A cura di :
Alessandro Palestini
Criteri di Ripartizione del Budget
Comunale
- Executive Summary -
Alessandro Palestini © 2010
Il Bilancio Partecipato
Il Bilancio Partecipato è un’espressione della partecipazione dei
citt...
Alessandro Palestini © 2010
Metodologia Proposta
E’ ragionevole pensare che il budget disponibile non si a sufficiente per...
Alessandro Palestini © 2010
Scelta dei Driver
La scelta dei driver è l’aspetto più delicato della metodologia poiché deter...
Alessandro Palestini © 2010
Allocazione Budget
L’allocazione del Budget seguirà l’ordine decrescente del ranking fino all’...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Metodologia bilancio partecipato

633 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
633
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Metodologia bilancio partecipato

  1. 1. A cura di : Alessandro Palestini Criteri di Ripartizione del Budget Comunale - Executive Summary -
  2. 2. Alessandro Palestini © 2010 Il Bilancio Partecipato Il Bilancio Partecipato è un’espressione della partecipazione dei cittadini nelle azioni di governo della città di San Benedetto del Tronto. Questo strumento serve a far fronte alle richieste portate avanti dalla popolazione per mezzo dei Comitati di Quartiere. Bilancio Partecipato E’ opportuno non considerare le richieste di interventi di manutenzione ordinaria in quanto questa deve essere garantita dall’amministrazione a priori in quanto servizio minimo per il corretto uso delle infrastrutture. Pertanto è consigliabile l’utilizzo di procudure d’assegnazone dei finanziamenti trasparenti ed eque al fine di garantire gli intenti partecipativi dell’iniziativa Introduzione:
  3. 3. Alessandro Palestini © 2010 Metodologia Proposta E’ ragionevole pensare che il budget disponibile non si a sufficiente per tutte le necessità manifestate dunque la metodologia proposta ha come obiettivo l’equa ripartizione del budget disponibile tra le richieste presentate individuando delle priorità di assegnazione delle risorse. Presentazione richieste Assegnazione priorità Allocazione Budget Step metodologici: Il modello di assegnazione proposto è un adattamento della metodologia Zero Based Budget che si occupa di gestire l’ammontare e l’assegnazione delle spese discrezionali I comitati di quartiere sono tenuti a presentare le loro richieste di finanziamento descrivendo, per ciasucna, l’area d’intervendo, la stima dei tempi e costi ed i benefici attesi . Il ranking delle richieste avverà attraverso la ponderazione di diversi driver che stabiliranno le priorità d’intervento Il Budget verrà allocato secondo le priorità determinate
  4. 4. Alessandro Palestini © 2010 Scelta dei Driver La scelta dei driver è l’aspetto più delicato della metodologia poiché determina il ranking delle priorità per le richieste presentate. Driver Proposti: 𝒏° 𝑩𝒆𝒏𝒆𝒇𝒊𝒄𝒊𝒂𝒓𝒊 𝑪𝒐𝒔𝒕𝒐 𝒅𝒆𝒍𝒍′ 𝑶𝒑𝒆𝒓𝒂 Redditività Sociale n° Beneficiari: abitanti del quartiere più portatori di interessi (i.e.: impiagati degli uffici, studenti delle scuole …) Costo dell’Opera: stima effettuata dai tecnici del comune sul Total Cost of Ownership dell’Opera 𝑩𝒖𝒅𝒈𝒆𝒕𝑪(𝒕−𝟏) 𝑩𝒖𝒅𝒈𝒆𝒕𝑸(𝒕−𝟏) Bilanciamento della Spesa BudgetC(t-1): Budget Comunale disponibile per il Bilancio partecipato nell’anno precedente BudgetQ(t-1): Budget allocato al quartiere nell’anno precedente Ranking Redditività Sociale Bilanciamento della Spesa
  5. 5. Alessandro Palestini © 2010 Allocazione Budget L’allocazione del Budget seguirà l’ordine decrescente del ranking fino all’easurimento delle risorse disponibili. Ogni quartiere non può vedersi allocare più di 2/(N) del Budget (dove N è il numero quartieri) Ranking Quartiere 2 Quartiere NQuartiere 1 1 2 m m -1 Richiesta Quartiere 1 (20 $) Richiesta Quartiere 2 (25 $) Richiesta Quartiere N (3 $) Richiesta Quartiere 1 (7 $) Richiesta non soddisfatta a causa dell’esaurimento del budget Budget (100)

×