Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Explore Talks on "Open Innovation & Crowdsourcing": crowd-driven organizations

2,179 views

Published on

Durante l'Explore Talk on "Open Innovation & Crowdsourcing" Andrea Landini, cofounder e strategist di Coppa+Landini, si è concentrato su aspetti e caratteristiche che differenziano le logiche di "crowd" dalle logiche di "community", sul concetto di crowd-organization ed esempi di crowd-driven, presentando anche la nostra piattaforma proprietaria Plus.

Published in: Business
  • Be the first to comment

Explore Talks on "Open Innovation & Crowdsourcing": crowd-driven organizations

  1. 1. Immagine: Ultrabookitalia.net
  2. 2. Immagine: Ultrabookitalia.net
  3. 3. Immagine: Gizmodo, Kelsey Campbell-Dollaghan
  4. 4. Immagine: Gizmodo, Kelsey Campbell-Dollaghan Basse barriere all’entrata Accesso stratificato Uguaglianza Ruoli diversi Focus sul risultato Focus sui valori Socializzazione lenta Socializzazione rapida Anonimato e intercambiabilità Riconoscibilità
  5. 5. Definizione Un’organizzazione sostenuta da una “folla” di soggetti blandamente accoppiati tra di loro, dotati di una spontanea e autonoma capacità generativa, che raggiungono degli obiettivi comuni. (Joana Pereira – Gianluigi Viscusi – Christopher L. Tucci)
  6. 6. Obiettivi Accesso Ruoli
  7. 7. Crowd- driven Crowd-based Crowded
  8. 8. Immagine: Gizmodo, Kelsey Campbell-Dollaghan Tipologia Di cosa si tratta Quando è utile e come Crowd-driven (es. clienti che utilizzano Innocentive o Plus) La folla è controllata da un soggetto esterno e usata per raggiungere uno specifico risultato / realizzare dei compiti • Per realizzare task conosciute • Per processi di innovazione incrementali su prodotti, servizi, ambiti noti Crowd-based (es. Wikipedia, Kickstarter) Il controllo della folla è condiviso tra la folla stessa e un soggetto esterno • Per challenge senza limiti precisi • La folla da un contributo anche in termini di definizione del problema e dell’ambito di lavoro • Sfrutta il potenziale creativo della folla Crowded (es. One Billion Minds) La folla si auto-gestisce autonomamente tramite delle interazioni reciproche, le inibizioni sono minime • Per ambiti poco compresi ed inesplorati • Ricerca di nuovi trend di mercato, cambiamenti disruptive che stanno emergendo • E’ utile abbinare delle iniziative strutturate (voting, gamification)
  9. 9. Incentivi
  10. 10. - auto-gestione - assenza di controllo esterno - goal e modalità di partecipazione stabilite dai membrui - necessità di controllo (copyright, brand, reputazione) - goal specifici da raggiungere
  11. 11. Immagine: Gizmodo, Kelsey Campbell-Dollaghan
  12. 12. Immagine: Gizmodo, Kelsey Campbell-Dollaghan
  13. 13. Immagine: Gizmodo, Kelsey Campbell-Dollaghan
  14. 14. Immagine: Gizmodo, Kelsey Campbell-Dollaghan
  15. 15. Immagine: Gizmodo, Kelsey Campbell-Dollaghan
  16. 16. Immagine: Gizmodo, Kelsey Campbell-Dollaghan

×