L’illuminismoIl movimento culturale che domina nelSettecento è l’illuminismo.In Francia, all’inizio del XVIII secolo, si c...
Gli obbiettiviL’illuminismo usa i lumi della ragione contro il buiodell’ignoranza. Il concetto cardine dell’Illuminismo èl...
I concetti dell’illuminismo• monarchia costituzionale e divisione deipoteri,• contratto sociale, repubblica, democrazia;• ...
I concetti dell’illuminismo• libertà di pensiero, di stampa, diparola...(abolizione della censura edell’Inquisizione);• to...
I grandi illuministi
Voltaire
VoltaireVoltaire, il cui vero nome era Francois MarieArouet, nacque Novembre 21, 1694 a Parigi(Francia) in una famiglia bo...
Rousseau
RousseauRousseau, Jean-Jacques. - Filosofo e scrittore (Ginevra1712 - Ermenonville, Oise, 1778). Figlio di unorologiaio, n...
Montesquieu
MontesquieuMontesquieu è un nobile sostiene che le leggi ordinano e coalizzano la società inquanto dovrebbero garantire i ...
Diderot
DiderotDenis Diderot nasce il 5 ottobre 1713 a Langres, una cittadina diprovincia, da una famiglia borghese benestante. Do...
D’Alambert
D’AlambertJean-Baptiste Le Rond dAlembert (Parigi, 16 novembre 1717 – Parigi, 29ottobre 1783) è stato un enciclopedista, m...
Beccaria
BeccariaEducato a Parma dai gesuiti, si laureò in giurisprudenzanelluniv. di Pavia. A 22 anni, in seguito alla letturadell...
Salotto letterarioCon lespressione salotto letterario sintende un luogo diriunione, spesso privato, dove si riunisconoperi...
Lavoro completoVisita il lavoro completo quihttp://it.calameo.com/read/002172474ecb2927524c1
Fine
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

