Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Milano Sharing City: il network della sharing economy

2,101 views

Published on

In occasione dell'Explore Talk di luglio 2015 dedicato alla "Sharing Economy", il Comune di Milano ha presentato il progetto "Milano Sharing City" incentrato sulle politiche avviate nella città per favorire le pratiche dell'economia collaborativa.

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

Milano Sharing City: il network della sharing economy

  1. 1. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Agenda 1. Il percorso di Milano Sharing City 2. La consultazione pubblica 3. L’approvazione delle Linee Guida sulla Sharing Economy 4. La Mappatura degli attori della Sharing Economy 5. Prossimi passi
  2. 2. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Le linee guida sulla “Sharing Economy” sono state approvate dal  Comune di Milano nel Dicembre 2014 Stesura delle linee  guida sulla  Sharing Economy Il percorso di Milano Sharing City Novembre 2014 Dicembre 2014 Luglio 2015 Consultazione  pubblica sulle  linee guida Mappatura degli  attori della  Sharing Economy Approvazione  Giunta su linee guida SE Convocazione  della rete della SE
  3. 3. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Le “richieste” della rete alla PA Si “richiede” alla pubblica amministrazione di porsi come «piattaforma abilitante» della sharing economy Mettere a sistema le esperienze locali più rilevanti Formare ed informare i cittadini sui temi della sharing economy  Rafforzare le forme di partecipazione e i collegamenti tra le imprese collaborative e le esperienze di cittadinanza attiva  Promuovere la nascita di nuove imprese nel settore della  sharing economy e l’ibridazione tra queste imprese e  quelle esistenti  Essere essa stessa una early adopter dei servizi collaborativi e  favorire dinamiche collaborative anche inserendo clausole  condizionali in alcuni bandi pubblici
  4. 4. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cosa può fare Milano – Le Linee Guida (1/4) • Mappare e mettere a sistema le esperienze più rilevanti per il  territorio milanese e favorire la comunicazione di tali  iniziative;  • Promuovere dibattito pubblico, comunicazione, formazione e  informazione sulla sharing economy e la cultura della  collaborazione, anche attraverso le proprie strutture  (biblioteche, scuole, uffici pubblici etc.), al fine di raggiungere  una massa critica di utenti;  • Favorire lo sviluppo di percorsi di formazione sulle nuove  professioni emergenti della sharing economy;  • Formare e informare il personale della pubblica  amministrazione sulle questioni rilevanti della sharing economy; 
  5. 5. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cosa può fare Milano – Le Linee Guida (2/4) • Promuovere l’analisi e il monitoraggio degli effetti e degli  impatti delle nuove forme d’innovazione e di sperimentazione  dello sharing, indagando le condizioni in cui la collaborazione  può attuarsi, per comprendere meglio il fenomeno e valutare in  seguito forme di regolamentazione al fine di evitare distorsioni  di mercato, fenomeni di concorrenza sleale e/o abusi;  • Promuovere attività di ricerca sugli impatti economici,  ambientali e sociali dell’economia della condivisione e  collaborazione;  • Chiarire il contesto legislativo nazionale, regionale e locale  nell’ottica di una migliore comprensione da parte di chi è  coinvolto nella produzione e utilizzo dei servizi collaborativi,  soprattutto per quanto riguarda tassazione e sicurezza, al fine  di generare maggiore consapevolezza e favorire il rispetto delle  regole; 
  6. 6. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cosa può fare Milano – Le Linee Guida (3/4) • Promuovere un sistema di riconoscimento e di validazione di  qualità delle realtà virtuose che agiscono nell’ambito dello  sharing basato su poche regole chiare e facilmente applicabili;  • Promuovere iniziative per ridurre il digital divide esistente;  • Mettere a disposizione infrastrutture abilitanti quali spazi  fisici e virtuali d’incontro e confronto; strumenti di sostegno  organizzativo, relazionale e strategico; open data e open  services (ie. sistemi di identificazione degli utenti e/o sistemi di  pagamento online);  • Rafforzare e valorizzare i processi di cittadinanza attiva  finalizzati alla partecipazione, co‐progettazione e  collaborazione;  • Rafforzare i collegamenti tra le imprese collaborative e le  esperienze di cittadinanza attiva; 
