Pedagogia e salute Cornice teorica e concetti preliminari Relazione di Ada Manfreda www.adamanfreda.it  -  [email_address]...
In quali territori ci muoviamo? <ul><li>Pedagogia della salute :  si occupa di educazione e promozione della salute e di e...
Perché “pedagogia e salute”? <ul><li>Quando diciamo 'salute', cosa intendiamo propriamente? </li></ul><ul><li>Quale pedago...
Quale SALUTE: <ul><li>La definizione che propone l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) recita: “uno stato di beness...
Quale PEDAGOGIA <ul><li>La promozione della salute è funzione essenziale della prassi pedagogica </li></ul><ul><li>Una ped...
I due poli semantici <ul><li>Salute -> accezione positiva: </li></ul><ul><ul><li>Come  presenza  di benessere, qualità del...
La salute secondo Gadamer <ul><li>“ nonostante il suo carattere segreto, si percepisce però come una specie di senso di be...
Modello BIOMEDICO <ul><li>Dualismo strutturale: </li></ul><ul><ul><li>Mente vs corpo </li></ul></ul><ul><ul><li>Desease  v...
Modello BIOPSICOSOCIALE <ul><li>Proposto negli anni '70 da Engels </li></ul><ul><li>Approccio integrato, ispirato alla teo...
Quali sono i fattori? <ul><li>Patrimonio genetico </li></ul><ul><li>Genere </li></ul><ul><li>Età </li></ul><ul><li>Struttu...
Il contesto <ul><li>Il concetto di  contesto  è qui molto importante e noi lo assumiamo nella interessante e ampia definiz...
Contesti e attori della Salute <ul><li>Quali sono i contesti a cui la pedagogia della salute può guardare? </li></ul><ul><...
Significati e rappresentazioni <ul><li>I significati e le rappresentazioni mediano e filtrano costantemente la nostra cono...
Teoria delle  Rapppresentazioni Sociali <ul><li>Articola   il nesso tra fattori individuali e  fattori sociali, nella cost...
Cosa sono le R.S. <ul><li>Una forma di sapere pratico, l’elaborazione di un oggetto sociale da parte di una comunità, che ...
Promozione del benessere <ul><li>Qualità della vita (fattori quantitativi e qualitativi) </li></ul><ul><li>Empowerment </l...
Apprendere il BENESSERE <ul><li>L’apprendimento del benessere ha a che fare con l’essere  competente  nella vita quotidian...
Compiti di ricerca e intervento <ul><li>Proponiamo alcune delle questioni pedagogiche su cui è possibile condurre riflessi...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Pedagogia e Salute

5,567 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
5,567
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
283
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Pedagogia e Salute

  1. 1. Pedagogia e salute Cornice teorica e concetti preliminari Relazione di Ada Manfreda www.adamanfreda.it - [email_address] Laboratorio di “Pedagogia della salute” del prof. Salvatore Colazzo Dipartimento di Scienze Pedagogiche Psicologiche e Didattiche – Università del Salento Lecce, 7 dicembre 2009
  2. 2. In quali territori ci muoviamo? <ul><li>Pedagogia della salute : si occupa di educazione e promozione della salute e di educazione terapeutica del paziente </li></ul><ul><li>Pedagogia della medicina : riflessioni pedagogiche o di antropologia pedagogica in medicina; antropologia pedagogica dell'evento malattia e morte; educazione, comportamenti, stili di vita vs salute-malattia; pedagogia bioetica; impatti e prospettive educative delle conquiste della medicina </li></ul><ul><li>Pedagogia medica : problemi e tecniche di formazione dei medici e delle altre figure sanitarie. </li></ul>
  3. 3. Perché “pedagogia e salute”? <ul><li>Quando diciamo 'salute', cosa intendiamo propriamente? </li></ul><ul><li>Quale pedagogia per promuovere la salute? </li></ul>
  4. 4. Quale SALUTE: <ul><li>La definizione che propone l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) recita: “uno stato di benessere fisico, mentale e sociale e non solamente assenza di malattia o infermità”, nel quale quindi gli individui sono in grado di individuare e realizzare le proprie aspirazioni, soddisfare i propri bisogni, sviluppare strategie di adattamento all'ambiente entro cui vivono. </li></ul><ul><li>Il problema della salute si emancipa dalla gabbia medico-specialistica e si apre a considerazioni più vaste che coinvolgono dimensioni psicologiche, sociali, economiche, culturali, ecologiche e ambientali. </li></ul>
