiarazione infedele, omessa o fraudolenta, occultamento o distruzione di documenti finalizzata a evasione e false comunicazioni sociali (strumentali a reati tributari) (D.L. correttivo) No sanzioni amministrative tributarie (incluse quelle per violazione delle norme su monitoraggio) No sanzioni previdenziali No interessi Segretazione (rimpatrio) Fino a concorrenza di somme rimpatriate/regolarizzate
  14. 14. EFFETTI Limitazione ad accertamenti riferibili al periodo fino al 31.12.2008 Limiti ad utilizzo di scudo nel caso di attività di accertamento già iniziata prima di presentazione di dichiarazione riservata Astratta riferibilità di imponibili accertati alle attività detenute all’estero Accertamento sintetico: copertura in relazione a spese sostenute o investimenti effettuati anteriormente a emersione Acquisto di beni tramite smobilizzo di attività scudate come prova contraria vs. accertamento sintetico Non copertura di soggetti diversi dal contribuente
  15. 15. SEGRETAZIONE IN CASO DI RIMPATRIO No monitoraggio del trasferimento da parte di intermediario finanziario (perdita di anonimato se trasporto al seguito) No monitoraggio di attività estere per 2009 da parte di contribuente Segretazione dei conti “scudati” Comunicazione del conto ad anagrafe tributaria da parte di intermediario finanziario? (vedi Bozza CM) Esonero da obblighi anti-riciclaggio per professionisti e intermediari finanziari in materia di segnalazione di operazione sospetta quando attività emerse sono frutto di reato coperto da scudo (D.L. correttivo)
  16. 16. SEGRETAZIONE IN CASO DI RIMPATRIO Mantenimento della segretazione: Nel caso di passaggio da risparmio amministrato a gestito Nel caso di passaggio da un intermediario finanziario ad un altro Per i redditi tra 1.1.2009 e presentazione della dichiarazione riservata assoggettati a tassazione definitiva da parte di intermediario finanziario Per successivi redditi di capitale e diversi assoggettati a tassazione definitiva alla fonte Per disinvestimenti/investimenti di attività emerse Limiti a segretazione: Deleghe a terzi Successioni
  17. 17. ASPETTI PROCEDURALI Facoltà di non opporre lo scudo Opponibilità differibile in sede di “impugnazione” dell’atto di accertamento (CM 9/2002) contra opponibilità entro 30 giorni a partire da accertamento (bozza CM)? Opponibilità anche successivamente a ricorso? No perdita di utilizzabilità dello scudo in caso di mancata risposta a richiesta di dati, documenti o notizie
  18. 18. IMPOSTE COPERTE Non solo imposte sul reddito ma anche, ad esempio, IVA o imposta su successioni e donazioni (CM 99/2001) Vedi però sentenza del 17.7.2008 della Corte di Giustizia CEE (caso C-132/06) su incompatibilità con disciplina comunitaria IVA di ogni forma di sanatoria => IVA non coperta? Anche IRAP coperta
  19. 19. PARTECIPAZIONI SOCIETARIE QUALIFICATE Partecipazione qualificata genera redditi (dividendi o plusvalenze) non assoggettati ad imposizione definitiva da parte di intermediario o emittente Analogo problema per partecipazioni non qualificate in società black listed e per finanziamenti fruttiferi Società partecipata non è protetta da scudo effettuato dai soci
  20. 20. CFC Rischio di perdita dell’anonimato? Recente ampliamento dell’ambito di applicazione delle CFC (ivi inclusa estensione anche a Stati non black listed) Possibilità di emersione effettuata da imprese estere controllate o collegate (D.L. correttivo) => possibilità di liquidare la CFC senza il realizzo di plusvalenze in capo al socio residente?
  21. 21. ESTEROVESTIZIONE Ad es. rimpatrio di partecipazione in società controllata lussemburghese con partecipazione diretta di controllo in società italiana Rischio di accertamento in capo alla società lussemburghese per effetto della presunzione di residenza: non copertura dello scudo
  22. 22. UTILIZZO DI POLIZZE VITA ESTERE Irrilevanza della permanenza all’estero delle attività finanziarie in polizza Non applicazione dell’imposta sui redditi derivanti dal capitale in polizza (redditi realizzati da impresa di assicurazione non residente) Possibilità di riscattare la polizza in qualsiasi momento da parte del sottoscrittore (imposta sul reddito con aliquota del 12,5%) Possibilità di cedere la polizza mantenendo l’anonimato con imposta sul reddito all’aliquota del 12,5% Esenzione da imposta sul reddito (e imposta su successione) sul trasferimento al beneficiario nel caso morte Altri vantaggi non fiscali
  23. 23. MODALITA’ Presentazione della dichiarazione riservata a intermediari finanziari (banche, SGR, SIM, società fiduciarie, agenti di cambio, Poste Italiane SpA e stabili organizzazioni di banche e imprese di finanziamento non residenti) Emersione da effettuarsi tra il 15 settembre 2009 e il 15 dicembre 2009 (D.L. correttivo) Emersione si perfeziona con il pagamento dell’imposta straordinaria all’intermediario finanziario e il rilascio di copia della dichiarazione riservata da parte dell’intermediario Intermediario finanziario versa l’imposta e fa comunicazione per massa
  24. 24. MODALITA’ Rimpatrio: dichiarazione riservata include conferimento di incarico di custodia, etc. Regolarizzazione di attività finanziarie: certificazione di intermediario finanziario estero di detenzione delle attività

×