  7. 7. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cosa può fare Milano – Le Linee Guida (4/4) • Promuovere maggiore semplificazione amministrativa;  • Utilizzare per alcune iniziative cittadine strumenti di sharing economy, contribuendo di fatto al loro sviluppo per il fatto  stesso di essere uno dei loro primi utilizzatori;  • Attivare una piattaforma cittadina di crowdfunding civico;  • Reperire risorse umane e finanziarie dedicate, anche attraverso  l’utilizzo dei fondi comunitari;  • Promuovere bandi per l’erogazione di fondi destinati ad  iniziative imprenditoriali e startup che si occupano di sharing economy;  • Ricercare sinergie con iniziative simili promosse in altri territori,  che vedono attiva l’alleanza locale tra PA, società civile e  mondo delle imprese. 
  8. 8. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Agenda 1. Il percorso di Milano Sharing City 2. La consultazione pubblica 3. L’approvazione delle Linee Guida sulla Sharing Economy 4. La Mappatura degli attori della Sharing Economy 5. Prossimi passi
  9. 9. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Esperti vs. Operatori I 75 partecipanti alla survey si sono identificati come: • «Operatori»: attori economici attivi nel panorama della sharing economy • «Esperti»: attori del mondo accademico e della ricerca impegnati nello studio della sharing economy
  10. 10. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Forme guiridiche Gli attori si sono identificati nelle seguenti forme giuridiche / amministrative.
  11. 11. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Aree geografiche di operatività Gli attori si sono identificati nelle seguenti aree geografiche di operatività.
  12. 12. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Macro ambiti di iniziativa Gli attori si sono identificati nei seguenti macro ambiti di iniziativa.
  13. 13. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Sviluppo Economico Gli attori che indicano lo sviluppo economico come principale macro ambito di iniziativa dichiarano le seguenti finalità della propria iniziativa:
  14. 14. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Inclusione Sociale Gli attori che indicano l’inclusione sociale come macro ambito di iniziativa dichiarano le seguenti finalità della propria iniziativa:
  15. 15. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Formazione Gli attori che indicano la formazione come macro ambito di iniziativa dichiarano le seguenti finalità della propria iniziativa:
  16. 16. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Innovazione Tecnologica Gli attori che indicano l’innovazione tecnologica come macro ambito di iniziativa dichiarano le seguenti finalità della propria iniziativa:
  17. 17. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Aree di attività vs tipologia di attori Gli esperti e gli operatori della sharing economy sono stati classificati per macro ambiti di iniziativa.
  18. 18. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Aree di attività vs settore di attività Gli attori della sharing economy sono stati classificati per macro ambiti di iniziativa e settore di attività.
  19. 19. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca «Shared Mobility» a Milano 10000 utilizzatori  giornalieri di Bike  Sharing 2000 utilizzatori giornalieri del  Car Sharing tra Enjoy,Car2Go, Guide  me, E‐go, Twist Scooter Sharing e  Sharing vetture  elettriche introdotto  per EXPO 2015
  20. 20. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca «Shared Creativity» a Milano Makerspace+ Fablab 32 spazi di Co‐ working 6000 mq creatività:  riattivazione spazio ex‐ Ansaldo Incubatore per  makers dal 2016:  D’Azeglio FabriQ incubatore  #socinn
  21. 21. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca «Use and re‐use of spaces» a Milano 8 spazi di oltre 630 mq per  associazioni:  bando “Spazio ai Progetti” 24 alloggi dedicati all’ospitalità solidale 900mila € a favore di lavoratori autonomi:  Tira su la Cler8 nuovi giardini per un totale di  34mila mq