L'illuminismo

5,414 views

Published on

Questo lavoro è stato realizzato da Angelo cataldo della 2e, sull'illuminismo

  • Be the first to comment

L'illuminismo

  1. 1. L’illuminismoIl movimento culturale che domina nelSettecento è l’illuminismo.In Francia, all’inizio del XVIII secolo, si cominciaad usare con insistenza la metafora della“luce” per indicare le qualità di un pensieroche si propone di sconfiggere (grazie ai “lumi”della RAGIONE) il “buio” dell’ignoranza e dellefalse credenze.
  2. 2. Gli obbiettiviL’illuminismo usa i lumi della ragione contro il buiodell’ignoranza. Il concetto cardine dell’Illuminismo èl’affermazione dell’autonomia della ragione da ogniautorità esterna ad essa. In pratica, secondol’illuminismo, l’uomo deve imparare a ragionare con lapropria testa e a ritenere valide solo quelle verità cheegli riesce ad appurare grazie allaragione, indipendentemente da ciò che afferma lareligione, l’autorità politica o la tradizione. In altreparole: si ritengono veri scienziati ribelli, cheattraverso i sensi o la ragione vogliono raggiungere unfuturo prospero.
  3. 3. I concetti dell’illuminismo• monarchia costituzionale e divisione deipoteri,• contratto sociale, repubblica, democrazia;• uguaglianza dei cittadini di fronte allalegge;• uguaglianza fra gli uomini;• cosmopolitismo;• dispotismo illuminato;• riforme
  4. 4. I concetti dell’illuminismo• libertà di pensiero, di stampa, diparola...(abolizione della censura edell’Inquisizione);• tolleranza;• liberismo (abolizione delle barrieredoganali, dei pedaggi feudali, dellamanomorta...);• diritto all’istruzione (istituzione di scuolepubbliche);ecc.
  5. 5. I grandi illuministi
  6. 6. Voltaire
  7. 7. VoltaireVoltaire, il cui vero nome era Francois MarieArouet, nacque Novembre 21, 1694 a Parigi(Francia) in una famiglia borghese.Dopo aver studiato nelle migliori univeristà si staccadal culto e viene internato nella Bastiglia. Dopoviene nuovamente condannato e esiliato tre anniin Inghilterra, dove scrive le lettere inglesi.Tornato in patria, scopri la sua voglia direinventare la società e nel 1778 divenne un veromito. Morì lo stesso anno, il 30 maggio.
  8. 8. Rousseau
  9. 9. RousseauRousseau, Jean-Jacques. - Filosofo e scrittore (Ginevra1712 - Ermenonville, Oise, 1778). Figlio di unorologiaio, non ebbe una regolare istruzione, e a solitredici anni fu mandato come apprendista presso unincisore, occupazione che avrebbe ben prestoabbandonato per fuggire in Savoia, iniziando una vitadisordinata che sarebbe durata molti anni. Il tuttoalimentato da un continuo tira e molla con la suaamante. Venne invitato a collaborare all’Enciclopediadove aggiunse le voci di musica, di cui era moltoesperto. La sua opera principale è il “contrattosociale”.
  10. 10. Montesquieu
  11. 11. MontesquieuMontesquieu è un nobile sostiene che le leggi ordinano e coalizzano la società inquanto dovrebbero garantire i diritti di tutti gli uomini. Formula la teoria dellastoria climatica secondo la quale cambiando clima cambiano anche le leggi, il tipodi vita e di governo. Sostiene che per garantire a tutti eguali diritti era necessariosuddividere i 3 poteri: legislativo, esecutivo e giudiziario. Teorizza anche i modellidi governo: il dispotismo basato sul timore, la repubblica basata sulla virtù e lamonarchia basata sull’onore.Appartiene alla nobiltà di toga, scrive nel 1721 un romanzo epistolare “Le letterepersiane”, in cui fa molte critiche contro il sistema politico francese e sulla chiesa.PENSIERODopo una serie di viaggi nel 1748 pubblica “Lo spirito delle leggi”, in cui faun’analisi concreta dei diversi ordinamenti statali partendo non da principi astratti(morali, religiosi, filosofici), ma analizzandoli su basi concrete, cioè mette inrapporto il sistema politico con l’economia, il clima, l’ambiente che determinano lasocietà politica. Fa quindi un’analisi empirica, cioè che per dire se una cosa è giustao sbagliata bisogna analizzarla in modo pratico. Questo metodo è unanovità, anche perché prima gli storici parlavano dei paesi in senso astratto.Montesquieu vuole fondare una scienza della società, della politica.
  12. 12. Diderot
  13. 13. DiderotDenis Diderot nasce il 5 ottobre 1713 a Langres, una cittadina diprovincia, da una famiglia borghese benestante. Dopo aver studiatopresso il collegio gesuita della città, si trasferisce a Parigi periscriversi allUniversità, da cui esce con il titolo di "magister artium"nel 1732.Privo di un preciso indirizzo di carriera, si adatta ai più diversilavori, dallo scrivano pubblico al precettore, frequentando, comemolti altri giovani bohémien, i salotti e i caffè in cui circolano le ideeilluministiche.Incarcerato a Vincennes per taluni scritti, giudicati sovversivi, Diderottrascorre cinque mesi di prigionia piuttosto blanda, dal 22 luglio al 3novembre 1749. Nel frattempo è incominciata anche la grandeavventura dell "Encyclopédie", che lo occuperà instancabilmenteper il successivo quindicennio.
  14. 14. D’Alambert
  15. 15. D’AlambertJean-Baptiste Le Rond dAlembert (Parigi, 16 novembre 1717 – Parigi, 29ottobre 1783) è stato un enciclopedista, matematico, fisico, filosofo edastronomo francese, tra i più importanti protagonisti dellIlluminismo.Jean Baptiste viene portato in orfanotrofio, ma presto trova una famigliache lo adotta. Il patrigno è un vetraio e, con sua moglie, provvedonoalleducazione del ragazzo grazie alla rendita datagli dal padre naturale ingran segreto. Alletà di dodici anni i suoi familiari lo iscrivono nel"Collége des Quatre Nations", fondato dal cardinale Giulio Mazzarino.Nel corso dei suoi studi Jean Baptiste si dedica allo studio delle bellearti, del diritto, della filosofia, della teologia e dellamatematica, appassionandosi in particolare di questultima.Dopo aver scritto saggi, lettere di correzioni, e anche un suoteorema, fornisce all’Enciclopedia la voce di Matematica
  16. 16. Beccaria
  17. 17. BeccariaEducato a Parma dai gesuiti, si laureò in giurisprudenzanelluniv. di Pavia. A 22 anni, in seguito alla letturadelle Lettres persanes di Montesquieu si entusiasmòper i problemi filosofici e sociali: entrato nel cenacolodi casa Verri, e spronato a dedicarsi agli studî discienza politica ed economica, scrisse, dietroconsiglio di Pietro Verri, il saggio Del disordine e derimedi delle monete nello stato di Milano nel 1762(1762). La sua opera principali è “Del primato moralee civili degli italiani”, in cui condanna il sistemagiudiziario
  18. 18. Salotto letterarioCon lespressione salotto letterario sintende un luogo diriunione, spesso privato, dove si riunisconoperiodicamente, a cura di un anfitrione, intellettuali opersonaggi più o meno noti alle cronache mondane, perdibattere o conversare su argomenti legati allattualitàculturale o politica.
  19. 19. Lavoro completoVisita il lavoro completo quihttp://it.calameo.com/read/002172474ecb2927524c1
  20. 20. Fine

×