L'unione europea

3,763 views

Published on

Realizzato dalle classi 2 A e 2E

Published in: Education
  • Be the first to comment

L'unione europea

  1. 1. L’UNIONE EUROPEA
  2. 2.  L’Unione Europea (UE) è un’organizzazione che riuniscemolti paesi europei, allo scopo di promuoverne l’integrazioneeconomica e politica, e favorire lo sviluppo economico e sociale dei loro cittadini.
  3. 3. COSTRUZIONE DELL’UNIONE EUROPEA, DAL TRATTATO DI ROMA DEL 1957, ALLA FIRMA DELLA COSTITUZIONE EUROPEA IL 28 OTTOBRE 2004…………
  4. 4. 1957 - 1973 Il 25 marzo 1957 sei  Nel luglio 1967 la Paesi europei firmano il Comunità Economica Trattato di Roma, che Europea diventa Comunità istituisce la Comunità Europea (CE). Il 1° Economica Europea (CEE). gennaio 1973 tre nuovi I paesi sono: Belgio, paesi sono ammessi a Francia, Germania farne parte: Regno Unito, Occidentale, Italia, Irlanda e Danimarca. La Lussemburgo e Paesi Norvegia, che aveva chiesto Bassi. È il primo passo lammissione, deve ritirare verso la costruzione la domanda: i cittadini dell’unità europea. norvegesi infatti rifiutano ladesione con un referendum.
  5. 5. 1981 - 1986 Nel 1981 la Grecia  Nel 1986 la diventa il decimo Comunità Europea stato membro della si espande a sud: il Comunità Europea. 1° gennaio entrano a farne parte Portogallo e Spagna.
  6. 6. 1995 - 2004 Nel 1992 la Comunità  Nel 2004 altri 10 paesi Europea diventa Unione entrano a far parte Europea (UE). Il 1° dellUnione Europea, gennaio 1995 il numero portando il numero dei degli stati membri sale a paesi membri a 25: Cipro, 15, con lingresso di tre Estonia, Lettonia, nuovi paesi: Austria, Lituania, Malta, Polonia, Finlandia e Svezia. Ancora Repubblica Ceca, una volta la Norvegia, che Repubblica Slovacca, pure aveva chiesto Slovenia e Ungheria. lammissione alla UE, è costretta a ritirare la domanda per il voto contrario della popolazione. Alcuni paesi dell‘ Europa dellEst chiedono lammissione alla UE.
  7. 7. Anno 2007Nel 2007 entrano nell’Unione Europea Bulgaria eRomania.Oggi L’UE conta, dunque, 27 Stati membri. Nelpanorama internazionale l’UE è davvero un gigante:Per popolazione e per produzione economica.
  8. 8. L’allargamento dell’UE: un processo non concluso Diversi paesi sono in lista di attesa. Sono candidati all’adesione anche Turchia, Croazia, Macedonia, Islanda, Montenegro, Albania e Serbia.
  9. 9. Perché una Costituzione Europea? La Costituzione Europea è stata scritta al fine di “costruire” un’ Europa democratica e al servizio degli europei. Essa offre una serie di regole atte a garantire: - il rispetto di determinati valori (libertà, uguaglianza, democrazia…) ; - un modello di società fondata sulla tolleranza, sulla giustizia… ; - le libertà fondamentali (libera circolazione delle persone, delle merci, dei servizi …) ; - la cittadinanza europea ; - i diritti fondamentali dell’uomo (diritto alla vita, libertà di pensiero, proibizione alla tortura …)
  10. 10. LA COSTITUZIONE EUROPEAI capi di Stato e di Governo dei 25paesi membri dell’UE
  11. 11. Il trattato di Lisbona e la Costituzione L’Unione Europea, che riunisce 27 paesi Europea e quasi mezzo miliardo di persone, col trattato di Lisbona del 2007, si è data regole nuove che possono rendere più facile il cammino di una comunità diventata molto più grande. Il trattato chiude il complesso processo d’integrazione dell’Europa a 27 Stati iniziato nel 2004 con la firma della nuova Costituzione Europea, che si riprometteva di affrontare i problemi a livello europeo con una comune visione in molti ambiti e un avvicinamento delle legislazioni dei singoli Stati nelle materie più importanti.