  22. 22. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca La «Shared Information» a Milano 300000 utenti del  servizio Wi‐fi messo a  disposizione attraverso  oltre 500 access points 30 Isole Digitali  distribuite nelle 9 zone della  città 237 Datasets aperti a  cittadini e imprese 495 adesioni al  progetto E015
  23. 23. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca «Collaborative Finance» a Milano >800mila € destinati  Crowdfunding civico per aiutare imprese e  associazioni  a finanziare le  proprie idee Fondazione welfare  ambrosiano  Credito solidale, microcredito,  anticipazioni  sociali, agenzia  per la locazione
  24. 24. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca «Open Government» a Milano 11 studi di architettura  forniscono proposte  concrete per la sistemazione  post‐Expo dell’area Piazza  Castello Food policy: politiche  cittadine relative al cibo nei  prossimi cinque anni e che  prevede  una consultazione  pubblica 9Mln € dedicati al  bilancio partecipativo Welfare di comunità migliora il sistema di  welfare domiciliareMilano Resilient city
  25. 25. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Agenda 1. Il percorso di Milano Sharing City 2. La consultazione pubblica 3. L’approvazione delle Linee Guida sulla Sharing Economy 4. La Mappatura degli attori della Sharing Economy 5. Prossimi passi
  26. 26. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca I prossimi passi 1. Ruoli e modalità di lavoro della rete della sharing economy #conchi 2. Survey per indirizzare il lavoro futuro 3. Gestione dello spazio di Vicolo Calusca 4. Un secondo incontro in vista della «Settimana della collaborazione»
  27. 27. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Il bando “Vicolo Calusca” Nel cuore di Milano, tra le Colonne di San Lorenzo e Piazza XXIV  Maggio, sorgerà un micro‐distretto volto a promuovere la sharing economy a Milano. Sarà un luogo di incontro tra cittadini e  imprese per informarsi e confrontarsi.
  28. 28. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Il bando in breve Il bando è rivolto ai soggetti partecipanti alla rete Milano Sharing City http://www.comune.milano.it/dseserver/webcity/garecontratti.nsf/WEBAll/A4 FB5975BCB46D7CC1257E770027DCB1?opendocument La proposta progettuale deve essere finalizzata a: • Promuovere dibattito pubblico sulla sharing economy • Favorire percorsi di informazione sulle nuove professioni emergenti della sharing economy; • Attivare uno sportello fisico e virtuale per approfondire gli aspetti inerenti la sharing economy; • Promuovere l’analisi e il monitoraggio degli impatti delle nuove forme d’innovazione e di sperimentazione della economia condivisa, • Rafforzare i collegamenti tra le imprese collaborative e le esperienze di cittadinanza attiva; • Ricercare sinergie con iniziative simili promosse in altri territori Concessione d’uso gratuito dell’unità immobiliare di Via Scaldasole n. 3‐5/Vicolo Calusca n. 10 per la durata di 2 anni decorrenti dalla stipula del contratto/convenzione Audience Finalità Oggetto
  29. 29. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Il bando in breve I soggetti proponenti dovranno presentare una proposta progettuale che comprenda: • le attività di animazione culturale che verranno svolte all’interno degli spazi sulla base delle finalità sopra descritte; • dotazione di allestimenti, attrezzature e materiali; • le modalità con cui si vogliono raggiungere gli obiettivi definiti • la tipologia di servizi offerti • gli orari di apertura al pubblico e servizi di consulenza/consultazione/condivisione offerti; • il progetto di comunicazione del nuovo spazio e dei servizi offerti. Il bando scade il 30.09.2015 Candidatura 1. Solidità del soggetto proponente 2. Partnership 3. Qualità della proposta di animazione culturale dello spazio 4. Valorizzazione della attività e della rete della sharing economy in termini di promozione e comunicazione Valutazione
  30. 30. Comune di Milano, Assessorato alle Politiche per Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca GRAZIE www.milanosmartcity.org www.lavoroeformazioneincomune.it www.facebook.com/comunemilano.lavoro

×