Successfully reported this slideshow.

Ecosistemi Aperti

872 views

Published on

Analisi degli ecosistemi aperti, un nuovo mondo per la distribuzione di contenuti digitali

Published in: Technology, News & Politics
  • Be the first to comment

Ecosistemi Aperti

  1. 1. Mobile Stores: Nasce la distribuzione globale di contenuti mobile In momento storico di criticità per l’economia globale, si assiste invece alla definitiva esplosione e affermazione della telefonia mobile quale mercato di riferimento a livello planetario, capace di raggiungere fattori di crescita e fatturati enormi, a dispetto di qualsiasi crisi economica. Fenomeno di questa fine di decennio, è la fioritura di mobile stores integrati negli smartphone che consentono a publisher e sviluppatori la distribuzione su scala mondiale di contenuti di vario tipo quali musica, filmati, giochi e applicazioni, rivoluzionando così il sistema di distribuzione di mobile content, per anni monopolizzato dai portali Wap degli operatori. Principale artefice di questo trend è Apple, che col sui iPhone ha dato vita all’App Store, negozio virtuale, localizzato per ciascun paese raggiunto, che in circa un anno di vita ha saputo accogliere più di 30.000 applicazioni e giochi da scaricare, generando 1 miliardo di downloads. Il cammino tracciato da Apple, è però stato ripercorso da aziende quali Google, RIM, Nokia, Microsoft e Palm, decise a proporre alla rispettiva utenza la propria versione di mobile store. Analizziamo, di seguito, i principali concorrenti del settore.
  2. 2. Android Market - Google Data di Lancio: Settembre 2008 – In Italia disponibile da Marzo 2009 in Italia col modello G1 (Tim), aumenterà la sua customer base col lancio del G2 (HTC Magic) di Maggio (Vodafone) Applicazioni: +5000 Stats: +2000 applicazioni disponibili a pagamento da Febbraio 2009. Antecedentemente Google ha permesso esclusivamente il rilascio di app gratuite. Biz Model: 70% allo sviluppatore, 30% a Google Billing: Google Checkout Base Installata: +5 milioni. Trattandosi di una piattaforma open source, i volumi arriveranno con la commercializzazione dei nuovi modelli (3 new entry previste nel 2009).
  3. 3. Pro: Piattaforma open-source garantisce grande flessibilità; Android è destinato ad essere adottato da altri produttori di hardware oltre ad HTC. Contro: Scarso appeal dei device HTC Android al momento disponibili; Mancanza di massicce operazioni di marketing; Base utenza rimarrà scarsa in Italia ed Europa ancora per diversi mesi; Poche applicazioni a pagamento disponibili al lancio italiano. Altre informazioni: La pubblicazione di applicazioni a pagamento sull’Android Market italiano è possibile da Maggio 2009
  4. 4. App Store - Apple Data di Lancio: Luglio 2008 Applicazioni: +30.000 nello store Stats: 1 miliardo di downloads Biz Model: 70% allo sviluppatore, 30% ad Apple Billing: conto iTunes > carta di credito Base installata: +30 milioni (iPhone + iPod Touch) Il firmware 3.0, disponibile al consumatore dal 17 Giugno, introduce i micropagamenti, abbonamenti via iTunes e parental control.
  5. 5. Pro: Già più di 30 milioni di device venduti nel mondo, cifra che crescerà col rilascio di nuovi modelli: Grandi investimenti di marketing da parte di Apple; L’App Store è una realtà consolidata e collaudata, che non ha più segreti per gli sviluppatori; Grande appeal dei marchi iPhone e Ipod; Integrazione con Facebook. Contro: Regole piuttosto ferree per la pubblicazione di nuove applicazioni; Tempi di approvazione che a volte possono essere lunghi. Altre informazioni: Il 19 Giugno approderà nei negozi americani l’iPhone 3GS, nuova versione dello smartphone Apple. L’uscita in Europa è prevista entro la fine dell’Estate; Secondo un sondaggio di AdMob, il 59% del traffico internet totale degli smartphone è generato da iPhone.
  6. 6. Blackberry App World - RIM Data di Lancio: Aprile 2009 in USA, Canada e Regno Unito. Il client è embedded nei nuovi devices e scaricabile gratuitamente per quelli già in commercio. Lancio Italiano: Luglio 2009? Applicazioni: Sia business che consumer oriented Biz Model: 80% allo sviluppatore, 20% a RIM Billing: PayPal Base Installata: 25 milioni di abbonati RIM La soglia minima di pricing è di 2.99 dollari contrariamente agli altri ecosistemi dove abbiamo stringhe da 0.99 e successive, oltre alla gratuità.
  7. 7. Pro: Vasta base utenza già al lancio del servizio; Grande diffusione dei device Blackberry negli Stati Uniti; % Revenue Share più alta concessa allo sviluppatore rispetto agli altri competitor; L’utente Blackberry è di fascia elevata > spende per l’acquisto di applicazioni Contro: Costo più elevato delle applicazioni; Discreta base utenza in Italia ma target non sempre giovanile; Scarsi investimenti di marketing Altre informazioni: Lo store mobile italiano Blackberry non è ancora disponibile e lo sarà (forse) a fine Luglio.
  8. 8. Software Store - Palm Data di lancio: Aprile 2009 in USA. Lo store è già disponibile online, hostato da PocketGear.com Applicazioni: Sia business che consumer oriented Stats: +5000 applicazioni Biz Model: 50% allo sviluppatore, 50% a Palm Billing: carta di credito Base Installata: 50 milioni di terminali Pro: Vasta base di utenza nei paesi anglofoni. Contro: Mercato italiano di scarsa importanza.; % di revenue share più bassa rispetto agli altri competitor.
  9. 9. Windows Mobile Marketplace - Microsoft Data di lancio: Fine Estate 2009 Applicazioni: Sia business che consumer oriented Stats: +5000 applicazioni Biz Model: 70% allo sviluppatore, 30% a Microsoft Billing: carta di credito Base Installata: 50 milioni di terminali Pro: Base Installata molto vasta al lancio Contro: C’è ancora incertezza sul lancio in Italia. Non si conosce una data ufficiale.
  10. 10. OVI - Nokia Data di Lancio: Maggio 2009 Applicazioni: Qualsiasi per Serie 40 e 60 incluso il mondo Flash Stats: Biz Model: 70% allo sviluppatore, 30% a Nokia Billing:carta di creditocarrier telefonici Base Installata: 10 milioni di terminali al lancio e 300 milioni entro il 2012 Pro: Grande supporto di Nokia agli sviluppatori; Base installata destinata a crescere enormemente. Contro: Partenza del progetto OVI un po’ lenta.
  11. 11. Data di Lancio: Fine 2007 Facebook Applicazioni: centinaia di migliaia già attive Viralità: Facebook consente di inviare notifiche ed e-mail alla propria lista amici Biz Model: 100% a favore dello sviluppatore Billing:carta di credito, advertising..nessuna infrastruttura interna a FB Base Installata: +140 milioni di utenti nel mondo e +6 milioni in Italia Pro: Le applicazioni girano anche su: MySpace, Hi5, Yahoo, Hi5; lo sviluppo di applicazioni Facebook è relativamente semplice; Fascia di utenza vastissima. Contro: Non esistono strumenti di billing integrati a Facebook.

×