  12. 12. COMMISSIONE EUROPEA CONSIGLIO DEL’UNIONE EUROPEA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA
  13. 13. COMMISSIONE EUROPEA
  14. 14. CONSIGLIO DELL’UNIONE E
  15. 15. CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA
  16. 16. L’ Unione Europea è natacon l’intento di garantire acoloro che ne fanno parte unfuturo fondato su VALORICOMUNI. Due valori a fondamento dell’Europa: pace e diritti umani
  17. 17. Articolo 17E’istituita una cittadinanza europea.E’ cittadino dell’Unione chiunqueabbia la cittadinanza di uno Statomembro. La cittadinanza dell’Unionecostituisce un complemento dellacittadinanza nazionale.
  18. 18. Quali sono i diritti dei cittadini europei? I diritti sono scritti nella Carta dei diritti fondamentali dell’ Unione Europea. Ora ne vedremo alcuni …
  19. 19. Dignità umana I diritti fondamentali sono il rispetto della vita e della dignità umana. La libertà è molto importante! Per questo l’Unione Europea rifiuta la pena di morte, la schiavitù e la tortura.
  20. 20. Libertà di pensiero È molto importante il diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione, di espressione e d’informazione.
  21. 21. Istruzione e lavoro Avere il diritto all’ istruzioni e al lavoro, cui sono connesse la condanna del lavoro minorile e le garanzie sindacali per i lavoratori.
  22. 22. Uguaglianza• Tutte le persone sono uguali davanti alla legge e non bisogna fare distinzioni. L’Unione europea rispetta la diversità culturale, religiosa e linguistica.
  23. 23. Infanzia• I bambini hanno diritto alla protezione e alle cure per il proprio benessere.• Possono esprimere liberamente tutto quello che vogliono.• Hanno il diritto di avere relazioni con entrambi i genitori.
  24. 24. Salute• Ogni individuo ha il diritto di accedere alla prevenzione sanitaria e di ottenere cure mediche.
  25. 25. CARTA COMUNITARIA DEI DIRITTI SOCIALI FONDAMENTALI.
  26. 26. LA CARTA COMUNITARIA DEI DIRITTI SOCIALI FONDAMENTALI DEFINISCE I DIRITTI DEI LAVORATORI: Libera circolazione. Uguale retribuzione e trattamento tra uomini e donne. Sicurezza sul lavoro. Lotta contro il lavoro minorile. Tutela dei disabili e degli anziani.
  27. 27. POLITICHE DI INNOVAZIONE: Sviluppo sostenibile; politiche energetiche; innovazione tecnologica; istruzione; ricerca.
  28. 28. IL PROTOCOLLO DI KYOTO.
  29. 29. POLITICHE AMBIENTALI. Nel 2002 l’ UE ha sottoscritto il Protocollo di Kyoto. L’UE si è impegnata a ridurre le proprie emissioni di gas serra dell’ 8% entro il 2012. Questo obiettivo si può raggiungere aumentando la quota di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili (imm.1) ,riducendo il consumo energetico complessivo (imm.2) ,aumentando la quota di biocarburanti utilizzati dai veicoli a motore. (imm.3 )Immagine 1. Immagine 2. Immagine 3.Immagine 1. Immagine 2. Immagine 3.
  30. 30. AMBIENTE 2010: Il nostro futuro,la nostra scelta.I principali interventi in ambito politicheambientali riguardano la protezione degli habitat naturali,la lotta alla desertificazione,la riforestazione.
  31. 31. Le politiche comunitarie La UE promuove una serie di politiche comunitarie che riguardano tutti i campi della vita sociale ed economica. Ecco le principali: Politiche di solidarietà, Politiche agricole, Politiche sociali.
