Re(3) garda

534 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
534
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Re(3) garda

  1. 1. RE(3) Garda<br />Cooperazione Ambientale Parco Alto Garda<br />
  2. 2. Cooperazione Ambientale Parco Alto Garda<br />Costituzionedi un gruppodegliassessori e sindacidei 9 comuni del PAG nel 2010<br />Vengonoorganizzatiincontriregolari dove sicoordinal'attività e iprogettiambientali in partnerariato<br />Bacinodi 30.000 ab<br />Flussituristicistagionalidi 2.250.000 presenze<br />
  3. 3. Compostaggio Locale: Joraform<br />EducazioneAmbientaleComune<br />Propostarealizzazioneprogetto con Bigbelly Solar<br />Analisibacino PAG per verificarefattibilitàRaccoltaDifferenziataSpinta<br />Adesione al Bando “Promuovere la sostenibilità energetica dei comuni piccoli e medi”<br />ProgettiOperativi<br />
  4. 4. Joraform JK5100<br />Compostaggio Locale Collettivo<br />
  5. 5. Progetto del Parco Alto Garda<br />Il progetto consiste nella prima sperimentazione diffusa a livello nazionale di compostiere semi-industriali in ambito locale.<br />La sperimentazione dovrebbe partire entro il 2011 con la posatura di 15 macchine ed un budget stimato di 230.000€.<br />Ogni macchina ha un ciclo di vita di circa 20 anni con un risparmio per anno di smaltimento pari a circa 3000-4000€.<br />Il ROI è pari a circa 40-42000€ sull’intero ciclo di vita della macchina compostatrice.<br />
  6. 6. Copiare il Modello Svedese<br />
  7. 7. Separazione del materiale<br />
  8. 8. Dettaglio della Macerazione del rifiuto Organico<br />
  9. 9. Risultato finale del compostaggio: BioCompost<br />
  10. 10. Un modello da copiare per costituire un bacino virtuoso e sperimentale a livello nazionale<br />“AtervinningsRum” (“Case del Recupero di materia”)<br />
  11. 11. Piano di Investimento<br />
  12. 12. Metodi di Finanziamento<br />Finanziamento 50% mediante Programma STRUMENTO FINANZIARIO PER L'AMBIENTE LIFE + (2007-2013)<br />Predisposizione di un Protocollo di Intesa tra i 9 comuni con Capofila la Comunità Montana PAG<br />
  13. 13. Alimentato con Energia solare<br />Cestone con Compattatore integrato<br />
  14. 14. L'idea sviluppata con BigBelly Solar è quello di ridurre la frequenza di prelievo dei rifiuti depositati nei contenitori pubblici di raccolta.<br />Ma l'unico modo di farlo è quello di aumentare lo spazio disponibile. Ma non aumentando il volume del raccoglitore, bensì riducendo quello della spazzatura.<br />Realizzato come un normale contenitore di tipo chiuso che si trova nelle strade americane (che ha anche il vantaggio di non far entrare gli animali o di consentire alle persone di infilarci la mano), BigBelly Solar funziona come un compattatore riducendo il volume complessivo dei rifiuti. La sua capacità di ridurre il volume è pari a 5 volte.<br />Cos'è Bigbelly Solar?<br />
  15. 15. Sperimentazione<br />Un primo cestone è stato posizionato a Gardone Riviera presso piazza del Vittoriale con il risultato operativo di un cestone non viene svuotato dal 31-12-2010 ed è ad un terzo della sua capienza, quando normalmente avvenivano circa 3-4 svuotamenti settimanali.<br />Si ipotizza l’acquisto prima di inizio stagione di altri due cestoni da posizionare su lungolago Zanardelli in sostituzione di 4 cestoni tradizionali.<br />
  16. 16. Piano di Investimento<br />
  17. 17. Finanziamenti Progetto<br />Finanziamento 50% mediante Programma STRUMENTO FINANZIARIO PER L'AMBIENTE LIFE + (2007-2013)<br />Predisposizione di un Protocollo di Intesa tra i 9 comuni con Capofila la Comunità Montana PAG<br />
  18. 18. Un progetto in ottica comunitaria per i plessi scolastici e la cittadinanza<br />Progetto di Educazione Ambientale Comune<br />
  19. 19. Progetto in cantiere<br />Sono in ultimazione nel mese di marzo 2011 due progetti che verranno presentati in ambito di:<br />Comunicazione locale, volta principalmente ad informare e sensibilizzare i cittadini alla raccolta differenziata e all’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio;<br />Formazione coordinata di:<br />Scuola Primaria<br />Scuola Secondaria Inferiore<br />Insegnanti<br />Cittadinanza<br />
  20. 20. Progetti Proposti : FEE Italia<br />La FEE (FoundationforEnvironmentalEducation) è una Organizzazione non governativa che riunisce 60 Stati impegnati nella realizzazione dei suoi programmi di educazione, certificazione e gestione ambientale per la diffusione di pratiche e comportamenti eco-compatibili. <br /> I programmi FEE sono riconosciuti e apprezzati in ambito internazionale, come dimostrano gli accordi di partnership internazionale sottoscritti con le due Agenzie dell’Ambiente e del Turismo delle Nazioni Unite (UNEP e UNWTO).<br />
  21. 21. Progetti Proposti: Galleria della Natura<br />Siamo un gruppo di professionisti che ha maturato un’esperienza pluriennale nella realizzazione di attività di educazione e comunicazione ambientale.<br />Caterina Fasser<br />Marina Carletti<br />Erica Alghisi<br />Paolo Pioli<br />Ezio Carletti<br />Vittoria Pavoni<br />Andrea Altini<br />Stefano Cornali<br />Ci caratterizza un approccio positivo all'ecologia che ha l'obiettivo di far scoprire la bellezza e la ricchezza della natura, il fascino dell'osservazione e della scoperta, il piacere di scelte più rispettose dell'ambiente.<br />
