Advertisement
AS.ME.D Rete di assistenza sanitaria domiciliare - Agnese Cremaschi
AS.ME.D Rete di assistenza sanitaria domiciliare - Agnese Cremaschi
AS.ME.D Rete di assistenza sanitaria domiciliare - Agnese Cremaschi
Upcoming SlideShare
Responsabilità medica il Senato approva la riformaResponsabilità medica il Senato approva la riforma
Loading in ... 3
1 of 3
Advertisement

More Related Content

Slideshows for you(20)

Advertisement

More from Agnese Cremaschi(20)

Advertisement

AS.ME.D Rete di assistenza sanitaria domiciliare - Agnese Cremaschi

  1. PREMESSA Il Sistema Sanitario Nazionale Italiano, dai recenti dati economici, si posiziona al 4° posto tra i pesi del EU, per numero di ospedalizzazioni evitabili per asma, BPCO e diabete, e un numero di posti letto ospedalieri inferiore a quello dei grandi paesi europei. L’attuale positivo quadro da una parte mostra la capacità dalle Regioni di aver avviato una iniziale trasformazione dei servizi, ma dall’altro rivela che i risultati sono stati ottenuti attraverso un fortissimo contenimento della spesa per gli investimenti ma non una reale innovazione dei servizi che andrebbe incentivata (riqualificazione/ progettazione) Per affrontare queste sfide occorre quindi implementare nuovi modelli di welfare per l’erogazione di servizi sanitari riguardanti, la cura e la prevenzione in un paradigma di sanità personalizzata. L’implementazione di questi nuovi modelli deve tenere conto di una condizione necessaria: il coinvolgimento del cittadino nella gestione della propria salute (patient empowerment) e la delega di un ruolo attivo nel processo di cura (self-care). COMMUNITY CARE Per community care si intende quel completo ripensamento del sistema di interventi e servizi sociali in vista della realizzazione di politiche per la comunità e da parte della comunità stessa cioè orientato alla creazione di una “caring society”. POLITICHE SOCIALI della COMMUNITY CARE DOPO la L. 328/2000 Per community care si intende quel completo ripensamento del sistema di interventi e servizi sociali in vista della realizzazione di politiche per la comunità e da parte della comunità stessa cioè orientato alla creazione di una “caring society”. LA TELEMEDICINA Le moderne tecnologie, possono essere alla base di un nuovo modo di strutturare un servizio di assistenza sanitaria che possa rispondere allo scenario evidenziato. Minori accessi al pronto soccorso, la riduzione dei ricoveri edellevisitespecialistiche, una forte diminuzione dello stress per i pazienti e per i loro familiari, conseguenti e consistenti vantaggi economici per tutte le parti coinvolte, sono gli effetti positivi che possono essere prodotti dall’introduzione e dell’applicazione della telemedicina nell’assistenza sanitaria sul territorio. IL SISTEMA AS.ME.D. AS.ME.D é un “sistema” che, interagendo e coordinandosi con le strutture presenti sul territorio, consente di effettuare velocemente, una efficace serie di rilevazioni biomediche indispensabili per monitorare e verificare l’ effettivo stato dell’utente e l’evoluzione della relativa patologia senza il trasferimento dello stesso presso le strutture sanitarie di zona. AS.ME.D è un progetto per lo sviluppo di una rete di assistenza sanitaria domiciliare e di consulto polispecialistico su piattaforma di telemedicina
  2. In sintesi il sistema consente di assicurare, a costi contenuti, un costante monitoraggio dell’ assistito, prevenendo, e quindi riducendo, gli interventi “in urgenza” ed eliminando tutti i costi ed i disagi di tutte quelle ospedalizzazioni dovute più alla necessità di “analisi” che non a vere e proprie necessità di intervento. Sulla base dei dati rilevati la centrale operativa può quindi monitorare costantemente lo stato del paziente, richiedere e far effettuare nuovi accertamenti, il tutto senza richiedere spostamenti del paziente stesso, e quindi senza impegnare risorse “ospedaliere”, e/o creare situazioni di stress, e costi, al paziente ed ai suoi familiari. FINALITA’ DEL SISTEMA Il sistema AS.ME.D consente agli stakeholders istituzionali la possibilità di razionalizzare e de-finire nuove politiche di gestione e cura dei pazienti cronici od afflitti da patologie che prevedono l’erogazione di frequenti esami e di lunghi periodi di assistenza. MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO Visite periodiche programmate Sulla base di quanto stabilito dal protocollo assistenziale, ciascun soggetto arruolato riceverà, presso il proprio domicilio, una serie di visite periodiche di controllo da parte del personale sanitario AS.ME.D. Nel corso di ciascuna visita il soggetto sarà pertanto sottoposto alla serie di controlli sanitari definiti dal protocollo. Tali verifiche saranno effettuate mediante ausili, devices, che consenti-ranno la trasmissione dei dati rilevati in tempo reale alla centrale operativa Verifica di condizioni anomale Il personale sanitario presso il domicilio del paziente, e/o i medici di centrale, avranno quindi la possibilità di rilevare in tempo reale eventuali condizioni di criticità/aggravamento del soggetto. In tal caso il medico di centrale potrà richiedere l’effettuazione di ulteriori accertamenti an-che interloquendo direttamente in video conferenza sia con il soggetto interessato che con il personale sanitario sul posto. Conferma di stato peggiorativo Nel caso fosse confermato stato di aggravamento del paziente la centrale operativa, potrà programmare ed attivare una serie di diversi interventi proporzionati al reale stato di necessità del soggetto Visite su richiesta Allarme da assistito I pazienti arruolati avranno inoltre la possibilità di rivolgere alla Centrale Operativa AS.ME.D specifiche richieste di assistenza nel caso di presunto peggioramento del proprio stato di salute RISORSE UMANE E MATERIALI A DISPOSIZIONE Risorse materiali Per quanto riguarda l’operatività del sistema AS.ME.D Eco2Life mette a disposizione la centrale operativa, incluse tutte le risorse hardware e software necessarie alla funzionalità della stessa. Saranno inoltre forniti tutti i kit medicali: devices, software e materiali di consumo, necessari all’effettuazione delle visite mediche domiciliari di controllo.
  3. Risorse umane In merito a tale punto è importante evidenziare come l’estrema flessibilità del sistema potrà consentire diverse modalità operative e che pertanto, in funzione delle necessità e del tipo di sinergia che sarà sviluppata con il SSN, diverse potranno essere le ricadute in termini occupazionali. Eco2Life assumerà inoltre il compito delle attività relativa alla corretta formazione del personale sopra menzionato. Agnese Cremaschi
Advertisement