Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Disegnare l'apprendimento: un modello dinamico. Emem 2018

80 views

Published on

Questo articolo raccoglie l’esperienza sul campo dell’autore come insegnante e come docente formatore in questi anni di riforme profonde della società e della scuola italiana. Dopo una breve analisi delle necessità formative dei futuri cittadini dell’attuale società dell’incertezza, si esaminano le pratiche di progettazione didattica in atto. Si propone poi una riflessione sulla valorizzazione dei collegamenti fra i micro-, meso- e macro- apprendimenti sia dal punto di vista dei discenti che da quello delle istituzioni per ridisegnare i percorsi formativi mediante la creazione di curricoli dinamici ed una progettazione flessibile, adeguata a potenziare e migliorare i risultati formativi.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Disegnare l'apprendimento: un modello dinamico. Emem 2018

  1. 1. DISEGNARE L’APPRENDIMENTO UN MODELLO DINAMICO PER PIANIFICARE PERCORSI DAL MICRO- AL MESO- AL MACRO-LEARNING FLAVIA GIANNOLI, DOCENTE FORMATORE MIUR, ITALIA
  2. 2. Indice:  Necessità formative dei futuri cittadini dell’attuale società dell’incertezza e pratiche di progettazione didattica in atto.  Valorizzazione dei collegamenti fra i micro-, meso- e macro- apprendimenti per ridisegnare i percorsi formativi  Creazione di curricoli dinamici  Progettazione flessibile per potenziare e migliorare i risultati formativi  Conclusioni 2 Flavia Giannoli - EMEM ITALIA 2018 - Siel
  3. 3. Risultati del percorso di istruzione in Italia Inchiesta del Sole24ore pubblicata nel dicembre 2017  I titoli di studio e le qualifiche italiani forniscono un’indicazione molto debole delle reali competenze e abilità degli studenti e dei lavoratori che li possiedono  Il 35% delle persone fa un lavoro che non ha nulla a che vedere con il percorso di studi che ha fatto.  Le offerte di lavoro rimangono spesso nascoste a chi non ha un network personale e/o familiare Flavia Giannoli - EMEM ITALIA 2018 - Siel 3 I dati delle rilevazioni nazionali (Invalsi) ed internazionali (Ocse-Pisa) degli apprendimenti degli studenti italiani: decisamente sotto la media estera
  4. 4. Bauman Conversazioni sull’educazione  società sempre connessa, dei giochi e delle relazioni virtuali  comportamento violento perpetrato da chi si sente “escluso dal gioco”  i giovani visti come una sorta di “bidone dei rifiuti” per l’industria dei consumi  disabilità, anormalità e minoranza rappresentano problemi politici Flavia Giannoli - EMEM ITALIA 2018 - Siel 4 il ruolo dell’educazione interpella come non mai gli educatori e l’arte di insegnare si radica nello sforzo di comprensione reciproca come fonte di creatività
  5. 5. Moren Insegnare a vivere  Crisi multidimensionale  imparare a comprendere per conoscere  riconoscimento della complessità umana, per non trovarsi disarmato e strumentalizzato Flavia Giannoli - EMEM ITALIA 2018 - Siel 5
  6. 6. Focalizzazione sulla Comunità di apprendimento Didttica per competenze Flavia Giannoli - EMEM ITALIA 2018 - Siel 6 Unità Formative Didattica attiva Autentica
  7. 7. Microeducation 7  Ambienti di apprendimento blended  Flipped classroom  E-learning  Curriculum mapping World Economic Forum, New Vision for Education (2015)
  8. 8. Mesoeducation 8  Gli apprendimenti individuali si innestano nel quadro istituzionale degli apprendimenti formali  si intersecano con gli apprendimenti socio culturali e quelli delle organizzazioni complesse  notevole aumento della produzione e della circolazione dei contenuti dell’apprendimento  gestione funzionale e flessibile dei Team e migliorare I flussi operativi
  9. 9. Macroeducation 9  Il profilo educativo dell’allievo è il punto di convergenza dell’azione educativa e formativa della scuola e si riferisce alla persona come soggetto unitario  I risultati dell’apprendimento vengono riferiti ai livelli di competenza europea EQF  obblighi di dematerializzazione trasparenza per le scuole  Rapporto di Autovalutazione, Piano di Miglioramento Quality improvement
  10. 10. Le persone  Il curricolo è responsabilità (anche dei discenti)  Livelli di competenza europei (EQF) spendibili nel mondo del lavoro  L'apprendimento degli studenti è autentico e si dipana a spirale nel tempo (micro)  L’apprendimento è un puzzle di competenze complesso e personalizzato di esperienze di apprendimento formale, ma anche informale e non-formale da parte dei singoli (meso)  L’allievo deve imparare ad imparare, per sapersi informare e formare lungo tutto l’arco della vita, muovendosi in modo responsabile ed autonomo nella società del XXI secolo (macro) Flavia Giannoli - EMEM ITALIA 2018 - Siel 10
  11. 11. Le istituzioni scolastiche  sono soggetti in formazione che apprendono e verificano periodicamente i propri apprendimenti (micro)  promuovono una cultura della qualità, tesa al miglioramento continuo dei processi educativi e dell’offerta formativa (meso)  e la complessità dei rapporti socio economici con il territorio di riferimento cambiano radicalmente il metodo di approccio al problema educativo (macro) 11
  12. 12. Grazie! 12
  13. 13. Risorse Bibliografia  Bauman Z. (2012). Conversazioni sull’educazione. Trento: Edizioni Erickson.  Calvani A., Fini A., Ranieri M. (2010) La competenza digitale nella scuola. Trento: Edizioni Erickson.  Capogna S. (2014) Scuola, Università, elearning: un’analisi sociologica. Roma: Armando Editore.  Castoldi M. (2013). Progettare per competenze. Roma: Carocci Editore.  Colombo, M. (2008). E-learning e cambiamenti sociali. Dal competere al comprendere. Napoli: Liguori Editore.  Glaser, R. (1987). Thoughts in expertise. In C. Schooler, & K.W. Schaie (Eds.), Cognitive functioning and social structure over the life course (pp. 81-94). Norwood, NJ: Ablex.  Johnson D., Johnson R., Holubec E. (1996). Apprendimento cooperativo in classe. Trento: Edizioni Erickson.  Morin E. (2015). Insegnare a vivere. Varese: Raffaello Cortina Editore. Pubblicazioni  Hug, Theo. (2005). Microlearning: A New Pedagogical Challenge. Conference Microlearning 2005: Learning & Working in New Media Environments, Innsbruck (Austria)  Rete veneta per le competenze (2011). RVC: Linee guida per la pratica didattica, la valutazione e la certificazione Siti e risorse online  Ciclo di Deming (n.d.). In Wikipedia. Retrieved February 20, 2018, from https://it.wikipedia.org/wiki/Ciclo_di_Deming  Comoglio M. Insegnare e valutare competenze. Retrieved February 20, 2018, from http://www.fermimn.gov.it/formazione/materiali/comoglio_insegnare-e-valutare-competenze.pdf  Creatrix Campus. Curriculum management. Retrieved February 20, 2018, from https://www.creatrixcampus.com/curriculum-management-software  Innovative Design, Retrieved February 20, 2018, from http://www.innovazioneinclasse.it/  World Economic Forum (2015). What are the 21st-century skills every student needs? Retrieved February 20, 2018, from https://www.weforum.org/agenda/2016/03/21st-century-skills-future-jobs-students/ 13

×