  32. 32. Politiche di solidarietà Stabiliscono misure e stanziano fondi per lo sviluppo delle regioni più arretrate, dei settori industriali in difficoltà e delle aree coinvolte in trasformazioni economiche, promuovendo la competitività e l’occupazione all’interno delle regioni. Stanziamenti economici avvengono tramite il Fondo di Coesione, il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e il Fondo Sociale Europeo.
  33. 33. Politiche agricoleFinanziata dal Fondo Europeo Agricolo diOrientamento e di Garanzia (FEAOG) laPolitica Agricola Comune (FAC) ha lo scopodi garantire un tenore di vita equo a chiopera nel settore agricolo. Oggi lequestioni più urgenti sonol’incoraggiamento di pratiche agricolesostenibili, la tutela del prodotti tipici e lariforma della pesca.
  34. 34. Politiche socialiLa UE tenta di smussare gli squilibripresenti nei vari Paesi, sia con sostegnifinanziari sia attraverso normative chediano una base comune ai diritti sociali(istruzione, sanità, previdenza) e un aiutoin caso di difficoltà economiche.
  35. 35. L’Europa dei mezzi di informazioneIl campo dei media europei è ricca digiornali, televisioni e radio, mafondamentalmente dominato da alcunigrandi gruppi in continua crescita. Ilmaggiore è il gruppo tedesco Bertelsmannmentre gruppi potenti sono l’italianaMediaset e la francese Lagardère.
  36. 36. POLITICHE MONETARIE.
  37. 37. Sedici paesi dell’UE adottano la moneta unica europea epartecipano all’unione economica e monetaria.
  38. 38. L’EURONel 1992, in seguito al Trattatodi Maastricht, è stata istituital’ Unione Economica eMonetaria, che ha condottoall’introduzione in Europa di unamoneta unica: l’ euro. Questonome è stato deciso nel 1995da tutti i capi di Stato e diGoverno dell’Unione Europea,riuniti a Madrid. Il simbolodell’euro (€) si ispira alla letteraepsilon dell’alfabeto greco, inomaggio alle origini classichedella civiltà europea e alla primalettera della parola Europa. Idue trattini orizzontali indicano lastabilità della moneta.
  39. 39. LE MONETE ITALIANESul retro della monetada 1 centesimo èrappresentato Casteldel Monte, Puglia.
  40. 40. Sul retro dellamoneta da 2centesimi èrappresentata laMoleAntonelliana,Torino
  41. 41. Sul retro dellamoneta da 5centesimi èrappresentato ilColosseo, Roma
  42. 42. Sulla moneta da 10centesimi èrappresentata“La nascita diVenere” opera diBotticelli
  43. 43. Sulla moneta da 20 centesimi è rappresentataun’opera di Boccioni
  44. 44. Sulla moneta da 50centesimi èrappresenta ta una statuaequestre in Piazza delCampidogli o Roma
  45. 45. Sulla moneta da 1 euro èrappresentato “L’Uomo Vitruviano”, di Leonardo Da Vinci
  46. 46. Sulla moneta da 2 euro èrappresentato il volto di Dante Alighieri
  47. 47.  LE INIZIATIVEL’Unione Europea ritiene di fondamentale importanza il coinvolgimento dei giovani nella costruzione della “nuova Europa”: vuole accrescere la loro partecipazione, rafforzare il dialogo e la cooperazione, promuovere attività di volontariato, rispettare e diffondere valori come la democrazia, l’uguaglianza e il rispetto dei diritti umani
  48. 48. Per questo da anni finanzianumerose iniziative sia “adistanza” (attività, scambiculturali, portali internet) siaoffrendo la possibilità direcarsi in altri Paesi. Inoltrevengono organizzati incontri econferenze sulle tematicheeuropee negli ufficidell’Europarlamento a Roma,e ci sono anche le “giornateEuroscuola”, in cui i giovanipossono vivere una giornata da“deputati” europei nella saladel Parlamento di Strasburgo.
  49. 49.  L’ UE premia la creatività dei giovaniImportanti sono i concorsi organizzati per coinvolgere i ragazzi, come quello in cui il premio consiste in un viaggio presso le sedi delle istituzioni europee di Strasburgo, Lussemburgo e Bruxelles (“La mia Europa”), o quello in cui i giovani devono presentare studi o progetti originali e innovativi (“I giovani e le scienze”).
