Cesena: dal lavoro invisibile  alla concretizzazione AUSL Cesena  Direzione Infermieristica e Tecnica Antonella Guidi Coor...
Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE 30...
RETE AZIENDALE WOUND CARE   OBIETTIVI GENERALI   Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione de...
POPOLAZIONE INCLUSA NELLO STUDIO di PREVALENZA TUTTE LE PERSONE ASSISTITE dal SID nel mese di DICEMBRE 2010 Nel futuro da ...
Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
FASCE DI ETA ’ 65% Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CON...
GRANDI VECCHI IN FAMIGLIE  SEMPRE PIU ’ PICCOLE  :  CHI E’ IL CAREGIVER ? Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clini...
Valutazione del rischio  con Scala  Braden Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del woun...
PREVALENZA PERSONE CON LESIONI CUTANEE AL DOMICILIO Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione...
Eziologia delle lesioni/Numero di pazienti PRESSIONE n. 194 VASCOLARI n.87 TRAUMATICHE-CHIRURGICHE n. 44 MISTE n.44 369  d...
SEDI PRINCIPALI/numero di LdP Sacro – Gluteo n. 135 Tallone – Piede- Malleolo- Gamba n.119 Ischio - Trocantere  n.58 Altro...
STRATIFICAZIONE EPUAP Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII ...
RELAZIONE TRA RISCHIO E  PRESENZA DI LESIONI CUTANEE Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazion...
TIPOLOGIA DI MATERASSI UTILIZZATI  CORRELATI AL RISCHIO   Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizz...
TIPOLOGIA DI MATERASSI UTILIZZATI  NEI 194 PAZIENTI CON Lesioni da PRESSIONE   Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la ...
ACCESSI INFERMIERISTICI SETTIMANALI   Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound car...
GESTIONE ECONOMICA 2010 <ul><li>€  210.000 </li></ul><ul><li>COSTO MEDICAZIONI </li></ul>€  22.000 COSTO MATERASSINI Nel f...
SI POTREBBE MIGLIORARE? <ul><li>PREVENZIONE </li></ul>TRATTAMENTO Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’...
LO POSSIAMO DIMOSTRARE ? Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani V...
IN SINTESI <ul><li>Le superfici utilizzate al domicilio non sono appropriate alla classe di rischio </li></ul><ul><li>I  “...
CONCLUDENDO <ul><li>Nei pazienti ospedalizzati la prevenzione inizia con l ’accertamento infermieristico ed è l’infermiere...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Cesena: dal lavoro invisibile alla concretizzazione

1,305 views

Published on

Congresso Nazionale AISLeC 2011: relazione di Guidi

Published in: Health & Medicine, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,305
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Per renderci visibili abbiamo scelto di rappresentare le persone attraverso i numeri. I numeri ci parlano, ci descrivono situazioni problematiche, ci consentono di guidare le nostre scelte attraverso la misurazione degli esiti, sono la bussola che orienta al raggiungimento degli obiettivi.
  • Il modello organizzativo adottato dal 2003, si avvale di professionisti collegati a “rete”, ed è lo strumento per la gestione del rischio lesioni da pressione.
  • Tra tutti gli obiettivi generali della rete wound care, in particolare il monitoraggio costante, ci ha consentito di misurare l ’efficacia delle strategie preventive e curative implementate.
  • Dei 194 pazienti con LdP abbiamo incrociato la classe di rischio con la superficie utilizzata per valutarne l ’appropriatezza.
  • Cesena: dal lavoro invisibile alla concretizzazione

    1. 1. Cesena: dal lavoro invisibile alla concretizzazione AUSL Cesena Direzione Infermieristica e Tecnica Antonella Guidi Coord. Area Governo Assistenziale –Risk Management Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    2. 2. Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE 30 INFERMIERI REFERENTI WOUND CARE PROFESSIONISTI RESP. DELL ’ASSIST. COORDINATORE RETE WOUND CARE COORDINATORE DI UU.OO. FINALITA ’: consolidare l ’interscambio in supporto all’attività assistenziale in ogni UU.OO al fine di prevenire le lesioni da pressione attraverso una gestione omogenea ed efficace dei pazienti a rischio . INFERMIERE SPECIALISTA LESIONI CUTANEE RETE “WOUND CARE” Referenti aziendali per la prevenzione e gestione di lesioni da pressione
    3. 3. RETE AZIENDALE WOUND CARE OBIETTIVI GENERALI Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE Monitorare il fenomeno Formare gli operatori sanitari Trasferire nella pratica raccomandazioni basate sull ’evidenza Implementare strumenti per la prevenzione e il trattamento
    4. 4. POPOLAZIONE INCLUSA NELLO STUDIO di PREVALENZA TUTTE LE PERSONE ASSISTITE dal SID nel mese di DICEMBRE 2010 Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE 601
    5. 5. Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    6. 6. FASCE DI ETA ’ 65% Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    7. 7. GRANDI VECCHI IN FAMIGLIE SEMPRE PIU ’ PICCOLE : CHI E’ IL CAREGIVER ? Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    8. 8. Valutazione del rischio con Scala Braden Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    9. 9. PREVALENZA PERSONE CON LESIONI CUTANEE AL DOMICILIO Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE 61 %
    10. 10. Eziologia delle lesioni/Numero di pazienti PRESSIONE n. 194 VASCOLARI n.87 TRAUMATICHE-CHIRURGICHE n. 44 MISTE n.44 369 di 601 PAZIENTI CON LESIONI !!!! Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    11. 11. SEDI PRINCIPALI/numero di LdP Sacro – Gluteo n. 135 Tallone – Piede- Malleolo- Gamba n.119 Ischio - Trocantere n.58 Altro n.19 MEDIA LESIONI/PERSONA 1,7 Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    12. 12. STRATIFICAZIONE EPUAP Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    13. 13. RELAZIONE TRA RISCHIO E PRESENZA DI LESIONI CUTANEE Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    14. 14. TIPOLOGIA DI MATERASSI UTILIZZATI CORRELATI AL RISCHIO Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    15. 15. TIPOLOGIA DI MATERASSI UTILIZZATI NEI 194 PAZIENTI CON Lesioni da PRESSIONE Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    16. 16. ACCESSI INFERMIERISTICI SETTIMANALI Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    17. 17. GESTIONE ECONOMICA 2010 <ul><li>€ 210.000 </li></ul><ul><li>COSTO MEDICAZIONI </li></ul>€ 22.000 COSTO MATERASSINI Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    18. 18. SI POTREBBE MIGLIORARE? <ul><li>PREVENZIONE </li></ul>TRATTAMENTO Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
    19. 19. LO POSSIAMO DIMOSTRARE ? Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE 0.31% TASSO DI INCIDENZA - U.O. ORTOGERIATRIA
    20. 20. IN SINTESI <ul><li>Le superfici utilizzate al domicilio non sono appropriate alla classe di rischio </li></ul><ul><li>I “sovramaterassi” non hanno dimostrato efficacia nel prevenire le LdP anche su pazienti di basso rischio </li></ul><ul><li>Le risorse destinate alla prevenzione sono insufficienti </li></ul>
    21. 21. CONCLUDENDO <ul><li>Nei pazienti ospedalizzati la prevenzione inizia con l ’accertamento infermieristico ed è l’infermiere che decide quale superficie utilizzare </li></ul><ul><li>Nei pazienti domiciliari il Servizio Infermieristico viene attivato troppo spesso quando le LdP sono già insorte </li></ul><ul><li>E ’ il MMG che prescrive gli ausili e come antidecubito non c’è scelta …. PER ORA !!!! </li></ul>Grazie per l ’attenzione

    ×