Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Progetto ANGEL

23 views

Published on

Il progetto ANGEL è un progetto che consente il monitoraggio in remoto dello stile di vita motorio, del sonno e del peso corporeo.

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Progetto ANGEL

  1. 1. #FORUMPASANITÀ forumpasanita2019.eventifpa.it PREMIO
  2. 2. FORUM PA 2019 Premio PA sostenibile – II EDIZIONE 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 TITOLO DELLA SOLUZIONE PROGETTO “ANGEL” NOME DEL SOGGETTO PROPONENTE AMBULATORIO DI MEDICINA INTEGRATA - PROGETTO “ANGEL” - DIPARTIMENTO DI MEDICINA E SCIENZE DELL’INVECCHIAMENTO DELL’UNIVERSITÀ “G. D’ANNUNZIO” DI CHIETI-PESCARA ED ASL02 LANCIANO-VASTO-CHIETI - OSPEDALE “G. BERNABEO” DI ORTONA
  3. 3. FORUM PA 2019 Premio PA sostenibile – II EDIZIONE 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 IL GRUPPO DI LAVORO Giorgio Napolitano, endocrinologo, professore associato Alessandra Cimini, psicologa Andrea Di Blasio, dottore di ricerca in scienze del sistema motorio, ricercatore Anna D’Eugenio, medico nutrizionista Federica Lancia, laurea in scienze e tecniche delle attività motorie preventive ed adattate, borsista Laura Masini, biologo nutrizionista Massimo Rinaldi, chirurgo senologo esperto in agopuntura Simona Grossi, chirurgo senologo Teresa Morano, laurea in scienze e tecniche delle attività motorie preventive ed adattate, borsista Laboratorio di endocrinologia del Dipartimento di Medicina e Scienze dell’Invecchiamento dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara Personale medico ed infermieristico dell’U.O. di chirurgia generale ad indirizzo senologico dell’Ospedale “G. Bernabeo” di Ortona
  4. 4. FORUM PA 2019 Premio PA sostenibile – II EDIZIONE 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 PRESENTAZIONE DELLA SOLUZIONE 1/2 Breve descrizione della soluzione Il progetto “ANGEL” è riservato a donne trattate per carcinoma mammario e può essere inteso come estensione domicliare, continua, ed in modalità remota, del counseling sullo stile di vita effettuato presso l’AMBULATORIO DI MEDICINA INTEGRATA dell’Ospedale “G. Bernabeo” di Ortona, una volta superata la fase chirurgica. Il progetto “ANGEL” si attiva immediatamente dopo che le donne hanno ricevuto il counseling ambulatoriale sulla composizione corporea, sullo stile di vita motorio e su quello alimentare, ovvero, dopo che hanno ricevuto i consigli individualizzati, gli obiettivi da raggiungere e le strategie per ottenere gli obiettivi prefissati. Nello specifico, il progetto “ANGEL” consiste nell’utilizzo, da parte delle pazienti, dell’activity tracker POLAR LOOP (che si indossa al polso), scientificamente validato, e del tool online POLAR FLOW, che consente di scaricare, graficare ed interpretare i dati di attività fisica e sonno registrati tramite il POLAR LOOP e di ricevere feedback settimanali da parte del personale dell’AMBULATORIO DI MEDICINA INTEGRATA dell’Ospedale “G. Bernabeo” di Ortona che ha accesso al profilo di ciascuna donna. Il personale dell’AMBULATORIO, può fornire feedback personalizzati settimanali circa l’andamento quali-quantitativo di sonno, sedentarietà ed attività fisica, nonché controllare l’andamento del peso corporeo. Come suggerisce il nome stesso, il progetto “ANGEL” è un servizio che aiuta a proteggere la donna dall’insorgenza di quegli effetti collaterali che sono correlati ad un sonno e ad un’attività fisica quali-quantitativamente inadeguate. In aggiunta, il progetto “ANGEL” consente a donne e “tutori” di interagire. In aggiunta, grazie alla convenzione stipulata tra il Dipartimento di Medicina e Scienze dell’Invecchiamento e l’Università di Wollongong all’inizio di settembre 2019, a breve sarà disponibile in lingua italiana ed in versione aggiornata ed incrementata rispetto a quella presente sul link riportato tra parentesi (https://www.bra.edu.au/sportsbra/), una webapp utile a scegliere il reggiseno più appropriato all’esercizio fisico che si intende praticare, sia per donne in salute, sia per donne trattate per carcinoma mammario.
  5. 5. FORUM PA 2019 Premio PA sostenibile – II EDIZIONE 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 PRESENTAZIONE DELLA SOLUZIONE 2/2 Per chi è adatta / in che contesti o amministrazioni si può attuare Destinatarie primarie del progetto sono donne trattate per carcinoma mammario, nel periodo compreso tra i 5 mesi ed i 5 anni dall’intervento chirurgico che abbiano necessità di feedback personalizzati settimanali circa l’andamento quali-quantitativo di sonno, sedentarietà ed attività fisica, nonché di controllare l’andamento del peso corporeo. In aggiunta, il progetto “ANGEL” può essere tranquillamente esteso ad altre tipologie di pazienti il cui trattamento richieda l’intervento sullo stile di vita motorio e sul sonno, nonché il management ponderale, ovvero a pazienti affetti da altre tipologie di tumore, nonché da patologie endocrino-metaboliche e/o cardiovascolari. L’utilizzo della webapp https://www.bra.edu.au/sportsbra/ consentirà di raggiungere sia donne in salute, sia donne trattate per carcinoma mammario e di svolgere attività preventiva multilivello. Il progetto può essere attivato in tutti quegli ospedali, pubblici o privati, ed in tutte quelle cliniche, centri e studi professionali che presentano percorsi specialistici multidisciplinari che possono beneficiare del counseling sullo stile di vita motorio e sul sonno, nonché del loro monitoraggio continuo.
  6. 6. FORUM PA 2019 Premio PA sostenibile – II EDIZIONE 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 ANAGRAFICA DEL REFERENTE Nome e Cognome: Andrea Di Blasio Email: andiblasio@gmail.com Altre informazioni: ricercatore presso il Dipartimento di Medicina e Scienze dell’Invecchiamento dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara ha screenato e seguito oltre 500 donne trattate per carcinoma mammario di cui ha analizzato le relazioni esistenti tra le loro caratteristiche comportamentali (i.e. stile di vita motorio e sonno) ed il loro stato di salute al fine di ottimizzare l’intervento, nonché studiato gli effetti della pratica di diverse discipline motorie. Autore di numerosi articoli su riviste scientifiche con impact factor, nonché relatore a numerosi congressi di carattere nazionale ed internazionale.

×