Nuovo GOLD: dalla scheda catalogo alla multimedialità

1,380 views

Published on

Presentazione di Antonella Turchi, coordinatrice nazionale del Progetto GOLD dell'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica.

Seminario Regionale Veneto "GOLD 2009 - La documentazione didattica tra multimedialità e Web 2.0", 21 aprile 2009, ITIS "G. Marconi", Padova: http://storymat.wordpress.com/seminario-gold-2009/

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Nuovo GOLD: dalla scheda catalogo alla multimedialità

  1. 1. Nuovo GOLD: dalla scheda catalogo alla muldimedialità Antonella Turchi Padova 21 aprile 2009                                
  2. 2. Obiettivi della documentazione “L’obiettivo della documentazione è far conoscere ciò che è stato fatto per poter fare” “La documentazione è comunicazione di conoscenze, offerte sotto forma di dati elaborati con criteri rigorosi e procedure omogenee” (Paolo Bisogno – Il futuro della memoria. Elementi per una teoria della documentazione -1995)                                   
  3. 3. Rapporto UNESCO del 1996 (a cura di Jacques Delors) Importanza del significato dell’informazione e della documentazione nel sistema scolastico in funzione della qualità L’insegnamento deve fare i conti con la scuola parallela costituita dalla società dell’informazione                                   
  4. 4. 4 Verso una società dell’informazione e della conoscenza • Strategia di Lisbona (Consiglio Europeo, marzo 2000) “…diventare l’economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con i nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale” eEurope (per diffondere le TIC) eLearning (per l’integrazione della TIC nei sistemi d’istruzione) eGovernment (per rendere la pubblica amministrazione più veloce ed efficiente) eHealth (per migliorare i servizi di telesalute) “eDocumentation” ???                              
  5. 5. Perché documentare? --- Documentare per ricordare Documentare per valorizzare Documentare per formare Documentare per comunicare Documentare per prendere decisioni Documentare per informare Obiettivi della documentazione scolastica
  6. 6. 6 La documentazione tradizionale vs la documentazione multimediale Documentazione tradizionale Archiviazione/raccolta della documentazione cartacea Aderenza a standard biblioteconomici (thesaurus, liste di autorità, abstract) Prevalenza del codice scritto Finalità: conservazione Unico punto di vista (docente)
  7. 7. 7 La documentazione tradizionale vs la documentazione multimediale Documentazione multimediale Utilizzo di diversi tipi di codice (testuale, audiovisivo, interattivo) Coinvolgimento della parte cognitiva, affettiva e relazionale del soggetto Ipertestualità e navigazione per obiettivi Documentazione come processo di gestione della conoscenza (KM) Documentazione partecipata (docenti, alunni, dirigente, personale ATA, esperti esterni) Documentazione orientata all’utente e non autoreferenziale Finalità: condivisione, formazione, autovalutazione
  8. 8. 8 Web writing Digital writing Scrittura testuale per il web Web writing (Jakob Nielsen) Scrittura intesa come sinergia di codici • Brevità • Microcontent (titoli, sottotitoli semplici e informativi, link, ecc.) • Sintassi • Linguaggio riferito all’utente • Punteggiatura • Colore • Grassetto • Verdana
  9. 9. 9 GOLD GOLDGOLD è la banca dati Internet delle esperienze più innovative ed interessantiesperienze più innovative ed interessanti realizzate nelle scuole italiane di ogni ordine e grado (http://gold.indire.it)
  10. 10. 10 Gold e il progetto PR.i.MUL.E (Processi Innovativi Multimediali Educativi) Nato del 2006 da un processo di ricerca collaborativo INDIRE/IRRE: “Si può documentare senza nuovi linguaggi e senza tener conto delle nuove tecnologie?” “Si possono individuare strumenti e modalità innovativi per la rappresentazione della conoscenza” • I partner del progetto PR.I.MUL.E • INDIRE e IRRE (Istituti Regionali di Ricerca Educativa): – Basilicata – Calabria – Emilia-Romagna – Friuli-Venezia-Giulia – Lazio – Lombardia – Marche – Puglia – Sardegna – Sicilia – Toscana – Umbria – Valle d’Aosta – Veneto
  11. 11. 11 Gold e il progetto PR.i.MUL.E (Processi Innovativi Multimediali Educativi) Impariamo a stare bene e a fare insieme Istituto statale G. de Petra Casoli (CH) Versione cartacea - da GOLD Versione multimediale Un’esperienza eTwinning Il progetto GOLD prevede 2 livelli e la coesistenza della documentazione tradizionale e multimediale: 1° livello: Gold aperto a tutti 2° livello: Gold multimediale •
  12. 12. 12 Interrogativi sulla documentazione multimediale rispetto alle esperienze didattiche • disseminazione delle esperienze • trasferibilità dell’esperienza • costruzione collaborativa della conoscenza, • concetto di innovazione legato al contesto • L’esperienza deve essere “reale” o può rappresentare situazioni fittizie ma comunque evocative? • Costi elevati (tecnologie e competenze)
  13. 13. 13 Interrogativi sulla documentazione multimediale nella scuola •Chi documenta, il docente, gli studenti, l’esperto... Il punto di vista •Dobbiamo differenziare la documentazione a seconda del target •Come gestire i diritti della documentazione multimediale (filosofia del copyleft: gioco di parole su “copyright”, diritto d’autore, che non significa "libertà di copiare", ma possibilità di utilizzo citando la fonte • Problematica della privacy
  14. 14. 14 Interrogativi della documentazione multimediale nella scuola Concetto di “usabilità cognitiva”: è più importante essere efficaci nella comunicazione o rispondere ad un bisogno educativo? (L’usabilità cognitiva studia la relazione tra le caratteristiche degli spazi dinamici - interfacce utente - e i processi di percezione, attenzione, memoria, linguaggio) Concetto di accessibilità Concetto di Digital writing
  15. 15. 15 Grazie! Antonella Turchi Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica – ex INDIRE (a.turchi@indire.it)

×