Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
<ul><li>Appunti  </li></ul><ul><li>di  </li></ul><ul><li>Teologia </li></ul><ul><li>Pastorale </li></ul>
<ul><li>INTRODUZIONE </li></ul><ul><li>Tema scelto: studio – studiosità </li></ul><ul><li>Il perché della scelta </li></ul...
<ul><li>Punti particolari riscontrati nella lettura di  Appunti di teologia pastorale </li></ul><ul><ul><ul><li>Nella prim...
Studiosità
Gonfiate... ...la Ruota dello studio!
Chi? il Pastore
Il Pastore ha necessità assoluta e continua di studiare  (p.52) <ul><li>“ Il Sacerdote ne ha una necessità assoluta ed anc...
<ul><li>Lo studio tiene lontano da una vita rilassata  (p. 52) </li></ul><ul><li>Perseveranza nello studio che richiede sa...
<ul><li>“ Altri crede d’essere buon Sacerdote quando recita divotamente il Breviario, celebra la S. Messa e vi aggiunge qu...
perchè...
<ul><li>La predicazione che è il suo ministero principale sia illuminata ed efficace  (cfr. pp. 240. 281) </li></ul><ul><l...
<ul><ul><li>Per poter condividere la sua cultura con i suoi collaboratori e parroci delle parrocchie vicine  (cfr. pp. 98....
<ul><ul><li>Parroco e maestri  (p. 115) </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Buona armonia con i maestri perché formano   la giove...
come...
   Con una forte attenzione spirituale e intellettuale   Guardando che cosa manca  (p. 57)   Ciò che è possibile o impo...
   Approfittando della lettura, meditazione…  (p. 258)    Riordinando il materiale che già è presente  (p. 258) “… dopo ...
<ul><ul><li>   Con modi e metodi concreti: usando materiale  </li></ul></ul><ul><ul><li>dialettico (schede, lavagna, ecc....
che cosa...
<ul><ul><ul><li>Studio delle inclinazioni, usi, virtù, difetti, istruzione </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>carattere  ...
<ul><ul><ul><li>S tudio dei documenti pontifici, delle disposizioni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>riguardanti l’azio...
<ul><ul><li>Le vocazioni religiose </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Dio sa bene quali e quanti sacerdoti e religiosi sono  </l...
<ul><ul><li>Il carro paolino cammina   su quattro ruote   pietà ,  apostolato, studio ,  povertà </li></ul></ul>
You’ve finished this document.
Upcoming SlideShare
Teologia Pastoral
Next
Upcoming SlideShare
Teologia Pastoral
Next