  50. 50.  Non sempre siamo consapevoli delle opportunità che ci offre l’essere cittadini europei, già a partire dagli anni della scuola! Attraverso i programmi Comenius (che promuove la cooperazione tra le scuole dei diversi Paesi dell’Unione attraverso progetti scolastici e linguistici, con scambi di alunni) ed Erasmus (a livello universitario, con la possibilità di frequantare uno o due semestri in un’altra università europea) si può migliorare la conoscenza di lingue straniere, conoscere direttamente cultura e abitudini quotidiane diverse dalle nostre, creare amicizie tra giovani di diverse provenienze.
  51. 51.  Su internet si possono trovare chiare ed esaurienti informazioni introduttive sull’ UE. Basta andare all’indirizzo: www.europa.eu dove si può accedere al portale dell’Unione Europea scritto in 23 lingue differenti. Invece il sito www.coe.int fornisce un quadro completo dell’attualità politica europea.
  52. 52. I SIMBOLI DELL’UNIONE EUROPEA LA BANDIERA Come ogni stato sovrano e indipendente, anche l’Unione Europea si è data dei segni di riconoscimento in cui i cittadini possono identificarsi.La bandiera,adottata ufficialmente nel 1986, raffigura un cerchio di 12 stelle su fondo blu. Il numero delle stelle è fisso, indipendentemente dal numero di Paesi membri; è stato scelto il numero 12 perché simbolo di perfezione e armonia. L’INNO E’ un adattamento dell’Inno alla gioia di L. van Beethoven. E’ diventato inno ufficiale dell’UE nel 1985.
  53. 53. Festa dell’Europa.E’ l’anniversario della dichiarazione pronunciata nel 1950 dal ministro degli esteri francesi Robert Shumann. Si celebra il 9 maggio. Il motto: unita nella diversità . Indica che tutti gli europei operano unitamente per la pace e la prosperità e che culture, tradizioni e lingue presenti in Europa costituiscono la sua ricchezza.
  54. 54. Un continente che ha origine da un mito L’origine del nome del  nostro continente deriva dalla mitologia greca; da un sogno che Afrodite manda ad Europa, la figlia del re di Fenicia Agenore, rapita da Zeus in sembianze di toro e portata a Creta. Afrodite le fa apparire in sogno due parti della Terra con sembianze femminili: una conosciuta, l’Asia, l’altra senza nome. Quest’ultima la trascina verso di sé e le si presenta come la terra che Zeus le ha destinato e che prenderà il suo nome.
  55. 55. L’idea d’EuropaL’Europa nasce, quindi, da L’unificazione delleun sogno che ha radici popolazioni europeeantichissime. inizia prima con l’Impero Romano
  56. 56. Dopo la sua caduta, continua con l’operadi integrazione tra i popoli compiuta dalSacro romano impero di Carlo Magno.
  57. 57. C.L’idea, però, di fare del Cattaneo continente europeo un unico Stato federale nasce tra il Settecento el’Ottocento, quando alcuni Shuman uomini politici, scrittori e filosofi ritennero possibile proporre un progetto di unità europea. E. Kant Alcide De Gasperi
  58. 58. Nel 1852 C. Cattaneo scrive questeprofetiche parole : “ Quel giorno chel’Europa potesse, per consensorepentino, farsi tutta simile allaSvizzera, tutta simile all’America,quel giorno ch’ella scrivesse sullafronte : Stati Uniti d’Europa (…)ella si trarrebbe dalla luttuosanecessità delle battaglie, degli incendie dei patiboli”.
  59. 59. Scuola Secondaria di I grado “ Aldo Moro” Frosinone A.S. 2011/ 2012Lavoro eseguito dagli alunni delle classi 2A –2E Coordinato dalle docenti. Prof.sse Urbani Nazarena e Lombardi Paola

×