  5. 5. Quale PEDAGOGIA <ul><li>La promozione della salute è funzione essenziale della prassi pedagogica </li></ul><ul><li>Una pedagogia ecologico-sistemica: </li></ul><ul><ul><li>l'attualizzazione e l'espansione delle potenzialità dell'individuo è funzione dell'ambiente sociale e naturale. I nessi inestricabili che legano la vita degli uomini agli ambienti fisici e sociali motivano un approccio ecologico-sistemico ai temi e ai problemi della salute </li></ul></ul>
  6. 6. I due poli semantici <ul><li>Salute -> accezione positiva: </li></ul><ul><ul><li>Come presenza di benessere, qualità della vita, equilibrio, empowerment </li></ul></ul><ul><li>Salute -> accezione negativa: </li></ul><ul><ul><li>Come condizione fisica dell'organismo caratterizzata da assenza di patologie </li></ul></ul>
  7. 7. La salute secondo Gadamer <ul><li>“ nonostante il suo carattere segreto, si percepisce però come una specie di senso di benessere e ancora di più quando, in presenza di tale sensazione, siamo intraprendenti, aperti alla conoscenza, dimentichi di noi e quasi non avvertiamo neppure gli strapazzi e gli sforzi: questa è salute. La salute non consiste in una sempre crescente preoccupazione per se stessi, nel timore che le proprie condizioni fisiche oscillino, e nemmeno nell'inghiottire pillole amare [...]. La salute non è precisamente un sentirsi, ma un esserci, un essere nel mondo, un essere insieme agli altri uomini ed essere occupati attivamente e gioiosamente dai compiti particolari della vita” </li></ul><ul><li>( H.G. Gadamer, Dove si nasconde la salute , Cortina, Milano 1994, p. 122) </li></ul>
  8. 8. Modello BIOMEDICO <ul><li>Dualismo strutturale: </li></ul><ul><ul><li>Mente vs corpo </li></ul></ul><ul><ul><li>Desease vs illness (non pertinente) </li></ul></ul><ul><ul><li>“ la malattia è un evento fisico conoscibile in modo indipendente da prospettive e rappresentazioni, è un’entità che può essere presentata e analizzata in modo obiettivo. […] Le malattie hanno sede nel corpo fisico, sono biologiche e universali”. (F. Dovigo, Abitare la salute. Rappresentazioni e parole della cura, Franco Angeli, Milano 2004, p. 81) </li></ul></ul><ul><li>Visione organica e biologica della malattia </li></ul><ul><li>Approccio riduzionista </li></ul><ul><li>Nessi causa-effetto come sequenze unilineari nell'insorgenza della malattia </li></ul><ul><li>Paziente passivo (modello tecnico-forte/utente debole) </li></ul><ul><li>Il focus è la malattia </li></ul><ul><li>Il sintomo è il riscontro/conferma di un 'senso' che è dato a priori </li></ul>
  9. 9. Modello BIOPSICOSOCIALE <ul><li>Proposto negli anni '70 da Engels </li></ul><ul><li>Approccio integrato, ispirato alla teoria ecologico-sistemica </li></ul><ul><li>Integrazione degli aspetti psicologici, sociali, dei vissuti, e dei diversi livelli ambientali e contestuali </li></ul><ul><li>Malattia = risultato multifattoriale e multidimensionale, ossia dell'interdipendenza e interazione di più aspetti e più sistemi, in relazione tra loro, in prospettiva dinamico-processuale </li></ul><ul><li>Il focus è il malato </li></ul><ul><li>Il sintomo va interpretato, è un indizio di un 'senso' che va cercato e co-costruito </li></ul>
  10. 10. Quali sono i fattori? <ul><li>Patrimonio genetico </li></ul><ul><li>Genere </li></ul><ul><li>Età </li></ul><ul><li>Struttura di personalità </li></ul><ul><li>Famiglia </li></ul><ul><li>Etnia </li></ul><ul><li>Vita sociale </li></ul><ul><li>Classe sociale </li></ul><ul><li>Attività lavorativa </li></ul><ul><li>Condizioni di lavoro </li></ul><ul><li>Religione </li></ul><ul><li>Cultura </li></ul><ul><li>Reddito </li></ul><ul><li>Servizi sanitari </li></ul><ul><li>Sistema politico </li></ul><ul><li>Ambiente </li></ul>