Share

Appunti di Teologia Pastorale

Corso sul Carisma Paolina

  • Be the first to like this

Appunti di Teologia Pastorale

  1. 1. <ul><li>Appunti </li></ul><ul><li>di </li></ul><ul><li>Teologia </li></ul><ul><li>Pastorale </li></ul>
  2. 2. <ul><li>INTRODUZIONE </li></ul><ul><li>Tema scelto: studio – studiosità </li></ul><ul><li>Il perché della scelta </li></ul><ul><li>Lo studio è uno degli aspetti sottolineati dal nostro Incontro Internazionale sulla formazione fatto nel febbraio 1998 e </li></ul><ul><li>seguito poi da incontri a livello continentale. </li></ul><ul><li>In questo incontro sono state fatte delle scelte e si è vista la necessità di dare maggior importanza alla formazione </li></ul><ul><li>continua perché questa influisce molto sulle giovani che vivono le prime tappe di formazione. </li></ul><ul><li>Inoltre lo studio è una delle quattro ruote del carro paolino, come dice l’Alberione, e notiamo che è la ruota che più </li></ul><ul><li>necessita di “essere gonfiata”. </li></ul><ul><li>Nel nostro studio abbiamo voluto vedere come l’Alberione, prima ancora di fondare la FP, considerasse questo aspetto. </li></ul><ul><li>Come abbiamo proceduto nel lavoro </li></ul><ul><li>Ci siamo divise le varie citazioni ed ognuna di noi ha cercato di vederle nel loro contesto </li></ul><ul><li>ci siamo poi riunite per condividere ciò che abbiamo scoperto </li></ul><ul><li>Abbiamo fatto una sintesi scegliendo i passi più significativi </li></ul><ul><li>Che abbiamo raggruppati sotto quattro voci: </li></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>- Chi deve studiare - Perché si deve studiare </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>- Come si deve studiare - Che cosa si deve studiare </li></ul></ul></ul></ul></ul>
  3. 3. <ul><li>Punti particolari riscontrati nella lettura di Appunti di teologia pastorale </li></ul><ul><ul><ul><li>Nella prima parte: viene sottolineata la necessità della preparazione spirituale e pastorale del sacerdote e in questa preparazione viene presentato lo studio come necessità assoluta e continua. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Nella seconda parte: il Primo Maestro mette in relazione lo studio con la cura pastorale delle anime. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Nella terza parte: vengono presentate alcune opere particolari proprie dello zelo sacerdotale e anche qui lo studio è presente in modo molto concreto e pastorale. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Lo studio non è fine a se stesso, ma sempre in funzione alla pastorale </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>E’ necessario imparare da tutto e da tutti (studiosità) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Lo studio può essere fatto personalmente o con altri: ampliare la propria conoscenza con la sapienza/esperienza di altri (importanza della condivisione) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Importanza di sostenere e incoraggiare i giovani sacerdoti allo studio </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Lo studio deve sempre essere accompagnato da una solida pietà e zelo apostolico </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Lo studio è necessario per una buona organizzazione delle attività pastorali </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Non viene solo sottolineato lo studio di argomenti religiosi, ma di tutto ciò che può aiutare nel ministero pastorale (tutto ciò che è bello, buono, utile… fatene oggetto dei vostri pensieri) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Alcuni concetti sono sorpassati, ma molti sono validi ancora oggi </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Il modo di esprimersi è molto pastorale e porta molti esempi concreti. </li></ul></ul></ul>
  4. 4. Studiosità
  5. 5. Gonfiate... ...la Ruota dello studio!
  6. 6. Chi? il Pastore
  7. 7. Il Pastore ha necessità assoluta e continua di studiare (p.52) <ul><li>“ Il Sacerdote ne ha una necessità assoluta ed anche continua. Assoluta , perché gli occorre nell’alta sua missione di salvare anime; continua , perché egli deve non dimenticare le cose apprese, imparare cose nuove, essere l’uomo d’oggi, e non del tempo passato.” (p. 52) </li></ul>
  8. 8. <ul><li>Lo studio tiene lontano da una vita rilassata (p. 52) </li></ul><ul><li>Perseveranza nello studio che richiede sacrificio (p. 55) </li></ul><ul><li>Il pastore ha la necessità di studiare la Sacra Scrittura perché è parola di Dio (p. 56) </li></ul><ul><li>Aiutare e incoraggiare il vice-curato allo studio, studiando anche con lui (p. 99) </li></ul><ul><li>Preparare un programma pastorale che dovrà essere studiato e assecondato dai suoi collaboratori (p. 95) </li></ul><ul><li>Il Parroco deve spronare i ragazzi allo studio del catechismo (p. 283) </li></ul>
  9. 9. <ul><li>“ Altri crede d’essere buon Sacerdote quando recita divotamente il Breviario, celebra la S. Messa e vi aggiunge qualche altra pratica di pietà. Egli non si esamina sull’uso del tempo, sullo zelo, sul modo di preparare le prediche, di ascoltare le confessioni ecc. Non è vero sacerdote perché non zela. </li></ul><ul><li>“ Altri si dedica quasi totalmente ad opere di bene in favore degli altri: ed intanto che cerca di essere apostolo e luce del mondo dimentica di rifornire d’olio la lampada: cioè trascura lo studio e la pietà. Verrà in seguito meno anche lo zelo perché inaridite le fonti.” (p. 2-3) </li></ul>
  10. 10. perchè...
  11. 11. <ul><li>La predicazione che è il suo ministero principale sia illuminata ed efficace (cfr. pp. 240. 281) </li></ul><ul><li>Gli occorre nell’alta sua missione di salvare le anime (pp. 53. 54) </li></ul><ul><li>Imparare cose nuove (p. 52) </li></ul><ul><li>Per poter adattare ciò che ha imparato all’oggi (cfr. p. 54) </li></ul><ul><li>Lo aiuta a conoscere le realtà della sua gente, della società (p. 52) </li></ul><ul><li>Per riuscire a istruire ed educare (p. 290) </li></ul><ul><li>Per poter dare una risposta più adatta nella predi-cazione, visite, confessione, relazioni (pp. 52. 168…) </li></ul>