  22. 22. Piano di Investimento<br />
  23. 23. Finanziamenti Progetto<br />Finanziamento Regione Lombardia – Assessorato Ambiente<br />Finanziamento Provincia di Brescia – Assessorato Ambiente<br />Finanziamento 2012 – CARIPLO (Educare alla Sostenibilità)<br />
  24. 24. Progetto di consulenza <br />Analisi Bacino Parco Alto Garda – Fattibilità PaP<br />
  25. 25. Progetto in cantiere<br />E’ in fase conclusiva anche il progetto che sta raccogliendo alcune proposte di consulenza esterna di bacino, realizzata da i gestori selezionati come i migliori a livello nazionale degli ultimi anni (Comuni Ricicloni 2008-2009-2010).<br />Il progetto di consulenza prevede:<br />Analisi bacino complessivo dei 9 comuni del parco<br />Proposta di modello di gestione della raccolta P.a.P<br />Proposta di modello di TIA studiato con tariffazione puntuale (secondo Codice Ambientale - d.lgs. n. 4/2008)<br />Attuazione di una fase iniziale di attivazione del modello con supervisione in completa sinergia con il gestore Garda Uno.<br />
  26. 26. Problematiche da risolvere nel modello<br />Alta percentuale di Forsu nella frazione di RSU;<br />Basso costo dello smaltimento della RSU in provincia di Brescia (in confronto alla prima provincia in Italia per RD Treviso siamo ad un rapporto di 80€/ton rispetto al 220€/ton;<br />Problematica relativa agli alti flussi turistici estivi che creano picchi di produzione ciclici;<br />Presenza di comuni sparsi con problematiche di viabilità;<br />Necessità di creazione di un modello di PaP con applicazione di TIA con tariffazione puntuale per premiare economicamente le utenze virtuose.<br />
  27. 27. Piano di Investimento<br />
  28. 28. Finanziamento Progetto<br />Finanziamento 50% mediante Programma STRUMENTO FINANZIARIO PER L'AMBIENTE LIFE + (2007-2013)<br />Predisposizione di un Protocollo di Intesa tra i 9 comuni con Capofila la Comunità Montana PAG<br />
  29. 29. Adesione al Bando diFondazioneCariplo– Linea Ambiente - PAES<br />Promuovere la sostenibilità energetica dei comuni piccoli e medi<br />
  30. 30. Progetto in cantiere<br />La Fondazione Cariplo, nel 2010, ha promosso un bando finalizzato a “Promuovere la sostenibilità energetica dei comuni piccoli e medi”, attraverso l’adesione al Patto dei Sindaci (CovenantofMayors) e la redazione di un Piano Strategico per l’Energia Sostenibile (PAES). Nel PAES i comuni dovranno definire le azioni da intraprendere per ridurre le emissioni di CO2 di oltre il 20% entro il 2020.<br />Il Bando sostiene i comuni piccoli e medi delle province delle Lombardia e delle province di Novara e Verbania nell’impegno a ridurre le emissioni climalteranti a livello locale, in particolare attraverso:<br />l’adesione formale al Patto dei Sindaci promosso dalla Commissione Europea;<br />la predisposizione di un inventario base delle emissioni di CO2 (baseline);<br />la redazione e l’adozione di un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES);<br />la predisposizione di un sistema di monitoraggio degli obiettivi e delle azioni previste dal PAES;<br />il rafforzamento delle competenze energetiche all’interno dell’Amministrazione comunale;<br />la sensibilizzazione della cittadinanza sul processo in corso.<br />
  31. 31. Patto dei sindaci – Cos’è?<br />Il Patto dei Sindaci (CovenantofMayors) è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea mirata a coinvolgere attivamente le città europee nel percorso verso la sostenibilità energetica ed ambientale. Questa iniziativa, di tipo volontario, impegna i comuni a predisporre Piani d’Azione finalizzati a superare gli obiettivi fissati dall’Unione Europea al 2020, riducendo di oltre il 20% le proprie emissioni di gas serra attraverso politiche locali che migliorino l’efficienza energetica, aumentino il ricorso alle fonti di energia rinnovabile e stimolino il risparmio energetico e l’uso razionale dell’energia. I Comuni sono inoltre tenuti a comunicare l’avanzamento della realizzazione delle azioni alla Commissione ogni due anni.<br />Attualmente circa 500 Comuni italiani, di cui oltre un centinaio in Lombardia, hanno aderito o sono in fase di ratifica del Patto.<br />
  32. 32. Piano di Investimento<br />
  33. 33. Finanziamento Progetto<br />Finanziamento 70% mediante Bando “Promuovere la sostenibilità energetica dei comuni piccoli e medi”<br />Il restante 30% è da inserire come costi interni del personale quindi risulta coperto finanziariamente al 100% dal BANDO CARIPLO<br />Predisposizione di un Protocollo di Intesa tra i 9 comuni con Capofila la Comunità Montana PAG<br />
  34. 34. Conclusione<br />Un ringraziamento a tutti i presenti per l'attenzione a me dedicata<br />Stefano Ambrosini<br />Innovazione Tecnologica ed Ecologia<br />Comune di Gardone Riviera<br />innovazione@comune.gardoneriviera.bs.it<br />

×