  11. 11. Il contesto <ul><li>Il concetto di contesto è qui molto importante e noi lo assumiamo nella interessante e ampia definizione che ne hanno dato i linguisti Oswald Ducrot e Tzvetan Todorov, nel Dizionario enciclopedico delle scienze del linguaggio, e che qui riportiamo testualmente: “Contesto è l'insieme delle circostanze in mezzo alle quali si svolge un atto di enunciazione (scritto o orale). [...] l’ambiente fisico e sociale dove quest’atto ha luogo, l’immagine che ne hanno gli interlocutori, l’identità di questi, l’idea che ciascuno si fa dell’altro (ivi compresa la rappresentazione che ciascuno possiede di ciò che l’altro pensa di lui), gli avvenimenti che hanno preceduto il Fatto di enunciazione (soprattutto le relazioni che hanno avuto in precedenza gli interlocutori, e più ancora gli scambi di parola entro i quali si inserisce l’enunciazione in questione)”. </li></ul>
  12. 12. Contesti e attori della Salute <ul><li>Quali sono i contesti a cui la pedagogia della salute può guardare? </li></ul><ul><li>Quali sono gli attori a cui la pedagogia della salute può riferirsi? </li></ul>
  13. 13. Significati e rappresentazioni <ul><li>I significati e le rappresentazioni mediano e filtrano costantemente la nostra conoscenza, quello che noi apprendiamo, le nostre interpretazioni, le nostre relazioni </li></ul><ul><li>Ciò vale tanto per i destinatari del nostro intervento, quanto per noi stessi che lo realizziamo </li></ul>
  14. 14. Teoria delle Rapppresentazioni Sociali <ul><li>Articola il nesso tra fattori individuali e fattori sociali, nella costruzione di rappresentazioni che mediano costantemente le risposte comportamentali dei soggetti di fronte alle questioni quotidiane legate alla propria esistenza, comprese quelle di salute. </li></ul><ul><li>Evidenzia la natura sociale e collettiva della comprensione che ciascuno ha di se stesso e del mondo, si concentra sulle concezioni condivise e sui modi attraverso cui si formano, si diffondono, si evolvono </li></ul>
  15. 15. Cosa sono le R.S. <ul><li>Una forma di sapere pratico, l’elaborazione di un oggetto sociale da parte di una comunità, che permette ai suoi membri di comportarsi e di comunicare in modo comprensibile </li></ul><ul><li>Teorie ingenue (Moscovici), forme di sapere del senso comune grazie a cui gli appartenenti ad una data cultura si orientano e fanno fronte alle situazioni di vita quotidiana e sociale </li></ul><ul><li>Organizzano i codici attraverso cui si realizza la comunicazione sociale e gli scambi interpersonali </li></ul><ul><li>Rilevanza per la pedagogia della salute: le rappresentazioni di salute, di malattia, di corpo e del suo ruolo </li></ul>
  16. 16. Promozione del benessere <ul><li>Qualità della vita (fattori quantitativi e qualitativi) </li></ul><ul><li>Empowerment </li></ul><ul><li>Autoefficacia </li></ul><ul><li>Coping </li></ul><ul><li>Sostegno sociale </li></ul><ul><li>Il benessere è anche relazionale. Murrell, a tal proposito sostiene che il benessere “non appartiene al singolo ma al sistema e che di riflesso il malessere deriverebbe da un mancato accomodamento intersistemico tra i gruppi a cui partecipa il singolo soggetto”. </li></ul>
  17. 17. Apprendere il BENESSERE <ul><li>L’apprendimento del benessere ha a che fare con l’essere competente nella vita quotidiana rispetto a sé, agli altri, alle relazioni, ai contesti di vita e di lavoro, in una prospettiva di salute che vuol dire fondamentalmente equilibrio . Il modello della competenza considera il continuum benessere-malessere, pensando possibili interventi volti a promuovere migliori condizioni di vita sia per chi è malato, sia per chi sta bene, compiendo un passaggio importante dalla idea di prevenzione a quella di promozione. </li></ul>
  18. 18. Compiti di ricerca e intervento <ul><li>Proponiamo alcune delle questioni pedagogiche su cui è possibile condurre riflessioni, ricerche ovvero interventi educativi e formativi: </li></ul><ul><ul><li>Quali definizioni o culture della salute esistono in una data popolazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Quali sono i significati attribuiti alla salute (e quindi alla malattia e al trattamento medico) </li></ul></ul><ul><ul><li>Come tali significati sono costruiti socialmente </li></ul></ul><ul><ul><li>Quale è il rapporto tra rappresentazioni sociali e le rappresentazioni scientifiche e professionali </li></ul></ul><ul><ul><li>Come tali differenze agiscono sulla relazione medico-paziente, la compliance, l'efficacia terapeutica, il successo dei programmi di prevenzione e promozione della salute presso le persone in genere </li></ul></ul>

×