  12. 12. <ul><ul><li>Per poter condividere la sua cultura con i suoi collaboratori e parroci delle parrocchie vicine (cfr. pp. 98. 105) </li></ul></ul><ul><ul><li>Relazione tra parroco e vice-curato (p. 98) </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Il parroco deve aiutare e incoraggiare il vice-curato allo studio ; studiare con lui per esempio Teologia morale” (p. 99) </li></ul></ul><ul><ul><li>Relazioni tra parroco e parroci vicini </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Il Vicario Foraneo dà a studiare ad ognuno dei sacerdoti della sua giurisdizione un argomento speciale, onde possa trattarlo con competenza” (p.105 ) </li></ul></ul>
  13. 13. <ul><ul><li>Parroco e maestri (p. 115) </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Buona armonia con i maestri perché formano la gioventù” (p. 116) </li></ul></ul><ul><ul><li>“ In caso di maestri che fanno male ai giovani studiare anche a lungo, un piano, direi di battaglia, per renderlo impotente a nuocere o allontanarlo” (p. 116) </li></ul></ul><ul><ul><li>Per saper organizzare le attività parrocchiali (cfr. p. 304) </li></ul></ul>
  14. 14. come...
  15. 15.  Con una forte attenzione spirituale e intellettuale  Guardando che cosa manca (p. 57)  Ciò che è possibile o impossibile ottenere (p. 57)  Confrontando con l’esperienza di altri e lettura di libri (cfr. p. 58)  Con una preparazione prossima e remota (p. 249) “ La preparazione è duplice: prossima e remota. La remota si fa con una vita santa e con lo studio assiduo, specialmente della teologia.” (p. 249)
  16. 16.  Approfittando della lettura, meditazione… (p. 258)  Riordinando il materiale che già è presente (p. 258) “… dopo dieci anni di studio, di letture, di medi- tazioni, come non si saprebbe tanto da fare una predica? Piuttosto si dica che si possiede un materiale che non si sa ordinare….: ma si facciano alcuni esercizi e in pochissimo tempo l’abilità verrà.” (p. 258)
  17. 17. <ul><ul><li> Con modi e metodi concreti: usando materiale </li></ul></ul><ul><ul><li>dialettico (schede, lavagna, ecc.) </li></ul></ul><ul><ul><li>(pp. 123. 285. 293-296) </li></ul></ul><ul><li>  Stabilendo nella catechesi la materia da studiare </li></ul><ul><li>(p. 290) </li></ul><ul><li>  Scegliendo luogo e tempo più adatto allo studio </li></ul><ul><li>(pp. 19. 55) </li></ul><ul><li>  Saper utilizzare il tempo (p. 54) </li></ul>
  18. 18. che cosa...
  19. 19. <ul><ul><ul><li>Studio delle inclinazioni, usi, virtù, difetti, istruzione </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>carattere (p. 57) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Studio della popolazione, dei penitenti, delle persone </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>che ne circondano in casa, in chiesa … (p. 57) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Studio della opere di qualche S. Padre (S. Gregorio M), </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>delle opere di qualcuno dei santi più illustri (S. Fran- </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>cesco di Sales, S. Carlo Borromeo, S. Alfonso, Curato </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>d’Ars) (p. 57) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Studio della storia ecclesiastica specialmente sulle que- </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>stioni più dibattute (Galileo, l’inquisizione, moderni- </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>smo, la massoneria, il liberalismo, le associazioni del </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>medio evo, la rivoluzione francese )(p. 57) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Studiare il modo di iniziare, far fiorire, fruttare certe opere </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>di zelo (p. 57) </li></ul></ul></ul>
  20. 20. <ul><ul><ul><li>S tudio dei documenti pontifici, delle disposizioni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>riguardanti l’azione cattolica, dei regolamenti delle </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>principali unioni, delle opere che ogni giorno vengo- </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>no inculcate dai superiori (p. 57) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Studio di tutte quelle cose che meglio ci avvicinano </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>al popolo; per es.: un po’ d’agricoltura nelle campa- </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>gne; delle cose comunemente occorrenti in fatto di </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>leggi, testamenti, cambiali; letteratura ed arte nelle </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>città (p. 58) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Giornali quando si tratta di articoli di qualche impor- </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>tanza e così seri da richiedere tutta l’applicazione </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>della mente (p. 59) </li></ul></ul></ul>
  21. 21. <ul><ul><li>Le vocazioni religiose </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Dio sa bene quali e quanti sacerdoti e religiosi sono </li></ul></ul><ul><ul><li>necessari alla sua Chiesa” </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Dio dà la vocazione a chi crede: a noi l’obbligo di </li></ul></ul><ul><ul><li>studiare chi l’abbia, di coltivarla, aiutarla in tutti i </li></ul></ul><ul><ul><li>modi” (p. 354) </li></ul></ul><ul><li> Studiare e coltivare privatamente la vocazione, significa: </li></ul><ul><ul><li>“ Osservare quanto forte e quanto duraturo sia il </li></ul></ul><ul><ul><li>desiderio di abbracciare quello stato di vita” </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Se il desiderio è portato da motivi soprannaturali” </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Se il desiderio è efficace: prendere i mezzi necessari </li></ul></ul><ul><ul><li>per rendersi idoneo a quello stato di vita” ( p. 356) </li></ul></ul>
  22. 22. <ul><ul><li>Il carro paolino cammina su quattro ruote pietà , apostolato, studio , povertà </li></ul></ul>

Corso sul Carisma Paolina

Views

Total views

3,863

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

61

Actions

Downloads

0

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×