“Capitale umano e creazione
di impresa”
Progetto di ricerca-intervento sulla valutazione e sviluppo
del potenziale dei neo...
IL GRUPPO DI LAVORO:
Dip. Ingegneria gestionale
- Prof. Marco Cantamessa
- Prof. Emilio Paolucci
- Alessandra Colombelli
P...
IL FOCUS: LE START UP E IL NEO-IMPRENDITORE
LA START-UP PER LA
LEGISLAZIONE ITALIANA
Team composto da coloro che hanno
par...
LE DOMANDE DI RICERCA:
1. Da che cosa
dipende il
successo di una
start-up?
2. Quanto
contano le
caratteristiche
personali ...
OUTPUT E DELIVERABLES:
1 modello dei fattori intangibili alla base del successo di
una neo-impresa
processo per la diagnos...
LE FASI DELLA RICERCA:
0
Analisi
letteratura
1
Interviste
con opinion
maker
ott-dic 12 gen-mar 13 apr-sett 13 ott-dic 13
2...
ANALISI DELLA LETTERATURA:
0 1 2 3
• Esame della letteratura internazionale psicologica e di
management sulle variabili in...
INTERVISTE CON OPINION LEADER:
0 1 2 3
• Coinvolgimento di circa 20 opinion-leader italiani, espressione di
chi opera nel ...
PROGETTAZIONE DELLA METODOLOGIA:
0 1 2 3
• Selezione e descrizione di circa 25 variabili
• Costruzione del data base di st...
VARIABILI SCELTE:
Capitale umano
Disposizioni/tratti
Competenze
comportam
Competenze
tecniche
Capitale
organizzativo
Compo...
SETTING DIAGNOSTICO:
Tutti gli imprenditori di ogni start-up saranno coinvolti in una sessione
di diagnosi di 4 ore, che p...
NEXT STEP: VERIFICHE SUL CAMPO
0 1 2 3
• Telemarketing su 250 start up con redemption pari a:
- 50 imprese aderenti
- 100-...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Ricerca su Capitale Umano e Start up

637 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
637
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
100
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ricerca su Capitale Umano e Start up

  1. 1. “Capitale umano e creazione di impresa” Progetto di ricerca-intervento sulla valutazione e sviluppo del potenziale dei neo-imprenditori
  2. 2. IL GRUPPO DI LAVORO: Dip. Ingegneria gestionale - Prof. Marco Cantamessa - Prof. Emilio Paolucci - Alessandra Colombelli Project management - Alessandro Mercuri - Alberto Carpaneto - Michela Carossa - Daniele Monti Dip. Psicologia - Prof. Claudio Cortese - Prof. Chiara Ghislieri - Monica Mollino Sedi Unimpiego sul territorio - Riccardo Rosi - Giovanna Sogno
  3. 3. IL FOCUS: LE START UP E IL NEO-IMPRENDITORE LA START-UP PER LA LEGISLAZIONE ITALIANA Team composto da coloro che hanno partecipato alla fondazione della impresa e si occupano delle principali funzioni aziendali. Letteratura: Cooney, 2005; Tihula et Pasamen, 2006; Harper, 2008; Stumpf et al. 2002 L’IMPRENDITORE E’ IL TEAM IMPRENDITORIALE
  4. 4. LE DOMANDE DI RICERCA: 1. Da che cosa dipende il successo di una start-up? 2. Quanto contano le caratteristiche personali del neo- imprenditore? 3. Quali sono queste caratteristiche imprenditoriali? 4. Come si possono analizzare per prevedere il successo di una start up?
  5. 5. OUTPUT E DELIVERABLES: 1 modello dei fattori intangibili alla base del successo di una neo-impresa processo per la diagnosi del potenziale del neo- imprenditore kit di strumenti per la diagnosi del potenziale imprenditoriale a disposizione di start-up, incubatori, venture capitalistl, business angels, servizio pubblico 2 3
  6. 6. LE FASI DELLA RICERCA: 0 Analisi letteratura 1 Interviste con opinion maker ott-dic 12 gen-mar 13 apr-sett 13 ott-dic 13 2 Progettaz. metodologia di diagnosi 3 Verifiche sul campo
  7. 7. ANALISI DELLA LETTERATURA: 0 1 2 3 • Esame della letteratura internazionale psicologica e di management sulle variabili intangibili alla base del successo delle start-up • Classificazione di tutte le variabili in fattori di: 1) capitale umano (caratteristiche psicologiche e competenze professionali del neo-imprenditore) 2) capitale sociale (rete di relazioni del neo-imprenditore) 3) capitale organizzativo (caratteristiche di insieme del team di neo-imprenditori)
  8. 8. INTERVISTE CON OPINION LEADER: 0 1 2 3 • Coinvolgimento di circa 20 opinion-leader italiani, espressione di chi opera nel campo della creazione di impresa (venture capitalist, business angels, funzionari di servizi pubblici per l’impiego, responsabili di incubatori accademici e privati, ecc.) • Contestualizzazione dei risultati della ricerca internazionale sulle start-up rispetto al caso Italia (visione ecologica del fare impresa)
  9. 9. PROGETTAZIONE DELLA METODOLOGIA: 0 1 2 3 • Selezione e descrizione di circa 25 variabili • Costruzione del data base di start-up da coinvolgere (circa 250 fra estrazione da Elenco CCIAA delle start up innovative e segnalazione degli opinion maker) • Costruzione degli strumenti di diagnosi del potenziale e del relativo processo di diagnosi
  10. 10. VARIABILI SCELTE: Capitale umano Disposizioni/tratti Competenze comportam Competenze tecniche Capitale organizzativo Composizione team Asset organizzativi Capitale sociale Reputation Network
  11. 11. SETTING DIAGNOSTICO: Tutti gli imprenditori di ogni start-up saranno coinvolti in una sessione di diagnosi di 4 ore, che prevede: TEST «CARTA E MATITA» DI CIRCA 150 ITEMS TRATTI PSICOLOGICI ASSESSMENT CON 1-2 PROVE INDIV. O DI GRUPPO COMPETENZE QUESTIONARIO SOCIO-DEMO DI CIRCA 30 DOMANDE CARATTERISTICHE TEAM IMPRENDITORIALE, TRATTI ORGANIZZATIVI, NETWORK
  12. 12. NEXT STEP: VERIFICHE SUL CAMPO 0 1 2 3 • Telemarketing su 250 start up con redemption pari a: - 50 imprese aderenti - 100-120 imprenditori • Sessioni di diagnosi con gruppi start-up e con durata 4 ore nelle seguenti città: 1-2 a Torino 1-2 a Milano 1 a Vicenza o Treviso o Padova o Mestre 1 a Bologna o Modena o Parma o Reggio Emilia 1 a Roma o Palermo • Elaborazione dati e restituzione report agli interessati a 30 gg da sessione ott-dic 13 ottobre 13 nov-dic 13 dic 13- gen 14

×